New Age ed Esoterismo

Carlo mi permette di entrare nella differenza tra Filosofia Ermetica e New Age.

Salve, signor La Porta, mi scusi ma, visto che un certo tipo di dottrina esoterica, soprattutto new age, afferma, con varie prove e testimonianze (come quella dei cristalli d’acqua di Masaru Emoto), che il pensiero ha la capacità di cambiare la realtà, lasciar venire pensieri negativi rimossi, come rabbie, timori, ecc… non potrebbe attirare cio’ di cui si ha paura?

Caro Carlo,
attivare quello di cui si ha paura è un grande lavoro, che va compiuto sotto una guida. Comunque tra Esoterismo e New Age non c’è alcun contatto. Li separa lo studio profondo e sistematico e interiorizzato dei simboli e degli archetipi.

Annunci

341 Risposte

  1. E’ il principio su cui credo lavori il cosiddetto “Segreto”, codificato da decenni ma che sta divenendo di tendenza di questi tempi. Pare ci siano anche moderni studi di fisica quantistica a suffragio di queste teorie. Il New age è più un fenomeno culturale, anch’esso ritornato in auge attraverso gli scaffali di librerie esoteriche e di qualche supermercato, ma risalente se non vado errato agli anni ’50-’60. Cosa pensa del Segreto, Direttore?

  2. Mangi il pane e non ti tieni in piedi, bevi l’acqua e non ti disseti, tocchi le cose e non le senti al tatto, annusi il fiore e il suo profumo non arriva alla tua anima. Se però l’amato è accanto a te, tutto improvvisamente, risorge, e la vita ti inonda con tale forza che ritieni il vaso d’argilla della tua esistenza incapace di sostenerla – Christos Yannaras

  3. Caro Stefano, i segreti non sono tali perché qualcuno non vuole comunicarli, ma perché “ermeticamente chiusi” ovvero incomunicabili. Ma… Ma… poi improvvisamente diventano limpidi. Quando si è compiuta la strada.

  4. Caro prof., in relazione al discorso che stai facendo con Stefano circa i segreti,……se non ho capito male i segreti, come tutti passi che cadenzano il nostro viaggio della vita, anche essi hanno i loro tempi e modi per svelarsi e rivelarsi?

    Inoltre posso chiederti un consiglio: vorrei iniziare e sviluppare il tema dell’alchimia.
    Da cosa cominciare?
    Grazie per l’aiuto ed un grande mazzo di mimose per te e per tutti gli amici di interagianime!!
    In questi giorni osservo un pò ovunque grandi piante di mimose e ne qui vicino al pc un vicino pieno!!

  5. Cara Bea,
    inizia da “Psicologia e Alchimia” di Jung, ed. Bollati Boringhieri. Per i Segreti, non devi darti pensiero. Si sveleranno dove e quando vorranno.

  6. Caro Gabriele,
    grazie di cuore per il tuo “primo” suggerimento.
    Oggi prendo il testo di Jung in prestito da un’amica e lo inizio.
    Se avrò domande o dubbi durante la lettura farò “sfacciatamente” ricorso alla tua immensa erudizione ed alla tua straordinaria gentilezza e disponibilità.
    Con tantissimo affetto, Bea.

  7. Cara Bea,
    grazie a te, di cuore. Buon “viaggio”! A presto. Baci baci

  8. Caro “maestro” La Porta, ogni tanto guardo con attenzione i tuoi programmi televisivi. Mi fai divertiri ! Sei una persona che ha letto tantissimo, ma no ha capito nulla. Ancora leggi, cerchi libri e narratori. La vera lettura è dentro l’ uomo. Ma tu non l’ hai afferrata, anzi ne sei lontano. Sei un falso soccorritore dell’ umanità. Seduci ! Sai sedurre come tanti sprovveduti che girono davanti al video. Il dolore è il tema dell’ uomo. Parti da questo per penetrare nella coscienza dei telespettatori deboli di pensiero. La risoluzione dell’ uomo non si trova sui libri. La libertà interiore è un processo metafisico. Non va capito. Chi lo capisce, in realtà non l’ ha capito. Lo capisce chi l’ ha realizzato. Caro Gabrile, sei un bravo seduttore. Ma ciò che seduce, non libera, ma incatena. Zanna Gialla.

  9. Per Zanna-Gialla – Ti ringrazio per la tua riflessione ma, francamente, rimango delle mie idee e non ho mai detto di essere un “maestro”. Ma tu, un po’ di modestia, quando la apprenderai?

  10. Zanna-Gialla,

    ma chi è lei per tranciare questi giudizi?
    Forse lei non sa che nemmeno in una vita si può apprendere tutto lo scibile umano e che la lettura e la fointe di ogni conoscenza. Nessuno può sostenere di aver letto a sufficienza per essere un buon erudito. Consoco gente che ha letto migliaglia di libri e ancora ha molto da imparare: mi dispiace non sono in accordo con lei. Da qualche parte ho letto una frase semplice ma che dice molto “più libri, più liberri”: già perchè la vera libertà la fornisce solo la sete di conoscenza.
    Quanto agli attacchi al Prof. La porta: NON è in alcun modo quello da lei descritto, ma non devo e non voglio convincerla del contrario, perchè la fama, la professionalità e l’erudizione del nostro Gabrile vanno ben oltre i suoi limitati confini.
    Gabriele, ti voglio bene.

  11. Amalia… cara Amalia….

  12. Professore,che meraviglia il post di Zanna Gialla..la paragona ad un seduttore..anche Socrate fu accusato di essere un seduttore,traviatoredi anime..Stia lontano dalla cicuta e sorrida..è in ottima compagnia..se la dovessero processare troverà sicuramente qui nel blog qualche Platone disposto a fare la sua Apologia..

  13. sarebbe meraviglioso… cara Amalia

  14. analizziamo Zanna Gialla,

    innanzi tutto, guten morgen , Zanna Gialla, ti avverto che stai diventando un mio paziente….
    So, so, Dunque, dunkve, perchè il nome Zanna Gialla, ebbene, kiaramente deriva dalla lettura di “Zanna Bianca”, ein roman, un romanzo d’avventura e d’amicizia tra un ragazzo ed il suo hund ..cane, tra le difficoltà di una natura inospitale il trionfo dell’uomo e del suo istinto, so romantik, presumo che Lei abbia voglia di ferità, sia stufo dei sofismi della sozietà actuale e trrovi che gli uomini di oggi abbiano lasciato la rretta via delle zoluzioni zemplici per una vita dedita alla propria contemplazione pisellare, con l’unico scopo, ja, di formare un harem intorno a sè, alla scelta giusta della Marca del Gel, per la rabbia di chi come Lei invelenitosi da zanna bianca si sia avvelenato il dente al punto di divenire zanna gialla…Le consiglio innanzitutto di spengere il tv e di iniziare a rassettare un pò casa sua, vedo delle lattine, i jeans sono da cucire, se continua così una donnina ,eine kleine fraulein, tutta sua non la troverà mai, una che di Lei ami sincerità, onestà, laboriosità e senso dell’avventura e della giustizia.
    Ma anche Gabriele è così, solo che Lei vede solo apparenza, forse proietta sul prof. La Porta Gabriele un altra persona di sesso maschile che conosce bene, mica può pretendere di conoscere bene una persona perchè l’ha vista in tv? Ma che significa, mica è suo fratello! E forse neanche un fratello lo si conosce bene bene…..ci ho preso ja? Un conflicto generato in giofine età….

    Le dice qualcosa che il Suo comm. sia stato reso pubblico? Secondo Lei questo che significa?

    Io non ho mai lavorato in tv e Lei? Non sarebbe meglio parlare quando si conosce qualcosa della materia?Anch’io penso che la “lettura dell’uomo” è importante, sopratutto quando quell’uomo ha letto tanto, o ha un cuore così grande da essere felice quando un altro fà ciò che gli piace….
    Questa sessione è gratuita, le altre saranno a pagamento, Auf Wiedersehen Herr Gelbzahn…
    Baci e spero che tu ti faccia eine risata perchè ridere fà puon zangue….

  15. Ja… ja.. ja… (rido… rido…)

  16. Caro Gabriele, mi hai dato una risposta che mi ha crocifisso.Sei un uomo dotato di slancio vincente e metafisico. La tua risposta è stata semplice, ma forte. Mi hai sapito conquistare. Fino ad oggi non ti amavo, ti sentivo negativamente. Invece il tuo scritto, senza attacchi, ha edificato il mio sentire che era alterato e spurio nei tuoi confronti. Nel tuo “dispiacere” hai saputo colpire con l’ arma più potente del Mondo: l’ amore. Questa è un’ operazione di rari uomini. Bravo, Gabriele ! L’ amore possiede la magia del miracolo, vince sul male terrestre. CON ME HAI VINTO SENZA COMBATTERE e simultaneamente hai portato serenità e calma nella mia anima attraversata da istinti e debolezze umane. Grazie, fratello ! Zanna Gialla

  17. Map Pina, ho pregato tanto per te ! Una carezza Zanna Gialla.

  18. Map-pina..la “contemplazione pisellare”è più che una frase,io credo che la si potrebbe fare diventare una disciplina,una posizione tantrica..ci si potrebbe evolvere in “contemplazione pisellare “per raggiungere chissà quali vette..splendida!

  19. Caro Zanna, onmia Amor vincit

  20. Cara Beatrice, non credo che la lettura sia l’UNICA fonte di conoscenza, molti libri sono nati dall’osservazione diretta di un fenomeno, molti altri sgorgano dal desiderio di confronto e di approfondimento di argomenti già trattati, i libri sono senz’altro uno strumento di fruizione immediata e fondamendale per la nostra crescita interiore…
    Sono d’accordo con te quando affermi che ci sono persone che, pur avendo letto innumerevoli libri ha ancora molto da imparare; io ho molto da imparare e, nella ricerca che faccio, soprattutto di me stessa, amo il confronto anche con voi persone spaciali di questo blog.
    Vorrei fare i miei complimenti a map pina per l’acutezza e l’ironia che traspaiono sia dal suo commento allo scritto di “zanna” sia dal suo appellativo “Map pina”… L’ironia è grande indice d’intelligenza.
    Un saluto a tutti e un abbraccio al nostro caro Gabriele.

  21. acc.. me se sò impigliate li capelli dinto li zanni..ma che te sei magnato? La voi nà mentina ? Che fai stai a fa na prece? A chi te inginocchi? Ma che gnente gnente te sei inamorato? Anvedi ahò, ce sta ancora chi s’è nnamora..portatelo via er candelotto.. và..che qui semo gente seria…….

    -la santa delli parcheggi.

  22. Caro Zanna ti consiglio questo video !

    cari saluti

  23. Carissima Maria, grazie per il video che mi hai inviato.In questi giorni sono stao fuori. Abito in Toscana ma sono un vecchio uomo del profondo sud. Nel video,oltre il tema dell’ amore, Gabriele vince con la forza della saggezza. Ieri sera, stanco e debole, ho conosciuto i tuoi scritti. Per un momento il tuo terso pensiero mi ha reso felice, sereno e forte ! Le tue poesie danno dignità alla caduta dell’ uomo e superano la dimensone terrena. La tua anima e la tua poesia esprimono una musica senza suoni. Mi saluti il caro Gabriele, però quando discute, deve citare MENO le grandi guide dell’ unanità. La conoscenza deve essere frutto della sua anima, perchè in fondo “non è scritta sui libri”. Chi la descrive la perde. I cosiddetti segreti sono un’ esperienza, non una notizia che si può trovare in libreria. Gabriele La Porta è un uomo di Conoscenza, se però la trasforma in una dimensione espositiva, ne tradisce la sua istanza primordiale e metafisica. Quando il discepolo è pronto, scocca il sapere degli Dei.. Non è l’ uomo che trova il segreto, ma è il segreto che va all’ uomo..Maria mi sei piaciuta, perchè sei una donna luminosa e travolgente. Un saluto fraterno, Zanna.

  24. Gentile Zanna Gialla,se lei riesce a fare a meno dei libri scritti dalle grandi guide dell’umanità..che dire.. scrive nel post definendosi “un vecchio uomo del profondo Sud”..allora forse la sua conoscenza è frutto dell’esperienza ma non pensa che per un giovane sia importante incontrare qualcuno che gli faccia comprendere che possiede dentro di sè qualcosa di unico,qualcosa che vale la pena di ascoltare e di cui prendersi cura? Che gli metta il sospetto che può diventare discepolo,non di Gabriele La Porta,ma della sua stessa Anima?

  25. Complimenti, Amalia ! Tu sei una Dea donna ! Sono completamente d’ accordo col tuo pensiero. Senza volerlo, hai narrato ciò che io avrei voluto scrivere. Una cosa voglio dirti ! Sono un uomo del sud, non giovane ma nemmeno vecchio. Ho tre anni meno del mio amico Gabriele. Mi ha sconvolto ! Il suo è stato un comportamento da vero asceta. Il professore è nato a Roma, il cinque maggio del 1945. Il sottoscritto è nato in un paese della Calabria il 17 marzo del 1948. Sono alto 1. 85, ex atleta. Ho praticato nuoto, calcio, ciclismo e footing senza vittorie e trofei. Sono sposato, ho quattro figli. Rispetto e amo le donne. Con loro sono romantico, sensibile, forte e vulnerabile. La donna è portatrice di fascino, sensualità e mistero. Tuttavia fra nascita e morte, ella cela il segreto umano di avvicinare l’ uomo a Dio. Parsifal, cavaliere del Santo Graal, salva la donna e simultaneamente salva se stesso. La leggenda del Graal è la Storia dell’ uomo sulla Terra. Cara Amalia, non ho nulla contro i libri, anzi si dovrebbero e si deveno leggere. La lettura rafforz a l’ io e restituisce all’ uomo la sapienza smarrita e violentata da una falsa cultura. Anch’ io una volta ho letto. Consiglierei di leggere notte e giorno. Attenzione, però ! La realtà dell’ uomo è dentro di sè. La lettura deve essere un veicolo per trovare se stessi, non un solo fatto di cultura. Il compito arduo dell’ uomo sulla Terra è ritrovare l’ io, il suo sè, la sua primordiale essenza che era prima che si esprimesse nell’ uomo fisico. Tutti cercano l’ io, ma nessuno lo trova. Freud e Jung che sono stati i padri della psicoanalisi e presumevono di conoscere l’ anima. Sono morti pazzi. Nella mia vita non ho cercato nulla, ricchezze, gloria, cultura, l’ essere famosi, carriere, ecc. Da quando avevo 15 anni ho sempre cercato me stess. MA NON L’ HO TROVATO. A quella età soffrivo come un Dio. Il dolore schiacciava prepotentemente la mia anima fragile, debole e smarrita in un Mondo che correva freneticamente verso non so quale meta. Le frustazioni, la paura, i complessi erano il mio io.Vivevo senza pace. Una magia inversa mi rubava la mia essenza. Un giorno capitai, per caso, in una libreria, ed una mano mi diede, il libro, di Giovanni Papini, “un uomo finito”. Per me quello fu il libro del miracolo. Ero un bambino senza forze, senza direzione e senza speranza. Lessi quel libro per un anno intero, sembrava una preghiera, evocavo il Redentore. Piangevo e pregavo. Il libro non l’ ho più letto dal 1964 e non l’ ho trovato nemmeno fra le mie cose. Gli ultimi capitoli mi diedero una forza che scuoteva la mia disperata e affamata anima. Lì è incomInciata la mia ascesi. A 16 anni compresi che il dolore va saputo sopportare. Chi lo sopporta se ne libera. L’ uomo che lo aggredisce non riuscirà mai a trovare la sua evoluzione umana e spirituale. Non ne conosce il messaggio e il suo profondo significato. Il dolore cela la magia della resurrezione. Ma l’ io che cosa è ? I testi di psicologia conoscono l’ ego o l’ io ? Gli psicologi, i filosofi sono uomini liberi ? Che cosa cercano ? Sono diventati psicologi per aiuatare il prossimo ? Oppure hanno studiato la disciplina per cercare di superare i propri complessi ? La libertà umana esiste ? Oppure sono chiacchiere ? Se esiste, quale è la strada per conquistarla ? La psicoanalisi è in crisi ? La psicologia, la filosofia, la psicoanalisi conosco l’ anima? L’ anima soffre sulla terra perchè è un tessuto divino e la sua natura si scontra con la terrestrità dell’ uomo ? La Storia dell’ uomo ha un significato sulla Terra ? La frase. ” Il regno dei Cieli è dentro di voi ” è vera ? Cristo e l’ Anticristo sono ospite dell’ animo umano ? Mi sembra che Platone disse: “In Cielo è vedere e sapere. In terra è ricordarsi”. Ma che vuol dire ? L’ uomo può arrivare a conoscere la verità con i libri ? Oppure ci vuole una forza cosmica e divina che supera la dimensione dei conflitti interiori ? Buona notte, Amalia. Zanna.

  26. Gentile signor Zanna,a me piacciono molto le domande,come ad ogni persona intelligente..ma non credo di avere la conoscenza per riuscire IO a dare simili risposte..Dunque le mie non saranno risposte,ma proposte..Per quel che ho potuto capire L’io non se la passamolto bene,perchè tutti i maestri ripetono che bisogna superarlo,chi con un metodo chi con l’altro..Gli psicologi non sono uomini liberi,penso siano condizionati dalla corrente a cui appartengono,gli junghiani,i freudiani,La psicanalisi non ha affatto risolto i problemi dell’uomo,so di un libro di Hillman intitolato appunto cent’anni di psicanalisi ed il mondo va sempre peggio..L’anima non si conosce,e lo dice Eraclito,d’altronde come potrei conoscere qualcosa che è una prospettiva immaginale sulla esistenza? E’ uno sguardo sul mondo,non lo conosci,ne fai esperienza. La psiche è immaginazione,questa è una delle definizioni di Jung,una delle più chiare,non la conosci l’immaginazione,non puoi distinguerla da te che immagini..Il Regno? Il Regno è dove lo immagini,certo che se lo immagini dopo la vita..che vivi a fare? Se lo si immagina qua,in sè stessi allora sì che la vita si fa interessante..Oh,in ogni uomo c’è paradiso ed inferno..è questo interessante,è questo che rende la nostra vita un piccolo cosmo dove ci incontrano il bene ed il male..Io arrivo sin qui, acuto Zanna..sulla frase di Platone…lascio la parola ad altri più bravi di me….Professore La Porta,mi scusi per la lunghezza,ma non ho saputo rispondere in poche righe,ma nemmeno ho saputo resistere alla tentazione di proporre il mio punto di vista..Vado da sola in panchina!!

  27. Signora Amalia, lei ha scritto molto bene. E’ stata equilibrata, modesta e serena. Ieri sera ho scritto ciò che mi passava per la testa, senza badare al contenuto. ( Non parlo mai di me, eppure ieri sera l’ ho fatto) Ciò che è solare per una persona, è tenebra per un altro. Curzio Malaparte, nel suo libro “Maledetti toscani”, si esprime più o meno così, riferito ai toscani : ” Dove gli altri piangono, noi ridiamo. Dove gli altri ridono noi piangiamo”. iLei è stata gentile. Ma non volevo formulare una domanda, anche se l’ ho scritta- Non è la risposta ad una domanda che rafforza l’ umano. Signora ! La vera risposta è trovare l’ insegnamento. Una cosa è la notizia, una cosa è l’ insegnamento. L’ insegnamento contiene la risposta.

  28. Signor Zanna Gialla,le auguro sinceramente di trovare un insegnamento che le offra le vere risposte che sta cercando. .e grazie per i gentili complimenti che ha rivolto alla mia scrittura

  29. Signora Amalia, mi scuso con lei ! Lei ha scritto dei pensieri bellissimi. Sono io che non li ho capiti. Le sue risposte, mi sono sembrate delle riflessioni senza a giungere alla “sorgente d’ acqua.”. La sua raffinata persona ha scritto frasi interessanti, tuttavia, io, non ho trovato una via d’ uscita al suo sapere. Me lo lasci dire, perchè sono sincero. I fiori sono belli, ma appassiscono ! vero Signora ? Lei invece è un fiore che non appassirà mai.

  30. Ciao, Gabriè ! Sono lo sconosciuto Zanna, tuttavia, tuo amico . Il mio sentimento nei tuoi confronti è sano, vero e leale. In fondo questa è la mia natura, la mia poesia. Se un uomo è cattivo apre il varco alla sconfitta, all’ angoscia, alla morte. Ti sembra ? Lasciamo stare l’ anima, e la magia… .Gabriele, ti vorrei espletare una domanda ! Secondo te, gli islamici e i cristiani adorono lo stesso Dio ? Se non adorono lo stesso Dio, costoro chi sono ? Gabriè, tu credi, veramente, fra cent’ anni l’ Europa sarà islamizzata ? Mi saluti Amalia, è una donna di fascino, futura docente e libera pensatrice. Possiede un alto senso di rispetto e affetto nei tuoi confronti. E’ fedele al tuo magistero. Perchè ti sente un uomo magico. Di lei ti puoi fidare. Chi ti sta vicino ti ama e apprezza le tue doti interiori. Un ultimo pensiero e poi ti lascio : Maria Allo è una donna divina. Prof., un affettuoso saluto Zanna.

  31. Dal mio punto di vista non amano lo stesso dio semplicemente perché non hanno lo stesso senso del divino. Condivido i tuoi giudizi su le “nostre” Maria Allo ed Amalia. Un caro saluto a te, Gabriele

  32. Gabriè, mi hai risposto, però sei stato asciutto. Va bene non adorano lo stesso dio perchè non hanno lo stesso archetipo metafisico, ossia lo stesso senso del divino. Sono sincero ! Il secondo concetto non mi illumina il pensiero e veramente, non l’ ho capito. Tu sei un uomo colto e saggio, pertanto puoi inviare un tuo parere sulla mia email : zanna-gialla@virglio.it.
    La più alta formazione di un uomo è il rispetto del pensiero e della riservatezza altrui. Chi non rispetta l’ interiorità e la sensibilità umana fa violenza sulla psiche degli altri. A luglio o a settembre dovrò venire a Roma, ti avviserò con qualche giorno d’ anticipo, cosi mi farai conoscere un pò di bella ed elegante gente e mi offrirai un buon caffè. Buona notte, Luigi.

  33. Debbo aggiungere, caro Luigi, che le due tradizioni (islamica e cristiana) sono molto simili nell’essersi differenziate ingiustamente dallo spirito d’amore che pervade entrambe. p.s. Posso cambiare il caffè con una tazza di tè? 🙂 Un abbraccio, Gabriele

  34. Quel che è immaginale non tocca alla ragione scoprirlo, ma da se si presenta come verità! Verità, a cui il nostro linguaggio, non facilmente può riuscire a riportare…ciò che da solo si presenta, in quanto presenza! né tanto meno si può spiegare, o donarlo! quello del mistero, non è un gioco…del “bel misterioso”! ma ci sono cose…che nessuno può spiegare, ne tanto meno sperare “totalmente” di far coglierne ad altri…diciamo cosi la visione! per questo urge inanzi tutto il massimo rispetto di tutti, pur nella contrarietà di vedute! i veli della cecità cadono,…da soli,! credo comunque che la stessa verità…bussi di continuo, molte le genti che scelgono la praticità della vità!, che il continuo liberare il passaggio a quegli affluenti..che giungere vogliono al fiume,…sino al mare…per poi ritornare in cielo! questi non sono da biasimare ne da pensar,come inferiori! credo che vi sia tempo per ognuno, quanto questo sia lungo, infinito, “Lui” il tempo solo lo sa! anche se uso il termine tempo, non intendo la sola “concezione” che si ha dello stesso!!! da cosa nasce il pensiero? non nasce dalla consapevolezza…che è prima, ne è Padre, Madre, dello stesso! la consapevolezza, non è in se una verità nascosta!, la nostra stessa condizione…di dolore “specialmente”, dal quale nasce la massima consapevolezza, quindi sete, in quanto ci rivela altro! se noi vivessimo solo nella gioia, non vi sarebbe necessità di comprendere,…in quanto saremmo in stato di “Grazia-assoluta”!!! come al solito, mio modesto pensiero!!!

  35. Caro zanna gialla, prima va laviti i renti! poi tu che ti scagli cosi..veemente non hai capito Nulla più degli altri, mi ricordi cosi un’altro intervento,…di qualche altro! Ripeto tu che hai compreso, non dovresti avere tanta rabbia in corpo! n.2 io nel mio piccolo m’interesso di certi argomenti di certe letture, molto prima che iniziassero, le graditissime trasmissioni del Prof. La Porta! quindi chi sei tu, che giudichi noi senza conoscerci, altro non sei che figlio della presunzione arroganza!!! si riconosce nel professore di aver portato alla luce attraverso la t.v una conoscenza, che nessuno prima aveva presentato cosi, ripeto non ai singoli,…che come me, e sicuramente altri in questo blog, avevano di già una conoscenza di questi argomenti! dicendo questo, aggiungo che nessuno ha la presunzione da te “dimostrata”, ognuno ha il suo piccolo bagaglio che confronta con gli altri!!! questo è quello che si fa in questo blog!! qual’è il tuo problema? certo si ha rispetto per il professore, lo si ringrazia perchè ripeto ha portato in t.v, argomenti forme di conoscenze, di pensiero, che nessuno aveva fatto prima, lo si ringrazia per il blog, che è una splendida cosa,…ma nessuno venera nessuno! Il professore è una persona erudita,..questo lo si riconosce, quanto l’avremmo potuto riconoscere in te se non fossi entrato…Uscendo!!! metti un po d’ombra in questa tua radiosità-luce…si vede che è ancora accecante, quindi fa male!!! È ARRIVATO IL MESSIA SVELATORE D’INGANNI!!! CHI È NON ATTACCA, COSI GRATUITAMENTE..CON GIUDIZI STERILI!!! CON QUESTO, IMPARA A RISPETTARE CHI NON CONOSCI…CAPITO …dio!!!

  36. NOI SIAMO CAPACI DI CAPIRE, ATTACCANDO IL PROFESSORE, TU HAI ATTACCATO TUTTI NOI! COME DEGLI IMBECILLITI, A CUI BASTA LA FAVOLA È TUTTO È RISOLTO! TU ACCUSI IL PROFESSORE D’ESSERE UN SEDUTTORE, MA MI SA CHE È QUELLO CHE PIACEREBBE ESSERE A TE!! CON QUELLO CHE DICI MAGARI FUORI DA QUESTO BLOG,…SEDUCI ANCHE TU! CI ACCUSERAI D’ESSERE TUTTI IN DIFESA DEL PROFESSORE, DIMOSTRANDO A TE STESSO QUANTO NON TI SBAGLI NEL TUO AVER GIUDICATO, NEL QUANTO SEI IN GAMBA..NELLO SVELARE GLI ALTRI!! MENTRE HAI SVELATO SOLO TE STESSO!! POTEVI INTERVENIRE DIRE LA TUA,IN MODO GARBATO,…POGGIANDO I PIEDI IN TERRA!! SE NON DEV’ESSERE IL PROFESSORE AD INSEGNARCI CHE LA VERITÀ, O PRESUNTA TALE NON STA SOLO SUI LIBRI, IO TI DICO, CHE NON STA NEANCHE A TE!!! SPECIE CON QUEST’ARROGANZA!!! TUTTI SAPPIAMO E NESSUNO SA…! QUINDI LUCE…NOI DISCUTIAMO DEL TUTTO, CREDENDO..NELLO SCAMBIO,…RICEVIAMO AVVOLTE DONIAMO!! RIFLETTIAMO, ASCOLTIAMO INDUCENDO ALL’ASCOLTO,..CHI VUOLE,..MA!, MAI OFFENDIAMO NE DI PRESUNZIONE ATTACCHIAMO!!!

  37. Spesso, quel che avverto..non solo in alcune espressioni fatte in questo blog, è la sensazione d’un credo…facile, stantio, magari in parte pur “vero”! Ossia: che l’interessarsi ad alcune argomentazioni, è un lusso di gente facoltosa,…benestante che si può permettere di fare congetture..filosofiche, parlare di poesia, psiche…etc!! Io,…non lo trovo esatto questo pensiero, certo esiste un intellettualismo facile, ancor di più,…LUSSUOSO! di persone che giocano con ciò che hanno imparato a scuola, all’università! Questo però non esclude, che vi siano altre tipologie di uomini/donne, che sono realmente coinvolte da questi discorsi, dal sapere, o dal voler sapere! questo al di la della condizione economica, dalla casta, etc.ecc!! il sig. Zanna, dice che i filosofi altro non erano, o non sono persone che vagano intorno al bisogno di conoscenza, cosi come i vari Psicologhi, per un loro soffrire! io dico solo questo certo è che il nostro bisogno di sapere, è naturale che parta sempre da un qualcosa,..tutta la scienza medica e non, alla fine cosa cerca di fare?!! L’ovvietà è che se noi fossimo in uno stato di grazia, non necessiteremmo del bisogno di conoscenza!! allora, cos’è conoscenza, e sete della stessa? non è forse la domanda…della vita? L’uomo in qualsiasi epoca, credo, non ha mai accettato, meglio non può accettare, vivere nel nulla, ha sempre avuto bisogno di risposte, o della ricerca della stessa!!! anche quelli che sembrano vivere ne pragmatismo più assoluto, vivono è hanno bisogno del senso, in ogni loro agire!! cos’è il senso?! non è forse una catena infinità che richiama altro senso, in ogni suo piccolo stadio! nulla di ciò che facciamo è senza senso! cosa è allora questo senso? non è forse il bisogno di risposta e quindi di quella benzina che rende interessante, accettabile la vita? L’uomo che arriva al suicidio, non trova più senso,…la disperazione, il vuoto, come verità,lo ha avvolto!, non lasciandogli neanche più la forza di capire dalla sofferenza che anche quella “sofferenza”, dimostra che il vuoto, non è verità assoluta, altrimenti…ci si suiciderebbe con facilità, senza…vivere angoscia..nè dolore! Insomma, lo si farebbe con tranquillità, serenità. come chi raggiunge (pienezza), è la pienezza non lascia vuoti! Parlo per aver esperienze, di chi ha conosciuto, parlato, con persone, ragazzi, che hanno avuto tali stimoli, qualcuno lo ha pure fatto!! questo per dire che la nostra natura, è quella! NOI Siamo Una continua domanda, una continua ricerca,…pur non trovando risposta totale, ci si avvicina all’odore,…di questa! la risposta c’è, ma è come un volatile veloce cosi veloce, che viene difficile farne il fermo immagine, ma comunque lo s’intravede!! poi nessuno ha mai parlato di verità totale, come d’un paradiso fatto di Prati verdi e colline,…facilmente raggiungibile!! pur chi si crea i paradisi in terra o pseudo tali, ha bisogno di certezze, costruendo le stesse, in castelli di paglia!!! che Jung sia morto Pazzo?!, spero di morire con tale Pazzia!!!

  38. Dimenticavo, io ho 41 anni, sono a spasso, non ho lavoro, non vengo da una famiglia miliardaria,…eppure la più grande sete è, Quella di conoscere, nata con me, più d’ogni altra!!! ognuno risponde…di ciò che sente, di ciò che dentro gli si è liberato,…!!! il pezzo di pane certo è irrinunciabile, ma se questo volesse soffocare il resto,…allora non lo so? certo le lusinghe del mondo le droghe artificiali, attirano, illudono, di poter non pensare, di viver con i milioni,..un piccolo paradiso, aiutano tale illusione!!! ma, quando almeno si sa, in profondità…altro, allora lo si riconosce solo come una semplice droga!!! noi siamo Natura magari “intelligente”….ma figli della natura…come il resto!!!

  39. LA DOMANDA,…É…LA VITÀ, LA RISPOSTA SARÀ IL CONTINUO, COME E COMUNQUE ESSA SARÀ!!! DIMENTICAVO…MIEI PENSIERI!!! SALUTI A TUTTI, IL MARE MI CHIAMA! SALUTI A LEI PROFESSORE, GRAZIE ANCORA…! l’ESSERE NON SI PUÒ SOLO GIUDICARE DALLA CONDIZIONE SOCIALE, IN LEI AVVERTO UNA VERA SETE, MI PERDONI SE DA RAGAZZINO QUALE SONO MI PERMETTO, MA SO, CHE LEI COMPRENDERÀ!!! IN PIÙ COME DICO SEMPRE, CREDO A TUTTI, QUANDO QUESTI PARLANO, SE ALLA FINE VI È MENZOGNA, INGANNO,..NON NUOCERANNO DI..CERTO ME!!! MI VA DI PORGERE UN GRANDE ABBRACCIO A TUTTI…I PARTECIPANTI A QUESTO SPLENDIDO BLOG…FATTO DI SCAMBI, “PIETAS”,….MA SOPRATUTTO DI RISPETTO!!!! 🙂 😀 😉

  40. DOVREMMO SUSCITARE DOMANDE,..LE RISPOSTE SONO PERSONALI,..LA DOVE, CI SI ARRIVASSE PURE GRAZIE A QUALCHE GUIDA!!! NESSUNO PUÒ, LEVARCI TOTALMENTE LA BENDA, O LE BENDE!!!…

  41. Credo che il tuo, Giuseppe, sia un ottino modo di nutrirti..

  42. se pur la favola facesse viver qualcuno meglio, in questo tempo fatto di passaggio,..
    qual’è, la cattiveria, qual’è la truffa…a proprio torna conto!?!
    *******
    L’ARTIGIANO…
    Essere, in questa notte d’estate…
    fiumi di lacrime di gioia, di sorrisi
    Amari in un viso!Venditore di dolciumi,
    tenendo per se, pillole Amare.
    Pillole del calato sipario d’un’altra
    Stagione! Speranza,…di regalar, speranze!
    (Lei): E la tua…? L’ho dai tempi, regalata!
    Artigiano, di divinità nuove. Creatore
    Di senso! Imponendomi credo,…
    racconterò, le nuove buone Novelle!
    Sarò gaio, sprizzante. Avrete le vostre favole!
    (Lei): Per te? Terrò una piccola barca, un poco
    di vento, la vetta più alta dei monti,
    ed un telo di stelle…!

