Inconscio e Magia – Psiche: “Dolce è il bacio”

Miei cari, questi sono gli ultimi appuntamenti che chiuderanno il ciclo della mia trasmissione Inconscio e Magia – Psiche. Ancora sensualità e sessualità grazie a questi magnifici versi di Rufino (II sec. d.C.), poeta greco i cui epigrammi fanno parte dell’Antologia Palatina, in onda il 25 aprile (nella notte tra sabato 24 e domenica 25) alle ore 2:30 circa su Rai 2:

Dolce è il bacio di Europa,
anche se tocca appena le labbra,
dolce anche se sfiora appena la bocca;
non è alle labbra che s’accosta,
ma preme la bocca,
e dal profondo rapisce l’anima intera.

9 Risposte

  1. * Eros

    In attesa che la vita torni a vibrare…
    Tu sai cosa sia la notte…

    Nei pensieri come la luna…Risorgi!
    Come sia dolce il colloquio
    e l’attesa, mentre il vento vibra appena,

    nell’anima schiusa alla vita…
    Tu sai cosa sia il silenzio
    e la gioia del dolce ritorno,

    quanto beata sia la melodia del canto…

    Dei doni è profuso il non appartenersi

    di ciò che si apre alla pienezza …

    Luoghi inviolabili della memoria

    indissolubili ed intensi

    come un unico fiato

    che sussurra dolci suoni

    sulle tue labbra, forse schiuse,

    sui nostri corpi persi e ritrovati…

    ♥Ẽℓĕหα♥

  2. Stupendissima visione ! Solo così per me si manifesta l’amore vero : in punta di piedi. Solo se si è capaci di reggerlo nel cuore può manifestarsi con la potenza dell’uragano che è in realtà.
    L’ amore profano, pallida immagine di quella forza cosmica, quella fornace divina che è la sua vera natura, creatrice e distruttrice di mondi.

  3. Un bacio annulla la distanza tra l’Io e l’Altra…
    Dell’Altro da sè, l’Io fa esperienza diretta con un bacio, a lui si unisce e alla sua Anima.
    Le parole sono la nostra Anima e la bocca è la porta dalla quale le “lasciamo andare”.
    Se, come dice Platone, “le parole false non sono solo male in se stesse, ma infettano l’anima con il male”, allora con un bacio è possibile aspirare quel veleno da quella ferita: trattenerlo e lasciarsi contagiare o sputarlo lontano… Perchè…
    Due bocche vicine impongono il silenzio, sensuale silenzio; silenzio che non è “parole non dette”, non lasciate andare, ma che diventa mezzo, suono con cui l’Anima si esprime e attraverso lo sguardo si dona al mondo.
    Quindi…Baci, professore Gabriele!

  4. Grazie del tuo dono, cara Elèna!

  5. Baci a te, carissima Valeria!

  6. E’ proprio vero, cara Sivana!
    Un abbraccio!

  7. Il bacio è sacro ed il pudore di due labbra che si sfiorano,in punta di labbra,è rispetto per la sfera divina di Eros

  8. bene, siccome europa significa (anche) “viso tondo”, ho pensato che tutti i baci ci rimandano a…..ad un seno….quello che ci ha allattato, ed in questo caso è proprio un capezzolo.
    Sempre da là siamo partiti, e l’amore l’abbiamo speso la prima volta là, ed abbiamo sentito far parte la nostra piccola anima con la vita.
    E certo che la nostra anima è stata rapita per intero, ed il nostro amare oggi dipende dal nostro essere stati accettati ieri.

    /Rivolgo un pensiero col cuore a tutti quei neonati e bambini che hanno difficoltà nell’essere alimentati, non so talvolta che pensare delle prove che la vita ci dà, so solo che talvolta ci lamentiamo di sciocchezze, tutto si può sopportare ma un piccoletto che soffre no. /

  9. …mi inserisco per condividere il pensiero di Map pina
    siamo rapiti dall’anima …e un pensiero a quei bambini che devono subire le atrocità della ratio
    grazie di cuore Map pina
    il viandante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...