  43. ovviamene nel post di prima ottino non sarebbe altro che ottimo nutrimento : P ops..

  44. Sig. Maiorano, ho letto i suoi sapienti scritti. Mi consiglia di lavare i denti. GRAZIE E CONDIVIDO ! La pulizia dei denti è una sana educazione d’ igiene. Giusto ! Tuttavia per risolvere la mia arroganza e presunzione, ci vorrebbe un’ operazione di pensiero che trascende e vince l’ umano malato. Se dovessi rispondere ai suoi attacchi sarei un uomo ingrato, debole, cattivo. Mi creda ! Commetterei peccato mortale davanti al Logos. Il docente Gabriele La Porta merita una difesa più alta e più nobile. Il dottore possiede la magia sacra. Risponde agli attacchi, non con l’ istinto, ma con il cuore.L’ 0rgano più bello, più perfetto che esista al Mondo è il cuore. Nel cuore si cela una Forza che è più potente della luce del sole. Sig. Maiorano, lei è un uomo puro, vero, genuino. Le aguro di trovare al più presto un lavoro.

  45. Dott. La Porta, quando verrò a Roma, preferirò il caffè al the. La città eterna è anche capitale di pizza al taglio e caffè. Domani andrò alle cinque terre, a Riomaggiore e Manarola. Sono ospite, a casa, di una farmacista e naturopata. Gabriè, ti sono sincero, non mi comporto bene. Quando sono a tavola, divento un uomo rozzo, divoro le pietanze. Mi faccio perfino la “scarpetta” nel piatto col pomodoro. Una vergogna ! Ricambio l’ abbraccio, Luigi.

  46. non l’ho attaccata ho solo risposto alle sue offese, fatte tramite il professore, a tutti noi, che abbiam seguito negli anni,…le trasmissioni! lei si permette di giudicare, persone che non conosce! che il professore non abbia bisogno di avvocati, lo so da me! ripeto io ho risposto al suo primo post, dove definisce…chi ha seguito le trasmissioni del Professore come dei demente, poveri…facili d’abbindolare!!! con questo voglio chiudere questo discorso, preferisco nella mia alta ignoranza,..continuare con altri tipi di discussioni! le auguro di trovare la pace!, sinceramente, genuino, ma le assicuro, non facile da farsi abbindolare da nessuno!!!il suo primo post non è stato un bel esordio!! comunque le faccio i miei migliori auguri, da buon calabrese ad un’ altro le dico di fame non si muore, di sete si! mi fa piacere che lei parli di cuore, inizialmente non è stato cosi!!! ci vorrebbe solo la consapevolezza d’umiltà,…senza attaccare nessuno….partendo dal fatto che qui nessuno si sente più Maestro di altri!!! io mi sono difeso, non attacco mai se non per difesa!!! spero di poter ascoltare, se del caso imparare da lei, senza nessuna preclusione!!! per quanto riguarda il lavoro era solo per dire che la sete di conoscenza non conosce ceto condizione sociale, ne economica!!! ripeto spero di poterla risentire, rileggere sotto altre forme, pur da diverse vedute, ma sempre con rispetto, amore per la sana discussione!!! sicuramente la difesa del professore richiederebbe una nobiltà come il suo primo scritto, e la Sapienza alta sempre dello stesso!!! ripeto il professore non ha bisogno di difesa, io difendo me stesso,…se mi sento tirato in ballo!!! non avendo bisogno neanche io di difensori!!! ne di maestri…come lei stesso dice, rammenta???

  47. Quello che lei chiama umano malato, io lo chiamo, UMANO!!! la chiamo vita, domanda,…pur se all’infinito, non importa, questo è!!! vede vi è una diversa visione, ma va bene cosi!!! 😀 !!! anche in noi non sapienti, sorgono le stesse domande, che sorgono agli ALTI SAPIENTI!!! specifico, quando scrivo di noi non sapienti, intendo,solo, “me stesso”!!, me ne guarderei bene nel riconoscere o meno la sapienza in altri!!!

  48. poi la tua provocazione, vedre la reazione era chiara è netta!! alla fine tranne che per il lavarti i denti, ti ho solo chiesto un po di rispetto, ma quale difesa, di non trattare tutti come se fossimo dei, bé te l’ho già scritto!! tu continui pur se non lo fai a credere che dal tuo alto sapere potresti ferirmi, anche se poi hai pietà, e non lo fai!! da piccolo quale sono ti chiedo di rileggere quello che ti ho scritto, ma prima rileggiti il tuo primo..post!! poi se hai da insegnare, le orecchie sono disposte, magari tonto tonto, ma abbi pazienza, con me che son di cervello e cuore popolino!!!

  49. Perdoni se le ho dato del tu, invece che del lei!!! sa, abituato ad essere fra persone con cui ci si da del tu!!! comunque rinnovo le mie scuse, senza “ironia” per la mancata attenzione!!

  50. Non era Socrate filosofo dell’amore, ma pur, un temibile guerriero!? lei accusa me di attacco, ma sta scherzando signor Zanna gialla?, ci vuole coraggio, rileggendo il suo primo post, cosa che ho appena rifatto!! comunque chiuso discorso!! comunque prometto a me stesso, che cercherò di non rispondere neanche, a certi post!!!

  51. Il cuore si usa altrimenti è inutile.

  52. Zanna dice di me che sono seguace di La Porta..boh! “La contemplazione della mia vita decide tra progresso e regresso”il resto sono dettagli..

  53. Prof,lei scrisse nel lontano 1989 una prefazione ad un libro di Poe “Tutti i racconti del mistero,dell’incubo e del terrore” in essa scrive una frase che mi è sempre piaciuta molto,come costruzione:”Un imbecille cronico ed invidioso come Griswold arriva a dire..”..Se ne rammenta?

  54. La Nux Vomica è un rimedio omeopatico naturale prendilo, alla 6 CH, ti risolve i tuoi mal di testa/gastriti da intossicazione.
    ..
    meglio del maalox …..

    con affetto, anche se non sembra.

  55. Vi era una pubblicità, che faceva cosi: e tutta d’un..tratto..(perdonate, alle volte un po di follia…fa bene)!, Ripenso alla quasi sconsolazione, che hanno vissuto alcuni grandi Filosofi, “Sapienti”, dell’antichità nel rendersi conto…atterriti, dell’umanità, tant’è che mascheravano il proprio sapere..più alto!!! hai proprio ragione Map!

  56. (è per zanna)

  57. il cuore non è un licuore….

  58. (Ragazzi, ricordatevi che la forza del lupo è il branco ed il branco non esisterebbe senza il singolo!)

  59. Caro Giuseppe, dammi del tu, anzi ne sono orgoglioso.. Mi trovo a Manarola alle cinque terre. Sono ritornato dalla spiaggia e sentivo che mi avresti risposto. Alla fine del pranzo, oggi, ho mangiato un gelato alla crema, nocciola e sopra albicocche e giliegie fritte al vino rosso. Un gelato travolgente, mai visto. La frittura dei due frutti è stata aggiumta fredda. Provalo anche tu. Ti aiuta a fottertene di Luigi, detto Zanna. Giuseppe, sei una persona intelligente, per bene, ma soprattutto sensibile. Attenzione, però ! Se la sensibilità non è sotto controllo esplode, minaccia e domina l’ uomo fisiologico. L’ uomo per conquistare la serenità e la pace interiore deve imparare a sdrammatizare il tragico quotidiano. E’ un niente che va annientato. Attenzione. Non è facile perchè è una conquista, non un regalo. Ma un superamento della dimensiome umana, ossia bisogna dissociarsi da ciò che ci ” tortura” e ci nasconde l’ Essenza. Il pettegolezzo, il sentito dire, i contrasti sociali, la cattiveria umana, le critiche, i dispetti, ecc, ecc, bisogna arrivare col pensiero a sentirli e sperimentare un niente. Il dispetto del prossimo bisogna percepirlo non una realtà, ma una menzogna. Se lo percepiamo come realtà, il sentire ne viene alterato e l’ uomo si ammala. Certo che bisogna vedere l’ autore del dispetto. Però non bisogna essere travolti dal dramma e dall’ odio.Il Mondo va visto con un occhio asciutto e un altro in lacrime. Giuseppe, ti lascio, sono ospite, ma voglio farti due esempi. Sono del Sud, però abito nella terra di Alighieri. Dante è stato “lo maestro di color che sanno”. E’ stato il primo essere umano al Mondo che ha visto La Madonna vestita di sole. La regina dei profeti, l’ antica Iside Sophia possiede il segreto e la MAGIA di far tornare l’ uomo figlio di Dio e renderlo vittorioso dal male terrestre. Ella schiaccia prepotentemente la testa del serpente, l’ antico avversario di Dio e dell’ uomo. Schiaccia e incenerisce anche la mezza luna, apparentemente ritornata al successo. Giuseppe, mi chiamano. Gli esempi saranno per la prossima volta. Luigi.

  60. sono felice
    quando nell’ignoranza
    me ne sto ad ascoltare
    come parte io, di essa
    la natura!, divento
    disarmonia quando
    l’intelletto m’ induce
    alla guerra,..
    alla sola visione
    il mio cuore si
    gonfia,..in un
    pianto senza presto
    rimedio…!
    allora, prego ancor
    il dio della stoltezza
    che mi venga in soccorso,
    Ancor di più alla Natura
    chiedo, di parlarmi..in
    silenzio!!!

  61. il mio piccolo orto non è l’intero giardino!!
    ma lo curo come se tale fosse!!
    son un semplice contadino…
    che assaggia la terra, la bacia
    che cura come può i canali d’acqua
    affinché giunga l’acqua alle radici
    i fiori che morranno, non avranno
    meno splendore,…
    sono un semplice contadino…
    che coltiva il suo orto, gioendo
    del profumo degli orti vicini!!!

  62. caro Luigi, sono contento, e ti ringrazio della tua risposta! ma vedi fregarmene altamente di tutto, non mi va? cosa intendo, nel mio piccolo ho capito quello che tu dici, ed è quello in cui, per gran parte credo! il fottermene di luigi, no!, cosi come del resto,…sai perchè? sarebbe un fottermene di me stesso!? con questo non sono devoto al martirio, ma alla comprensione!!! amo alcune parti delle varie sapienze orientali, li comprendo, certo non le ho fatte mie,…non sono cosi avanti, perchè credo anche in altro! È vero, noi siamo delle “singolarità”, ma siamo pur, singolarità nella molteplicità!! I Monaci buddisti lottano e muoiono,..per il proprio popolo, per l’ingiustizia!, eppur la loro “dottrina”, lasciami passare questo termine, li indurrebbe a ben altro!! o, si potrebbe pensare cosi del loro alto pensiero sapienziale!!! certo, il continuo equilibrio va sempre inseguito, specie quando si è persone sensibili! Caro Luigi, la mia sensibilità non ha paura di poter impazzire agli occhi del mondo! più tosto, la sensibilità è rivolta, o, è lei che si esprime,…di ben altro, certo fare convergere la verità più intima con quello che sono l’ esperienze del mondo, le speranze acquisite, rivelare pian piano a queste che ben altra è la Verità, richiede molta, molta prudenza,…! ma alla fine, comunque sia, il vero sopraffarà l’inganno di archetipi che tali non sono! Nulla potrà ostacolare…questo! Ribadisco, su di una cosa sono d’accordo, fare attenzione che il tutto fluisca con molta diligenza!!! aggiungo questo, prima di chiudere, nuovamente ringraziandoti: non mi va di isolarmi nel mio misticismo, anche sapendo che nulla potrò,…voglio continuare…a vivere con gli altri, pur soffrendo, mediando, giocando…!!! la sensibilità, cos’è? non è un sentire? L’importante è capire cosa sentiamo, cosa ci fa soffrire, è se quel che capiamo vale la sofferenza, anche perchè, una volta rivelatasi non si torna! certo la debolezza è assenza di credo! cioè,…ancor non si è fatta emergere totalmente quella luce,…che crea!!! Ciao Luigi, permettimi di chiamarti con il tuo nome!?!

  63. Caro Luigi, ricordati che se pur vero che Dante è quel che è! io vivo nella nostra bella “Calabria”! terra dove si sviluppo una delle due scuole di pensiero Presocratiche!,la terra di Pitagora, dove le sirene ancor esistono, cosi le antiche ninfe!!! Eolo, mi soffia in viso! ciao,…:-) è solo per scherzare un po!!:D

  64. un saluto dalla stella mattutina!!! che Bellezza……………………

  65. Ai vaganti di notte , ai magi, ai posseduti da Dioniso , alle menadi, agli iniziati.

    b) Senza sacralità , invero , essi vengono iniziati ai misteri che si praticano fra gli uomini. Giorgio Colli- (La sapienza Greca ERACLITO)

  66. quando mi si chiama stupido
    l’arroganza troneggia,
    certamente ne soffro…
    ma non nutro odio…
    per quell’uomo…
    so che lui non è che un
    attore di una parte,…
    non mi vaneggio della mia
    diversità, piango la mia ira
    agli Dei,..
    Sornioni giocano del nostro
    buio,…
    guardare il sole non vuol dire
    essere il lo stesso!!!
    dei poveri cani che abbaiano
    dice Eraclito!!!
    quanta è la paura!
    giochiamo a fare
    i grandi, quando
    i più grandi sono
    i più piccoli!
    la maturità, diventare uomini
    dal petto di piccione
    per dimostrar potenza!
    la vera è!, quel bambino
    che abbiam dimenticato…
    ed Erasmo, la follia, ridona
    all’anziano!!!

  67. Come dice “G. Colli”, il superamento delle passioni…non deve condurre alla nascita d’una nuova passionalità estrema!

  68. Buona notte, Giuseppe. Grazie per le poesie che mi hai fatto conoscere. Le trovo belle, semplici e forti. Adesso ho sonno. Sono stato fuori con degli amici, per strada a discutere. Ero in una situazione alterata: dormivo, ascoltavo e sbadigliavo. In questi giorni ti scriverò. Nelle poesie ci sono passaggi che non mi sono chiari, forse sbaglio interpretazione. Sei un vero poeta luminoso e tenebroso. Ma soprattutto generoso. A presto, Luigi. Viva il Sud, mangiati ” ‘na suppresata, con la goccia “.

  69. grazie caro Luigi grazie!! le mie “poesiole”!!! x quel che valgono leggile come tu li senti, certo questo non devo essere io a dirtelo! mi fa piacere al di la se piacciono o meno, che tu, o chiunque li legga a modo proprio,…magari ci si ritrova! per la suppresata, lo faro magari con un po di zibbibbu…detta, alla nostrana! mi fa piacere che ti alteri, vuol dire che neanche tu te ne freghi! cosa di cui ne ero convinto, solo in questo senso, dico mi fa piacere ciao Luigi!!! a presto!!

  70. ahah!! 😆 Ho letto solo ora il primo commento di Zanna Gialla del 19 maggio…ma da dove nasce tanta rabbia per una persona che neanche si conosce?
    mah 😆

  71. Melissa, non meriti nessuna risposta. Prima impara a leggere e poi discuti. Il prof. La Porta è stato un gigante della comunicazione. La sua risposta è stata serena, equilibrata e fondata, non sulla cattiveria, il risentimento, ma sull’ amore. Egli ha cambiato il volto del mio pensiero e delle mie passioni spurie. Ho intuito che ero al cospetto di un uomo di classe, buono, generoso, il quale sa vincere senza polemizzare e odiare. Il più alto capitale di Gabriela La Porta è la GENEROSITA’. Molti pensatori e intellettuali, in Italia sono diffidenti e avari di trasmettere la sapienza e la formazione interiore. Il Dottore La Porta, mette a disposizione dell’ uomo dotato di anima, il suo sapere. LA CONOSCENZA, L” esoterismo solare, il sano pensiero delle grandi guide dell’ umanità ! HO CHIESTO SCUSA, PER IL MIO ERRORE AL DOTTORE. LE SUE PAROLE APPARENTEMENTI BREVI, MI HANNO SCOSSO a CAPIRE IL SENTIMENTO DELLA BONTA’, E CHE IL PERDONO E’ L’ ARMA DEI FORTI. LO SCONFITTO SI APPOGGIA ALL’ ODIO, ALLA POLEMICA, ALLA CONTINUA CONDANNA, AL DISPREZZO, ALL’ INVDIA. L’ AMORE E IL PERDONO SONO LE VERE MEDICINE ANIMICHE CHE GUARISCONO IL DOLORE UMANO. GRAZIE, GABRIELE ! LUIGI

  72. Buon Giorno Caro Prof. Gabriele,
    Buon Giorno Caro Zanna Gialla,
    Buon Giorno a Tutti cari Amici e Care Amiche,
    scusandomi per queste mie parole dico solo che questo è il vero linguaggio di ogni impersonale pellegrino scevro amorevole cuore. Prima o poi quella luce si fa strada nelle nebbie dell’anima per innalzare il vero essere superiore oltre i propri errori e a mete sempre più grandi ed inimmaginabili .

  73. Buon pomeriggio, caro Raffaele

  74. La mia non era una polemica, mi dispiace che tu l ‘abbia presa come tale…Ero solo rimasta colpita dal tuo commento…

    Buona Giornata Zanna Gialla
    anzi vista l’ ora Buon Pomeriggio a te, a tutte le interagianime e al Prof. Gabriele … 😀

  75. il fardello spesso
    troppo pesante
    il cammino troppo lungo
    quanto, non lo è dato sapere
    allora le pause, per non
    camminare di continuo
    a testa in giù,…
    dove altro non vedremmo
    che l’ombra!!!…
    poseremo il macigno
    ci sederemo per qualche
    giro e più di clessidra…
    asciugheremo il sudore
    l’insoddisfazione, con le mani
    a coprir il viso…
    alzeremo d’istinto gli occhi
    in alto, guarderemo intorno
    scoprendo l’origine e meraviglia
    della nostra pur, OMBRA!!! (settembre1987)

  76. Buongiorno, caro Raffaele. Una catena d’ oro non imprigiona meno di una catena di ferro. Così un errore di pensiero, non va combattuto con un’ altra forma di errore. Ma va “combattuto” con un pensiero vero. La verità ha la potenza di trasformare e far prendere coscienza all’ autore dell’ errore.” La verità vi renderà liberi” : cosi recita un passo del Vangelo. Tutto l’ insegnamento del dottore è un’ istanza alla verità umana e spirituale. Luigi

  77. Ciao Luigi, un grande saluto…! nulla è,….si cade ci si rialza,…ma non deve mai succedere quello a cui anche io ho assistito, visto succedere, diverse volte, nelle nostre città! gente, anziani che erano cascate, cadute fisicamente sull’asfalto, vederli girare gli occhi in richiesta d’aiuto…mentre i passanti con veloci passi non se ne curavano, al massimo per non calpestarla, facevano un piccolo slalom, magari voltandosi con lo sguardo per un attimo, come dire sa signora/re…avrei voluto, ma vado di fretta!!! Questo è solo un esempio!!! vi sono due verità…, quella di chi non vuole vedere più in la rimanendo legato a questo mondo, come dice Ermete all’umido! chi ricerca, il ritorno a casa…nella speranza che le 7 sfer ritornino armoniosi…insieme all’uomo!!!

  78. Giuseppe, grazie per i bei pensieri che scrivi. Sei un grande ! Solamente, sono dispiaciuto, perchè sei senza lavoro. Questa è una ferita non indifferente., Io amo e sono felice del bene degli altri e soffro terribilmente davanti ai seri problemi del prossimo. Tu non crollerai perchè il bimbo che porti dentro, ti rende vero e invulnerabile. Mio figlio e mio genero hanno trovato ottime sistemazioni, rivolgendosi a delle agenzie di lavoro. Don Peppino, lo sai che a volte i tuoi scritti, non riesco a capirli ? Ci sono dei concetti che devo intrerpretarli. Mi difendo ! 40 anni fa, mi interessavo di psicanalisi, interpretavo i sogni, non sempre con successo. Le tue poesie mi hanno rfallegrato, soprattutto quella sull’ orto, perchè gioisci per gli altri. Per diventare uomini nel senso più alto, bisogna amare il prossimo e vivere con ottimismo, anche se la vita ci dovesse bocciare. La bocciatura deve essere uno stimolo per migliorarci, non per aprirci all’ angoscia, alla depressione. ” Cercate piuttosto il regno dei Cieli, il resto vi sarà dato in più”. Questo ha detto Christo. Io non ho cercato il Logos. Sono stato un traditore del Divino, il fascino della vita e dei suoi piaceri mi ha dominato e schiacciato. L’ uomo, non deve fuggire davanti ai piaceri, ma deve essere soggetto della propria esistenza, non oggetto. Bisogna essere sperimentatori, non sperimentati. Questa è l’ opera che si richiede all’ uomo. Compito difficilissimo ! Però, non mi piacerebbe morire da sconfitto.. “Statti buonu, guagliù.” Luigi.

  79. vedi mi sono chiesto sempre, non essendo esente, dal piacere di qualche milioncino, che cosa mi rendeva felice, al pensiero dei soldi!!! allora, la risposta è questa, sempre dal mio punto di vista! dalla verità non si può sfuggire…i milioni cosi come le droghe ci possono illudere, ma quella verità, che può anche essere, il solo comprendere, che nulla di tutto quello che si è fatto, se non seguito da un senso più alto…a valore! Che gli stordimenti della vita grazie ai soldi, non portano da nessuna parte! certo mi si può chiedere, cosa mi ha dato il vivere il credere in ciò in cui credo, cerco?, mi si può aggiungere, come spesso è stato, almeno cosi ti godi la vita! ora rispondere profondamente a tutto questo, ci vorrebbe un libro, quindi non arriverò a tanto! se un uomo sa che attraverso il denaro, il paradiso che si è tentato di costruire è falso, non dona nulla, cosi come le Droghe, allora inizierà il vero cammino accettando…che altro chiama il nostro profondo,! allora sceglie di mettersi all’ascolto piano piano del tutto, sapendo quanto meno di essere, nella via dell’ascolto più profondo che in noi vive, che continuamente ci bussa! certo, potremo assopirla, ma fino a quando…caro Luigi!?! fino a quando, tutto quel magma non esploderà? essendo quel magma, vera energia, vera nascita,…!! ci sono due cammini, “secondo me”.Il primo è fatto di menzogne, che continuamente…ci raccontiamo, fino a quando questa morfina…riuscirà a illuderci! poi ve n’è una seconda che quella come dicevo sopra, d’un cammino di un ascolto,…che sa, che non serve a nulla fuggire, quindi pur nel timore si intraprende il percorso! Una cosa si sa di sicuro che quella voce…al di la di qualsiasi credo, è un qualcosa che riconosce…l’inganno…l’illusione! quell’inganno che ci fa credere, o meglio vogliamo consapevolmente illuderci gettandosi a capofitto nella vita strutturata,cercando di avere, sempre di più avere, che questo non porta mi limito a chiamarlo: benessere! mentre la seconda è l’ascolto il vivere, cercare senza illusioni, ma ascoltando!!! Anche perchè, oltre al fatto che, la parte più profonda non si faccia illudere,pur quando stordiamo il resto, aggiungo che ancora più duro sarà, il risveglio dalle morfine,..del mondo, immaginiamo lo scoppio di un vulcano !! sperò a modo mio di aver reso,..in minima parte il credo che mi sorregge!?! quale poesiola, non hai capito?? Luigi, il lavoro è importantissimo, ma non mi porterà come spesso succede a farmi distruggere..dal fatto di non averlo! certo la società in cui viviamo, ti porta a credere, che la vita trova il suo compimento e la sua ragion d’essere, solo se hai,…come minimo un lavoro!! conosco tanta gente che continuamente mi dice, ma che senso ha la vita? il lavoro è tutto, etc.ecc! Certamente senza lavoro non si mangia specie nel nostro mondo! ma non mi faccio schiacciare da questo, riducendo la visione della vita, l’Essere, solo da un pezzo di Pane!!! preferirei morire domani, se dovessi iniziare a pensarla cosi! O, io spero di trovare qualcosa! ma la vita, È!, IO cercherò sempre di combattere per dargli quel valore sempre meno presente, non perchè la vita non sia “quell’altro” che io dico, ma perchè l’uomo l’ha ridotta a questa semplice…dimensione! noi siamo partecipi della vita, non siamo la vita!!! ciao caro Luigi!!! Noi ci crediamo il centro ancora dell’universo, questo è il nostro vero Guaio, di tutta L’umanità!!! ancora con affetto, caro Luigi!!! 🙂

  80. sconfitto è colui che non crede in nulla, che per niente combatte se c’è da combattere!!! la sconfitta può essere anche una rinascita…una vittoria in un secondo momento, o rivista dopo qualche tempo! la sconfitta è quell’uomo come descrive: ripeto il nome di questo “racconto di Pirandello”..La Carriola!!! cos’è la sconfitta? su cosa noi realmente vinciamo? avvolte vinciamo su altri uomini ricevendo la sensazione di potere, quasi degli Dei!! ma la sensazione non è né il Potere, né il DIO!!! la sconfitta rende onore alla vittoria, la stessa cosa dovrebbe fare la vittoria, riconoscendo d’esistere grazie alla sconfitta! quindi cos’è la sconfitta o la vittoria?? siamo tutti degli sconfitti..forse saremo tutti dei Vincitori!!!

  81. (Settembre 1987)
    È fu, la Sapienza, la Saggezza
    trionfante, senza nulla
    gioire! Per nulla felice,
    trionfante, l’aver dovuto
    combatter, annientare!
    Cosi, fu pur sconfitta.
    Nella vittoria cantava
    delirante! Vittoria,
    non acclamò sul campo
    dei morti, dei cadaveri
    dell’ottusità! Sapeva “Sapienza”
    che pur Ottusità, non scelse!
    Altra natura altro disegno,
    governarono il tutto!! sconfigger,
    fu per lei, pur Sconfitta.
    ne festa, né, lode! Pianse a lutto,
    sino a morirne di, Dolore!!

  82. ti dedico, caro Luigi,queste quattro righe sopra riportate!!! 😉

  83. sullo scritto, dove esprimo dei mie pensieri sulla vittoria e sulla sconfitta, alla fine ci va un punto interrogativo….?? errore di battitura!! 😉

  84. se la vita mi boccia
    io non sono allor
    mai nato per i due
    occhi del corpo
    ma solo per il
    terzo…!
    chi non mi vede
    allora forse neanche
    è nato, o la cecità
    che l’opprime è peggio
    dell’aver perso gli occhi!

  85. Cara Amalia, me lo hai ricordato tu ed ero arrabbiato con quel critico perché rese ancora più difficile la vita di Poe

  86. Caro Zanna Gialla, mica mi sono impressionato. Io mangio quantità industriali di riso in bianco e quando potevo digerire, mangiavo tantissimo e di tutto. Soprattutto amo visceralmente il vino.

  87. quando assimilo tutto
    è il dubbio non più
    m’interroga
    allor quel
    sentire è mio
    non di chi l’ha scritto
    quando leggo, quel
    ch’è scritto, altro
    non è, che quel che
    da sempre esiste
    tutto quel che non mi trova d
    in accordo, Ugualmente
    Esiste!!! dovrò solo..
    saper accettare…
    il sentiero d’ognuno
    la strada percorsa…
    essendo io stesso
    in cammino e non,
    Giunto!!!

  88. Dottore, buongiorno. Domani andrò alla libreria Feltrinelli, in via Cavour, a Firenze per acquistare i tuoi libri in vendita. Il corpo, per vivere, ha bisogno di cibo. L’ anima per non appassire, ma rifiorire, ha bisgno, non dei contrasti, ma del pensiero vivente e libero. A proposito, come mai non digerisci ? Però sei magro ! E, conosci l’ arte del sapere indossare. Scegli con eleganza il vestito, e, senza volerlo, sai celebrare l’ uomo di storia e di mistero. Il tuo “Dizionario dell’ incoscio e della magia” secondo me, propizia, educa e alimenta l’ appetito metafisico. Gabriè, non ho letto nulla di te, anche se mi affascina la tua corrente animica, filosofica e culturale. Fino a quando, non mi hai dato la risposta, al mio errore di pensiero, ti sentivo un gigante dell’ anima, ma simultaneamente il primo della classe. Dottore, il mio pensare, sentire, volere venivano afferrati da uno stato d’ animo bugiardo che esprimeva la menzogna, non la verità. Tu sei il contrario della seduzione, il contrario dell’ egoismo, il contrario della cattiveria, sei dalla parte dei semplici, modesto e ami anche gli ultimi. Gabriè, di te non avevo capito un … niente. Il primo della clase incatena il sapere al demone dell’ avarizia. Tu invece sciogli le tue esperienze di filosofo e di uomo vero come stelle di prima grandezza . Mi porterò i tuoi libri in vacanza. Ho la casa al mare. La mia villeggiatura, per molti è strana, comonciando da mia moglie, miei figli e amici. Eppure non disturbo nessuno e accetto il loro stile di vita. Ho una modesta barca, la mattina alle 7, me ne vado da solo il più lontano possibile dalla riva. Mi porto un giornale, un paio di libri, un “frigo” con frutta fresca, acqua e un cappello per remare contro il sole. Le prime volte vedere il mare e il Cielo unirsi in un solo tema, il fruscio e la quieta delle onde, la lontananza dalla terra, il linguaggio profondo, ermetico e difficile del silenzio mi terrorizzavano. Immaginavo Christo camminare sulle acque e mi sentivo fragile, vuoto e senza Dio. Adesso non temo nulla ! Non parlo con il Logos, ma lo sento vicino. Mi commuovo, prego, medito e cerco di tafforzare la mia guarigione spirituale Ogni ora mi tuffo per qualche minuto. Vivo in alto mare fino alle tredici. Poi vado al ristorante da solo. Quest’ anno dovrò cambiare ristorante e ristoratore. Vuole conoscere perchè non pranzo con mia moglie, figli e amici. Il pomeriggio riposo. Alle 17, riprendo la barca: stessa operazione della mattina. La sera con moglie e amici, a rompermi i… ,le palle….. . Certo ! Mi chiedono, senza sosta, le esperinze da solo in alto mare, se li porto come ospiti e se pesco pesci. ” I pesci, li lascio pescare a voi. Preferisco, mangiarli a tavola. Aiutano il cuore e abbassano il colesterolo”. Pettegolano su tutto, poi ritornano sul mio essere eremita barcaiolo. Gabriè, io, li amo . Mi “sfottono” in quanto la mia vacanza non coincide, con la loro. In fondo non dicono nulla di male ! Bisogna accettare anche un nemico del nostro pensiero. Però quest’ anno gli farò vedere i tuoi libri: ” Questi sono i miei compagni di viaggio “. Sono, anch’ io, ghiotto di riso bianco. Ieri l’ ho mangiato freddo con olive, mais, tonno, zucchine fritte e peperoncino. Un fraterno abbraccio, Luigi

  89. Gabriè, i miei pensieri non li mandi più in rete ? Eppure, domenica, ho parlato dei tuoi libri e della mia vacanza. Questo aspetto della tua anima, mi sembra strano ! Tutta la tua storia interiore e culturale è fondata sulla democrazia e l’ evoluzione umana. Mi saluti i ragazzi e le ragazze, tutti ti amano. Nel tuo blog circolano persone sane e vere. Nessuno escluso !
    Giuseppe Maiorana è il più puro, Map-pina è una forza della natura, è intelligentissima. Beatrice spontanea e colta, Maria Allo è la poesia. Il suo canto poetico libera gli uomini dal purgatorio. Raffaele filosofo, sa vincere e diventerà invulnerabile al male. Amalia è incorrotta ! E’ figlia dell’ albero della Conoscenza: le radici nel firmamento, i frutti sulla terra. Gabriele, vorrei continuare, però ieri sera ho lasciato le luci accese della macchina e non parte. Un abbraccio, Luigi

  90. Carissimo Zanna -Gialla, non riesco a rispondere a tutti i messaggi nel tempo che vorrei… lo avrei fatto più tardi e colgo l’occasione per scusarmi per i ritardi. Gabriele

  91. siccome leggo, delle risposte rivolte a Luigi, ma non vedo suoi scritti? mi chiedo va bé la magia, ma scrivere cosi senza che anche noi comuni mortali si possa leggere è Troppo!!! CIAO un caro saluto a te Luigi, “Scherzo” dato che non hai più scritto!!! 😉

  92. Una volta, caro Zanna, lasciai direttamente le chiavi dell’auto attaccate allo sportello 🙂

  93. Mi unisco anch io al club degli smemorati:
    una volta ho dimenticato anch io le chiavi del motorino direttamente inserite pronto per essere messo in moto
    e quasi urlava rubatemi!!
    Al ritorno dal mio motorino, dopo tre ore, non solo l ho ritrovato, ma ho trovato un biglietto che diceva che avevo lasciate le chiavi inserite e per evitare che me lo rubassero aveva dato le chiavi al negozio di fronte che poi ho ripreso…
    …Ringrazio ancora quel santo..
    ..c’ è molta più gente buona intorno a noi di quanto crediamo… 😉

  94. Carissimi Radiosi Preziosi Gabrielliani,
    Anch’io potrei dire tante cose sulla MEMORIA, e contrariamente a quello che si possa pensare sul mio conto, in effetti non ho memoria e spesso scordo quello che ho letto e contemplato o che ho fatto appena ieri. Con una bella spontanea risata, immaginatemi per quel che sono veramente, pensate che un anno, ho pagato il bollo ad un’altro perché avevo erroneamente scordato che la targa della mia macchina non comincia con AB, ma con BA, vi lascio immaginare anche il resto della risata ed anche del’incazzatura con me stesso. Credimi ho letto e contemplato tantissimo, quasi di tutto dello scibile umano, e menomale che non ricordo quasi niente, se non qualche frammento che a forza debbo riesumare con la mente, perché altrimenti mi sarei già RISVEGLIATO fuori da quel tempo in cui è stato previsto così come per tante belle anime. C’è sempre un tempo più propizio per ogni cosa, ora è il tempo di contemplare e percepire quella benefica radiosa gioiosa animica luce di tanti preziosi astanti di questo prezioso faro, perché per quell’amore più grande, per quel destino più grande sarà una vera luce per tanti…

  95. Grazie Luigi di cuore!, il mio inferno è il mio essere infernale mi porta ormai da anni alla ricerca, ma puro, No!!! sono un dannato alla ricerca della riconciliazione…! ho imparato al 90% di essere quel che veramente cerco! fregandomene di ciò che gli altri, (gli altri fuori dal blog)..pensano di me, ma quanto ancora dovrò redimere… me stesso nei confronti del tutto!!! altro che???!!! ciao LUIGI felice di averti riletto!!!… Ringrazio ancora Luigi, che mi fa sorgere una Domanda cos’è il puro??? si lo so,…ma le doande spesso devono rinascere da ciò che crediamo..aver compreso! la strada della purezza,…bé Alchimisti di tutto il mondo unitevi,…estraete da me quell’Oro puro!!! Gioco un po, ma la domanda rimane……!? 😉 😀

  96. si può essere puri anche infernalmente…! allora sono d’accordo…ora alla ricerca del girotondo completo,…senza fretta, con tanta sete!!! Ciao Luigione…POSSO? altrimenti “scusami” 😉 🙂 😀

  97. NON È FACILE RITROVARSI UMANI…!!! SPERO SIA CHIARO IL CONCETTO? NON È AFFATTO FACILE…!!! IL SOGNO NOI CHE NON RICORDIAMO, QUALCOSA CHE CI APPARE COME UN RIFLESSO IN UN FONDO DI UNA BOTTIGLIA DI VETRO COLORATO DI FUMO!!!! SAPERE SENZA SAPERE, DOMANDE….CHE FORSE NASCONDONO BENE ALL’INTERNO DI SE STESSE LE RISPOSTE, SVIANDOCI….PROPRIO DALL’ESSERE DOMANDA?? TUTTO…, POI,…PER ATTIMI TUTTO SI RICOLLEGA SI RIORDINA, L’ARMONIA DANZA NOI IN QUESTO GIROTONDO SI DANZE!!! RESPIRIAMOLE PROFONDAMENTE COME OSSIGENO PRIMA DELLA NUOVA IMMERSIONE!!!
    …(1988)
    Sdraiato…, ventre in giu.
    Avvolto…, come bozzolo
    sul letto. Scrutar il cielo
    di questa notte, di questa stanza…!
    Quel velo, blu violaceo…
    per l’occidente…, color tetro…!
    la sua verità, Non è il buio
    né, Le stelle son il chiaror leggero
    Che lascia coglier nella sua ombra…!
    Malinconia dolce. Il vuoto, sol meta
    viso, di sua rivelazione! Ancor ché…,
    vision del solo esterno sin troppo…dipinto!!
    V’é, più tosto…Volteggiante Visione, stender
    su me, il suo manto sensuale. donarmi
    scintille d’Assoluto compiuto!!!

  98. Caro Giuseppe, per purezza intendo una persona tersa, coraggiosa, vera. Non mi interessa cosa “insegna” il vocabolario. Quando scrivo un concetto non faccio appello alla grammatica dei letterati, ma al mio cuore. Pertanto, non voglio dire, essere fuori dal mondo, ma nel Mondo.! Solo chi ha coraggio è terso e sano. Chi ti scrive non proviene da studi filosofici, ma da studi matematici. Tuttavia la mia anima si nutre di filosofia e di Spirito. In questi giorni andrò a comprare il libri di Gabriele, “consulterò” “il dizionario dell’ incoscio e della magia” senza toccare il dizionario italiano. Non dovrò capire la dialettica, ma il tessuto spirituale dell’ autore del libro. Questo ti apre le porte. Non voglio essere frainteso…., il vocabolario va consultato e i libri vanno studiati. Giuseppe, tu sei un poeta vero, candido e “dannato”. La tua anima appartiene alla mitologia greca. Però non sei immortale ! IN QUESTO BLOG NESSUNO HA VINTO LA MORTE NEMMENO IL DOTTORE, PER ADESSO. GIUSEPPE, LASCIAMI SCRIVERE E SOGNARE. L’ IMMORTALITA’ LA POSSIEDE SOLO AMALIA ! ESSENDO UNA DEA DONNA , IL LOGOS COME REGALO LA FA RINASCERE E RIFIORIRE NELL’ ETERNITA’. Gabriè, non sento più la tua fedele collaboratrice. All’ inizio, con distacco mi rispondeva. Adesso è diventa muta e lontana. Dottore, le porti i miei saluti. Finisco: se i fiori avessero il dono del pensiero e della sapienza, la promuoverebbero regina delle rose. Giuseppe, a presto, Luigi.

  99. Giuseppe, ho visto i tuoi scritti, ma sei sempre sveglio. Ma quando vai a dormire ? A qualsiasi ora della notte invii messaggi e capolavori di pensieri. Secondo me dovresti tentare per il cinema. Hai le caratteristiche per diventare un attore. Scherzo ! Nutro vero affetto nei tuoi confronti. Sei un’ ottima persona. Buona notte, amico. Luigi.

  100. Buon Giorni Radiosi Gabrielliani,

    Carissimo Luigi,
    non sono un filosofo, anche se attraverso la filosofia speculativa/trascendentale/mistica e gnostica in parte ho riesumato la mia memoria passata attraverso le vibrazioni che le parole, il sentimento ed il simbolismo producono risonanza nel mio cuore.

    Anche se nel continuo infinito tempo ho abbracciato o ogni aspetto qualitativo dell’anima che va in manifestazione attraverso una diversificata forma; nella mia vera natura Esserica sono stato, sono e sarò sempre un viaggiatore interstellare, un esploratore e allo stesso tempo un guardiano, un protettore dell’antica conoscenza, un vigilante, un atavico immortale guerriero che come tanti, non è di questo mondo anche se vive nel mondo.

    Capisco che spesso, per quanto si parli di trascendenza, di Anima, d’immortalità dell’essere, spesso nel reale immaginario, nel quotidiano, per tutte quelle induttanze e condizionanti, presi da numerosi problemi della vita, tutte queste cose spesso diventano solo congetture ideologiche, ma credetemi è reale, è verità celata nel cuore, è verità che spesso si riscopre con tanta lotta interiore attraverso la via pratica che prima o poi conduce ogni stango saggio pellegrino alla ricerca di se stesso, fuori come immagine, e come riflesso in uno infinito specchio, ma anche e soprattutto dentro se stesso.

    Un vero scopo d’ogni cammino di vita è riscoprire il proprio destino, il proprio ruolo, la propria parte in questo scenario materialistico / relativistico / riduttivo ma anche necessario per tanto intimo sentire, per tanto intimo percepire, per tanto meraviglioso grandioso dolce capire. E’ importante fa parte dell’insegnamento terreno lungo il sentiero della vita, anche se a volte è circoscritta da una normale e comune parte interpretativa, in un ruolo che nell’essenza non è il nostro.

    Il mio già tessuto destino attraverso il grande indefinibile dolore ha risvegliato il guerriero leone perché Il vero regista (il mio personale intimo padre celeste) aveva previsto anche questo mio giusto ribellarsi e su questa preannunciata strada aveva destato il cuore dello spettatore che era nell’attore affinché potesse parlare a tanti e in qualche modo, spontaneamente, senza pretese, senza nessuna percepita gloria te dare traccia di questo risveglio interiore perchè servirà per tutto quello che il futuro ci riserva.

  101. si, lo so…ho capito cosa intendevi, infatti era più…una risposta, che voleva aggiungere, non un contraddirti…è dura ma è vero, volevo aggiungere al tuo dire, una riflessione per me se interessava per gli altri! cioè cosa significhi purezza, nella pratica dell’essere pure sofferenza gioia, ma anche dolore provocato agli altri!? era una riflessione…perchè spero un giorno di ritrovare quel puro…che trascenda tutto quello che è Inganno, quell’inganno più alto di qualsiasi cattiveria umana, di qualsiasi Umanità…! Ripeto spesso è come se mi mettessi in una condizione d’altezza tale, non sapienziale, ma proprio come se guardassi me stesso il resto d’aspettato-re, allora scrutando pur nell’animo più cattivo…magari cosciente, di quel che ha scelto, alla fine sbagliando…non capendo, scelgono di ottenere quel loro finto paradiso ad ogni costo! ma quello che voglio dire, che noto,è che L’inganno frega tutti!!! UOMINI..???, se ci si guardasse dentro ma tanto, ci sarebbe solo da emettere un ghigno una smorfia di sorriso, come si fa con dei cuccioli in gabbia!! nulla è facile…poveri Attori, senza memoria che ritrovatosi in questo circo, ognuno con un modo diverso, magari senza tanto chiedere, si cerca di Volare!!! ma siamo solo dei pulcini che hanno la necessita spesso d’illudersi d’essere Galli!!! ciao LUIGIONE!!! siccome non mi hai risposto, vuol dire che non te la prendi se simpaticamente ti chiamo cosi!? 🙂 😀 😉

  102. Luigi, se io mi sentissi Immortale, non stare qui a cercare di capire! Luigi credimi, lo so quanto tu puoi anche IMMAGINARE d’essere Mortale,…come so che mortale però vuol dire, significa qualcosa strettamente legata a questa esistenza!!! per attore 😉 mi basta il teatro della vita!!! il fatto che ci si ritrovi non vuol dire che qualcuno, crede che in qualche un ‘altro…sia la porzione dell’immortalità!? ma il ritrovarsi il confrontarsi fa bene al momento, come al dopo!!! sul fatto dell’attore cosa vuol dire che recito? te lo chiedo, ma senza prendermela? ti dico che la parte che mi riguarda nel teatro di questa esistenza non è bella! Spesso ne farei a meno!! non è un gioco, sé, parte mi son scelto non mi ricordo quando?, perchè t’assicuro che è con me, per quello che ricordo sin da bambino… prima d’ogni memoria esperienziale, almeno che non si voglia parlare d’esperienza prenatale, a 3 anni solo quella si può aver acquisito!!! ciao Luigi…io leggo te con interesse come leggo il resto!!! ad ognuno la sua parte!! io dormo, ma la notte è la goduria di chi non lavora!!! 😉

  103. Luigi, credimi il riconoscere in qualcuno il suo grado di comprensione, di conoscenza, non vuol dire…osannarlo a DIVINO!!! ma nello stesso tempo, ripeto riconoscere il resto, non ha nulla di negativo!!! lo stesso capita quando leggo, i tuoi di scritti, che sono interessanti, solo che, mi permetto di chiederti, almeno per quanto mi riguarda, di abbandonare questa idea, “convinzione credo”, che sento dentro di te, che tu non fai altro spesso che riportare?!, ossia: quello di credere magari volendo consigliare in bene, che qui ci siano persone che vedono in altri il Messia, o altro!!! capito cosa intendo??? ripeto cosa c’è di male nel riconoscere in Luigi una sensibilità… uno spirito di ricerca, un uomo che ha lasciato che le sue porte,…più nascoste…venissero in qualche modo portate a galla? cosa c’è di male se le parole di luigi possono non insegnare ma contribuire affinché…qualche altro, prenda un minimo di coscienza!! vedi avvolte aiutiamo senza volerlo, affinché tutto questo accada!?! certo bisogna mettere attenzione, perché si può nuocere!!

  104. Recitavo, essendo un personaggio,…con quell’immagine che riflettendosi allo specchio…si voleva “CREDERE”!!! oggi vivo, l’identità…è qualcosa di continua, ricerca! anche l’ego si è ridimensionato, volgo più alla sostanza, che al podio. Certo le lusinghe attraggono, la parte Ego, ma l’essere interiore ha preso la sua fetta, CHE È, infinitamente più reale, quindi una volta affacciata non permette d’essere rinchiusa! allora il gioco del saccente,la parte del maledetto non è più un misto adolescenziale ma,..la creazione di una identità…spesso dura, ma Vera!! con questa cammino,…fino a quando qualcosa succederà!!! la vera Anima, una volta sgusciata non accetta più d’essere velata, ma inizia il suo cercare lo spirito che è la Luce..della stessa, che sia luce d’ombra o luce….senza più riflesso non importa! L’Anima è L’identità…ora cerca….quella via smarrita, che è lo spirito di VITA, che il tutto completi!!! ripeto, quando?…questo solo l’arrivo lo sa? L’anima può, deve, percorrere la via, le vie, i labirinti!

  105. Caro Luigi, Benvenuto a bordo (qui siamo tutti folli e gentili). Una piccola parte dei tuoi complimenti, forse, la merito (in verità, io mi considero “poco”). E, se posso confessarlo, anche a me piace “ritirarmi” in solitudine ma ho bisogno di una bottiglia di vino bianco (prosecco o cartizze). Un abbraccio. Gabriele

  106. Giuseppe, mi fa tanto piacere che mi chiami Luigione. A me piace vivere, essere allegro e sereno. Con gli anni ho imparato a non prendermela e a perdonare. Altimenti la vita è un suicidio continuo. Sei un poeta di razza, ti basta poco per scrivere un cielo di poesie. Ma come c… aso fai ? Scivi, analizzi, pensi fiumi di parole. Ti ho detto di fare l’ attore perche sei simpatico, istintivo, solare e “tenebroso”. Tu nella vita, non reciti. Anzi sei uno che vive senza maschera. Su una parola sei capace di scrivere un libro. Sei sposato, Giuseppe ? Certo tua moglie sarebbe una candidata alla santità. STO SCHERZANDO ! Oggi non è facile produrre santi. La chiesa ha tradito l’ anima di Christo, la sua radice metafisica e non sanno più produrre uomini veri. Hai detto bene l’ uomo è ingannato, aprendosi ad un finto Paradiso. Guardarsi è l’ operazione e l’ esperienza più difficile per l’ animo umano, in quanto l’ uomo coincide e paventa le sue debolezze. Però bisogna rispettare e amare chi non vuole sentire la parola anima, la parola crisi. Perchè costui è prigioniero di fantasmi, senza trovare una via d’ uscita. Una persona di questo rango conquista il mio cuore e merita amore VERO. VORREI IL SUO DOLORE SULLE MIE SPALLE, SOLO COSI’ MI SENTIREI UN UOMO VICINO AL LOGOS. Caro Giuseppe, non sono un uomo colto, nè un filosofo, nè un letterato, sono un pianista che suona lo strumento, senza conoscerne lo studio. Attenzione, però ! Non sono un uomo flaccido, a volte, sento nella mia anima una forza che spaccherebbe l’ oceano in due ruscelli. Giuseppe, nessuna medicina al Mondo scioglie i nodi interiori e libera stati d’ animo avversi alla nostra interiorità. SOLO IL CHRISTO E’ VERO IL GUARITORE DELLA MALATTIA E DELLA MORTE. CHI SI RIVOLGE AI MAGHI, CARTOMANTI, GUARITORI, LETTORI DI PALLE DI CRISTALLO, OPERATORI DI MAGIA INVERSA AL SACRO, ECC. APRE LA SUA ANIMA ALL’ INGANNO. SI RIVOLGE ALL’ ANTICO AVVERSARIO DI CRISTO. Giuseppe, mi saluti il dottore. Gabriele è nato signore, non c’è diventato. Luigi.

  107. no dissento, iniziando col dirti, anzi con il chiederti cos’è un’ uomo colto? quello che so come quello che non so ti assicuro che non l’ho imparato dai libri, neanche io! quel che ho imparato, messo in discussione, dai libri, i quali sono stati solo ripeto delle levatrici! Per me sei un uomo colto,…Lo credo sinceramente….non per un inter scambio di complimenti, ma perchè cosi ti avverto!! Il mio chiamarti Luigione, anche se so che l’hai capito è solo un modo simpatico, come si fa con una persona che si conosce da tempo! per il Resto no!, non sono sposato…credo di non sposarmi…mai! ho capito che non fa per me!!! eh! hai ragione mi ci vorrebbe una santa ;-)..!!! continuando sono d’accordo con te che bisogna rispettare chiunque, chi non vuole minimamente parlare di anima! anche sé? Bé il sé lo continuo un’altra volta! Resta il fatto che tutto e tutti, si rispetta, o si dovrebbe rispettare!! anche io suono, il mio strumento è la tromba!!! anche io senza studio, ma mi si dice essere una forza della natura!!! però vedi non ho superato mai l’insicurezza di salire su di un palcoscenico, ma so quanto senta la musica, non è un vantarsi ammettere ciò, ma solo un rivelare senza paura di giudizi, quel che si è!!! LUIGI, IO PASSO tanto tempo in solitudine, che poi non è mai solitudine! vivo questa condizione in diversi modi!!! tipo scendo a Mare da solo, senza i miei soliti amici, mi ritrovo di colpo a parlare d’ogni genere di cose con gente che magari, fuori da quei momenti non ci si frequenta!!! questa è una cosa bella, rilassante!! poi vi è il momento della compagnia deliziosa della natura, del nostro Mare, con tutto il suo dipinto, di quella mano che continuamente cambia il tutto..di meraviglia in meraviglia!!! Ciao Luigi checché tu ne possa pensare per me sei una persona,…Fantastica,…cosi come sei!!! L’essere colti, cos’è..qualcosa che si mangia??? eeeheeeheee…;-) 🙂 😀

  108. Chi AMA conoscere perseguire questa via senza sapere dove nè quando si giungerà, secondo me…non deve sposarsi!!! non perchè il matrimonio sia brutta cosa, ma….Bé, …perdonatemi ma cosi la penso per quanto riguarda il mio essere, certo L’amore è altra cosa, ma chi ama non chiede AMA, questo vale anche per me!!! sperò si comprenda perchè dico ciò contro lo sposarsi??? 😉 :- :D…..AVVOLTE è DURA!!! chissà con il tempo….???

  109. LUIGI, posso dire che ti voglio Bene?…come persona! OU, non pensare a male, mi piaciunu i fimmini… 😉 ?? è un bene,…vero…d’anima!!! Cosi come a tutti gli amici del Blog!! cosi sento, cosi mi rivolgo a voi in questo momento!!!!

  110. dal tuo parlare d’ attori, mi hai fatto pensare al teatro instabile eeheeeh, che è la stessa Vita!!!

  111. Peppinuzzu, il mio scritto datato 11.07.2010 e messo in ritardo dal dottore sul bloog, non l’ hai letto ? Fammi sapere. Luigi.

  112. Giuseppe, non penso a male se nutri affetto nei miei riguardi. Anche a me piacciono e amo solo le donne. Qualche anno fa andavo in palestra e facevo anche dei massaggi. La direzione, quando mi mandava un uomo, rifiutavo il massaggio. Subito provvedevono a rimpiazzarlo con una donna. Non c’ era nulla di strano ! Tuttavia, non riuscivo a ricevere delle “carezze” da un uomo. Buona notte, Luigi

  113. Giuseppe, anch’ io nutro grande affetto fraterno nei tuoi riguardi. I tuoi scritti mi danno gioia e felicità. Rido col cuore aperto, tanto che sei genuino, focoso, fragile e guerriero. Io non so odiare, nè essere invidioso. Non voglio fare il “saputello” e il grande uomo. Solo l’ amore verso il prossimo apre il varco al miracolo. Lo sai, l’ uomo cosa cerca sulla terra ? Se stesso e la fine del suo caos interiore ! Per arrivare, alla guarigione interiore, vale a dire, vivere la sua esperienza terrena senza fratture animiche, non ci vuole la saggezza e il sapere ! CI VUOLE UN MIRACOLO. L’ uomo con i mezzi che produce e possiede guarisce il corpo, non sempre. L’ anima non la guarisce, perchè il metodo che applica, è il metodo della caduta, della sconfitta. Poeta, lo psicanalista sa scendere nell’ incoscio, però non sa risalire. Non sapendo risalire, a volte può causare danni. SAper individuare i difetti dell’ anima di un uomo, non è poi tanto difficile. Difficile è farlo uscire dai difetti, dai conflitti, dalle paure. Il segreto dell’ opera è risalire. Chi sale si salva. Amico, devo lasciarti, ho un pò di giri da fare: commercialista, alla usl per cambiare il medico, alla libreria Feltrinelli per acquistare i libri del dottore e poi dovrò andare sugli appenini tosco-emiliano, sto costruendo una casetta su un prato in campagna. Nel rispondermi, non essere col fuoco nella testa. Il quotidiano è niente, illusione, maja, polvere. Giuseppe. Solo il Divino è vero, tuttavia non è afferrabile con la logica umana. La logica lo rinnega e celebra una realtà che è l’ inverso della potenza del Logos. Gente che dà calci al pallone diventano divi e la stampa per un gool li promuove come fossero dei genii. Il grande fratello che è l’ espressione dell’ alterazione dello spirito primordiale televisivo, ossia educare, sapere, informare, produce star, senza arte e cosiddetti divi. Tutta la televisione inganna il flaggelato uomo. PER ME E’ SOLO FOLLIA UMANA. Statti buono ! M saluti il dottore e Raffaele, dovrò rispondere al suo profonfo scritto.. L’ alcool e il vino sono due “archetipi” contro l’ equilibrio e avversari dell’ uomo. Tutte le scuole esoteriche, bocciano l’ alcool, soprattuto l’ Antroposofia di Rudolf Steiner. Definito il grande inziato dei nuovi tempi . Lo Stener è un vero esoterista, è il più grande. Appariene alla scuola di Aristotele, Platone, Pitagora, Ermete, Krishna, Mosè, Orfeo. Si sussurra che è l’ incarnazione di San Giovanni. Gabriè a me piace il vino. Però sono anni che sono diventato astemio. Col pesce mi piace bianco e frizzante. Ogni tanto tradisco il principio esoterico. Luigi

  114. Buon Giorno Carissimi Gabrielliani,
    Carissimo Luigi,
    nel mio piccolo sono un produttore di vini per uso casareccio e ti garantisco che quell’etere cosmico cristallizzato (quel nettare degli Dei) spesso quando sono a casa non può mancare dalla mia tavola. Gesù (Yeshua ben Pantera) appartenente alla setta Essena/Zelota (Nazareth non esisteva in quel tempo, è stato un vero depistaggio storico per opera dei primi padri della chiesa) che era un VEGETARIANO, attraverso quel rituale del DOLCE VINO e del PANE trasmisero la SANTA COMUNIONE, la scienza arcana fra SPIRITO E MATERIA che niente ha che vedere con il nostro apparente rituale…. Su Steiner e sulla rincarnazione di San Giovanni, scusandomi vorrei dire che era stato Yeshua ben Joseph, come anche Barabba ovvero Simone fratello di Giovanni il Galileo, il rivoluzionario, il patriota, l’altro Messia…. Così come anche Giordano Bruno e tanti saggi istruttori di questo mondo… Se leggerai capirai perché spesso parlo di DEFRAMMENTAZIONE come anche di certe mie affermazione sulla preziosa illuminante manifestazione del Carissimo Prof. Gabriele perché neanche un pelo che cade è lasciato al caso e se si chiama GABRIELE lo è DI NONE E DI FATTO, UNA RADIOSA PROIEZIONE DI BENEFICO PENSIERO MANIFESTO, UN RAGGIO, UN FRAMMENTO DELL’ARCANGELO GABRIELE…… Certo è difficile capire che nell’infinito universo, ci siano entità così evolute che per quello scopo più grande, per quell’amore più grande FRAMMENTANO IL LORO GRANDIOSO ESSERE IN TANTE PERSONALITA’ IN MANIFESTAZIONE, ognuno con quel raggio portante, ognuno con quell’innata luce dell’anima da manifestare fuori…. Questi Grandiosi esseri sono percepibili con le vibrazioni che in risonanza si producono nel cuore anche con una sola parola che come una perla rara si mostra al nostro contemplare, La loro opera è LA GRANDE OPERA, EVOLUTIVA DI OGNI COSA. Percepire questa bella energia da tanti esseri è una VERA GIOIA PER L’ANIMA….

  115. no, non sono con il fuoco in testa?,da per tutto forse…eh!? 😉 !! Quando esco da qui,…vado al mare, mi occupo d’altro, ma ripeto,..non ti nego…che essendo questo Blog, uno dei rarissimi…posti dove si possano affrontare con gentilezza, certi discorsi,…allora lo faccio con piacere!!! qui non sento l’insana competizione che offusca la mente,….si parla tranquillamente tra anime che si riconoscono…mettendo tra di loro prima della conoscenza, il Cuore…la sana Pietas!!! ho letto il tuo post, datato 11.07.2010.,.che dirti bene fai a comprendere tu la loro incapacità, di vivere quello che tu vivi senti! spesso questa gente ha paura a rimanere in assenza dell’umana compagnia,…ne sente la solitudine,,… non essendosi mai messa alla ricerca di una compagnia diversa spesso salutare qual’è il contatto con la Natura!!!…viene più semplice a te comprendere loro che viceversa..quindi!!! Ciao Luigi, una buona giornata!!! a presto!!!

  116. Luigi, genuino Si!, ma non fesso!! “questo lo aggiungo io”, non è rivolto a te, anche se lo metto in comunione!!! Capisci cosa intendo, chi vive da noi, non può permetterselo!!!…;-) 🙂 😀 !!!

  117. sul vino, sull’alcol,,,, bé!! immagino cosa dirà, il prof… essendo uno storico della filosofia Greca antica!!!…poi gli ho sentito affrontare questo discorso sul l’alcol e il vino diverse volte…quindi!!!??? ma mi diverte simpaticamente essere il “monello di Chaplin”…iiiihiiihiiiihiiii….!! 😉 ! comunque sono d’accordo…. con il “prof” anche se non bevo, almeno, non più!!!

  118. prof. in una sua trasmissione parla della differenza tra il piacere e il divertirsi! mi piacerebbe che ne approfondisse il concetto il pensiero!?? ma senza pretese rispettando i suoi impegni, quando può!?… 😉

  119. non ho paura dell’Erudito! mi fa paura chi come tale si presenta! L’erudito ha sempre parlato con semplicità,….non solo perché doveva tentare di farsi comprendere, ma perchè la sua stessa comprensione lo portava all’alta conoscenza della semplicità! la semplicità non è il modo di rivolgersi a non eruditi, ma il livello Massimo della comprensione e della messa in pratica giornaliera della stessa, cioè vivendo la comprensione, non discutendone…solamente!! Ecco quel che rende grande a mio modesto avviso il Prof. La Porta!!! ve ne sono sicuramente altre di virtù, “Prima di sentirmi dire che avrà i suoi difetti, dico io stesso sicuramente”!!, ritornando alle virtù…le altre sono conseguenziali alla prima, cioè la SEMPLICITÀ!!! QUESTO È IL MIO MODESTO SENTIRE, PENSIERO!!! 😉 🙂 😀 !!! ricordo il gusto delle cose, il suo significato,…n’è memoria più, di un recitare a memoria…! Se il saper diventa mio, ne parlerò con la mia voce!! il sapere non appartiene a Nessuno, essendo tutti immersi nella domanda essendo Domanda, Memoria, e perdita della stessa! Noi siamo il sapere da ritrovare, il primato è in tutti e in nessuno!!! ognuno il suo contributo, nessuno l’assoluto!!! fino…al Tempo…senza Tempo!!!

  120. Raffaè, ma quante ne hai dette oggi per un bicchiere di vino. Sei andato a prendere, perfino, la setta a cui apparteneva Christo. Raffaè, ai miracoli, ci credi ? No ! Allora ti consiglio di pregare. Chi prega vince, chi non prega perde.Per me, è’ un periodo che non prego. Sbaglio ! Christo diceva ai suoi discepoli che bisognava pregare, altrimenti saremo stati tentati dal 666. Consigliava anche il digiuno. Oggi sono stato in campagna, ho preso il sole senza protezioni. Ho mal di testa. Da giovane ho incontrato lo yoga e feci esercizi spirituali. Il maestro consigliava di evitare il vino, altrimenti alterava l’ ardua preparazione spirituale. E informava che, l’ alcool era stato eliminato da tutte le scuole esoteriche. Nessuna preoccupazione, caro Raffaele ! Questo vale per i discepoli che espletano la meditazione e la concentrazione. Da parte mia nessuna crociata contro il vino, poco, lo bevo anch’ io. Sono d’ accordo e condivido ciò che hai scritto sul Dottore. GABRIELE E’ UN AMICO DI DIO.. Sono convinto che l’ Angelo Gabriele accompagna, segue, coltiva e aiuta il nostro caro fratello. La sua risposta senza brama e odio, ha risolto il mio errore e rafforzato la mia guarigione metafisica. Raffaè, non so mentire. Chi mi conosce, me lo dice. Sei una enciclopedia, il principe in assoluto del blog. Però la tua arte è stata di aver dato un’ anima, un cuore al tuo sapere. La sapienza l’ hai trasformata da un’ esperienza riflessa, ad un’ esperienza vivente. Molti intellettuali invece trasformano la conoscenza in morte. Tu hai fatto scoccare il miracolo: la morte l’ hai resuscitata nella vita. Questa è stata ed è la tua vera magia. Questo non l’ hai sentito da nessuno ? Te lo dico io ! Fammi scrivere e continuare ! L’ agente segreto 007, James Bond, è stato vittoriosamente celebrato da Sean Connery. Quello che, costui ha fatto nella finzione del cinema, io l’ ho vissuto nella realtà della vita. Raffaè, ritorniamo al mio post ! Oltre il vino, ho parlato di pensiero, psicanalisi, di Dio, di dolori, miracoli, aiuti, amore, programmi televisivi, ecc. .Nessun commento ! Finisco : una volta Christo passeggiando con i suoi discepoli incontrò un cane morto e in stato di putrefazione. Alla vista dell’ animale, i discepoli inorridirono, provarono orrore. Il Logos, si avvicino ai suoi discepoli e disse: ” Eppure questo cane aveva dei bei denti bianchi”. Con questo il Divino, volle dire ai suoi discepoli, di non guardare solo il negativo, ma di trovare anche il positivo nelle cose e negli uomini. Questa è l’ arte di amare e di vincere. Mi dai una carezza …. . Un abbraccio a te, al Dottore e a PEppino Maiorana. L’ antico e vecchio 007.

  121. eh! Peppino…;-)…!?

  122. che alcune realtà verità o meno, siano state già espresse da altri prima, non significa che per affermare ciò che noi sentiamo, si deve ogni qualvolta ricorrere al: Diceva Tizio, diceva Caio!!! questo spesso sembra l’aver paura del nostro sentire, quindi è come se, mettendo avanti i Grandi,… il loro pensiero ci rifugiassimo,… nel, Bé lo diceva Platone,..quindi!?! L’ascolto…non ha bisogno di Conferme!!! citiamo quel che sentiamo,..al di la del fatto che altri lo abbiano sentito prima o dopo! il prima o dopo spesso è solo una questione d’essere nati, per l’appunto prima.o dopo!!! quel che sento che credo, non mi rafforzato dal sentire di Platone, che pur adoro, ne da Eraclito, ne…da Ermete!!! L’ascolto…infinitamente L’ascolto…!!! se mi permetto di dire questo è perché sento….l’accostare spesso il tutto a questi Grandi, ripeto… Il PIÙ GRANDE È L’ASCOLTO…CHE APRE, IL DISCUTERE CON I TESTI VA BENISSIMO…MA, L’ASCOLTO È OLTRE!!! NESSUNO PUÒ MEGLIO RACCONTARE ILLUSTRARE, FAR EMERGERE,..DETERMINARE VERITÀ O MENO DELL’ASCOLTO…CONTINUO!!! NOI NON SIAMO DIVERSI DI OGNI PERSONAGGIO, SE NON PER NOTORIETÀ, MA LA FAME DI VERITÀ NON SI CURA DI NOTORIETÀ,…PERCHÈ CONOSCE I FIUMI, IL LORO CRISTALLINO FLUIRE COSI COME LA PIENA…FURIOSA, IL MARE, IL BELLO DEI FONDALI…CON I SUOI COLORI E GLI ABISSI BUI,, INESPLORATI DOVE TANTO VIVE!! CHI HA SENTITO QUESTO PIÙ NON SI CURA DELLA NOTORIETÀ!!! COME SEMPRE MIO MODESTO PENSIERO!!! ORA, SI VA AL MARE, “AMALIA”, PREPARATI,..INSIEME AL PROF. E AGLI ALTRI AMICI, FAREMO UNA TORRE INTRECCIANDO LE BRACCIA,…COSI TI FAREMO FARE UN TUFFO VOLANTE… 😉 🙂 😀

  123. Carissimo Luigi, sei di una squisitezza unica, tutta d’assaporare con la propria meditativa luce interiore che passa per il cuore….

    Oggi più di ieri fa caldo, e spero tanto che ognuno possa ritrovarsi in una Rinfrescante Buona Domenica.

  124. quindi come vedi in gran parte caro Luigi condivido, quello che tu hai espresso, sii, i libri, ma il sapere o il conoscere vive ovunque!!! questo è il bello della frase, i libri sono di chi li legge!!!

  125. Sei un grande, Raffaele ! Ieri sera ero stanco, assolato e senza aver dormito. Quando apro il computer e leggo la tua missiva, guarisco da tutti i mali fisiologici e interiori. Ero morto e mi hai fatto risorgere. Il mal di testa si è stroncato. Dal forte ridere mi venivano le lacrime agli occhi. Non so come ho fatto a scriverti. Mi dicevo: “Gli ho rifiutato un bicchiere di vino e mi sta facendo tutta la storia di Cristo, degli dei, dell’ umanità, di Giordano Bruno , delle vibrazioni spirituali, frammenti di reincarnazione, degli Angeli e degli Arcangeli”. Ridevo e mi faceva male lo stomaco. Pensavo: “Questo è magico, mai vista una lezione cosi felice e gioiosa. E ‘salito in cattedra, amorevolmente, mi sta prendendo a calci al sedere, perchè ho sbagliato le noti sulla musica della bevanda sacra degli dei “. Chiuso il discorso ! Ti stimo e ti voglio bene perchè sei una persona sana,leale e nemico della menzogna. MA SOPRATTUTTO, SEI DALLA PARTE DEI DEBOLI E DEI MENO FORTUNATI . Ami non la dialettica della cultura. Ma la cultura che diventa verità , saggezza e sapienza. Ti meravigli che mi esprimo con questo linguaggio senza conoscerti ?
    La domanda è umana. La risposta è difficile, perchè supera la dimensione umana e della sconfitta. IL CONCETTO DI SACRO NON SI PUO’ SPIEGARE. –PERCHE E’ UNA ESPERIENZA. — CHI LO SPIEGA LO PERDE E LO TRADISCE TU SEI UN UOMO EVOLUTO E COLTO. TI FACCIO UNA DOMANDA SEMPLICE: ” MI PUOI SPIEGARE UN COLORE ? L’ AZZURRO, IL VERDE, IL GIALLO E IL ROSSO DI UNA ROSA ! ” Adesso andrò a mangiare un pò di gelato, berrò un caffè. Il caffè è una miscela, per me gradita a qualsiasi ora. Forse scriverò anche a Don Peppino Maiorana. Ciao ! 007 l’ originale. Raffaeeeee, non sbagliare, l’ originale con l’ imitazione. Sono due cose diverse ! Anche se apparentemente sembrino uguali. Mi capisci ?

  126. mi ficiru previtu? eeeheeeheeeheee…. 😉 ! ancora sono al seminario,…studio per diventare un prelato!!! ciao Luigi… ti porto i saluti della nostra terra!!! spero che tu non l’abbia scordata…. questa fetta di terra che è veramente un (Paradiso-Inferno)!!

  127. Ciao, don Peppino. Sono 41 anni che manco dalla terra del sole, però non mi sono mai dimenticato. Scenderò in Calabria il nove agosto. Ci potremo, magari, incontrare, per andare a mangiare una buona pizza e sentire un pò di musica in qualche locale, provvisto di piano bar. Come facciamo ? Ci scambieremo i numeri dei cellulari su questo blog ? Oppure… ? Fammi sapere ! Giuseppe, ti stimo e ti voglio bene, perchè sul blog sei il più buono di tutti. E poi a me piace la lealtà .

  128. Giuseppe, oggi per la prima volta, sono entrato nelle altre stanze di questo blog. Sai, ero rimasto, erroneamente, fermo ai commenti di new age ed esoterismo. Ho visto nella pagine dell’ incoscio che esprimi dei concetti sull’ interiorità. Oltre la poesia, hai la musica dentro. Per niente suoni la tromba ? Bravo, Peppino ! Sei un labirinto di idee. Chi ti segue, nell’ incoscio, perde la strada, non esce più vivo. Majo, sei un grande. Posso anch’ io scherzare ? Se ti offendi, mi punisco da solo ! A presto, Luigi.

  129. Il piecere, caro Giuseppe, è uno stato profondo e può essere di natura angelica come demonica mentre il divertimento appartiene ai tempi brevi. Ha fiato più corto ma anche lui può appartenere a mondi contrapposti. I tempi contemporanei hanno spinto eccessivamente verso un piacere ed un divertimento esclusivamente esteriori (edonismo)

  130. Caro Gabriele, il 16.07.20010, il caro Giuseppe ti scrive questo messaggio:
    “prof. in una sua trasmissione parla della differenza tra il piacere e il divertirsi! mi piacerebbe che ne approfondisse il concetto il pensiero!?? ma senza pretese rispettando i suoi impegni, quando può!?”…

    Il 18.07.2010, gli rispondi così: ” Il piecere, caro Giuseppe, è uno stato profondo e può essere di natura angelica come demonica mentre il divertimento appartiene ai tempi brevi. Ha fiato più corto ma anche lui può appartenere a mondi contrapposti. I tempi contemporanei hanno spinto eccessivamente verso un piacere ed un divertimento esclusivamente esteriori (edonismo).

    Gabriè, hai scritto delle cose sagge-esoteriche ! Però, spiegati meglio ! Come faccio, io a differenziarmi dal piacere demoniaco o dal piacere angelico ? Mi spiego in modo più rozzo-elementare : come distinguo nel piacere il demonio, dall’ angelo ?

    Sto facendo le valigie per il mare. Il traffico mi ha impedito di giungere alla libreria Feltrinelli. Sono andato ad altre due librerie, fuori Firenze. La risposta è stata ” I libri di La Porta li abbiamo venduti. Forse abbiamo i libri del 2008. Nemmeno quelli.” Questa è stata la risposta alla libreria Mondadori, “centro commerciale i Gigli ” e in una libreria di Prato. Gabriè, li dovrò ordinare ? Conoscendoti, mi hai acceso l’ amore per le cose che hai scritto.

    SE UN UOMO LEGGE CON AMORE, LO SPIRITO DELL’ AUTORE PENETRA NELLA COSCIENZA DEL LETTORE. PERTANTO NON E’ PIU’ UN COLLOQUIO FRA IL LETTORE E IL LIBRO. (RIFLESSO) MA L’ INCONTRO FRA DUE ANIME. (PREDIALETTICO)QUESTO HA FATTO L’ ASTUTO RAFFAELE, NEI TUOI RIGUARDI. HA RESO VIVENTE LA LETTURA. PER CUI NON SI HA LA SEMPLICE CULTURA ! MA LO SPIRITO DELLA CULTURA. UN FRAMMENTO DI SPIRITO DIVENTA SAPIENZA. NON VOLEVO DIRE DI NON LEGGERE I LIBRI. SCHERZIAMO ? ECCO PERCHE’ IL CARO DON RAFFAELE TI AMA NEL SENSO PIU’ ALTO . PERCHE’ CONOSCE IL TUO SPIRITO E LA TUA GLORIA. 007, L’ ORIGINALE.

    GIUSEPPE, LEGGO TANTE TUE POESIE, NEL 1975, MI ERO INNAMORATO DI UNA MUSICISTA. TI MANDERO’ LA POESIA E COME L’ HO CONQUISTATA. E’ STATA LA DONNA PIU’ BELLA DELLA MIA VITA . AVEVA IL FASCINO DI UNA FATA. SENZA CONOSCERLA. ERO PAZZO DI LEI IL MONDO LA CORTEGGIAVA, HO VINTO SU TITTI PERCHE’ GLI ALTRI ERANO DEBOLI, MA VOLEVANO APPARIRE FORTI. IO NON VOLEVO APPARIRE, IO ERO LA FORZA , ERO IL VERO OO7. ALMENO TI FACCIO RIDERE ? tI DIRO’ COSA HO FATTO. LUIGIONE

  131. di questo, ne sono convinto anche io caro prof.mi trovo spesso a discutere di questo, con amici della differenza, delle sottigliezze da coglierne! mi ha fatto un grande piacere risentire la sua idea, il suo concetto, che ricordo bene espresse già in una puntata, dove si parlava, di Marsilio Ficino, “I Pianeti interiori” se non erro era il libro!!! Grazie Prof!!! per Luigi, no non mi offendo,…ci mancherebbe lo dico sinceramente!!! vedi io ho riportato le mie esperienze in quella pag, è quel che credo, le favole…non le so raccontare, ma certe favole non sono neppure tale!! quindi ripetendo che i pensieri, anzi più che pensieri, si tratta di sentire, è quello lo messo in comunione!! non credo che vi sia un qualcosa di solo negativo, se cosi è stato, faccio ammenda io, magari avrò scritto frettolosamente!!! Boh! sarà!!!

  132. Luigi, quando vorrai…il tuo invito è graditissimo… 🙂 😀 😉 !!! sono il più buono, non lo so!?, forse, il meno colto sicuramente,…!!!

  133. Non è forse tutto un labirinto? chi dice che la strada non sia proprio labirintica? forse il trucco è imparare a camminarci dentro! già capire che si è un labirinto non è poca cosa, sbaglio??? ciap Luigi,…salutami la campagna se non ricordo male toscana??? 😉

  134. Luigi, sai se parlo lasciandomi andare,…nel racconto di alcune cose,..è perchè ho capito, che tutti gli amici del blog, sono tutte persone Navigate!!! Sicuramente più di me, almeno da quello che leggo, tale li reputo…. capito… ;-)!!! altrimenti me ne guarderei bene!!! sai ognuno porta l’esperienza che ha, il vissuto, io amo riportare più quello che ho visto che quello che ho letto!! ripeto se non li ho filtrati, i miei scritti, è solo perchè ho compreso di avere a che fare con gente…che conosce, il labirinto!!! come lo conosci tu,…e Benissimo..secondo me!! Luigi, “vecchja-vurpi”!!! sai comunque li ho riletti, non ci trovo nulla di non vero, o di confusione,…sono le mie esperienze,..lette nel libro dell’accaduto!!! ou, vedi che ti rispondo nei termini della discussione, non me la sono presa…anzi, mi hai dato modo di riflettere!! 😉 🙂 😀

  135. Luigi, sai se parlo lasciandomi andare,…nel racconto di alcune cose,..è perchè ho capito, che tutti gli amici del blog, sono tutte persone Navigate!!! Sicuramente più di me, almeno da quello che leggo, tale li reputo…. capito… ;-)!!! altrimenti me ne guarderei bene!!! sai ognuno porta l’esperienza che ha, il vissuto, io amo riportare più quello che ho visto che quello che ho letto!! ripeto se non li ho filtrati, i miei scritti, è solo perchè ho compreso di avere a che fare con gente…che conosce, il labirinto!!! come lo conosci tu,…e Benissimo..secondo me!! Luigi, “vecchja-vurpi”!!! sai comunque li ho riletti, non ci trovo nulla di non vero, o di confusione,…sono le mie esperienze,..lette nel libro dell’accaduto!!! ou, vedi che ti rispondo nei termini della discussione, non me la sono presa…anzi, mi hai dato modo di riflettere!! 😉 🙂 :D…

  136. Pssst,Majo..in che senso ” tutti gli amici del blog sono persone Navigate”…?? 😎

  137. Giuseppe, i tuoi pensieri sono belli, come le tue poesie. La tua generosità ti trasforma in un oceano. Scrivi senza badare a nulla perchè daresti l’ anima per gli altri. Tu e Raffaele siete le persone che di più amate e siete vicine a Gabriele. – Con lo stesso cuore ami, tutte, le persone del Blog. Peppino, se, per il momento non sei innamorato, devi cercare la donna della tua vita Vivestii meglio e potenzieresti la tua dimensione poetica. ( Sono stato indiscreto ? Agli amici, dico ciò che penso ! Scusami ! ) La donna è il più potente mistero della storia umana. La sua natura è salvatrice. Se non avrò sonno, questa sera ti invierò la poesia, dedicata ad un angelo: alla donna che ha superata la donna. L’ infedeltà me la l’ ha fatta perdere Questa è una ferità che non si è mai cicatrizzata. A presto ! 007

  138. Non sei indiscreto, Luigi, non lo sei per nulla!! Per quanto riguarda le donne,..anche io ho vissute passioni Giganti, sofferte, Paradisi ed inferni!!! ho sofferto tanto, tanto ho fatto soffrire, ho gioito altrettanto! Io non riesco a vivere quella quotidianità..della coppia, il mio cuore ha capito che troppo gigante è la sua sete,…quanto una donna possa rappresentare, questa mia sete? certo nell’immaginazione è altro..è poesia, ma la poesia è la Donna dell’infinito! comunque è un po più lungo come discorso!!! ripeto con i giorni chissà??? ciao Luigi, con me parla sempre liberamente, nel rispetto reciproco la lealtà è sana bella cosa… 😉 🙂 :D…

  139. per Amalia, che siete persone, che conoscete i vari discorsi che si affrontano, che avete l’occhio rivolto verso l’interno, oltre che quelli verso l’esterno!!! 🙂

  140. sai io su sta storia, la donna l’uomo,…ne ho una panzata! non è una scortesia nei tuoi confronti! Sai forse perchè…dentro di me ho il (Anima+Animus), quindi non riesco a vedere questa grande differenza!!! il potere delle braccia ha reso l’uomo più stronzo, però t’assicuro, che parlando con tante ragazze, o donne, ti assicuro,…che in un certo senso ho capito che loro vorrebbero…avere la forza maschile, che hanno la sete del potere, questo non solo perchè abbiano imitato l’uomo, cosa imparte vera! ma la donna guerriera è sempre esistita, cosi come le reggine ambiziose,…in ogni epoca!!! si lo so la dimensione psichica è altra cosa!?,…ma pur questa è dimensione psichica! forse che le donne non cerchano come noi,…! comunque io credo che vi sia Apertura dei canali…verso il tentativo di presa di coscienza, o meno! Ripeto lo so che si parla dell’aspetto psichico femminile, presente in ognuno! questo l’acetto non accetto che la donna fisica ne abbia di più o di meno!!! anche se la storia “fisica” ha determinato gli eventi storici, tra uomo e donna!!!

  141. nell’antichità…specie in quella greca,…non vi era tale differenza,…l’anima, la bellezza, l’amore per questa apparteneva ed era rivolta ai giovanetti cosi come alle donne! almeno tra gli amanti di sophia, di cui tutte le forme d’arte e conoscenza…vivevano all’interno della stessa!!! Anima è femminile,…ma la profondità non conosce la distinzione fallica o meno, creatasi…nella nostra condizione Mortale!! ok, su tutte le mitologie falliche,…ma cosa adoravano, quale il senso più alto… trovava questo Simbolo!?! la divinità fallica era altro che quello che ne è divenuto!! Il dominio viene dalla paura, la paura determina,..l’arroganza, che determina l’illusione di poter ottenere invulnerabilità nei confronti della morte, come un Dio, nella convinzione del dominio dell’uomo sull’uomo!!!…cose il potere, quali ” piaceri porta”??? li chiamo piaceri…per intenderci! allora, tutto mi fa credere che non vi sia uomo che non cerchi l’infinito…vivere!! Non esiste uomo che pur pragmatico, sbagliando via, distruggendo pensando di costruire per se, l’olimpo, non cerchi alla fine la realizzazione del Divino in se stesso!, pur la dove non vi è presa di coscienza di ciò! La mancata presa di coscienza, porta alla ricerca egoista,… all’imbarbarimento, al Demoniaco, che acceca..senza vedere, senza voglia! Secondo me ripeto in questi soggetti, vi è inconsapevolmente,…la fame di realizzare “Sbagliando totalmente, volendo essere per l’appunto…Unici Dei!! sono cosi assetati da creder di dissetarsi con le armi d’ogni genere!! L’umido li ha intrappolati,…nel dichiarare guerra al Divino,…Nominandosi loro Divini,..unici e soli!!! ma la condizione, nel silenzio parla anche a questi, i quali preferiscono comunque il non vedere altro, che la loro ribellione unita alla loro illusione di Dominatori…di tutto!!! Come al solito…mie deduzioni, gettate frettolosamente!!! si possono dare piccoli accenni… !!

  142. più rileggo alcuni commenti di questa pag, più mi dico quanta Verità ci sia nel “Corpus Hermeticum” ! l’uomo ha scelto, ed ora naviga…fra un vago ricordo, è la natura che si è scelto!!!… come dire mio figlio è una parte dime, ma allo stesso tempo è una parte distaccata…che si formerà in un “Essere-singolare”!! io ne soffro perchè sento l’appartenenza ne sento la mia parte,…ma so anche che è come dicevo, un entità si pieno della memoria archetipale, ma sempre… una singolarità che come tutti dovrà ritrovare… l’unione! l’unica materia che ha ingabbiato…l’uomo è il corpo del mondo che abbiamo scelto distaccandoci dall’uno,..perdendo la parte Divina,… ripeto avendone solo un vago ricordo!! certo la natura che ci ospita è parte divina, per questo ristora…ma L’aver scelto il distacco….ci ha reso quel che siamo! Ripeto…quanto immenso sia il “Corpus Hermeticum”!!! Noi forse l’unico disordine..in quell’ordine cosmico???

  143. Giuseppe, sei un fiume in piena, non ti fermeresti mai. Però quando sei al cospetto di un fiore, devi essere più sensibile. Amalia è l’ essere più sensibile che circola sul blog. La sua istanza interiore è la verità. Nella sua “fragilità” è una donna coraggiosa. Non paventa ciò che, a volte, la insidia e le toglie la parte più alta e più luminosa sè. Amalia carissima, non è l’ io che va superato ma l’ ego. L’ io è la forza cosmica che dà equlibrio all’ uomo. L’ ego indebolisce e attacca con crisi, paure, disperazioni. Tuttavia per trovare l’ io il cammino è difficile e irto. L’ uomo prima è dominato dalla tempesta e poi sorge la quiete. Chi non sa sopportare il dolore, ossia l’ esperienza sotto qualsiasi forma di nodo, non se ne libera mai. Ciò che leggerai, è’ un appunto, su un mio diario, di quando ero giovane. Non ho scritto il nome dell’ autore “L’umano può essere superato, l’ego conosciuto e delimitato, la volontà ritrovata: tutta l’impresa dell’esistere, il dolore quotidiano, o la gioia di essere, hanno un tale senso. Il segreto è acquisirne e alimentarne la consapevolezza: senza la quale, la vita tra nascita e morte è soltanto un oscuro esistere, un soffrire il male o il bene, senza significato. Occorre una conoscenza che non inganni e che possa mostrare la sua verità, proprio quando si giunge all’esaurimento delle giustificazioni umane, etico-religiose, psicologiche: -NESSUNA DOTTRINA CHE SIA PRODUZIONE DELL’ EGO, CHE VENGA DA VANITA’ ESPOSITIVA PUO’ GUARIRE L’ UOMO. L’ insegnamento e i messaggi della Madre di Dio garantiscono questa possibilità di guarigione, e di superare i limiti postigli dalla natura egoica-corporea. Un saluto, luigi.

  144. Giuseppe, il tuo scritto di sopra mi è tanto piaciuto ! Dici:
    “La mancata presa di coscienza, porta alla ricerca egoista, al demoniaco” Sposono l’ illusione e si sentono dei Dii. Nel loro intimo forse capiscono che hanno fallito. ” Raffaele è il principe in assoluto del blog. Venera Gabriele ! Ho letto dei suoi scritti parla con lo stile gabriellano. “Si vorrebbe impossessare della cosmicità del caro Dottore. Però, non è un possesso egoistico, ma affettivo,” Amalia è la signora in assoluto della rtete gabrielliana: entra con stile e classe. Non si spinge, è vera e sana. Avversa la menzogna ! Non la conosco, però deve essere sobria e non mi senbra vanitosa. Questa ragazza la sento veramente grande. Complimenti Amalaia ! Sono sincero ! Specialmente con te.Tu invece rappresenti l’ anima positiva e negativa di tutti. Sei come il medico della mutua : generico senza specilizzazione. Nella tua disciplina e formazione interiore, un pò tutti si identificano. Ciao, Giuseppone.

  145. Carissimo Giuseppe,
    scusandomi per queste mia domande, hai mai pensato che per quell’aspetto del reale conoscitivo nell’infinito tempo, come TUTTI siamo stati anche donne? Dall’essere primigenio androgeno, per quel progetto di nuova GENESI COSCMICA, per quell’aspetto DUALE di ogni forma; (almeno su questo tridimensionale universo) l’anima fu scissa, fu divisa in maschio e femmina. Da quella scala siamo ridiscesi e per quella scala possiamo ritornare alla fonte, non c’è altra alternativa, la castità non porta a niente, così come la lussuria non fa altro che sfaldare i corpi astrali necessari a costruire i CORPI SOLARI… Hai mai sentito parlare di MUTANTI? O pensi proprio che nell’infinito universo siamo i soli esseri senzienti? Sai ti parlo di queste cose perché per mio destino a 14 anni ho avuto una esperienza di sdoppiamento o di volo cosciente nei mondi superfisici e devi credermi, in quei 10 minuti nel continuo spazio/tempo ho rivisto tantissime cose del mio passato ed anche del mio futuro, come ho visto anche nascere e morire universi.. Avevo rilegato queste cose nell’oblio della mente celando ed annullando a mia stessa MEMORIA, ma poi come un celato nascosto seme sono riapparsi dopo che il mio cuore è stato destato dal profondo buio dell’anima …..

  146. il medico della mutua, senza stipendio..aaahaaaahaaaa!! 😉 !!! vedi secondo me gli argomenti che si trattano non hanno un medico assoluto, non lo crea certo…l’aver letto più o meno libri? Non Amo parlare tanto attraverso citazioni, perchè lo ripeto, ognuno siamo ricerca nella ricerca, inclusi nella domanda! certo ho letto anche io e pure abbastanza, ma ogni cosa mi apparteneva già da prima! quando ero poco più che ragazzino discutevo con mio fratello sostenendo alcuni credi miei, ai quali mio Fratello che era, ed è più grandicello, mi rispondeva sempre,…con delle affermazioni tipo, questo lo diceva Platone, questo lo diceva quest’altro, sapendo benissimo che io non avevo mai letto nulla di tutto quello che riguardava Platone!! da li allora è nata la curiosità la voglia di vedere cosa diceva sto Platone, cosi come altri!!! Questo per dire che,…Bé hai capito!! nella pag, sull’inconscio, io rivolgo una domanda, racconto una mia esperienza…personale!! secondo me attinente all’argomento d’apertura della stessa!!! Io comprendo il tuo messaggio, ma credo al di la di ciò che si pensa che tutti, siamo petali, ma se si è scelto allora…! cioè in poche parole, io non ho risposto ad Amalia, l’ho fatto in seguito, non credo d’essere stato duro dato che spesso dico che non bisogna forzare la mano, che bisogna…lasciare andare tutto…spesso mettersi…solo all’ascolto della natura che è vera maestra,…senza tanto ragionare! la sensibilità? cioè da quel che ho letto Amalia ha un suo bagaglio di letture che non sarà certo il mio dire, a far tremare la sua sensibilità!? sono d’accordo, che sia un fiore, fragile….come ognuno di noi!!! Luigi ripeto capisco cosa intendi, il tuo monito, ma ripeto se mi sono lasciato andare ad un racconto è a una risposta…apparentemente senza filtri dopo aver letto, tanto delle risposte, degli scritti di Amalia, ripeto delle letture..da lei consumate!!! Luigi, prendi la mia risposta…come un dialogo :D…!!! cioe questo è un Blog, dove si parla di psiche, ed io ho riportato una esperienza che sembra alla fine non essere solo mia!!! ripeto le ho rilette, credo che non ci sia scritto nulla da turbare la pur fragilità D’Amalia, sono cose che Amalia conosce bene, non certo dai miei scritti!!! se però questo te lo dico senza polemica, è una mia riflessione, partecipare a questo blog, significa solo parlare in modo quasi d’alone mitologico, di ciò che diceva tizio o caio, senza aggiungere del nostro…le proprie esperienze di Psiche, allora non fa per me!!! Non credo…sia cosi, altrimenti il Prof. non avrebbe pubblicato,…nella libertà, sicuramente vigilando il tutto!!! se domani, io ho un attacco di qualsiasi genere, non lo attribuirei certamente…alle letture!!! Capito cosa intendo Luigi? non c’è un conoscere superiore, ne un conoscere superiore, nel senso di SAPIENZA!!! vedi non credo in una sola lingua che parli di Dio,…o dell’Energia che tutto ha Creato!!! in ogni disciplina vi è quella voce di Dio da saperne cogliere!! ma sopratutto dentro noi stessi!!!

  147. Comunque tu mi fai pure troppo definendomi Medico della Mutua,…magari fosse tale il mio sapere? cala, cala, 😀 😉 ….certo non vedo Luminari-specializzati!!! vedo persone che discutono contribuiscono! Jung, si dovette dare un nuovo linguaggio per dare quel senso che lui voleva!?!….lo studio della Psiche ha dei grandi “illuminati”, credo pienamente che “Jung” lo fosse ma la difficoltà più grande è concedere la propria luce ad altri!!! questo ancora è impossibile!!! io ho letto il primo libro di “Jung” ad appena 16 anni, da subito ho sentito in questo Uomo, qualcosa di grande! non mi ha dato la sua Luce, ognuno dobbiamo trovarla nel nostro personale!!! tu dici in un post che Jung è morto da Pazzo! Bé la stesa cosa dicevano di Cristo, con le dovutissime “GRANDISSIME DISTINZIONI”, l’esempio non è voler paragonare le due figure, ma dire che Jung, come i più Grandi d’ogni tempo è stato definito tale!!! neanche Gesù, illumino tutti!!! Questo non riduce la sua Radiosità DIVINA!!!

  148. si, il racconto che ne fa Socrate,ed altre fonti!… ma credo che la scissione vera sia quella direttamente dal Divino! certo comprendo che la scissione la simbologia che tutto attraverso, tenta di far comprendere! IO credo fermamente che la nostra Scissione dolorosa,…ripeto sia strettamente legata a quella con DIO!!! il figlio non accetta più d’essere del padre, s’innamora, si perde, vuole la sua totale libertà, perchè in esso vive il dio Unico è solo, che vuole essere libero da ogni cosa, appartenenza! fino a quando non si riconoscerà nella figura del Padre che è figlio/gli…nel ciclo risolutivo della diciamo, trinità! Noi siamo parte di questa trinità! Oppure possiamo sceglier di restare nell’ira della ribellione…eternamente innamorati della terra, rimanendo nell’umido!!! ma anche su questo ci sarebbe da discutere, in quanto, il Dio…permetterà mai che parti di se stesso, quindi in un certo senso…”se stesso” Rimanga in quell’umido??? allora ci sarebbe da interrogare l’ascolto nuovamente??? ciao Raffaele…sei una persona veramente Colta!!! 😉 …!!! Ripeto, una cosa è certa: tutto ha inizio in DIO!!! noi le particelle in guerra diciamo la psiche di Dio?!? chissà….???

  149. vedi caro Raffaele, io non credo, d’esser noi gli unici esseri nel cosmo, dato che il cosmo è vita, almeno per come io credo!!! io credo nel tuo racconto, ti aggiungo che io ho avuto una esperienza strana, che non racconto per diversi motivi!!! ma ti assicuro che non è stata bella, che tutto quello che ho diciamo visto,…in quella situazione dimensione, sta accadendo!!! sai perchè non racconto il resto uno perchè giustamente forse come dice Luigi, non è il luogo totalmente adatto! Dico questo non per mancanza di stima o di fiducia e capacità di comprensione da parte vostra anzi??? ma,..c’è un ma…che Luigi, mi ha fatto pensare!!! dico solo questo che una cosa che non accetto conoscendo me, in qualche tentativo che ho fatto…nel passato di racconto, è quella di sentirmi dire, ma tu inconsciamente…stai inducendo la tua vita alla realizzazione, di quella diciamo visione!!! quindi Raffaele, rispetto il tuo vissuto,leggendoti con interesse!!! Notte!!!

  150. Zanna Gialla,a costo di deludere le tue aspettative su di me,io,come ho scritto anche in altri post,io ho un po’ di difficoltà ad orientarmi con la terminologia. Solo fino a pochi giorni fa credevo che io e ego fossero sinonimi..Ma credo in quel che tu scrivi. Lo credo perchè da come lo descrivi,ho potuto individuare perfettamente l’ego in me..e non molla la presa facilmente..anzi,da quando ho iniziato a meditare,pare ci provi un gusto sadico ad interrompere con un flusso di paure..

  151. Raffaele,accetto la prima parte,quella sull’androginia..ma non ho capito quella sui Mutanti..stai parlando di esseri che vivono sul piano astrale ?

  152. Raffaele, calmati e non contrastare con il tuo raffinato e lussuoso sapere, il mio amico Giuseppe Maiorana.
    Giuseppe su questo blog rappresenta, la festa, la gioia e il benessere.

    Raffaele, ho letto il tuo scritto, la prima lettura è una linea conoscitiva e meno insidiosa.

    La seconda lettura è una linea cosmica e difficilissima da interpretare e capire. Almeno per me !

    Quando dici che a 14 anni hai avuto un’ esperienza di sdoppiamento o di volo cosciente… che hai visto tante cose passato e futuro, come nascere e morire universi.

    Volevo sapere, se gli abitanti di questi universi erano produttori di vino e se hai visto Giuseppe discutere di poesie con questi esseri ?

    Non voglio scherzare ! Però mi devi spiegare, come puoi essere cosciente se ti sdoppi. Due persone abitano in te. Uno va a spasso per l’ universo e vede l’ infinito, la creazione e il futuro. L’ altro dove l’ hai mandato a fare la spesa ? .

    Dici: “… in quei 10 minuti nel continuo spazio/tempo ho rivisto tantissime cose del mio passato ed anche del mio futuro, come ho visto nascere e morire universi.”

    Qui non capisco ! Dici che hai visto del tuo passato e del tuo futuro e anche degli universi morti.. Cosa hanno visto i tuoi occhi?

    Mi devi erudire, sennò non hai visto nulla !

  153. Giuseppe, vattene a dormire sennò Raffaele ti farà diventare stitico. E poi dovrai prendere i lassativi. Sai, io non li prendo più. Sono 40 che mi curo con la medicina omeopatica, cinese e ayurvedica. Raffaele l’ ha potuto fare quel viaggio, a 14 anni, nello spazio a vedere gli universi che morivano, perchè quello che era andato nello spazio era stitico. Quello che era rimasto a terra, invece l’ ha mandato (a c… ,) al bagno, però non c’ era la luce ed è caduto. Si è fatto male alla testa e l’ hanno operato d’ urgenza. Nel frattempo è ritornato quello dello spazio, gli ha messo un prese.r.pe in testa e l’ ha guarito. Giuseppe, a questo lo dobbiamo invitare in Calabria. E’ un film a luci rosse. Vorrei sapere se suona qualche strumento. Raffaele si scherza ! Se però non ti piacciono, non mi permetterò più. Parola di 007.

  154. L’unione dei due opposti,…che poi, opposti non sono, è la ricongiunzione….non solo uomo donna, ma d’ogni cosa…ovvero il riassestamento dell’Universo che è Dio!!! non credo al femminile, almeno che non si parli per simboli, credo in qualcosa che con l’umana intelligenza a che vedere, con l’umana vita a che vedere, ma che In se è ALTRO!!! quell’altro che giungerà a noi…completamente come luce, simbolicamente parlando quando non saremo più la condizione che siamo!!! Ossia umani!!! quando tutto ci sarà chiaro anche tante forme di ciò che abbiam creduto forme di conoscenze di sapienze, secondo me appariranno come nulle, come delle sacche piene di tempo, di magie illusorie…dettate dalla nostra condizione,..fatta di milioni d’anni, o forse ancora di più, per quello che si conosce come vita umana!?!

  155. Weeeeeeeeeeeeeee carissimo Luigi, non pensare che io sebbene sia di un altro universo non vivo in questo mondo…… Non ti preoccupare per lo sgerzo, io sono anche un burlone, un buontempone più di quando si possa immaginare….. Sul volo cosciente oggi la scienza la chiama OOBE (su questo argomento basta impostare sul motore di ricerca questa parolina per avere circa 502.000 risultati..) le stesse considerazioni riportati a caratteri macroscopici anche e soprattutto da tanti sciamani, filosofi, mistici e gnostici oltre da tantissimi comuni mortali di ogni tempo. Sullo strumento, come qualche volta ho accennato, essendo la mia natura assai ribelle, da ragazzo oscillavo fra la brutale forza manifesta e le dolci melodie, suonavo il pianoforte e anche l’organo in chiesa (anche se la mia ispirazione originaria era per il violino). Poi come ho già espresso, ho rilegato tutto nella memoria dimenticando anche la scala musicale。Quanto all’invito in Calabria, visto che nel mese di agosto mi trasferisco nella mia casa nel mare di Roccalumera (Messina) sarei felice di condividere un scambievole benevolo sentito sorriso, magari seduti su un tavolo a gustare un buon vino, una pizza oppure una bella granita Siciliana..

  156. Majo,io non mi sono affatto offesa,anche perchè non hai scritto nulla di particolarmente originale,è dai tempi di Platone che si parla di androginia all’interno della psiche..Il tuo stile di scrittura ad alcuno può piacere ,ad altri no..ma comunque è il tuo,e non va giudicato.Ho imparato a concentrare la mia attenzione sulle idee,piuttosto che al modo con cui vengono Impacchettate.Una cosa però la vorrei spiegare: credo che si scambi il mio entusiasmo per fragilità.Le porcellane vanno in pezzi,ed io in pezzi non ci sono mai andata,Majo..E,credimi,quando qualcuno scrive qualcosa che non mi piace,lo dico senza alcuna remora,nella vita come nel blog.

  157. Infatti, non credo di aver scoperto, l’America, il discorso era rivolto al fatto di essere stato diretto, Luigi…me lo faceva notare,…non per cattiveria, ma credendo che forse, in “parte è pure giusto”, certo non è il tuo caso, dall’altra parte ci possa essere qualcuno un attimino più fragile…e quindi essendo diretti può turbare! credo che sia questo che volesse dire Luigi! Ripeto, io al di la delle poesie, scrivo sul blog perchè è l’unico modo per discutere, ma amo molto di più il discutere! quindi è come se la mente volasse più veloce, senza pensare allo scrivere, che mi annoia! certo mi si dirà meno male che t’annoia, e rimani tutto questo tempo a scrivere!? Bé…i discorsi gli argomenti m’interessano…più d’ogni altra cosa,…diciamo che sono la mia vita!! cosi come lo era lo scribacchiare Poesie, suonare la tromba! Ma la conoscenza, quella specialmente dell’ascoltare se stessi il mondo circostante, in particolar modo….sono lamia Vita!!! Pur capendo l’intento di Luigi non ci trovo niente di dilaniante, in quel che ho scritto!!!

  158. Caro Luigi non ti preoccupare, certo…non mi mette paura ne difficoltà, il discorso, post di Raffaele!!! Io Rispetto quel che dice di aver vissuto,…aggiungendo quanto già riportato sopra! anche io ho avuto una esperienza non di volo sullo spazio ma d’altro tipo,…che non racconto, quindi non mi spaventa ne mi sembra nulla strano! Quello che io ho viso riguardava solo me, posso solo dire che tutto…per il momento sta andando secondo copione!!! Non aggiungo altro! Luigi il mio non usare citazioni, nominare di continuo libri stampati, non fa di me uno sprovveduto, non sono un Sapiente ma neanche uno sprovveduto che vive nel marzapane! Dico questo, lo so che tu non pensi questo di me!!! Vedi nella mia vita ho avuto sin da bambino grosse possibilità, ma ho sempre scelto la gente semplice, la semplicità è comprensibile a tutti, poi ripeto, non vi è nulla per cui valga la pena, non essere semplici!!! Per me non vi sono sin da piccolo differenze, ciò che ho compreso in tenera età, mi ha portato ha vivere con tutti, facendo della semplicità, una lotta contro le stupide distinzioni, le classificazioni…etc..!!! Credimi mi è costato molto anche dal punto di vista di quello che sarei potuto essere Professionalmente, le possibilità che mi sono giocato! ma il mio essere, non poteva accettare che Questi Dotti, che magari oggi sono, giudici, avvocati, ingegneri, o altro vivessero, nel loro mondo di casta, trattando il tutto come una fosse una scala!! allora che tu mi creda o no a 8 anni ho scelto, la mia lotta!!! quindi figurati!!! ciao Luigione non Preoccuparti 😀 😉 🙂

  159. Ognuno è libero di credere alla verità che più gli si ad-dice!!! quando metteremo a tacere il caos di Psiche allora quella sarà la via giusta, per chi la trova!?, Carissimo Luigi, fino ad allora saranno tutte vie percorsi, più o meno validi, ma solo percorsi, non assolutismi!!! poi io non sono qui per competere come ti ho scritto sopra altra è la mia natura! se dovessi accorgermi che il discutere prenderebbe questa via che ho sempre ripudiato, allora non per mancanza di capacità, ma per rifiuto, in quanto credo che la competizione offuschi la mente, tracciando con risposte d’altri la discussione, creando solo la voglia di vincere!!! siccome per me nella conoscenza non vi è ne vinti ne vincitori, lascio ad altri questo modo di fare!! Capisci Don Gino!!! ciao “Vurpi”, l’inconscio è più grande d’ogni libro esistente sulla terra!!! Giggi.. capisci a me!! un abbraccio!!! adesso un po di sano Jazz, con la stupenda tromba del poeta Chet Baker nella sana compagnia del favoloso Pieranunzi al Piano…! un duo favoloso!!! 😉

  160. Giuseppe, dove sei andato a finire ? Il blog senza di te piange e rimane senza vitamine. Non ho capito lo scritto che ti ha inviato Amalia. Me lo traduci per favore ? A quale tuo dialogo uragano si ferisce Amalia ?

    Se una persona, cara Amalia , passa il tuo entusiasmo per fragilità, costui è da visita psichiatrica. Prafrasando, è come dire, un buono viene bollato per fesso.

    La fragilità, non vuole rimanere tale, ma cerca l’ esperienza che la trasformi in potenza. Il vocabolario dell’ uomo è il cuore.

    La persona che soffre, non è malata, ma cerca la propria libertà dal dolore. IL DOLORE E’ LA PIU’ ALTA E DIFFICILE PROVA PER L’ ANIMO UMANO. ESSO DALLA SUA OSCURITA’ CERCA LA LUCE.

    Più si è sensibili e più l’ ego ci attacca. I termini non vanno dialettizzati, ma vanno sperimentare. Una cosa è parlare dell’ amore, una cosa è avere l’ esperienza dell’ amore.

    SEI UNA DONNA TRAVOLGENTE E CONDANNATA A VINCERE. QUALUNQUE SIA IL MOMENTO DELLA TUA VITA.

    NEL BUIO DELLA NOTTE RISORGI COME IL SOLE DI MEZZA NOTTE.

  161. il sapere, lussuoso, in quanto fatica..che costa allora l’accetto! se lussuoso vuol dire cattedra, credo che non sia il caso di Raffaele, almeno lo spero?, allora è una scuola che non fa per me, … il sapere, è nascosto agli “Scribi e ai Farisei”??!! Non era cosi che diceva il Grande Gesù. perdonate se lo chiamo per come lo conosciuto nella lingua nostra!!! Prof. cosa pensa di : i sapienti e i profeti delle età più diverse sono venuti a conclusioni identiche nella sostanza, seppure dissimili nella forma, sulle verità fondamentali e finali, seguendo tutti lo stesso sistema dell’iniziazione interiore e della meditazione »

    (Edouard Schuré)

  162. lo, al posto di “L’ho conosciuto” richiede una correzione??? 😉 😀 🙂 ….!!!

  163. ancora una correzione “dovesse prendere”, non prenderebe,…mi stanno crescendo sempre più le orecchie,…altro che Pinocchio!!! ih.oooh..ih.oooh!!! 😉

  164. Luigione un buon tosatore d’orecchi..lo conosci…??? povero me sto per sfondare il soffitto…, sarò pure chiamato ai danni??? ma essendo nulla tenente non pagu!!! iiiihiiiiihiiiihiii….. ci vorrebbe la faccina da dia-volicchio?!? come si inserisce?

  165. Caro Zanna-Gialla, si riconoscono in base alle reazioni degli altri. E’ in loro che intuisci se sei con l’angelo o il demonio. Quanto alle mie opere, purtroppo, si trovano raramente. Ti auguro un ottimo viaggio fra te, il mare ed il silenzio che ricerchi e ti attende.

  166. Majo! non solo hai quel mare stupendo ma ora pure Chet Baker.. 😎 ..sei oltre !

  167. Raffaele,per una pura coincidenza ho appena letto questa frase in un libro sui Chakra di una mia amica:
    ” La cosiddetta cronaca Akasha è la memoria dell’universo,ed è paragonabile ad una banca dati,in essa vi è immagazzinata la somma di tutti gli eventi del passato,del presente e del futuro…per leggere gli annali dell’Akasha è necessaria un’autorizzazione degli esseri spirituali che li custodiscono,i quali devono rendersi conto della purezza delle intenzioni dei viaggiatori e delle loro capacità di assimilazione”

  168. MAAAAAAAAALI’!!!
    ti ho salutato in un altro post (appunt)…
    un abbraccione cione cione!!

    A proposito di Akash ma tu dove hai letto questa cosa?
    Sai perchè?
    Faccio finta che lo dico solo a te.
    –..Io ho visto cose che voi umani..-…e lo so eccallàllà..che mi ripeto..però sai un posto così l’ho visto …c’era “il mio vero nome” scritto davanti e poi …tanti libri..non scendo in descrizioni però del mio “vero nome” mi ricordo una lettera che poi per ritrovarla mi ci è voluto un sacco però comunque stranamente me la ricordo sempre in tridimensione “viva” ed è difficile per me essere sicura che sia quella che poi ho trovato in una lingua antica, nel suo “corsivo”.
    Penso che anche tu ci sia stata solo non te lo ricordi.
    Noi tutti abbiamo un “vero nome” che dobbiamo ricercare.

    ecco il pezzo di blade runner mitico dove c’è “ho visto cose che voi umani ecc. ecc.” Almeno con questo sembrerà faccia più fresco ed io mi piglio un pò in giro…..Baci freschi !!

  169. un pò di fresco anche dalla fisica quantistica…

    e sopratutto masaru emoto ..se avete pazienza..

  170. un pò di fresco anche dalla fisica quantistica…

    e sopratutto masaru emoto ..se avete pazienza..

  171. doppio con ghiaccio…

  172. Giuseppe, sei un leader ! Ho visto in un tuo post, il nome di Edoardo schurè. Se conosci Schurè conosci tutto.

    Sai, ho messo su google il tuo nome ed è apparsa la storia, di un funzionario del ministero dell’ interno ? Mica sei tu ?

    Pinuzzu, mi chiedo, se tu fossi nata donna, nella vita, che (c… ) cosa avresti fatto ? Mi viene da ridere ! Mi piacerebbe che tu mi dessi una risposta. Devi essere sincero . La libertà di pensiero è l’ anima di questo blog.

    Il mese di agosto, quando scenderò in Calabria ci dobbiamo incontrare. Ci sarà anche l’ uomo dello spazio. Se non c’ è Raffaele, la partita perde di valore.

    Pinù, non puoi invitare qualche distinta signora? La compagnia è anche appetitosa, quando si ingrossa. Un abbraccio, 007.

    .

  173. Caro Giuseppe, ho preso il tuo post e l’ ho messo qui sotto. Condivido tutto. Il caos interiore, uccide l’ anima e l’ uomo. Se riuscissimo a sentire la menzogna nel caos, invece della realtà, avremmo risolto il nostro pensiero e destino. AVREMMO CONQUISTATO LA SOFFERTA E IRRAGIUNGIBILE PACE. Intelligente Giuseppone, l’ attacco interiore ci devasta la nostra esistenza umana. L’ arte è non crollare davanti a chi ci cancella la nostra storia e il nostro respiro..

    Questa è la via giusta come saggiamente dici. Se fossi una donna ti manderei un bacio. Chi compete e si sente superore, è destinato a slittare nel subumano.

    Don Giuseppe, il segreto è risalie. I maghi e i falsi profeti sono i traditori dell’ uomo, che ha perso la strada del Paracleto e ne approfittano per rovinarlo.

    Ecco il tuo post :

    Ognuno è libero di credere alla verità che più gli si ad-dice!!! quando metteremo a tacere il caos di Psiche allora quella sarà la via giusta, per chi la trova!?, Carissimo Luigi, fino ad allora saranno tutte vie percorsi, più o meno validi, ma solo percorsi, non assolutismi!!! poi io non sono qui per competere come ti ho scritto sopra altra è la mia natura! se dovessi accorgermi che il discutere prenderebbe questa via che ho sempre ripudiato, allora non per mancanza di capacità, ma per rifiuto, in quanto credo che la competizione offuschi la mente, tracciando con risposte d’altri la discussione, creando solo la voglia di vincere!!! siccome per me nella conoscenza non vi è ne vinti ne vincitori, lascio ad altri questo modo di fare!! Capisci Don Gino!!! ciao “Vurpi”, l’inconscio è più grande d’ogni libro esistente sulla terra!!! Giggi.. capisci a me!! un abbraccio!!! adesso un po di sano Jazz, con la stupenda tromba del poeta Chet Baker nella sana compagnia del favoloso Pieranunzi al Piano…! un duo favoloso

  174. LA Venere!!! sono della Bilancia!!!…. 😉

  175. un Leader?…no non sono io!!! ma tra i miei antenati vi è di meglio, la parentela con un filosofo della fisica,!! ritrovata da una ricerca fatta sull’origine del mio cognome, si giunge fino alla parentela con questo Ettore Maiorana! ma nulla ci lega come intelligenza purtroppo??? non sono io quel funzionario…peccato, rimarrò un Leader senza portafoglio…eeeheeeheeeheee… 😀 😉 !!

  176. Sto Chet Baker era un famoso jaezzista americano ? L’ altro, il pianista, è vivo ? Giuseppe anch’ io da giovane avevo incominciato a studiare pianoforte. Forse riprenderò ! A casa ho il pianoforte digitale con i tasti pesati. E’, come se fosse un pianoforte acustico. Quest’ inverno ho suonato qualcosa. Quando prenderò confidenza, faremo, anche noi un duo. I musicisti Jazz sono i veri artisti. Hanno nel sangue la musica. Sono gli scienziati del suono. Certo ! Inventano e interpretano al momento la musica. Guagliù, mi sbaglio ? Raffaele è un Dio ! Ha detto che da ragazzo suonava l’ organo in chiesa. Il pianoforte a casa. Però la sua passione sarebbe stata il violino. Adesso, non si ricorda nemmeno la scala. Così ha scritto. Ricominciare non è difficile. Basta non prendere l’ ascensore. Giuseppone buona notte

  177. MaaaaP…non ci credo?! Sei tornata!!
    ah,il cuore ha saltato come una cavalletta quando ho visto il tuo nome..evvai..Map..che bellezza!!
    aH,il libro non è mio ma lo sta leggendo una mia amica comunque si chiama Tarocchi e Chakra,credo che vendessero anche un mazzo di Tarocchi accluso al libro..ma questa storia del vero nome..mi ricorda qualcosa che ho letto…forse ne parlavano gli antichi egizi? O erano i pellerossa… 🙂 tengo ‘na certa età,Map,ed incomincio a confondere le razze..i popoli..che bel minestrone!!

  178. Buon Giorno Carissimo Prof. Gabriele,
    Buon Giorno Carissimi Radiosi Grabrelliani,

    Caro Luigi, Caro Giuseppe, le luci rosse le lascio agli altri io ho LA MIA DOLCE VENERE, se parlo di sesso, parlo di antica scienza tantrica Atlantidea. Anche se le mie vere origini non sono di questo mondo, tantissime volte sono ridisceso in umili sembianze, ma sempre ho riacceso la mia innata luce cosmica interiore che è stata foggiata nelle radiose stelle. In questa mia vita sono solo un onorato figlio della terra, un contadino che ha fatto tanti mestieri nella vita, sono solo un tecnico informatico e soprattutto sono un GENITORE CHE AMA IL PRIOSSIMO. Credetemi non me ne frega niente, ma proprio niente delle cattedre né della gloria o della nasca all’aria. AMO IL SINCERO CUORE E LA RADIOSA LUCE DELL’ANIMA DI TANTI ESSERI SUPERIORI, così come amo la luce quando contemplo IL SOLE e anche se in un frammento anche IL SOLE DI MEZZANOTTE (la luce astrale che può essere vista attraverso quella vista eterica quando il chakra del cuore è in risonanza armonica con la pineale).

    Carissimo Luigi quell’indefinibile esperienza mi ha creato uno shock psicologico indefinibile, che come dire ha in parte (parcheggiato nell’oblio la mia memoria, (quasi cancellata), ma era anche necessario per il mio destino che attraverso le mie vicissitudini di vita mi avrebbe come per mano condotto a capire certe cose….. (hai detto di aver già letto le 1300 pagine dei miei allegati? strano che il sistema mi abbia dato notifica d’invio in errore?)

    Edouard Schuré COME NON SI PUO’ AMARE GLI AMICI DEL CUORE DI UN TEMPO APPENA PASSATO…

    Carissima Amalia nella sintesi è proprio così, perché quelle porte spazio/temporali infra dimensionali possono essere aperte solo ai puri di cuore e da dentro il cuore…..

    Qualcosa sulla Memoria Akasha l’ho accennato qualcosa parlando della RETE DI INDRA e di Edgar Cayce:
    http://gabrielelaporta.com/2010/07/04/5638/#comments

    Copiandolo riporto una breve significativa sintesi.

    “Akasha”, che in sanscrito significa etere o spazio, è il primo dei cinque elementi base dell’intero universo, il vuoto che permette agli altri di esistere e di manifestarsi.

    Akasha è l’onnipresente esistenza che pervade tutto. L’akasha diviene il sole, la terra, la luna, le stelle, l’aria, i liquidi ed i solidi; forma il corpo umano e degli animali, le piante, ogni forma che vediamo, tutto ciò che cade sotto i nostri sensi, tutto ciò che esiste. L’akasha non può essere percepito perché va al di là d’ogni ordinaria percezione; si può vedere e toccare soltanto quando si condensa e prende una forma.

    Grandi sensitivi e veggenti come Edgar Cayce, Jung, Madame Blavatsky, Alice Bailey, Gustavo Rol e Rudolf Steiner, per menzionare solo alcuni nomi, e per non parlare dei GRANDI INIZIATI DI OGNI TEMPO (CHE SONO RITORNATI ANCHE IN QUESTO PARTICOLARE TEMPO, così come anche se non ha memoria il nostro grandioso PROFOSSERE GABRIELE E’ UN PORTALE E’ UNA PORTA DIMENSIONALE DEL SUO STESSO IMMORTALE GRANDIOSOCUORE) che hanno saputo accedere alle memorie animiche dell’Essere Umano, ed alla memoria dell’Anima Planetaria, apportando informazione attraverso i loro libri e scritti.

    Cayce, per oltre quarant’anni della sua vita, ha avuto accesso alle informazioni contenute in quelle che vengono chiamate cronache dell’Akasha, o Resoconti Akashici, cioè quella dimensione in cui è contenuta la memoria di ogni avvenimento verificatosi, di ogni pensiero e desiderio che ha attraversato la mente o il cuore di ogni individuo vissuto sulla Terra. Rudolf Steiner (1861-1925), filosofo, pedagogista e fondatore della Società Antroposofica, nato in Austria, possedeva la capacità di ricevere informazioni da oltre il mondo materiale: un “mondo spirituale” che per lui era tanto reale quanto per gli altri lo era il mondo fisico. Steiner affermava che la capacità di percepire quest’altro mondo poteva essere sviluppata, rendendo un individuo capace di scorgere eventi e informazioni in tutto e per tutto concreti come quelli presenti.

    “…L’uomo è in grado di penetrare alle origini eterne delle cose che svaniscono con il tempo. In questo modo, egli amplia la sua facoltà cognitiva se, per quel che riguarda la conoscenza del passato, non si limita alle evidenze esteriori. Può inoltre vedere negli eventi non percepibili ai sensi, quella parte che il tempo non è in grado di distruggere. Passa dalla storia transitoria a quella non-transitoria. È un fatto che questa storia sia scritta in caratteri diversi rispetto a quell’ordinaria. Nella gnosi e nella teosofia viene chiamata la “Cronaca Akashica”…

    Madame Blavatsky diceva: “L’Akasha, Luce Astrale, può definirsi come l’Anima Universale, la Matrice dell’Universo, il Mysterium Magnum del quale tutto quanto esiste è nato per separazione o differenziazione. È la causa dell’esistenza; riempie tutto lo spazio infinito…è lo spazio”. Così come ogni COINCIDENZA SIGNIFICATIVA SONO LA MENTE, UNA MANIFESTAZIONE, UN RAGGIO DI QUELL’INFINITO ESSERE CHE DA QUI CON UN FRAMMENTO DI SAGGEZZA ANTICA CHIAMIAMO DIO.

    La parola Akasha si utilizza per nominare un piano di coscienza cosmica che funge da archivio, nel quale, come si è già detto, si registrano tutte le situazioni, pensieri, emozioni, parole, intenzioni ed azioni di un essere, dalla sua separazione del Fonte o Dio, fino al suo ritorno definitivo al punto d’origine; contiene quindi l’intera storia d’ogni anima, sin dall’alba della Creazione.

    Quest’archivio ci connette tutti, gli uni agli altri, e contiene ogni simbolo, archetipo o racconto mitologico che esiste, e perciò diviene la fonte maggiore di conoscenza e verità che l’essere umano possa consultare; chiamato anche “Libro della Vita”, come lo si conosce nella Bibbia, lascia la sua impronta indelebbile nella vita.

    <b<È inoltre uno spazio simbolico e parafisico, sito nell’etere, è una dimensione parallela sempre disponibile. Conoscendo episodi delle proprie vite precedenti, connesse in particolar modo con quell’attuale, è possibile comprendere quali sono le lezioni della vita che dobbiamo affrontare per risolvere antiche questioni, e quali potenziali capacità possediamo utili al nostro futuro.

    Al contrario di un semplice magazzino di memoria, quest’Archivio Akashico è interattivo, poiché esercita una grandissima influenza sulla nostra vita d’ogni giorno. Ispira i sogni e le invenzioni, provoca l’attrazione o la repulsione tra gli esseri umani, modella e forgia i livelli della consapevolezza umana. Quella che appunto IL GRANDE JUNG chiamava MEMORIA COLLETTIVA… (anche lui era un VIAGGIATORE STRALE che ci ha dato traccia nei suoi preziosi lavori)

    Cayce dichiarò nelle sue letture, che I Resoconti, non erano semplicemente una trascrizione del passato, ma includevano il presente ed il futuro. Relazionata a questa dichiarazione, la filosofia Karmica, il Piano Superiore (Monádico e Búdhico), ed il Tribunale Kármico, ci ricordano che una scintilla di luce (l’anima di ogni individuo) si stacca della grande Fonte Universale e discende al piano fisico con una missione specifica, sommata a quella di ripolarizzare gli aspetti negativi della personalità. Se tale missione non raggiunge il compimento in una sola vita, dovrà essere completata in un’altra.

    Tutti questi vai e vieni dalle diverse vite, rimangono registrati nei Registri, ma per una questione di autoconservazione, l’essere cancella la sua memoria, al momento d’incarnarsi, per non finire autodistruggendosi con ricordi di precedenti errori o traumi; ragione per la quale, il registro mantiene gelosamente l’informazione. Attraverso il Tribunale Kármico (formato dai Maestri Ascesi al Luce, (che curano il compimento delle leggi cosmiche per Amore) sono consigliate le nostre vite future; la loro missione è guidare, educare e trasformare l’individuo, per renderlo il migliore possibile.

    La conoscenza, del contenuto dei propri Registri, ci rende il controllo del nostro destino, per creare la vita che desideriamo.

    Entrando nei registri, attraverso il lettore o L’OSSERVATORE ATTENTO, si ottiene l’informazione che l’anima necessita per evolversi in accordo con il suo progetto, scelto prima d’incarnarsi.

    L’informazione su vite passate, può o non, essere importante, ma quello che generalmente è di valore, è la guida che si riceve per aiutarci ad elaborare e cambiare i patroni presenti in questa vita, così come la direzione possibile da prendere, dato che tante volte ci troviamo con una sensazione di essere persi nel camino della vita e ripetiamo una stessa situazione senza capirne la lezione, senza sapere con realtà qual è il vero significato. Paura dell’acqua, sogni di morti traumatiche, pensieri dolorosi che non identifichiamo come di questa vita o un odio per certe persone che non riusciamo a capire, sono alcuni esempi.

    Il momento in cui appare un’informazione di vite passate o intrauterina, serve per capire una fobia, una relazione o un comportamento presente, permettendo di arrivare al punto complesso della situazione in un livello, al quale nemmeno con una terapia psicologica saremo in grado di giungere.

    Il ritrovarsi faccia a faccia con i fatti, può mobilizzarci profondamente, aiutandoci a prendere risoluzioni importanti per la nostra vita. Questa sensazione di sblocco, data per un’intensa e profonda liberazione energetica, apporta allegria e gioia, permettendo di vedere la vita in un’altra prospettiva.

    Quando vediamo le situazioni in questo modo, possiamo scegliere se continuare cosi o mutare il negativo in positivo. Utilizzando il nostro libero arbitrio per crescere, si ha un effetto domino, nel momento in cui una vita tocca un’altra del gruppo d’anime che si son scelti per vivere ed imparare assieme, per tanto, si produce un’espansione della coscienza temporale e spaziale. Di conseguenza, essendo pienamente coscienti, aiutiamo non solo noi, ma anche l’umanità, costruendo un migliore futuro per i discendenti.

    È una tecnica che si può apprendere, dando la possibilità ad un essere umano, di CANALIZZARE umilmente informazioni essenziali per le persone, che permettano loro, trovare la strada, ricordare chi sono, chi sono stati e dove vanno.

    In quest’esperienza a differenza di una Regressione, non c’è bisogno di rivivere le diverse morte per imparare il significato di una vita. Esso arriva alla nostra conoscenza, attraverso LE NOSTRE GUIDE SPIRITUALI che in contatto diretto con i grandi Mestri del Karma, sanno tutto di noi e reggono amorosamente le nostre incarnazioni, prima e dopo aver vissuto sulla Terra.

    Non è una casualità, ma una causalità, il fatto che nella ricerca cosciente dell’evoluzione dell’anima, alcune persone, tra tutti i metodi che esistono, arrivarono a questo; era già scelto dalla nostra coscienza superiore, o da quella della nostra Guida, per poter ricevere un dono prezioso: la guarigione akashica e la cancellazione del karma, nel momento della lettura, ed anche nei seguenti giorni dopo la lettura.
    Questa tecnica è un metodo terapeutico molto speciale, non solo per la pace che il capire apporta, ma perché i messaggi di questi Esseri di Luce sono pieni d’amore, comprensione e compassione, privi dell’importanza di quello che abbiamo fatto di male in questa o in altre vite. Ci fa capire che la nostra anima non è mai da sola, che loro ci hanno accompagnato e ci accompagnano in ogni passo del nostro sentiero, per il bene o per il male, amandoci senza condizioni.

    Ogni anima, al separarsi della Fonte ed all’entrare nei diversi piani della materia, EMETTE UN SUONO, UNA TONALITA’ DI LUCE PROPRIA. Questo suono, ha risonanza con il nostro nome e cognome scelti in questa incarnazione, e riserva l’informazione animica individuale. Così come per AFFINITA’, ATTRAZIONE o REPULSIONE CI RAPPORTIAMO CON GLI FRATELLI DI VIAGGIO, raggiungerla, gli spiriti che reggono il Piano Akashico, ci forniscono di una chiave simbolica sotto forma di Preghiera Sacra. Ma è anche vero che al pari passo della crescita del cuore, cresce anche la conoscenza di particolari mandra o parole di potere (vedi le implicanze celati e tangibili sulla conoscenza della LEGGE DELL’HADO)

    Non tutti accedono allo stesso livello in questo piano, l’approfondimento, dipende della capacità del lettore, o meglio dell’OSSERVATORE ATTENTO e dell’attitudine di colui che chiede la consulenza, e da quello che l’Intelligenza Suprema considera che deve essere evocato in quel preciso momento per il maggior bene delle persone interessate. Ogni lettura è individuale e privata; s’inizia con la Preghiera Sacra menzionata, aprendo il canale per raggiungere la coscienza della Guida Spirituale, cosi, la persona può cominciare a fare le domande che ha in mente. Le risposte, arrivano ai Chakra Coronario e Cardiaco del lettore in diversi modi: visualmente (colori, parole, fatti), in modo auditivo, e attraverso i sentimenti e le sensazioni corporali, in accordo alla domanda fatta.

    L’informazione è tanto profonda, che a volte il lettore non capisce il senso della stessa; quando è cosi, deve comunicarla nello stesso modo in cui gli arriva, perché sicuramente quello che non ha senso per lui l’avrà per la persona che riceve la lettura.

    Prima di chiudere i registri, il Maestro da un messaggio finale, facendo un resoconto di quello che l’anima deve ricordare pienamente per ritornare al suo sentiero di pace ed amore. Per facilitare la liberazione energetica, si lavora posteriormente con i Punti di Grazia (che vengono riattivati man mano che la COSCIENZA SALE IN SUPERFICIE, dopo aver trasceso gli innati aspetti EGOICI, le LEGIONI, GLI INFEDELI (menzionati nei vangeli e nel corano e MAL INTERPRETATI ED ADATTATI PER QUEL VANO ILLUSORIO MALEVOLO POTERE TEMPORALE), ma anch’essi necessari come forma di protezione per il mantenimento della vita biologica. (solo attraverso l’auto osservazione, capendo la loro natura meccanicità possiamo fregarli è trasmutarli in forze creative)

    Carissima Amalia perché pensi che in un posto del caro prof. Gabriele ti ho benevolmente indicato di contemplare quelle mie strane parole.
    Le risposte sono già dentro il tuo cuore, lasciati trasportare dalla voce del silenzio interiore come una goccia d’acqua cristallina che si lascia fluttuare nel mare della vita..
    Quante note armoniche sono state celate nel cuore di ogni essere. Dolci Sublimi Vibrazioni che spesso ci rapportano con tanti sentimenti che nascono da quella magica arpa a 3 corde che assai celatamente suona dentro quel vibrante passionale guerriero libero amorevole CUORE che quanto è in armonia e in risonanza armonica brilla e irradia tanto AMORE..
    Carissima tutto è legato a quel risveglio della memoria che passa per le SENZASIONI per essere motivo di ATTENZIONE INTROSPETTIVA… Quante volte, prima di riscoprirmi il mio meraviglioso Angelo e Maestro, colui che è stato mio figlio ORAZIO, mi ha incitato a quella riflessione che mi avrebbe portato attraverso gli effetti a risalire alle cause che avevo percepito/manifestato durante la mia inconscia/inconsapevole infanzia…
    Solo più tardi si può capire perché molte cose rimangono SENZA TEMPO immortalate nel nostro cuore. Solo più tardi si può comprendere perché quel tanto ricercato TEMPO PASSATO non poteva essere contenuto, mantenuto, ma riportato, ritrasmesso attraverso semplici vibrazioni, semplici sensazioni, semplici emozioni, semplici melodiche armoniosi suoni che con vibranti parole richiamano alla mente tanti remoti celati sentimenti.
    NECESSARI GIOVANI ATAVICHE EMOZIONI CONSERVATE NEL CUORE, MATURATE MEDITAZIONI CONTEMPLAZIONI DA RIESUMARE DAL CUORE
    Anche noi, nei nostri giovani furori abbiamo vissuto inconsapevoli giovani emozioni, le stesse emozioni assai necessarie per ogni crescita interiore, che nella matura età diventano chiave di lettura del nostro passato come del nostro futuro per quell’antica sempre detta verità della PREISISTENZA DELL’ANIMA e DEI NUMEROSI MONDI nei MULTI UNIVERSI OLOGRAFICI DEL CREATO.
    Nei piani superiori non esiste il passato come non esiste il futuro, tutto viene percepito in un tempo continuativo.
    Non c’è limite agli infiniti piani di consapevolezza. Solo il divino intelletto (il Padre) di un libero ribelle guerriero amorevole cuore (la madre) può varcare i celati confini invalicabili che ci siamo imposti prima di ridiscendere in questo piano delle prove, del confronto, della riscoperta e della rinascita del vero essere superiore. Solo riscoprendo la propria celata divina essenza interiore ci si ricorda delle innumerevoli discese e ascese in tantissimi ruoli di ingloriosa/gloriosa vissuta vita. Solo attingendo a QUELLA INFANTILE INCONTAMINATA MEMORIA si riscopre il nostro piano di vita.
    GIOVANI EMOZIONI CONSERVATE NEL CUORE, MEDITATE MATURE RIFLESSIONI DA RIESUMARE DAL CUORE. Il segreto è nelle percezioni, nelle vibrazioni che attraverso il sentire celatamente intuitivamente ci parlano al cuore.

    E come diceva Aristotele nulla è nell’intelletto che prima non sia nei sensi.
    LO RIMARCO PERCHE’ QUESTA E’ UNA CHIAVE DI ACCESSO AI MONDI DELL’ANIMA
    Lo RIMARCO perché è giusto dare spazio ad ogni battito del prezioso cuore che vive ancora in quelle belle o cattive giovani emozioni, sono la chiave di accesso ai mondi dell’anima e dello spirito immortale che aspetta quel risveglio tanto atteso di vera consapevolezza.
    ***********************************************************************************
    L’essere immortale multidimensionale quando ritorna in questo piano del confronto per elevarsi sui propri errori passati o per aiutare i propri simili, spesso cade nell’oblio e dimentica ogni cosa della sua infinita atavica immortale memoria, ma nei primi anni della fanciullezza quando ancora le influenze e le induttanze non sono ancora state radicate ancora c’è traccia dei propri passati ricordi e delle finalità che ci si è imposti di perseguire in questa vita.
    **********************************************************************************
    Per questo ho sempre detto che E’ IMPORTANTE CAPIRE IL PROPRIO DESTINO PER SUPERARE OGNI OSTACLO CHE CI SIAMO IMPOSTI COME TRAMPOLINO DI LANCIO PER METE PIU’ ALTE.
    Come i tanti corpi che proteggono l’essere nel suo piano di manifestazione, anche l’anima diventa un guscio DI MEMORIA per l’ESSERE SPIRITUALE. L’anima è il CORPO DI DIO IN CUI SI MANIFESTANO TUTTE LE COSE DI QUELLA SUPERIORE COSCIENZA COSMICA CHE con un frammento di saggezza antica chiamiamo DIO. Basta rapportarsi con il cosmo, per capire quanto sia infinitesimo questo nostro mondo, che quasi sparisce nel confronto che ci porta a pensare NON E’ POSSIBILE CHE TUTTO QUESTO BEN DI DIO SIA STATO CREATO PER QUESTO PICCOLO GRANELLO DI SABBIA CHE CHIAMIAMO TERRA.
    CI SIAMO E CI HANNO FATTO SCORDARE CHE NELL’UNIVERSO MANIFESTO ESISTONO LE GERARCHIE SPIRITUALI CHE GOVERNANO OGNI PICCOLO/GRANDE CERCHIO DEL CREATO) Il Venerando Maestro Gesù aveva spiegato queste cose parlando delle numerose dimore nei reami dei regni del PADRE CELESTE, ma al solito il messaggio è stato travisato, reinterpretato per tantissimi futili egoici motivi.
    Anche Il grandioso Giordano Bruno fu bruciato vivo per aver parlato di tutte queste cose ad esseri che sebbene innalzati ai ranghi più alti della società e del clero assai primitivi erano sia nel cuore che nello spirito.
    Carissimi amici, ribadisco solo che sono anch’io umano con tanti difetti e anche pregi, e se spesso parlo in questo modo è solo per trasmettere quello che il mio cuore ha percepito, e se dico certe cose è solo perché so’ che il tempo per capire è poco, come capisco che questo mio dire possa generare anche allarmismi psicologici (ma ho sempre detto che se siamo in questo tempo è per scelta e di sicuro siamo anche EQUIPAGGIATI PER AFFRONTARE TUTTO CIO’ CHE IL FUTURO CI RISERVA)
    …..
    Al solito mio ho detto tante inarticolate cose, ed è giusto che mi scusi con il grandioso nostro MAESTRO, che mi permette di condividere i miei pensieri con tanti radiosi astanti di questo illuminato blog, ma è anche vero e giusto che ogni parola deve trovare risposte, suono e vibrazione in ogni proprio cuore…….

  179. Addio ragazzi ! In questo blog, ho conosciuto grandi personaggi dal cuore forte e generoso. Se involontariamente ho offeso qualcuno, chiedo scusa.

    Vi ho amati tutti ! Forse a qualcuno/a di più. Una cosa vorre dire ! Spesso si cita ciò che si legge. Non è perchè uno ha scritto un libro è bravo. E’ bravo se scrive la verità. Una cosa è lo stato d’ animo, l’ emozione dell’ autore, una cosa il principio sano del pensare

    Ci sono delle citazioni che sono alterate e vengono celebrate come se fossero vere. Una del mio caro amico Giuseppe la voglio riportare.

    Il 7/7/2010 scrive così : ” Come dice “G. Colli”, il superamento delle passioni…non deve condurre alla nascita d’una nuova passionalità estrema” .

    Il prof Colli, non si critica ! Però dà un messaggio sbagliato ai giovani. Se uno arriva alla passionalità estrema, significa che non ha superato le passioni normali.

    Ripeto. Colli dice :” Il superamento delle passioni, porta alle passioni estremi” E’ follia !

    E’ come dire : Il superamento dell’ igmoranza, porta ad una ignoranza estrema”. E’ pazzia ! Se realizzi l’ ignoranza estrema, non hai superato l’ ignoranza normale.

    Nel parlare con le persone, non fa classe e cultura citare sempre gli altri. Tu devi, esprimere il tuo pensiero, non quello degli altri. Ogni tanto va bene .

    Il bambino deve imparare a camminare, ovvio che ha bisogno della mano del padre. Però a 30 anni se cerca la mano del papà, significa che non ha imparato a camminare?

    Citare quello che dicono gli altri vuol dire addormentare la propria sorgente del sapere.

    IL LIBRO DEVE STIMOLARE IL PENSIERO CHE E’ DENTRO DI NOI. E’ IL TUO PENSIERO CHE TI ELEVA E TI LIBERA DALLE OMBRE. IL LIBRO DEVE ARRIVARE NELL’ ANIMA DEL LETTORE, NON DEVE RIMANERE NOZIONE, MA FONTE DI PAZIENZA. IL SUO SAPERE, DEVE DIVENTARE TUO.

    Permettetemi una citazione Zen: ” QUANDO INCONTRI UN MAESTRO UCCIDILO”. COSA SIGNIFICA ? ” IL MAESTRO E’ DENTRO ! ” ATTENZIONE ! ANCHE QUESTO E’ SBAGLIATO ! iL MAESTRO CI VUOLE.

    IL SEGRETO DELL’ OPERA E’ NON FARE SEMPRE LO STUDENTE.

    Non vado via per questi motivi ! Ci mancherebbe ! Sarei un pazzo !

    Io sono una persona che amo il prossimo, senza controllo. Non so scrivere con la mente. Io devo scrivere solo col cuore. Però è pericoloso. IL CUORE NON FA APPELLO ALLA LOGICA, AL COSTUME, ALLA REGOLA.

    IL TESSUTO PRIMORDIALE E DIVINO DEL CUORE E’ L’ AMORE. CHI AMA E’ SALVO, CHI NON AMA SI PERDE.

    Qualcuno può interpretare l’ inverso e negativamente ciò che scrivo, al punto di ferirsi l’ animai. Io invece, amo anche quando appaio pesante, distratto e burlone.

    Finisco: ragazzi non cercate nel vostro intimo, come fanno molti pensatori atei la dimostrazione di Dio. Costoro non sono nè bravi, nè colti, nè intelligenti.

    IL LOGOS E’ LA DIMOSTRAZIONE LA DIMOSTRAZIONE PUO’ DIMOSTRARE TUTTO TRANNE CHE’, LA DIMOSTRAZIONE.

    Gabriele, scusami per il primo messaggio. Il tuo fascino di uomo, si è trasformato in Spirito. La tua alta bontà, mi ha rafforzato l’ umiltà e il perdono per gli altri. MOLTI DEI TUOI colleghi, giornalisti, presentatori, artisti che appaiono in televisione sono superbi, flaccidi, falsi e bugiardi.

    SONO DELLE NULLITA’ AI VERTICI DEL SUCCESSO.

    Tu sei semplice, a tutti dai amore, affetto e serenità. Non ho conosciuto un principe nobile e umano come te.

    Prof. non bocciarmi ! acquisterò e conquisterò LA TUA OPERA, perchè la leggerò con il mio vecchio e stanco cuore. Con quell’ amore che vince l’ odio, la critica, l’ invidia e la morte. E ricorda all’ essere umano che è figlio di Dio e che solo il mistero dell’ amore, può dare la dignità di vero uomo smarrita lungo il cammino dei secoli. Baci a tutti , Luigi.

  180. guarda che io non ho parlato di luci rosse,…non so in quale post hai letto questo, scritto da me? ho solo risposto a Luigi….che mi chiede… se fossi stata una donna…che cosa sarei stata?, ed io ho risposto: sarei stata una Venere essendo della Bilancia!! guarda che ho detto che rispetto il tuo racconto, lo rispetto sinceramente. ho risposto a Luigi, solo per dire che non mi confondono i tuoi discorsi, che non sono tutto questo sprovveduto, siccome si parla di lussuoso ho risposto, che se se lusso significa il tempo la fatica, che ci si mette, allora m’interessa, altrimenti, intesa in ‘altri modi…certamente No! Ma, ci tengo a precisare se rileggi le mie risposte, ripeto!,..io rispetto la tua esperienza, vissuto,…non mi permetterei mai, di scherzarci in modo cattivo, neanche solo scherzarci! Luigi, credo che scherzasse, ma questo, sarà lui sene avrà voglia di rispondere!? Raffaele, il sottoscritto rispetta…ogni credo, parola scritta, da chi che sia…al di la della condivisione! ripeto, anche io ho avuto una esperienza…non come la tua, ma strana, (diciamo cosi)!!! la racconterò il giorno che ne avrò capito il tutto, cioè se se in quella esperienza risiede il tutto o meno!!! quindi, L’avevo già scritto in un post precedente, lo ripeto. Io non mi permetto d’irridere nessuno, specialmente su certe cose! al di la se pure Jung, o altri abbiano fatto o meni le stesse esperienze! Conosco la storia di Jung, ma non mi da più credito la tua storia perchè, anche altri l’hanno vissuta! Se credo, credo..perché grazie al mio intuito di cui mi fido, ai, sensi!! Comunque, in ogni caso, rispetterei comunque. Io non sono nessuno per stabilire niente! Però caro Raffaele, prima di mettere in mezzo me, in discorsi o affermazioni che non ho mai fatto, ti prego di leggere anche tu quello che se pur male, scrivono gli altri! cosi non andremo incontro a queste beghe,…stupide!!! Con Rispetto, (Giuseppe)

  181. guarda caro Raffaele, che le mie risposte sono indirizzate a Luigi, nel mio dire delle mie orecchie..d’asino,…etc.ecc!!! vi erano dei credi antichi nell’antica India, i quali descrivevano tutto come un suono Puro, come degli angeli fatti di pura musica, non quella composizione…musicale che tentiamo di riprodurre, ma era più che altro, ripeto Puro suono! Raffaele, ognuno riporta quel che conosce, io amo più la mia ricerca, fatta si di letture, ma come dico sempre La più grande Lettura si trova dentro di noi,…nei cieli, nella natura…che ci circonda!!! Tu magari hai trovato la luce!?, io ancora la cerco, non so se la troverò in questa vita o meno? Raffaele, quando rivolgendomi a te dico, forse tu hai trovato la tua luce, non lo dico tanto per!!! Io sono Rozzo, più contadino di tutti, ma, sincero nella mia sete, non scherzo mai quando si parla, di certe cose!!! per Luigi ci chet, era un grande trombettista morto nel 1988, il pianista è vivo, uno dei più bei tocchi di pianoforte, nel Jazz almeno europeo, ha un tocco cosi felpato come solo nella musica classica si può trovare!, il suo piano è stato il matrimonio perfetto con la voce, della tromba di Chet!!!

  182. Caro Giuseppe, mi scuso con la tua persona se ho trasmesso questa impressione, (Caro Luigi, Caro Giuseppe, le luci rosse le lascio agli altri io ho LA MIA DOLCE VENERE,) dico solo che hai frainteso il mio dire, perché mi riferivo ironicamente all’invito e alle luce rossi citate dal buon Luigi, tanto che dopo, sinceramente vi ho invitato (e vi invito) entrambi anche a gustare un gelato in Sicilia. Se ho rimarcato questo aspetto della mia natura è solo per dire che in qualche modo sono sincero per chi mi legge, anche perché non ti nascondo che per quello che dico è facile che qualcuno che poco mi conosce, mi scampi per un qualche presuntuoso arrogante di cui nella mia essenza io non sono.

    Caro Luigi Addio ragazzi, che significa? Spero che siano solo per le ferie….

  183. Luigione Gioca,…allora giochiamo!?! eh!….anche lui non è certamente uno sprovveduto, ma spesso si lascia andare, a certe forme… Bé!!! Luigione non te la prendere, ma ti piace forgiare il fuoco…issare le acque,…senza cattiveria, sicuramente! Ti piace provocare,… sicuramente sei una uomo che ha conosciuto la durezza della vita, di quella vita, fatta di pratica, di rogne, magari hai dovuto sudare per giungere quel che ti sembra, che a tanti è stato molto più facile, almeno dal punto di vista della vita fatta di sgobbo, e dure salite!!! tu vuoi che ci sia sincerità, allora, eccomi: come vedi sembra che tu, facendo l’ironia,…qualcuno, come Raffaele..la percepisce in modo, quasi da presa, o tentativo tale, per i fondelli!!! ora io non lo so quel che è, o forse si, ma non aggiungo altro perchè ognuno reagiamo, in modo diverso, al tutto!!! Io senza difficoltà mi definisco l’ultimo della classe, solo perchè ho sempre scelto la via della semplicità in tutto, dal modo d’esprimermi, al modo di vivere, dalle mie frequentazioni…d’ogni tipo, dai Diavoli, ai pescatori della mia cittadina, molto meno amo frequentare quella cultura fatta,.. d’ipocrisia, cos’è per me l’ipocrisia? è quella non messa in pratica di quel che diciamo abbiam capito, specie nell’ambito d’Anima!! continuando a circondarci di nostri simili, come se avessimo delle medagliette di riconoscimento, divisi per ceti, dotti, hobby, interessi!!!mi si dirà, cosa c’è di male coltivare degli interessi? Nulla, se questi non creano differenze fra gli uomini!!! Io che amo la filosofia, la poesia, trovo sempre qualcosa con quell’uomo che di queste cose non si cura, che magari la sua vita è fatta di pesca,!!! passo del mio tempo con questi volutamente con piacere, non dall’alto dei miei interessi, ma da quello che ci unisce! questo richiede secondo me un vero lavoro, una vera sensibilità, per comprendere, quindi vivere con tutti, allo stesso modo!!!

  184. Caro Giuseppe,
    per meglio mostrarmi al tuo giudizio, come ho già fatto con tanti cari amici e care amiche, così come era doveroso nei riguardi del nostro amato prof. Gabriele; vorrei condividere certe mie riflessioni che in parte, nella mia grande ignoranza ho anche scritto…. raffaele@ymail.com

  185. caro luigi, (G.Colli) tiene quel discorso tracciando la nascita della filosofia greca, quindi, la nascita delle due forme di religiosità, il Misticismo dei presocratici! Lui dice che ad un certo punto, per il giungere nel loro mondo quello che ancora oggi ritroviamo nella nostra società, ossia, il lusso, le lotte politiche che si fanno sempre più dure,…quindi da tutto ciò nasce quel che viene definito il pessimismo greco! che altro non sarebbe che, la necessità di superare, uscire fuori da quelle passioni umane, dall’egoismo, da quell’agire in modo convulso di quel mondo! ed ecco il…Dionisiaco..! Colli rileva, che alcuni fra i filosofi più schietti, andarono oltre l’aspetto dionisiaco, in quanto si accorsero, che si cercava di superare le passioni che creavano sofferenza , con l’ebrezza orgiastiche,se poi si continuava nel far sussistere tutto quello che era di quella vita con le sue contraddizioni! il senso era che, questi, si accorsero che L’uomo dionisiaco, voleva superare le passioni, senza accorgersi di annegare come di celo stesso “Colli” il tutto in una passionalità suprema! questa era cosi potente da far perdere la personalità, il suo senso! Ma colli continua, i presocratici non si fermarono, andando oltre questo pessimismo, iniziando la ricerca dell’arché! Principio che doveva dare la felicità capace di superare ogni passionalità Umana! questa la si ottiene secondo i “presocratici” cercando investigando in se stessi, per farlo, bisognava abbandonare gli Uomini!!! il testo, continua!!! Grande Colli,…grazie a mio padre ne ho avuto la possibilità di ritrovarmi a casa alcune opere, enciclopedie diciamo!, ma lei mi ha messo la curiosità, di leggerlo, trovando, un modo di riportare il tutto sinceramente come non si trova in altre enciclopedie, o singoli testi!!! GIGI..? aundi Vai??? 😉 ..per me giocare ha un senso alto!!!

  186. Luigi, dove…vai? ascolta, te lo dico in dialetto stu “Zimbaru”? tradotto, sarebbe il caprone!? vi sono incomprensioni di persona, vuoi che non vi siano in un blog? anzi meglio, questo dimostra la nostra umanità…povertà, quindi te lo chiedo d’amico,…rimani con noi! guarda che ho messo l’imperativo, non l’interrogativo, quindi è un ordine…eeeeheeeeheeeeheeee…. 😉 😀 😉 !!! ou chi disubbidisce, dalle nostre parti…eh!!! di capiscimmu 😉 !!! Gigi,..i, anzi noi siamo sempre qui, quindi,…t’aspettu!!!

  187. No, Raffaele credimi,…ti supplico non parliamo di giudizio, lo so che un termine come un’altro ma giudicare, no! So bene cosa vuol dire subire il giudizio, non mi permetterei mai, neanche con il mio peggior nemico!!! posso nel mio piccolo valutare, ma sempre dalla mia capacità comprendere, lo dico con il cuore in mano!!! ciao Raffaele!!! Ripeto guarda che veramente ho un rispetto per il vissuto d’ognuno…infinito!!! sulla questione delle luci rosse Luigi giocava!!! il genio più grande dell’amore anche nell’atto..corporeo, è anche per me altro molto di più!!! una cosa che ti chiedo, ma perdonami se lo faccio è quella di parlare del tuo vissuto, con la forza della consapevolezza che il quanto, è reale, quindi supera l’aggiunta, che teme il giudizio, anche nel mettere in evidenza il fatto che talune esperienze le hanno avute pure Personaggi illustri!!! con il Rispetto che porto a questi grandi, io Credo in Raffaele come credo in questi, non dal fatto che questi abbiano avuto le stesse esperienze! capito cosa intendo, rifarsi hai grandi in termine di confronto mi sta bene!, ma, non come…se loro fossero gli unici, quindi dopo di loro il nulla!! Raffaele vale uno Jung, cosi come il Professore, Luigi,!!! certo sono studiosi che hanno trascorso la loro vita immersi nella ricerca, nel ritrovamento dell’ascolto perduto! ma, questo continua…in ognuno,..al di la della notorietà!! Tu sai Benissimo quanti illuminati esistono o sono esistiti che non hanno avuto La luce del varietà, ossia la notorietà per l’appunto!!! sciamani, curanderos…cosi via!! quindi il vissuto di Raffaele ripeto vale…come ogni altro vissuto, che vada da Giordano Bruno, a chic-ché sia..!!! ciao RAFF…!!! dolce mare arrivo!!! 😉

  188. caro Raffaele mi riprometto di leggere bene il tuo comm. però lo devo leggere non smangiucchiare ed ora non posso. Intanto grazie per la grazia che proffondi sì anch’essa un suono, anche qui tutto suona.
    Effettivamente “essi” esistono come dici tu.
    Non me ne lagno.
    Anche se chi parla di queste cose alla fine sembra sempre così solo!!
    E non parlo di te, ma di tutti quelli che parlano di esperienze “mistiche” o di congiungimento spirituale.
    Io ho visto, posso riportare fatti, proprio oggi mi è accaduta una cosa meravigliosa, un regalo, mi è arrivato, è lungo spiegare ma è così, un regalo!!!
    E’ una cosa mia personale, ha senso per me.
    Quello che possiamo fare qui ora è dare e tu lo fai grazie!
    —–
    Intanto però fatemi abbracciare Amaliuccia mia!
    —–
    Anche Maiorana ovviamente, ora alle prese con la pesca d’altura con il suo solito charme di finto ingenuo ci mette tutti in saccoccia…a voglia te a controbbattere… ci versa tutto il suo -a suo dire- “semplice sapere” a tonnellate!!! Che pescatore!! pesca ma non dice dove ha pescato…furbacchione.

  189. Pinuzzi, hanno ragione sei un furbacchione, Vero ! Mi piace l’ invito di Raffaele: accetto, la granita siciliana. Grazie, Rafè ! Majo, mi ipnotizzi ! Ho cambiato quasi idea. Non ho tempo. Impegni urgenti mi attendono. Semmai a sta sera ! Una cosa la voglio dire ! Non si può fare tragedia per un aggettivo o per un concetto che la nostra anima alimenta e propizia confusioni irreali. Rafeluzzu, l’ irrealtà è la morte dell’ anima e il suo varco è la sofferenza. Io ti ho fatto delle battute. Quelle cose che hai scritto le conosco, da 40 anni. Ero “nu picciotto” Poi le ho abbandonate, per le donne. Hai letto tutto ! Però, attenzione ! Sono esperienze di iniziati solari. Non bisogna solo leggere. L’ arte del mistero, è capire il metodo. Mi stanno chiamando. Devo lasciare,

  190. non ho mai fatto il finto ingenuo, il mio pescare? presto detto dentro di me!!! come tutti!! No map, lo so ma credimi.,… non ho nessuna pretesa, o, è solo un discutere, non vorrei essere frainteso, non è una risposta…con ira!?! Map, io conosco il mio limite, nel senso, che veramente amerei più discutere..di presenza, che scrivere! Ma essendo l’unico modo possibile,lo faccio, ma, spessissimo male!!! Map di una cosa ti assicura io ho un Infinito rispetto di tutti, ma un infinito….!!! non sono una cattiva persona,..per nulla ma ognuno dovremmo conoscere la vita che viviamo, e che abbiamo vissuto per farci veramente un’idea, di chi siamo!!! Io non voglio, competizioni, mai volute, credimi, se scrivo in questo Blog, è solo perchè non avverto…quel insano Demonio, che spesso è la competizione!!! Map, dove pesco? nel mio Mare dice che è uno dei più profondi quello dello stretto di Messina?! Vorrei che mi si credesse, quando dico che nutro del vero affetto,..per tutti!!! non ho mai attaccato nessuno se non attaccato!!! ma, odio lo scontro, lo ripudio,…mi fa sentire ma veramente a livello Profondo L’Inferno, il male, lo percepisco come forse tu puoi avere idea, quindi quando sono chiamato ad impugnare le armi, nel senso letterario…il mio Malessere percorre L’intero inferno, le mie urla di non accettazione fanno Tremare DIO!!! questo per intenderci, io vi voglio bene, che mi si crede o meno!!! ciao Map,… 🙂 , quello che confonde è che io non sono ingenuo, ma parlo, per come ho voluto che fosse, pescando da Bambino dal mio dentro, e nella stupidità della nostra società!!! se leggi un post precedente forse, per quanto ti possa interessare capirai meglio, quando è perché, ho iniziato, la mia lotta pacifica, sofferta, nei confronti della società!!! ma ripeto ci si dovrebbe conoscere..di persona, viverci accanto! essendo impossibile, allora resta solo, il “famo a fidarse”!!! Ciao Map,…u n’abbraccio!!! 😉 🙂 😀

  191. giuseppe …..Majò guarda che trovai in internette..

  192. Giuseppe, carissimo. Ti vorrei scrivere, ma sono stanco. Per favore non facciamo polemiche per qualsiasi parola che ci viene rivolta, anche la più bella. Ci andiamo da don Raffaele ? .

    La granita siciliana vivifica la sensualità, non sto dicendo sesso, e dà emozioni tantriche. Sono un pò allegro, non mi piace parlare di anima, esoterismo.

    Giuseppe, oggi mi ha chiamato la farmacista, mi ha di nuovo invitato, per domani, a Manarola. Non c’ è niente da fare. Ha 67 anni, mi capisci ? Io avventure non ne cerco. Però se dovessi tradire mia moglie lo farei con una ragazza di 30 anni. Mica sono coglione, Ho 62 anni, sarei un fesso se cercassi di rimorchiare una vecchia.

    Per carità ! Preferirei mastur… francia. Stasera, ero a cena con mia moglie e amici, festa di compleanno, di un commercialista che abita di fronte il mio appartamento.

    Un avvocato donna, vera amica, davanti a tutti mi ha detto:” Hai 62 anni e ne dinostri 42, massimo 45. Luigi quale è il tuo segreto, diccelo ?”

    Ho risposto: ” la preghiera e la meditazione”. Tutti a ridere ! Quando mi conoscerai lo vedrai !

    Peppinuzzu, scherziamo, siamo allegri e ottimisti. Non si può parlare sempre di anima, incoscio, spiritualità.

    A proposito, ho letto il tuo messaggio, mi spiegavi il pensiero di G. Colli. Sei un docente ! Solamente sono un alunno scarso, non ho fatto studi filosofici, di psicologia, letteratura. I miei studi erano case, ponti, gallerie, strade acquedotti, ecc.

    Hai fatto bene a darmi una lezione di storia della filosofia e pensiero filosofico. Così’ diventerò erudito. Solamente non l’ ha capita ! Quante risate mi faccio con te e quel grande, generoso di don Raffaele.

    Raffaè, scusami stasera sono un pò troppo allegro ! A me piace l’ anima, i discorsi profondi, saggi e filosofici, però nella stessa atmosfera rivivo la serenità e lo scherzo, a volte non elegante, però sempre fondato sull’ amore e la lealtà. Buona notte ! Quello che hai scritto, sulla scoperta di nuovi universi, è vero !

    Però, ricordati che il Christo è tutto! L’ uomo da solo non può nulla ! Non è il momento giusto, per me, parlare di pianeti fuori la terra. Tuttavia la visione deve essre guidata dalla forza e del principio cosmico che era prima dell’ esistenza umana:

    In principio era il Verbo, e il Verbo era Dio, e il vero era presso Dio…. .
    Tutte le cose sono state fatte per mezzo di Lui…

    RICORDALO, L’ ASSE DELLA VITA NEL MONDO E FUORI DAL MONDO E’ SEMPRE LUI. CHI DIMENTICA QUESTA DINAMICA COSMICA E METAFISICA E’ DESTINATO A PERIRE . QUESTO E’ TUTTO !

  193. alla fine? che non è cosi? non l’ho capita, cose l’essere furbacchione, comunque…? dov’è la mia furbizia? i miei post, saranno pur scritti male ma chiari??? che alla fine u furbu, non sugnu ieu…!? ma si,…i post parlano da soli!!! poi sul conoscerci non esprimerei tanti concetti dato che non vi è la vera possibilità!!! Luigi, poi mi fai vedere dov’è la furbizia?… io che ipnotizzo te, Gigi,..dai non facciamo ridere, anzi facciamolo pure!!! comunque, se è questo,.. l’impronta che si vuole dare al blog, io non mi tiro indietro!!! ma di sapere ne ho letto ha tonnellate, non mi sono mai lamentato, ne ho visto furbizia in nessuno!!! ho semplicemente risposto…con quello che è il mio piccolo bagaglio, io lo chiamerò sempre piccolo, non per falsa modestia!!! ognuno sa è conosce la sua vita quel che ha vissuto e chi è nella realtà d’ogni giorno!!! ripeto per conoscerci bisognerebbe vivere uno accanto all’altro per un bel po, solo cosi potremmo conoscere se siamo quel che diciamo, o se su chiacchiri di carnevale!! Io, non mi permetto di dubitare di nessuno, ma quando volete v’invito a conoscere le persone di presenza nel loro vivere quotidiano!!! in più trovatemi una mia furbizia!! Questo, dire di me non lo concedo neppure a DIO, ? Io ciò rimesso la mia vita, per quello in cui ho creduto, sin da bambino! Ora non che a voi debba importare nulla, della mia vita, ma ripeto, questo non lo permetto nemmeno a CRISTO FATTO UOMO!!! mi sa che jocamu a tira e molla…Luigi non giocare con me a tira e molla ?!!? io mi sono rivolto a Raffaele, per spiegare, ora non facciamo che tutti caschiamo dalle nuvole! all’inizio Raffaele si è sentito un po come dire burlato? allora, io ho sentito il dovere di rispondere per quello che mi riguardava!! ma comunque troppe spiegazioni, pe na Minchiata!!! Luigi, se tu sai di tutti sti misteri, fa piacere se ne parli ma finiscila con sto tira e molla!!? la semplicità non è sinonimo di poca conoscenza! comunque v’invito a rileggere il tutto cosi forse ci capiamo meglio!! altrimenti siamo finiti nel gioco delle tre carte!! io vi rinvito a trovare una mia mancanza di rispetto, nei vostri post, da quando sono entrato, ad ora! o una affermazione su qualcuno di voi d’essere un furbo? non giochiamo con le parole ne con i doppi sensi dopo che li creiamo!!! ma lo capiamo che siamo finiti nel gioco delle tre carte!!??

  194. Luigi, Luigi io ti rispetto, io non ho cambiato idea, ho quella che ho sempre avuto!!? mi spiace..quando vorrai se vorrai mi spieghi che significa ho cambiato idea??, nel bene è nel male, è la tua! solo una cosa non accetto che si diano giudizi sulle persone, specie attraverso un Blog! perchè non ci si conosce, allora questo NO, proprio NO!!! Non c’è amore che tenga, anche perchè, il giudizio da un blog, non mi sa d’Amore! per il resto accetto tutto, la diversa visione delle cose, credi diversi, ma che nessuno osi entrare nel giudizio personale!!! quella sarebbe mancanza di rispetto e una porcata, che non concedo nemmeno a mio Padre!!! per il resto sono qua!!!

  195. Map, dove peschi tu? dove pescava Eraclito, dove Giordano Bruno, dove..i grandi maestri sufi, dove Rama, Krishna Ermete,? Jung?… questo, lo chiedo io a te???… 😉 🙂 😀

  196. Quando vorremo tornare a discutere di Anima! in modo sano, io ci sto! a questo gioco delle tre carte, non mi presto più…!?!

  197. senti carissimo Giuseppe guarda che si può anche scherzare un pò,
    a proposito della pesca io ne ho un ‘alta opinione
    infatti non è Gesù che dice agli apostoli buttate là rete lì pescherete?
    E’ solo un’esempio.
    Ti dico qui e ricordatelo !!! io ti rispetto e ti stimo ..perciò mi permetto di prenderti un pò in giro.
    Come tra amici…o no?
    L’ironia è dei saggi, non sei d’accordo?

  198. comunque hai ragione riprendiamo il filo del discorso di Raffaele ma ricordiamoci che siamo umani
    e non è che non valga niente

  199. Raffaele,in questa giungla densa di parole,svetti come una torre di puro cristallo! Hai scritto un post coinvolgente..Le tue parole calme,il senso di dignità che possiedi,sono la garanzia migliore della serietà del tuo percorso spirituale. Sei come un veliero che procede anche se il mare è in tempesta..sai in principio quando vedevo i tuoi post..pensavo oddio! ora ne vengo sommersa 🙂 ma accidenti Raffaele quanto sbagliavo..al di là delle parole c’è una profondità,non solo erudizione,ma esperienza reale,vissuta. In più hai risposto ad una domanda,che avevo timore di fare cioè se vi fossero dei punti di contatto tra Akasha e inconscio collettivo.Ti faccio una domanda sui i Chakra,io non ho capito se sono tutti aperti e funzionanti,oppure se si attivano man mano che una persona progredisce spiritualmente.

  200. Map..m’appena arrivata che te stai ad azzuffà? Sempre a fare a botte con i ragazzi??? 🙂 🙂 🙂

  201. Caro Luigi,
    In principio era il Verbo, e il Verbo era Dio, e il vero era presso Dio…. .
    tutte le cose sono state fatte per mezzo di Lui

    dietro quelle parole c’è tanta verità distorta da esseri privi di un vero cuore…

    Se io oggi incontrassi una sperduta tribù in amazzonia, con una radiolina ed un accentino DIVENTEREI IL DIO DEL TUONO Ed il DIO DEL FUOCO….. se non si entra in quella visione scevra dai condizionamenti e dai radicamenti, ci saranno sempre distorsioni che allontanano la mente dalla vera conoscenza delle cose…

    Se ti dicessi che il quel remoto tempo c’ero anch’io in quel progetto di genesi cosmica che operammo su alcuni primati, modificando la struttura del loro dna , di sicuro il mio contatore di pazzia salirebbe vorticosamente fino alle stelle e di sicuro ti indurrà a tante di quelle risate con le lacrime che arriveranno anche alle orecchie del Caro Giuseppe, che per reazione protettiva ti manderebbe i vortici energetici (vril) della ninfa Cariddi proveniente dal MONDO SOTTERANEO, (gli Inferi di Poseidone)) da ELDORADO per essere più precisi…

    Comunque come ha detto il caro Giuseppe, bisogna conoscere le persone anche di presenza per avere una più giusta opinione. Su questo argomento, sinceramente mi sono già espresso, invitandovi entrambi, a gustare una bella granita Siciliana, nel mese di Agosto, quando mi troverò a Roccalumera (Messina), per i dettaglio ho lasciato la mia email a disposizione di tutti su questo prezioso blog del nostro Carissimo Radioso Maestro, il prof. Gabriele, il VERO FARO di questo blog…

  202. Raffaele….non ti dimenticare della mia domanda sui Chakra..è abbastanza importante per dissipare alcuni dubbi…

  203. Map…si vede che noi non ci prendiamo!? il discorso quello lungo riguarda te solo in prima parte, poi ci ritorna Luigi con il furbone, siccome vi sono stati dei non lo so come chiamarli fraintendimenti, Raffaele forse su qualche risposta, ha potuto pensare, ma ecco altri che giocano sul mio racconto, ed ha risposto…in un certo modo, non dico Incavolato, ma giustamente ha chiarito la sua posizione, io l’ho fatto con lui!!! quindi la risposta rivolta a te è solo la prima parte? dove ho precisato, che ti rispondo nell’ambito della discussione! Dove sono un tantino tanto infastidito, dimostrandolo, è nel penultimo post,con sta storia della furbizia, che ritorna con toni diversi! allora dico No!!! perchè tutto sono stato nella mia vita tranne che furbo!!! alla fine quando ti ho riproposto la domanda che tu hai posto a me, invece l’ho fatto, per abbandonare il discorso precedente tornare a quello che è il Blog!!! se io dico le cose con risentimento, non metto le faccine! 😀 …!!! sono una persona diretta sia nel bene che nel male!!!

  204. cara Amalia è vero io mi azzuffo evidentemente solo “con me” visto che spesso i boys qui rappresentano per me conflitti irrisolti.
    Perciò please a tutti i boys ..excuse me..

  205. comunque invece di fare danza sarei dovuta entrare in una squadra come questa

    almeno quando ci sono i saldi me la caverei meglio.

  206. Luigi, hai ragione sulle polemiche! Però mi permetto anche io di aggiunger una cosa! Quando si vuole scherzare, giustamente, per spezzare un tantino, bisogna sempre mettere un minimo di sensibilità! Luigi, tu mi chiedi d’essere onesto, io lo sono! senza ritornare in vecchi post, ti dico solo questo, IO ho capito come sei credo, nel bene e nel male! quindi diamo tempo a chi non ci conosce di conoscerci, altrimenti lo scherzare può apparire un tantino, di presa per i fondelli!! e successo… e lo sai!! per questo ti dico che forse è meglio attendere prima di lasciarsi andare un tantino!!! guarda che ci sono siciliani che preferiscono la granita almeno quella fatta, nella mia zona…., che poi non cambia per nulla!!! essendo a pochissimi Km in linea d’aria la Sicilia, dalla mia cittadina! per oggi stop!!!

  207. comunque un bellissimo sport molto meno subdolo del calcio.

  208. Sono d’accordo con Raffaele con il conoscere le persone di presenza..credo ci sarebbero meno malintesi..talvolta non è che sia tanto semplice esprimersi qui, io stessa non è che sono sempre disposta ad un fiscale controllo di ciò che scrivo, sopratutto con il caldo che fa ora, e per ciò ciò di cui ci infischiamo perchè detto a caldo e verbalmente magari visto scritto ci fà pensare uno voglia dire altro o prendere in giro , ma non è così.
    Voglio dire e cerco di farla breve ciò che a voce si chiarisce subito, scritta sembra una sentenza..sentenziosa.

  209. Raffaele ma tu hai letto il “Ra Material”?

  210. (Anch’io mi ricordo molte cose, ma per sopportarle devo continuamente prendermi in giro..prima che mi prendano in giro gli altri!!Baci)

  211. Amalia, come sei sensibile ! Le parole più belle che ho letto sul blog, sono state le tue. Mi hanno colpito perchè non sono produzine meccanica della cultura.

    Ma sono la forza gloriosa del tuo grande, piccolo cuore. Leggendo le tue parole, mi sono commosso e mi sono uscite le lacrime. Poi, però le ho asciugate…. !

    Condivido dal prondo della mia bassezza, le tue meravigliose parole. Peccato che ti limiti a scrivere solo un rigo di messaggio, ai conoscenti del blog.

    Dacci un pò della tua musica ! Per svegliarci e vivere in un Mondo più alto e meno rozzo . E che il Divino ci scuota a capire i nostri errori che sono tanti e che ognuno uomo nella sua caduta possa dire: ” Chi è senza peccato scagli la prima pietra”.

  212. dal “Ra material” per Raffaele.

    “INTERVISTATORE: Credo che per noi sarebbe utile ritornare al tempo precedente il trasferimento delle anime da Maldek, per capire in che modo la Legge dell’Uno ha operato in questo trasferimento e perché si è reso necessario. Che cosa è accaduto alla gente di Maldek che ha determinato la dissoluzione del loro pianeta? Quanto tempo fa è avvenuto?

    RA: Sono Ra. La gente di Maldek aveva una civiltà in qualche modo simile a quella del complesso collettivo che voi conoscete come Atlantide, nel senso che avevano acquisito molte informazioni tecnologiche che utilizzavano senza cura per preservare la loro sfera, in seguito all’ampliarsi del complesso di pensiero, idee e azioni che voi potreste associare alla vostra cosiddetta polarità negativa o servizio al sé. Tuttavia, ciò fu in gran parte celato da una sincera struttura di credo/pensiero che, alla percezione dei complessi mente/corpo di questa sfera, appariva positiva e di servizio agli altri. La devastazione che distrusse la loro biosfera e ne causò la disintegrazione fu il risultato di ciò che voi chiamate guerra.

    L’escalation arrivò al limite tecnologico estremo che questo complesso sociale aveva a disposizione nello spazio/tempo presente di quel periodo. Quest’epoca fu approssimativamente 705.000 mila anni fa. I cicli, su questa sfera, sono iniziati molto, molto prima a causa della sua relativa abilità a sostenere in anticipo le forme di vita della prima dimensione nello spazio/tempo continuum del vostro sistema solare. Queste entità furono così scombussolate da questo avvenimento che si ritrovarono in ciò che si può chiamare nodo di complesso collettivo, o groviglio di paura. Passava il tempo. Nessuno li raggiunse. Nessuno poteva aiutarli.

    All’incirca 60.000 anni fa, gli allora membri della Confederazione riuscirono a schierare un complesso di memoria collettiva e a sbrogliare questo nodo di paura. Le entità furono quindi in grado di rievocare la loro consapevolezza, che li portò su ciò che voi chiamereste piano astrale inferiore, dove poterono essere nutriti finché ogni complesso mente/corpo/spirito fu finalmente in grado di esaminare le distorsioni che avevano sperimentato nel precedente complesso di vita/illusione.

    Dopo questa esperienza di insegnamento/apprendimento, il gruppo decise di concedersi una sorta di alleviamento del karma. A questo scopo si incarnarono nella vostra sfera planetaria, in ciò che non erano forme umane accettabili. Questo è ciò che stanno sperimentando finché le distorsioni della distruzione verranno sostituite da distorsioni verso il desiderio, di una visione meno distorta, di servizio agli altri. Questa fu la decisione consapevole della grande maggioranza degli esseri di Maldek; il trasferimento su questo pianeta iniziò circa 500.000 anni fa e venne utilizzato il complesso corporeo allora disponibile.

    INTERVISTATORE: Il complesso corporeo allora disponibile è quello che noi chiamiamo scimmia?”

    caro Raffaele che ne pensi? E’ questo che intendevi?

  213. Scusandomi con il Carissimo Pof. Gabriele per questi mie lunghi interventi, in qualche modo vorrei esternare quello che il mio ignorante cuore ha percepito / contemplato e metabolizzato….

    Carissima Amalia, è un argomento su cui si basa tutta l’evoluzione umana, quell’antica scienza di sintesi di forme di YOGA (Hatha-, Raja-, Jnana-, Tantra-, Bhakti-, Karma)

    Qualcosa che forse ti è sfuggito di leggere, l’ho già accennata in un post del nostro radioso Maestro: http://gabrielelaporta.com/2010/07/13/albero-cosmico/#comment-14819

    SONO CETRI DI FORZA CHE BISOGNA RISVEGLIARE CON TECNICHE INDUTTIVE E MEDITATIVE CHE PASSANO PER LE VIBRAZIONI DEL CUORE.

    C’E’ UNA RELAZIONE FRA IL SENTIRE I CENTRI DI FORZA ED IL RESPIRO CONSAPEVOLE.

    QUESTA E’ UNA CHIAVE CHE ATTRAVERSO L’INTENZIONE, RICHIAMA E STIMOLA L’IMMAGINAZIONE CHE ATTINGENDO AL PROPRIO BAGAGLIO CONOSCITIVO ATTRAVERSO LA MEMORIA VENGONO RIESUMATI E PORTATI FUORI SENSAZIONI, PERCEZIONI, ODORI, PAROLE, IMMAGINI E TANTE ALTRE COSE… IL TRAMITE SONO PROPRIO I CHAKRAS, I CENTRI DI FORZA (vortici energetici al pari dei wormhole che collegano compenetrati multi universi) MA QUESTO LEGAME VA ANCHE OLTRE, E’ IN STRETTA RELAZIONE CON I CORPI SOTTILI/ANIMICO/SPIRITUALI DELL’ESSERE…

    E’ un cammino personale, proprio perché và percorso ed esplorato, và praticato. La pratica per definizione deve essere praticata, nessuno è già maestro; nessuno nasce “imparato” (a parte tanti grandiosi esseri, come la luce di questo nostro AMATO MERAVIGLIOSO RADIOSO FARO che si è fatto uomo). Per diventarlo si impara solo dagli errori o comunque dalla pratica stessa, sia essa svolta correttamente o sbagliando. Questo è addestramento è come una palestra in cui si deve provare, provare ed ancora provare fino a quando non ci riesco. Il cammino richiede mente aperta e fiducia nelle proprie forze e nel fatto che abbiamo un Intimo che ci guida, un Intimo che si può manifestare solo se apriamo la mente, egli è quella sensazione sottile di pienezza o do gioia che percepiamo in particolari momenti estatici della nostra vita. (se li riesumate vi accorgerete che ci sono stati dei particolari momenti della nostra vita che eravamo come dire IN SINTONIA)

    L’Intimo è nel sistema nervoso spinale e cerca di comunicare con noi attraverso il sistema simpatico. Il Padre Intimo lavora nel mondo sottile, e solo se ci concentriamo nel momento presente gli permettiamo di guidarci. Come? Meditazione. Pratica della meditazione quotidiana alla ricerca della
    Comunione fra spirito e materia fino alla trascendenza, alla fonte ESSERICA della nostra coscienza.

    Nel quotidiano entriamo in contatto con la nostra ESSENZA, con nostro Intimo tutte quelle volte che riusciamo a trasformare le impressioni esterne, tutte quelle volte che esistiamo nel momento presente, tutte quelle volte che siamo in grado di percepire la realtà dentro di noi in sensazioni, pensieri e volontà.

    Trasformare le impressioni sgradevoli è un ottima palestra PER IL SENTIERO DEL CUORE. Non mi preoccupo di ciò che mi sta accadendo e non cerco una soluzione logica, ma libero la mente la sgombro da ogni limitazione, dubbio, scetticismo e mi occupo attraverso l’ATTENZIONE di cambiare la sensazione che quel dato evento mi sta provocando. Se sono arrabbiato per un torto subito non mi preoccupo di rivalermi, ma di riportare equilibrio internamente, di lavorarmi la sensazione sgradevole, comprendo che il resto è un falso problema per mostrarmi i vuoti interni, il resto è un inganno della mente, ma se mi libero della mia “idea” e mi occupo solo di riportare forza interiore e semmai comprensione delle cause, questo permette al nostro Intimo di operare.

    Ma ci vuole anche CONVINZIONE, DOBBIAMO CREDERE NEI NOSTRI SOGNI (perché siamo già dentro il nostro SOGNO VIRTUALE anche se inconsapevolmente non lo sappiamo) DOBBIAMO SGOMBRARE SOLO LA MENTE DA TANTO CHECCHERIGGIO (certo anche questo mio dire sono chiacchiere da digerire non solo con la mente, ma soprattutto con il cuore)

    Cos’è la convinzione? La convinzione è volontà. Senza una reale volontà non c’è super sforzo e non c’è lavoro. Ci vogliono patimenti volontari e volontà oggettiva contro gli ego. Ci vuole convinzione e volontà che possiamo farlo. Sì, che posso, lo posso davvero, ma ci devo credere altrimenti cado. La mente crea, che cosa? Il tormentone della nostra vita, gli schemi con cui vediamo, con cui ci vediamo e con cui agiamo. Cambia lo schema e cambierai il risultato, ma devi convincertene non puoi solo pensare di farlo lo devi fare. Altrimenti si cade.

    Tutto questo significa una cosa sola: fiducia e fede; fede in questo “meccanismo”. Il sistema spinale non comunica direttamente col corpo fisico, ha bisogno di una massa di gangli nervosi, detti anche plessi (la manifestazione nel fisico dei chakra) e del sistema simpatico. Questo è il motivo per cui non abbiamo una percezione diretta del nostro Intimo.

    Solo quando avremo realmente rivoluzionato la struttura molecolare del nostro corpo fisico saremo in grado di immergerci nella totalità del nostro Fuoco Cosmico, nel nostro Padre Interiore e quindi parlare col verbo del nostro Spirito, muoverci con le ali del nostro stesso Spirito. (ricordate le sante parole del V.M. Gesù? IO ED IL PADRE MIO CHE E’ NEI CIELI SIAMO LA STESSA COSA, siamo in comunione, siamo allineati, ci siamo fusi attraverso il chakra del cuore e la pineale – riportate alla mente l’iconografia del CUORE DI GESU’ e di sicuro capirete queste mie parole).

    Oggi il Padre ha bisogno che il figlio, faccia uno sforzo per restare centrato nel suo momento presente e nelle sue sensazioni; ha bisogno che il figlio lavori ed impari a trasformare le impressioni: ciò che gli accade è solo il frutto dei suoi schemi mentali e della meccanicità degli ego interiori che agiscono come tiranni.

    Non è facile credere che è solo così che trasformiamo la realtà e, spesso, la nostra mente non ci crede e rende reale ogni nostra frustrazione, impedendoci di avere un reale controllo sulla realtà. La mente non vi darà tregua e fintanto che cercherà di proiettarvi le vostre idee non sarete in grado di percepire quale profonda e sensibile realtà alberga dentro di voi.

    Col un semplice respiro consapevole potreste comprendere la verità del vostro Intimo, ma il punto è che egli è una sensazione ed è uno stato di intuizione, non è ragionamento e non è il pensiero polare al quale siete abituati, non ha dubbi perché non è figlio del ragionamento, non ha scetticismo perché ha la potenza del “sentire”, dell’emozione. Come nessuno può spiegare realmente agli altri che cos’è la propria emozione altrettanto vale per Intimo: egli è un esperienza, è il sapore del momento presente e del risveglio, è la nostra vera essenza.

    Crederci ci rende la vita più magica, e non solo, le cose accadono e si trasformano realmente. E’ LA CHIMICA, E’ LA FISICA DEI QUANTI DEL COLLASSO DELLA MATERIA, ATTIRANDO/TRASFORMANDO PARTICELLE COSMICHE IN INFORMANTE MANIFESTA REALTA’ COME? ATRAVERSO LE FORZE LATENTI, ATTRAVERSO UNA MENTE QUANTICA COSCIENTE CHE ATTRAE QUELLE DIVINE PLASMANTI FORZE DEL CREATO ELEMENTALI FACENDOLE PASSARE PER LE PORTE DEL CUORE…..

    Ma per arrivare a questa conoscenza bisogna prima di tutto conoscere il nostro il corpo fisico, dobbiamo poterlo sentire lungo tutta la sua superficie.

    Sapevate che la pelle di un delfino ha una capacità percettiva di chilometri e che la qualità della sua percezione è paragonabile ad un altissimo stato di estasi?

    QUANTE VOLTE ABBIAMO DETTO, HO UNA STRANE SENSAZIONE A PELLE?

    Pensate che la nostra pelle non ci permetta altrettante sensazioni e stati Percettivi?! Purtroppo ogni volta che non abbiamo digerito un impressione questa è andata a tirare i nervi e creare un contrattura del profondo non solo della psiche ma anche del corpo fisico. E’ necessario riportare il corpo fisico in equilibrio e ristrutturarlo. Devono essere restituite tutte le facoltà atrofizzate e colmati i buchi attraverso i quali gli stimoli esterni controllano il nostro corpo fisico e la nostra psiche.

    Tutte le facoltà del corpo fisico e corpo eterico devono essere rigenerate e riacquisite, e se pesiamo di non riuscirci e solo perché non abbiamo osato andare oltre questa apparente realtà, è come dire che non sopportiamo la luce perché non abbiamo saputo usare bene i nostri occhi. Proprio come quando ci svegliamo da un lungo sonno e gli occhi ci fanno male se esposti alla luce e ci mettono un po’ a funzionare.

    Il corpo fisico-eterico é una MACCHINA BIOLOGICA, é il corpo con cui dovremo lavorare alla Grande Opera e deve quindi essere rigenerato e rimesso ben in forze. (ecco perché spesso ho accennato alla sfaldamento dei corpi eterici durante i rapporti sessuali con altre lussuriose attrattive controparti perché quella fusione non è perfettamente in sintonia, in armonia in amore- questo non pregiudica la castità o il non provare, ma solo di capire questa divina fusione)

    Le sue facoltà devono essere ben ripristinate soprattutto quelle eteriche, quelle metafisiche. Dobbiamo cibarci nel modo giusto, ne troppo e ne troppo poco. Serve ingerire tutti gli elementi fuoco (carne), aria (uva, vino rosso), terra (cereali, legumi, pane, verdure, etc..), acqua (pesce ed acqua stessa). Bisogna imparare a sentire il corpo per evitare le posture che bloccano il fluire dell’energia nel nostro corpo, serve restare sempre rilassati per lasciare andare le micro tensioni sui muscoli che
    ci tolgono energia, e tutto questo avviene durante il giorno, non altrove, ed in chissà quale luogo o ritiro periodico. Il lavoro è tutti i giorni, tutti i momenti, istanti, minuti, con serenità, senza troppa preoccupazione od apprensione, senza aspettativa, Insomma, da svegli!

    Fisico ed eterico viaggiano insieme; il corpo eterico é la cuffia protettiva, il campo di forze che sta tutto intorno al corpo fisico; é ciò che viene detto anche aura. La notte é il corpo eterico che si incarica di rigenerare il corpo fisico. E proprio nello stato di quiete del corpo che COSCIENTEMENTE SI PUO’ VOLARE con il corpo astrale. Il campo eterico si compone di 5 eteri ben distinti ed ognuno di loro influisce e lavora su facoltà e potenzialità del corpo fisico. Ci sono due eteri che si occupano esclusivamente di mantenere il corpo fisico sano (etere di vita ed etere chimico) e 3 eteri che si occupano delle facoltà intellettive ed intuitive della coscienza: intuizione, comunicazione, attenzione e capacità nell’auto osservazione, ecc.

    Quando tempo fa ho accennato sulle implicanze dei nostri pensieri sulla materia (legge dell’HADO) era questo il messaggio che volevo trasmettere: ESSERE POSITIVI,CAPIRE IL MALE PER COGLIERE IL BENE ANCHE DOVE C’E’ TANTO MALE, RISVEGLIARE LA CONSAPEVOLEZZA SAPENDO CHE SI E’ TUTTI FIGLI DI DIO….. E SE GUARDIAMO GLI ERRORI ALTRUI, AUTO OSSERVANDOCI SCOPRIAMO CHE ANCHE NOI, DENTRO DI NOI, NEL NOTRO INTIMO SIAMO UNO SPECCHIO DI QUELLO CHE SPESSO FUORI RIFIUTIAMO DI ACCETTARE…. CAPIRE QUESTE COSE, E’ LA STRADA DELLA TRASFORMAZIONE DELLA RIVOLUZIONE DELLA COSCIENZA, LA MORTE INTERIORE DEGLI EGO, IL RISVEGLIO DELLA COSCIENZA, IL RISVEGLIO DELLA FENICE DALLE SUE CENERI, L’ILLUMINAZIONE, LA SANTA COMUNIONE CON OGNI COSA.

    Certo non è facile, ma importante è cominciare a provare per cercare di volare…….

    Colgo l’occasione di rispondere sinteticamente e simbolicamente anche al nostro Carissimo Luigi.

    In un frammento di antica passata memoria, mi ricordo solo che in particolare viaggio interdimensionale stavo quasi per SCASSARE la mia nave RA a luce eterica, ma grazie all’aiuto di grandiosi amici intergalattici sono riuscito ad evitare la peggio….

    Di sicuro molti amici penseranno che questa come quella riportata da Luigi è una inventata fantastica bella storia, come un racconto di fantascienza…..

    Per motivare quell’apparente manifestante illogicità, quel grosso naturale giusto dubbio, la riporto solo a titolo di conoscenza, ma che nell’essenza racchiude tantissima verità.

    Il rabbino Gesù (il capo esseno Yeshua ben Panthera) ) di Nazareth (che in quel tempo non esisteva) appena terminato di raccontare la parabola del buon Samaritano. Uno degli ascoltatori gli chiede: «Maestro, è davvero accaduto ciò che ci racconti, oppure te lo sei inventato tu?» Il rabbino gli risponde: «Le cose che racconto sono tutte vere, sono cose che accadono sempre e dovunque, come avviene in tutte le fiabe, in tutti i miti e le leggende dei tempi antichi».

  214. Raffaele, Ieri sera, ero in pò brillo. Nel post che ho scritto non mi ci vedo tanto”. Non bevo mai ! E’ bastato un pò di vino per perdere l’ equilibrio.

    Sono d’ accordo con te. E’ meglio vederci di persona, Però quando ci incontreremo, non significa che dobbiamo parlare con i programmi nelle mani.

    A me piace il fascino, il piacere che viene dalla compagnia, non da quello che diceva Platone, Eraclito, Freud, Dante Alighieri ecc..

    A me non interessa filosofare, ma interessa il pensiero filosofico.

    Non mi interessa la dialettica, ma il principio della logica.

    Ti ho definito il principe del blog. Sei una enciclopedia. Però non è questo che conta. Capiscimi ! Nò ! Al male inteso.

    . Se io vado da un medico, non cerco la sua sapienza. CERCO LA GUARIGIONE.

    Se mi rivolgo ad uno psicanalista, non cerco la genialità di Freud o di Jung, ma cerco, tramite l’ operatore dell’ anima, di capire e superare le mie frustrazioni.

    Allora succede che la cultura, non è più morta, ma diventa vita. Chi pensa il contrario. Fa bene !

    Se tu mi parli di questi “voli”, nel cosmo e fuori del cosmo, non mi devi presentare i libri e le parole. MI DEVI PORTARE L’ INSEGNAMENTO PER AVERE L’ ESPERIENZA..

    Ieri, hai così riportato: ” Rudolf Steiner (1861-1925), filosofo, pedagogista e fondatore della Società Antroposofica, nato in Austria, possedeva la capacità di ricevere informazioni da oltre il mondo materiale: un “mondo spirituale” che per lui era tanto reale quanto per gli altri lo era il mondo fisico. Steiner affermava che la capacità di percepire quest’altro mondo poteva essere sviluppata, rendendo un individuo capace di scorgere eventi e informazioni in tutto e per tutto concreti come quelli presenti”

    Io condivido quello che hai detto dello Steiner. Egli sosteneva che tutti possono risvegliare questo “mantram”. Lo Steiner, ha parlato di tutto. Ha commentato i 4 vangeli e gli evangelisti.

    La mia conoscenza di questi volumi risale al mese di novembre del 1973. Parlò anche di un quinto vangelo. Sul Vangelo di Giovanni, disse che era il più difficile. il più occulto e il più vicino a Dio. Oggi me lo hai bocciato:

    ” Caro Luigi,
    In principio era il Verbo, e il Verbo era Dio, e il vero era presso Dio…. .
    tutte le cose sono state fatte per mezzo di Lui
    dietro quelle parole c’è tanta verità distorta da esseri privi di un vero cuore”

    Bocci le parole del Vangelo di Giovanni, però allo Steiner lo metti fra i più grandi veggenti della Terra. MI sembra esagerato questo senso di distorsione per un libro sacro che è venerato dai cristiani .Io l’ ho amato da quando avevo 11 anni. e continuerò ad amarlo.

    Perdonami ! Sento nei tuoi confronti un affetto che mi travolge l’ anima. Sei un ricercatore vero e puro. Non offenderti ! Per me, SAREI FELICISSIMO DI SBAGLIARE, ti stai aprendo ad una falsa Conoscenza, a dei falsi profetii, non dico dello Steiner, il cui insegnamento non ti porterà a queste sane visioni di altri Mondi.,

    Ma ad un insegnamento che è il comtrario del principio solare. Tu arriverai a perdere lo stato di coscIenza, e CON LE PAROLE lo la tradurrai come fosse conoscenza.

    Quando l’ esoterismo sacro e la corrente junghiana chiedono il rafforzamento della coscienza umana.

    Attenzione ti stai aprendo, a qualcosa di non chiaro.
    Mi vorrei sbagliare. SO SOLO CHE TE LO DICO COME FOSSI MIO FRATELLO.

    Ricordandoti che, tutto ciò che l’ uomo impara, non è per sè, ma per gli altri e che il vero insegnamento magico-sacro dell’ uomo secondo la Donna Vestita di Solei i, è morire a se stessi.

    Non da morti ma da vivi. Applcando al pellegrinare dell’ uomo sulla terra la formula più occulta, più potente, più divina che esista nel cosmo e nello spazio:” NON IO, MA IL CHRISTO, IN ME ” . LA MODESTIA E’ IL VERO SAPERE UMANO. LA SUPERBIA CELA L’ INGANNO E LA DISTRUZIONE DELL’ UOMO.

    Accetto la granita. Passerò da Pinuzzu e lo porterò, al tuo paese. Majo è un Angelo. Però si vuole castrare la vita. Non mi so nemmeno spiegare, anzi mi blocco, perchè diventa un pò suscettibile. Se uno gli dice, ( faccio degli esempi,) sei forte- sei furbo- sei nervoso- sei fragile-scrivi veloce- ecc. Ne fa una “polemica” di discussioni, di parole, sempre a coinvolgersi la serenità.

    Caro fratello, minore Giuseppe, qualsiasi aggettivo o appellativo, ti viene dal prossimo, non è col fottertene che si supera. Si supera educando il pensiero a vedere nullo ciò che con l’ aggettivo, la frase, disturba la tua anima. Bisogna insistere con questa operazione.

    Non puoi stare sempre con le orecchie in sù. La vita diventa una guerra continua dentro se stessi. La forza è acquisire consapevolezza che è niente, anche se ciò sembra vero.

    Un esempio ! Dove abito io, la signora sopra il mio appartamento, mi cammina con i tacchi dalle 8.00 di mattina, alle 7.00 di sera E’ un’ ignorante ! Una donna incivile, e villana.

    Tuttavia, il fatto che cammina con i tacchi è nullo. Ebbè ! Devo educare la mia interiorità a non essere vittima dai fatti. Altrimenti sono fritto. Non devo far niente. Nessuna lite ! Ma osservare che il camminare con i tacchi è una fragilità mia se me la prendo. E’ solo menzogna che vorrebbe diventare realtà. Ciao !

  215. D’accordissimo, Map…il guardarsi negli occhi è ben altra cosa!! È QUELLO CHE DICO ANCHE IO, SEMPRE PER QUESTO, DICO CHE BISOGNA PRESTARE ATTENZIONE!! HO VISTO COPPIE LITIGARE A CAUSA DEGLI ORMAI INSOSTITUIBILI sMs!!! HA SEMPLIFICATO LA VITA,…MA SPESSO L’INGARBUGLIA, IL CELLULARE, COSI COME PURE IL PC!!?? CIAO, MAP,.. 🙂 😀 😉

  216. Scusandomi con il caro Luigi, in effetti, leggendo male, l’ultima risposta effettivamente era indirizzata alla cara Map Pina. Crreggo che non era maldek ma MALLONA e che quella migrazione (verso un’altro mondo) di anime avvenne dopo che geneticamente fu creato il LULU inconsapevole e dopo l’essere ADAMICO consapevole……. Pensate solo che la vita biologica di un LULU era stata progettata per durare 100.000 anni. Oggi la nostra genetica sta riscoprendo che alterando il dna con particolari enzini è possibile portare la vita media di alcune cellule a circa 26.000 anni, tanti quanto è il ciclo completo processione ……

  217. Luigi ti dico solo che non rispondo, altrimenti dovremmo ricominciare! t dico che non è cosi!, non continuo!! LUIGI, sai cos’è non mi va,..continuare su questa onda! Facciamo che io sono suscettibile! basta che si chiuda sto discorso, fossimo a quattr’occhi ti direi tranquillamente altro, ma qui ci si fraintende facilmente!!! ciao GiGi!! Rocca Lumera, è una passeggiata,…da dove abito io!!! la Sicilia, per noi che viviamo, dove basta allungare la mano, come si fa con un amico! non per niente il nostro dialetto è molto simile a quello Siculo!!! la tua definizione non ha colto per niente il mio essere è cosi!, Luigi….caro mio…! hai scherzato tanto ma non me la sono mai presa! comunque stammi Bene!! tracci velocemente la mia personalità, lo potrei fare anche io, con la tua…, ma mi astengo…non è corretto!!!

  218. Giuseppone, mi trovi d’ accordo non ne parliamo più . Solamente, con l’ esempio della signora che camminava con i tacchi, volevo solo dire a me , a te e a chiunque ascolta che, a volte facciamo discussioni e sorgono contrasti per niente. Quale tracciare uno schema del tuo essere. Ma scherziamo ?

    Andiamo a mangiare la granita da Raffaele e tuffiamoci nelmare..Poi ognuno sta con le proprie idee.

    Don Raffaele, ha delle esperienze meravigliose, io, lo stimo. Però, a me piace avere un rapporto col divino in modo tradizionale: la preghiera, la meditazione, la confessione, la Messa, digiuno ecc. Mi tengo questo metodo.

    Se Raffaele non è d’ accordo, col mio metodo, non può costringere il prossimo ad aprirsi alla sua dottrina.
    LIbertàààà…. Luigione

  219. Caro Luigi ti manderò una email con i miei riferimenti , e visto che non ho come contattare il caro Giuseppe ti pregherei di farlo tu…
    Io dopo il 9 agosto vi aspetterò a braccia aperte.

    Ma è anche giusto ringraziare soprattutto il Nostro Carissimo Prof. Gabriele, che di sicuro, nel mio ironico immaginario, ridendo per tutto questo nostro fantastico/fantasioso rumore o armonia fatto di tante parole, parole, (sempre nel mio immaginario) ha pensato “ma chisti suno veramenti pazzi, e menumali ca suno pochi”,
    (sempre nel mio immaginario) “ma ripinzannuci, anch’io un po’ ne mei giovani furori ero e sugno un po’ accossì”

    PENSO NON SI E’ MAI SOLI IN QUESTO MONDO ANCHE SE PERCORRIAMO SENTIERI DIVERSI…

    Carissimo Prof. Gabriele fa parte di quel Divino Piano di Risveglio, di quella COSCIENZA COLLETTIVA che cerca in tutti i modi di RIESUMARE DALL’’OBLIO DEL TEMPO CERTE SCOTTANTI CELATE IMPENSABILI VERITA assai scomode per certi testa di rapanella.

    Anche con ermetiche parole, assai prezioso sarebbe un suo giudizio su tutta questa nostra parpadella di parole….

  220. Per alcuni aspetti io mi ci ritrovo nella teoria credo, di Raffaele! cosi come credo, nell’aspetto che il cosmo è vita,…non mi riconosco nella teoria diciamo della civiltà che detta cosi velocemente, sia giunta sul nostro pianeta…poi il resto…lo ha già spiegato bene lui! questo non perchè creda che noi siamo gli unici esseri, dell’intero cosmo!! credo nel suono, nella sua Origine..”Angelica”!!! Quello che importa che in ogni credo alla fine vi sia L’amore, o la ricerca di questo sentimento, Uno dei due “Sentimenti Verità” all’Origine…!!! quel che sento è che il giorno che sarà,…tante nostre supposte conoscenze, non mi riferisco a quelle esposte nel blog, quel sentimento, avrà una rivelazione,…diversa da tutto il sentire che ha p erniato…, la nostra vita, creandoci sofferenze, gioie, tutto sembrerà Nullo…!! ma questo è un mio di Sentire,…la Verità che apparirà renderà quasi stupide le nostre emozioni…la nostra sacca piena, di quel che ci forma…!!! capiremo d’essere stati in un certo senso come, una memoria virtuale, che si è creato da sempre verità su verità, senza mai esserne soddisfatto, L’Essere non si è mai Compiuto…!!! quel suono che eravamo… n’è rimasta solo una stonatura!!!

  221. io continuo a chiedermi perchè ogni qualvolta mi addentro nell'”esoterismo” e leggo, certamente pronta a compendere sento sempre tanta tanta solitudine.
    Vorrei spiegarmi meglio.
    Quello che ha detto scritto Luigi mi ha fatto effetto,
    al 70% la penso come lui caro Raffaele, ma questa è ovviamente una del tutto superficialissima considerazione poichè mi è difficile concentrarmi esattamente sulle tue parole./Datosi che per es. ieri ho passato la notte in bianco in assistenza di una persona malata /probabile enfisema/e che fa caldo terribile/e non ho molto tempo per stare al computer./
    Ma le parole:
    “Attenzione ti stai aprendo, a qualcosa di non chiaro.
    Mi vorrei sbagliare. SO SOLO CHE TE LO DICO COME FOSSI MIO FRATELLO.”-di Luigi mi trovano d’accordo //sento come un campanello d’allarme in testa.
    ————————————–
    In tutta questa channellizzazione- Cayce-vite passate-Steiner-Blavatasky-astronavi…(di cui ho letto) insomma io ho sempre la ferma convinzione che NON ci possano e debbano essere certezze, e che quando uno si dice “certo” è già fuori pista.

    Ho sperimentato tutto ciò che mi interessava della materia ed ancora -cerco- sicura che se trovassi qualcosa -di certo- sarebbe sospetto!!!.
    Eppure ho già delle prove e delle testimonianze giacchè preferisco sempre un pò di sano piedeperterrismo scientifico perchè no?
    Ripeto : prove.

    Perchè il confine si sposta sempre.

    Mi è capitato di tutto , ma non ho mai creduto di avere risposte nette, meglio così.

    in sostanza, se siamo qui per VIVERE un motivo c’è viviamo QUESTA vita con intensità, con vigliaccheria, con ogni altro modo ma che sia nostro , e non lasciamo CHE “ALTRO” viva la nostra vita per noi.
    mi spiace se mi manca la chiarezza necessaria ma lascio le mie parole così.baci.

  222. Carissima Map, Pina,
    è vero quello che hai detto, spesso abbiamo bisogno di prove, ma anche se non è lo stesso per tutti, ci sono prove interiori che aprono certe porte dell’anima in modo differenziato. Spesso questa verifica deve essere reale/tangibile/materiale, ma come fai a spiegare una voce silenziosa che parla dentro di te?, una voce che mi è assai familiare per quella affine risonanza armonica, per quella nota musicale che è unica per ogni essere che scende in manifestazione. Io parlo con mio Adorato Angelo e Maestro, mio figlio Orazio, e devi credermi non ci sono né credenze religiose, né induttanze né demoni che possono interferire e frapporsi quando quel dialogo dell’anima fra due esseri che eternamente si amano, passa per le porte del cuore..

    Poi in questa realtà assai materialistica e consumistica se si vuole ognuno trova le proprie strade di verifica… Spesso ho parlato di IPNOSI REGRESSIVA, d’Analisi sui casi di PREMORTE, di SDOPPIAMENTO, di VOLI COSCIENTI, di PROIEZIONE DEL PENSIERO ecc…

    Spesso sono portato per quella voce del silenzio a parlare di certe cose perché nel mio sincero piccolo cuore reputo che sono utili anche al prossimo. Spesso vorrei trasmettere quello che ho contemplato, anche per mostrare sinceramente una parte della mia natura, è per questo che spesso lascio il mio indirizzo e-mail, anche e soprattutto per condividere, per raffrontarmi sinergicamente con il cuore e con la mente con tanti cari amici e amiche….

    Poi vorrei precisare che quando quell’analisi comparata (religione TUTTE /filosofia/arte e scienza superiore viene fatta con scevra, imparziale/impersonale/non ortodossa umile ricerca, di sicuro produce meno errori di interpretazioni dovute alle tante alterazioni che qualche furbacchione ha ritenuto apportare….

    Carisima Map, Pina, c’è sempre da imparare, non si finisce mai di imparare anche perché questo è il sentiero che conduce attraverso la conoscenza delle cose alle verità e alla vera saggezza o al potere (per alcuni).. Luigi ha detto bene perché è facile disiorientarsi e perdere la vera strada, e cadere nelle proprie illusorie convinzioni, ma io come tutti, ho il mio ANGELO e MAESTRO dai tempi di Atlantide che segue i mie incerti passi… MIO FIGLIO ORAZIO.

    Carissima Map Pina hai detto non lasciamo CHE “ALTRO” viva la nostra vita per noi. scusandomi vorrei anche correggerti perché spesso le nostre guide spirituali, i nostri angeli per amore, per quel fine esperenziali che ci siamo imposti prima di ridiscendere in questo piano, prima di perdere la nostra natura esserica nell’oblio della materi; possono prendere possesso totale o parziale dei nostri stessi pensieri.. (non è difficile capire questa benevola induttanza, alla stessa stregua di qualsiasi malevole inconsapevole influenza che ci trasmettono con tante subbliminanti immagini nascoste)

    Quante volte ci è capitato di pensare, di agire, di parlare in una modalità che dopo percepiamo e sappiamo che non è la nostra, dicendo “in quei momenti non ero io”. Quante volte abbiamo sentito echeggiare quelle divine incancellabili parole “essere o non essere” e ancora “questo è il problema”, qual problema? Quale incognita, quale variabile deducibile i cela dietro queste sante poche parole?

    Nel linguaggio, sappiamo che per un principio d’indeterminazione, ogni parola contiene molti significati (babele) che sono in relazione, sia al contesto, sia alla conoscenza che alla memoria percettiva di chi ascolta, producendo soggettivamente un’interpretazione, una realtà, una visione, un pensiero una riflessione o un’azione appropriata o consequenziale. Ma vi sono Parole di potere, non alterabili nel tempo che da sole o nell’insieme devono essere capite contemplate in modo diverso, per trovare risposte e vibrazioni nel nostro essere, nel NOSTRO PERCEPIRE INTUITIVO, FOCALIZZANDOLE NEL NOSTRO CUORE. Parole che se colte come una bellissima rosa nel proprio cuore diventano chiave di volta chiarificatrici di tante verità prima non capite.

    Gli indiani d’America nel vedere quei primi malevoli e rumorosi treni che percorrevano le loro verdi praterie, non avendo dei termini appropriati nel loro linguaggio, li espressero come “cavalli fumanti” o “cavalli di ferro”. Queste sole parole , se prese alla lettera diventano insignificanti, e questo dovrebbe farci capire come anche nelle traduzioni ci possa essere anche una perdita di significato? A maggior ragione se qualche termine potrebbe essere stato rivelatore di grandiose ed inopportune verità.

    NON CI SAREBBE STATO NESSUN PENSIERO ERMETICO SE NON CI FOSSE STATA QUELLA INQUISITORIA RADICATA ORTODOSSIA IN OGNI TEMPO così come piatta doveva rimanere questa nostra terra, che non solo è quasi circolare, ma anche CAVA ed abitata da dentro dagli antichi DEI. (vedi ogni tanto aggiungo qualche altra parola, un po’ fuori posto che se capita, nel dubbio portano alla ricerca e alla verifica di quello che ha richiamato la nostra

    Un giorno, sempre in questo radioso spazio del nostro Amato Prof. Gabriele ho detto..

    Spesso tutte quelle paure legate all’ignoto sono indotte e auto indotte per mancanza di conoscenza, ma è anche vero che possiamo superarla…. Platone ci tramanda un grande MISTERO, lo specchio nella caverna della mente, così come erano e sono considerati pazzi chi non capiva o non ascoltava la musica, ed ancor più pazzi sono considerati coloro che in quella percepita vibrazione danzando escono dalla specchio della caverna della mente Oggi grazie alle riscoperte di quella scienza quantica e delle apparenze, capiamo che la realtà che percepiamo è solo una piccola frazione del tutto, come anche l’uso limitato delle nostre facoltà neurosensoriali ed intellettive… Ma quella logica intuitiva ci porta a concepire che tutto è VIBRAZIONE così come ogni tono vibrazionale per quella teoria delle superstringhe è alla fine un riflesso, l’ombra di quella primigenia energia che chiamiamo LUCE….

    Scusandomi con la tua persona, così come lo è per il mio cuore li riporto per una maggiore visione delle cose…..
    ****
    Non credere a quel che hai sentito. Non credere alle tradizioni solo perché si tramandano da generazioni. Non credere a nulla di cui si parli da molto tempo. Non credere ad affermazioni scritte solo perché provengono da un vecchio saggio. Non credere nelle ipotesi. Non credere nell’autorità dei maestri o degli anziani. Ma, dopo un’attenta osservazione e analisi, se ciò concorderà con la ragione e sarà di beneficio a tutti, allora accettalo e vivi in accordo con esso.

    (Siddhattha Gotama Buddha)

    La conoscenza universale può essere rivelata solo ai nostri fratelli che hanno affrontato le nostre stesse prove. La verità va dosata a misura dell’intelletto, dissimulata ai deboli, che renderebbe pazzi, nascosta ai malvagi, che solo potrebbero afferrarne qualche frammento di cui farebbero arma letale. Racchiudila nel tuo cuore, e che essa parli attraverso le tue opere. La scienza sarà la tua forza; la fede la tua spada; e il silenzio la tua corazza impenetrabile.”

    (Ermete Trismegisto – ovvero l’Arcangelo Raffaele)

    Ma ora è arrivato quel giusto risolutore tempo per gridare forte ai quattro venti, perché l’anima ha bisogno di manifestare la sua radiosa divina luce interiore, rompendo tutte quelle catene esistenziali che la tengono prigioniera con tanti futili illusori apparenti modi. E’ il tempo di risvegliare quella coscienza cosmica che latente e dormiente è celata in ogni malevolo / amorevole cuore umano. E’ il tempo di quel finale esistenziale tempo per un nuovo ciclo evolutivo tanto atteso, tanto decantato e mai capito. E’ il tempo della raccolta di quella semina che fu fatta in un tempo assai remoto.

    Se volete, vi suggerisco anche di non credete neanche ad una sola di queste mie parole, ma solo al vostro INTUITIVO LIBERO SCEVRO IMPERSONALE IMMORTALE CUORE.

  223. riallacciandomi, al mio post precedente! ora sentiamo musica, alla ricerca dell’accordatura…primordiale!!! i sentimenti che noi viviamo sono giusti, perchè per quanto si possa fare questa è la nostra Realtà, ingannata o meno, questa è!!! quindi,…nel rispetto d’ogni credo, esperienza,… quello che viviamo,èanche quello che ci appare sotto gli occhi!!! L’africa, i bambini che muoiono, ogni tot secondi,..le guerre,…! tutto fa sicuramente parte della creazione, di tutto quel che discutiamo, ma fatto è che, vi è un momento che bisogna vivere pienamente, anche questi problemi con praticità!!! con una lotta, che servirà a poco, ma, che non si può non fare!!! con rispetto,…Giuseppe!!!

  224. mi permetto…sapendo che ognuno è sensibile, anche a quello che succede…sulla
    terra,… di quel che vediamo, ripropongo un mio piccolo scritto, che non vuol essere, null’altro che una comunione di un pensiero…!!!…… (Marzo/ 1987) magari non è filosofia, ma mi piace metterla ugualmente!!!
    *******
    Voci, striduli
    chiacchiere pidocchiose.
    Portamonete colmo,
    carte di credito…
    con Obese pance.
    Del terzo Mondo
    si fan portatori,
    della giusta causa.
    Schifando, nelle loro abbuffate
    l’immagine scheletrita,
    il canale TV. si cambia…
    dalla goffa pancia gonfia,
    dall’alito della morte,
    schifando chi,
    non nutre desideri
    non conoscendo l’esistere…
    Il desiderare, “sin troppo lusso”!?
    Voi viziate creature
    dalle pattumiere ricche
    della fame altrui!
    Figli del troppo, giocano
    alla sensibilità d’arida sostanza
    ubriacandosi con vini
    “sangue” dei poveri…
    Nati!, come rivelazione
    anticipata Della vita,
    la, Morte!!

  225. mi permetto!, forse perchè alcune Realtà, iniziano a rivelarsi…ma è, un forse?, magari le tante verità di quel sacco che siamo di tanto è di niente, si apre!! credo che la solitudine sia il primo stadio,…che spesso non ci permette di proseguire, proprio perchè è profondo…lontano dal nostro essere, dalla nostra quotidianità! aprendo porte alle quali bisogna prestare molta cautela nell’apertura cosi come nell’addentrarsi!!! Boh, la mia è solo una ipotesi, nulla di più!!! comunque ritornando sulla terra, vado a gustarmi la mia solita ma, mai uguale…scesa al mare, il mio sole, il nascere del tramonto…!!!

  226. GUARADA LA STELLLA

    Chiunque tu sia, che hai l’impressione di essere sballottato nei flutti di questo mondo tra burrasche e tempeste invece di camminare per terra, non distogliere lo sguardo dallo splendore di questa stella,

    se non vuoi essere travolto dalle tempeste. Se insorgono i venti delle tentazioni, se ti imbatti negli scogli delle tribolazioni, guarda la stella, invoca Maria!

    Se sei assalito dalle ondate della superbia, dell’ambizione, della calunnia, della gelosia, della paura, guarda la stella, invoca Maria!

    Se l’ira, o l’avarizia, o le lusinghe della carne hanno scosso la navicella della tua anima, guarda la stella, invoca Maria!

    Se, turbato dall’enormità dei peccati, confuso per le brutture della tua coscienza, impaurito dal rigore del giudizio, cominci ad essere risucchiato dal baratro della tristezza e dall’abisso della disperazione, guarda la stella, invoca Maria!.

    Seguendo lei, non devierai; invocandola, non ti smarrirai; pensando a lei, non peccherai; tenendoti stretto/a a lei, non cadrai; affidandoti a lei, più nulla temerai,. Con il suo aiuto, ogni fatica sarà per te leggera, sotto la sua guida giungerai facilmente alla Patria Beata. — San Bennardo

  227. raffaele giuseppe luigi..manteniamo la rotta
    luigi al timone, che guarda la stella
    “se non vuoi essere travolto dalle tempeste. Se insorgono i venti delle tentazioni, se ti imbatti negli scogli delle tribolazioni, guarda la stella, invoca Maria!”

    , giuseppe già sta cucinando
    “Voi viziate creature
    dalle pattumiere ricche
    della fame altrui!”

    Raffaele cuce le vele e sente i venti:
    “Ma vi sono Parole di potere, non alterabili nel tempo che da sole o nell’insieme devono essere capite contemplate in modo diverso, per trovare risposte e vibrazioni nel nostro essere, nel NOSTRO PERCEPIRE INTUITIVO, FOCALIZZANDOLE NEL NOSTRO CUORE.”

    io giustamente invece di dare una mano mi applico sulla…mappa..”il cui confine si sposta sempre”

  228. Map… 😉 !!! 😀 🙂 ….senza parole!!!

  229. Ciao Emanuele, belle canzoni e videi meravigliosi. Ottime le scelte ! Sagge e significative !

  230. Map, sei una prima donna !

    Però il cuoco non è di razza. E’ affascinato dalle letture di Platone e Jung ! Ha chiesto di scendere. Agli scherzi, piace la lettura !

    Raffaele arriverà prima di noi, al capolinea ! Le tue mappe rappresentano il vecchio. Il suo viaggio sarà tracciato dalla scienza quantitativa.

    Non ha problemi di carburante. Gli dei e i veggenti glielo daranno gratis. Solo l’ iva dovrà pagare. Non deve volare troppo ! Ci sono i limiti di velocità, dicono 1500 km all’ ora. SE si supera questa velocità, ci sono i vigili con gli autovelox. .

    A questo punto non ci resta che fare da soli una cena a lumi di candela, con un pianista di piano bar . Tu sei romantica ? Io sì !.

    Cara Map, l’ atmosfera dovrà celebrare l’ istanza in senso platonico ! Nessuna scorrettezza ! Nessun errore. Anzi non sono ammessi gli errori !

    Solo la luna, col suo fascino e il suo mistero, a parlarci e tenerci compagnia.

    L’ anima, della notte, per noi due esseri “romantici”, non dovrà essere il buoio la magia.

    Per noi figli del Sole e della Luce, anche nella notte più tenebrosa, la nostra magia, dovrà essere IL BRIVIDO CHE SUPERA IL CIELO E LA TERRA, nella sua potenza primordiale e metafisica.

    Ah, Map ! Sbrigati ! Il pianista sta suonando la boheme di Charles Aznavour. Un altro minuto ancora e poi ti lascio. E’ già passato il minuto ! Addio…. . ? Un bacio, Luigi.

  231. caro Luis non puoi andare..ti si annebbia la vista giusto? Ti ricordi quando ti ho portato l’aperitivo?
    Eh già,..mai fare appuntamenti al buio,..ricordi nella nebbia quando ho preso da terra il tovagliolo? Un vecchio trucco..In quel momento ti ha sorriso il pianista..un vecchio complice..ci scambiamo dei favori..ti ha chiestoche pezzo volevi..mentre quelle che non erano posate hanno legato te alla sedia..ti ho sorriso scusandomi..–“sà.. è il mio primo giorno di lavoro”..-sì, ma non di cameriera, avrei dovuto dire-..tu quasi volevi invitare me..cioè la cameriera ..che non ero io..si fa in fretta a dimenticare Mappy eh? ti sveglierai in tempo per il dolce..sempre che tu abbia una buona spiegazione..e che io abbia l’ispirazione ad ascoltarti..sai sono molto lunatica..sono io qui a contare i minuti e non tu..spiacente..hai scelto male il menù..

  232. (bacio.. dalla donna ragno)

  233. terribile archetipo incubo (suppongo) di alcuni uomini?

  234. sei tu il mio menù………(questa è proprio buona..)

  235. Grazie Luigi !
    😉

  236. Ciao, inafferrabile Map ! Ora ricordo tutto di quella brutta sera. Dici bene ! Volevo fare il furbo e sono caduto nella trappola del tovagliolo… .. E’ vero ! La prossima volta il menù è meglio che lo scegli tu. Sono d’ accordo !

    Stai tranquilla ! Per te, sarò puntuale ! Adesso i tempi sono cambiati. Il menù lo sceglie la donna. E’ anche giusto ! Ti sembra ?

    Mappinuccia, non offrirmi aperitivi, scusami, preferisco lo chanpagne, in quanto conosce l’ arte di creare un filio cosmico con la notte e il cuore degli uomini ! I tovaglioli, per favore, lasciali sotto la coppa ! Grazie !

    La luna, questo astro dei misteri, conosce solo il linguaggio dell’ amore e sa sussurrare versi di pura poesia e note di travolgente musica.

    Non conosco l’ Inglese ! Traduco meglio la musica italiana. Sei bravissima !

    Non essere, però, troppa amara e pungente, nello scrivere ! La traduzione mi viene difficile e non so cosa vuoi dire. Jung sapeva interpretare…. .

    Nei tuoi riguardi il massimo rispetto e affetto umano. Ti sei dimenticata ? Tu mi hai legato, come un cane, per un INNOCENTE invito a lume di candela! Mi è andata bene. Poteva andare peggio. Una carezza, Luigi.


  237. Buon Giorno Carissimo Prof. Gabriele,
    Buon Giorno Carissimi Radiosi Gabrielliani,

    quante bellissime parole sono emerse come fiore dal cuore di tanti… ci sarebbe veramente da contemplarle per cogliere quel filo comune che tanto ci accomuna o ci allontana….

    I’erudito Caro Giuseppe (Ettore Majorana è stato un grande mio compaesano e scusandomi con la tua persona, se non oso molto, vorrei chiederti se hai qualche legame di parentela) ha evidenziato quell’aspetto inconscio che spesso rileghiamo e quasi allontaniamo della nostra agiata realtà, dimenticando che anche gli altri sono nostri fratelli. E’ bene parlare di queste cose, ma è anche bene capire le cause prime che portano a questi mali nel mondo che ci fanno capire che ci sono esseri privi di un vero amorevole cuore che per quel vano malevolo illusorio potere convertono nel dio denaro il sangue ti tanti cari fratelli. Parlavo di cause prime e questo dovrebbe farci riflettere del perché di tante cose e di come porre equilibrio… Perché come è successo 2000 anni fa ne è bastato uno solo che con quella maggiore Divina Coscienza Cristica ha mutato il mondo, non dai mali perché anche questi non ci sono stati rimessi così come erroneamente e volutamente ci viene riportato, ma donandoci quella saggia giusta via pratica che conduce prima o poi al risveglio di ogni coscienza interiore….

    IO SONO LA VIA, IO SONO LA STESSA STRADA, che passa per l’auto analisi interiore e non per nessuna forma religiosa esteriore che è lasciata alla libera o imposta interpretazione e facile strumento di chi ne vuol fare potere. Ognuno prenda la sua croce, ma nell’essenza, nella simbologia ermetica non una croce fatta di supplizi, di dolori, di sudditanza, di implorazioni e di psicologico lavaggio del cervello che ci rilega a POVERI PECCATORI, perché i veri peccatori sono proprio loro che sebbene conoscono le chiavi di accesso ai mondi dell’anima non li hanno mai trasmessi AVEVATE LE CHIAVI E NON LI AVETE INSEGNATE, DICEVA GESU’ AD UN DOTTO FARISEO, E LA STESSA COSA DICE ANCHE E SOPRATTUTTO OGGI. Quel simbolo della croce (che falsamente ci è stata riportata nella sofferenza di un dio che si è immolato, non è vera, semmai il simbolo era il PATIBULUM a forma di X) in effetti rappresenta il CENTRO PERMANENTE DI COSCIENZA CHE PASSA E CONFLUISCE NEL CENTRO DI QUELLE LINE EVOLUTIVE VERTICALI (spirituali) CHE TROVANO MANIFESTAZIONE ATTRAVERSO LE LINE ORIZZONTALI. (materiali).

    Bellissima la citazione del Caro Saggio Luigi, che ci riporta nel cuore quella verità che spesso dimentichiamo, perché presi dal quotidiano e dagli affanni di una vita piena di preoccupazioni ed inutili raffronti… Dimentichiamo di avere una NATURA DIVINA, dimentichiamo che dentro il nostro intimo, dentro il microcosmo del nostro cuore è celata la deità, il DIVINO PADRE CELESTE che è divina INTELLIGENZA E LA DIVINA MADRE CHE E’ PURO AMORE……

    Benevolmente ci hanno trasmesso una conoscenza, anche se ci siamo scordati del perché di certe forze che agiscono attraverso le parole (per chi volesse approfondire questo aspetto esiste uno studio che parla delle forze psichiche, della psicotronica, e di come si possono cristallizzazione i pensieri)

    Basta con sano pensiero osservare le stelle, basta nella voce del silenzio implorare la divina MADRE INTERIORE, basta solo questo ad innalzare quel lumino che celatamente arde come una fiamma senza fuoco nel proprio intimo, nel centro della nostra coscienza, che non è mentale, ma istintiva, e soprattutto intuitiva che attraverso il vero sentimento generano vibrazioni che passando per il cuore, COME UN APRITI SESAMO diventano SUONI/VIBRAZIONI/ARMIONICHE, forze cosmiche di potere che permettono di aprire quelle porte SOLO DA DENTRO, solo dal quel portale o centro di forza, solo attraverso il chakra del cuore si può comunicare fra gli universi compenetrati nell’essere, solo con tanto amore ed anch4e con tanta lotta interiore si può far affluire quella luce dell’anima, per cristallizzare quella luce in realtà non per MIRACOLO, ma per una scienza antica, per una conoscenza che apposta è stata celata nel cuore e solo con la chiave del cuore può essere risvegliata….

    Come ringrazio tutti, anche per le belle parole della Carissima Map Pina, che ci fornisce quelle carte che mischiate di tanta naturale innata amorevolezza, meglio ci indicano la strada già conosciuta ed esplorata di tanti, è una carta dinamica, che si adatta alla realtà come la realtà si adatta alla coscienza che attraverso l’osservatore la trasmette nel sogno al suo attore affinché la possa trasmutare e cristallizzare nell’unita/diversificata manifestazione….

    Su questa tematica della rotta, vorrei aggiungere qualcosa, perché penso che ormai è chiaro che ognuno ha un ruolo, una parte interpretativa in questa vita, spesso non conforme ai nostri reconditi desideri e aspirazioni, ma soprattutto non conforme a quella nostra percepita/riscoperta interiorità che è vera divina natura esserica.

    OGNI PICCOLO/GRANDE INGRANAGGIO IN QUELLA BARCA CHE CHIAMIAMO VITA HA UNA VALENZA ASSAI IMPORTANTE IN TUTTO IL CONTESTO PER TUTTE LE FINALITA’ ED I CELATI INCOSAPEVOLI PROPOSITI CHE QUIDANO IL NOSTRO DESTINO VERSO LA RISALITA DI QUEI GIUSTI GRADINI CONOSCITIVI CHE PIAN PIANO CI AVVICINANO SEMPRE DI PIU’ ALL’UNICA FONTE DA CUI SIAMO RIDISCESI TANTE VOLTE……

    Il problema più grande è capire appunto quale rotta abbiamo intrapreso e soprattutto quali strumenti di discernimento stiamo adoperando. Luigi è il saggio timoniere e deve guardare il mare per capire come meglio affrontare ogni onda, Giuseppe il cuoco e il sonatore magico, Map Pina è la cartomante, o meglio cole i che analizza le carte che conosce una rotta che guardo caso muta al mutare dei venti… Io non faccio altro che sentire il vento ed osservare le stelle, cercando di prevenire quando quella vela può resistere e se è il caso di rafforzarla o di cambiarla quando è il momento opportuno, ma ci sono altri ruoli che anche se nell’apparenza sembrano di minore importanza assai più grandi sono nell’essenza, c’è anche che serve la minestra, che ha il compito di badare alle nostre panze, perché senza panza non si ragiona e non si canta nessuna musica e facilmente potremmo essere ovviati dai nostri compiti, c’è che chi si occupa di pulire questa barca, affinché possa mostrarsi fino alla fine priva di scorie, di oscuranti nebbie, o di sporcizie che potrebbero offuscare questa bella COSCIENZA CIOLLETTIVA che ci accomuna in questo fantastico viaggio verso l’isola che non c’è (per alcuni ed esiste per altri) … Ma come dicevo l’obbiettivo finale solo il NOSTRO CAPITANO INTERIORE LO CONOSCE GIA’ COSI’ COME LO CONASCE ANCHE IL CARO PROF. GABRIELE IL VERO CAPITANO DI QUESTA BELLA CIURMA e di questa NAVE…..

    SOLO RICONOSCENDO IL PROPRIO VERO SCOPO, IL PROPRIO VERO ATTORE SI PUO PARLARE ANCHE CON LO SPETTATORE/OSSERVATORE, SOLO CONOSCENDO SIA IL DEMONE CHE L’ANGELO DELLA PRESENZA POSSIAMO ELEVARCI OLTRE OGNI APPARENTE ILLUSIONE AFFINCHE’ IN SINERGICA FRATERNA FUSIONE CI SI POSSA PROIETTARE IL QUEL SENTIERO EVOLUTIVO CHE CONDUCE ALLA VERA CASA DEL PADRE CELESTE.

    SOLO CONOSCENDO SE’ STESSI L’ESSERE UMANO POTRA’ ELEVARSI OLTRE GLI ERRORI, PERCHE’ LA CONOSCENZA E LA CONSAPEVOLEZZA PRIMA O POI PER QUELLA DIVINA LEGGE UNIVERSALE DELL’EVOLUZIONE CHE PASSA PER L’AMOREVOLE CUORE (che nulla ha che vedere con l’evoluzione materiale) CONDUCE CON GRANDE AMORE A QUELLA DIVINA FIGLIOLANZA, NON PRIMA PERCHE’ SAREBBE CONTRO OGNI PRINCIPIO D’ORDINE MORALE CHE GOVERNA ED EQULIBRIA OGNI COSA NELL’UNIVERSO.
    Se solo si capite che è l’essere umano che per un principio creativo ed evolutivo, per capire meglio, per risalire alla sua fonte, all’origine di tutte le cose, scinde e frantuma la realtà, che per sua natura è unitaria, in tante diverse realtà che s’identificano e si aggregano nel dualismo…

    Se solo si capisse che come disse Wagner nel Persifal “la ferita può richiuderla solo la lancia che l’ha aperta”. Perché è necessario a volte anche con tanto dolore con tanta lotta, espandere la coscienza, attraverso la continua ricerca di quella invisibile e celata coppa d’oro. Affinché per lo stesso principio di causa ed effetto, si possa ricostruire, si possa risanare quella ferita che fu creata inconsapevolmente apposta, affinché si possa riconciliare ogni frammentata realtà duale con quell’unità reale che fu scissa apposta in maschio e femmina e che siamo noi stessi a diversificare, a frantumare e a lacerare continuamente.

    Capire la dinamica e la correlazione delle forze duali è già tanto, perché per un principio d’attrazione / repulsione le due forze opposte tendono a bilanciarsi. E’ come se combattendo il male, l’oscurità non fa altro che rafforzarsi e di conseguenza tenderà a dominare sulla luce che a sua volta cercherà di opporsi. Creando un continuo instabile processo disarmonizzante che non conduce a niente ma solo a squilibrio, a conflitto duale e ad illusorio potere.
    Come nel passato anche oggi, agli occhi del profano e del non conoscitore tante cose prima ritenute e classificate MIRACOLOSE, ieri oggi e domani saranno scienza derivata da una lenta e tormentata, ma saggia e continua ricerca. Conoscenza che per un principio naturale per un principio universale, rilasciando sempre di più quella dissonanza quelle differenze separatistiche, quella illusione del potere ci proietterà verso quella consapevole evoluzione che è il cuore flusso portante di tutte le cose.

    E’ questa la consapevolezza della nostra vera natura, che ci avvicinerà sempre di più a quella Primigenia Primordiale Fratellanza Cosmica Universale che Gesù ha detto e dice, affinché un giorno, un mattino ci svegliamo con il vero proposito d’Amare in nostro Prossimo e tutto ciò che ci circonda. E’ con quella lampada splendente che è stata messa in un luogo oscuro e tenebroso, che dura fino a quando spunti il nuovo giorno, la nuova luce e sorga la stella mattutina che illumina i nostri cuori.

    Questo è il vero cammino che ci permetterà di riavvicinarci sempre con più Amore con più consapevolezza, con più compassione a quella vera innominabile e indefinibile essenza universale che chiamiamo DIO. Se solo si capisse che non basterebbe mai una intera vita o una sola vita per capire queste grandiose verità. Se solo si capisse che la vita è il tramite, il grande obiettivo, lo scopo, la meta finale. La vita è come una scala fatta di infiniti gradini, dove ogni gradino porta ad un inizio ed a un solo fine. Ogni fine è l’inizio di un nuovo ciclo evolutivo, di un nuovo gradino, di nuove riscoperte, di nuove esperienze di vita necessarie al processo evolutivo di ogni cosa. Ogni gradino è fatto di tanti segmenti di vita più o meno lunghi per ogni fine che abbiamo scelto, che ci siamo imposti prima di ridiscendere in questo piano delle prove, delle espiazioni e delle riscoperte. Ma può capitare che l’ultimo segmento di quel gradino è stato assai corto e questo ha creato tanto sgomento, tanto turbamento nell’anima di chi resta in questo mondo… e per questo che spesso amorevolmente e benevolmente dico che TANTO PIU’ BREVE E’ STATO IL SUO PERCORSO DI VITA TANTO PIU’ VICINA ERA LA SUA META…..

    Quante parole dico, quante parole sono necessarie per capire me stesso……..

  238. rispondendo a (Raffaele), inanzi tutto con il dire che chi osa con rispetto, non sbaglia mai, pur nelle domande più intime che si possono formulare agli altri! Tu, ti rivolgi sempre con questo rispetto,che è “GRANDISSIMA UMILTÀ”, PIÙ ATTENZIONE VERSO L’ALTRO!! Anni fa mio fratello con dei miei zii, e mio padre,…vollero fare una ricerca sull’origine del cognome, da dove partiva,…risalendo, al massimo fino all’ epoca di Carlo Magno!!! comunque si,..vi è un collegamento!!! tutt’ora negli anni questo mio cognome continua a navigare dalla Calabria alla Sicilia, che poi non è questo lungo viaggio! vi è una parentela, se tale si può chiamare,…uno cippo..che lega i rami…! ancora oggi ho dei cugini che vivono ad Alì, luogo che tu conoscerai sicuramente!! tu sei una persona, che ascolta, che vive dell’ascolto continuo, non importa se tutta la via che ti porta a quella verità, sia totalmente uguale, alle altre, le lingue parlano…emettendo diversi suoni, ma l’importante è la meta che si cerca, quella dev’essere uguale!! Certo che siamo Umani,…questo è in un certo senso l’inganno più grande con cui dobbiamo fare i conti!!! ripeto, credo però che anche quel divino deve, o starà facendo i conti con se stesso, dall’origine dei tempi, dall’origine del creato!!! Noi siamo la perfezione è l’imperfezione di Dio!! ma com’è giusto concludere, è solamente…il mio sentire!!! caro Raffaele, ti aggiungo nuovamente che anche io ho avuto una esperienza…Grande, la posso chiamare viaggio, apertura, verso una…porta…che non credo sia Il Portone…Principale, o forse ancora,…voglio attendere!! credo ciecamente nella tua esperienza pur s’è diversa della mia, comprendo quanto sia difficoltoso, riportare il tutto a parole, o lo scrivere…con un linguaggio che per quanto erudito, non lo sarà mai abbastanza,… il linguaggio è la povertà di quello che rimane di quel suono Puro che si era!!! La natura che ci circonda è fenomenale, il riflesso dei laghi, ha fatto si che c’innamorassimo del tutto, volendone essere parte, è sovrani!!! non mi stancherò mai di credere che il nostro caos, è il caos di Dio!!! con rispetto (Giuseppe)!!! L’amore in un certo senso, ha superato… ogni cosa, la natura riflessa in noi, noi nella natura….!!!

  239. Preferisco timonare la mia barca da me!!! nel vero viaggio si scende da soli, in realtà non sono un cuoco di razza!!! non amo la razza,..è una cosa sgradevole, per me preferisco i bastardini, anche se poi, in realtà,…non conosco razze! la razza pura si è mischiata e continua a mischiarsi, da quando ripeto,..forse sbagliando ci siamo innamorati della Natura, lasciando per questa la nostra immortalità? Ditemi vi è amore più Grande!!! È tutto cosi complesso, non riesco a vedere nell’uomo colpa che non sia nata Prima!!! lo stare in questo blog, per me è come quei marinai che da soli intraprendono il viaggio in mare aperto, poi ritornano…nell’osteria dove vi sono altri marittimi, e lì s’iniziano i racconti e gli ascolti!!! 😉 🙂 😀 !!! la Map ha fatica, ma non per sua mancanza, è una brava,…portatrice di ragionevolezza, quella ragionevolezza, che viene dalla vera Magia dici bene, Raffaele!!! un caro saluto!! maschera boccaglio=Mare…!!!

  240. Carissimo Giuseppe, scusandomi con la tua preziosa persona e con il Carissimo Prof. Gabriele che mi concede tanto spazio virtuale, per richiamare una grande preziosa radiosa viva memoria al cuore di tanti, anche se lungo, lo riporto copiandolo da una seria ricerca sulla TERRA CAVA Affinché in qualche modo si sappia quanto celatamente è stato nascosto il cuore assai grande di tanti esseri superiori che in ogni continuo tempo vogliono aiutare questa nostra martoriata umanità.

    11 – LA STORIA DI ETTORE MAJORANA

    È assai interessante ed importante proporre la storia di uno dei più grandi scienziati della fisica atomica, scomparso misteriosamente nel Marzo del 1938, del quale non si è mai più saputo nulla a livello ufficiale.

    La storia di Ettore Majorana è collegata inevitabilmente con la Terra cava e sicuramente non è stato il solo ad avere avuto una così straordinaria esperienza.

    Dopo oltre 60 anni dalla sua “misteriosa” scomparsa ci s’interroga ancora su quale vera fine egli abbia fatto. Congetture, supposizioni, ricerche, ipotesi e giudizi sinora non hanno dipanato il grande enigma che riguarda uno dei più illustri e geniali fisici nucleari del XX° secolo.

    Il problema è il seguente: perché il giovane scienziato siciliano, di nobile famiglia, dotato di qualità intellettive strabilianti e precursore di notevoli conoscenze nel campo della fisica atomica, di carattere mite e buono, ricco di humor e molto affettuoso con la famiglia e con gli amici, decide, ad un certo punto della sua vita, di diventare un misantropo fino a scomparire misteriosamente?
    Si è pensato ad una fuga dettata dalla follia, ad una crisi etica e religiosa, ad un suicidio, ad un rapimento da parte dei servizi segreti di qualche nazione estera, ad un barbone vissuto fino a qualche anno fa a Mazara del Vallo (Sicilia) e addirittura alla sostituzione di persona.

    Che cosa si nasconde, in verità, dietro tutto questo?
    Si vuole nascondere semplicemente che un grande scienziato, buono e cosciente, abbia lottato sino alla completa rinuncia del proprio orgoglio per impedire ad un suo amico e collega, di nome Enrico Fermi, di sviluppare una direzione errata e disastrosa della fisica nucleare.
    Inoltre si vuole nascondere che un mezzo volante d’origine extraterrestre lo abbia portato consenziente in un luogo sicuro, al riparo da ogni forma di decadenza morale e spirituale.

    Eraclito, già nel 500 a.C., ebbe a dire: “La verità si sottrae all’evidenza attraverso la sua inverosimilità”.

    Per conoscere tutta la verità credo che sia sufficiente munirsi di un po’ di coraggio e quindi uscir fuori dalla cittadella dove viviamo da parecchi millenni ed oramai logora, che propone sempre luoghi comuni, conoscenze limitate e spesso pilotate.

    Riassumiamo i fatti più salienti della vita di Ettore Majorana, per poi interpretare il significato del suo comportamento, mancante, secondo Enrico Fermi, del semplice buon senso, fino ad arrivare a scoprire l’arcano.

    Il padre, l’ingegnere Fabio Massimo Majorana, e la signora Dorina Corso, alla fine del XIX° secolo, costituiscono una delle famiglie più agiate della città di Catania. Ettore è il quarto dei cinque figli. Già all’età di tre-quattro anni evidenzia una precocità intellettuale straordinaria ed incredibile. Quando non sa praticamente leggere ancora i numeri gli vengono somministrate prove di calcolo di notevole difficoltà, come moltiplicazioni di numeri con parecchie cifre, estrazioni di radici quadrate e cubiche. In queste occasioni si infila sotto un tavolo e da lì comunica, dopo alcuni secondi, i risultati esatti. Come scacchista poi, già a sette anni, diviene famoso in tutto il territorio siciliano per le sue rapide vittorie.

    Per sapere altre notizie leggiamo il documento che Ettore scrisse personalmente con la sua naturale modestia e che venne redatto nel Maggio del 1932:

    «Sono nato a Catania il 5 Agosto 1906. Ho seguito gli studi classici conseguendo la licenza liceale nel 1923; ho poi atteso regolarmente agli studi di ingegneria in Roma fino alla soglia dell’ultimo anno. Nel 1928, desiderando occuparmi di scienza pura, ho chiesto e ottenuto il passaggio alla Facoltà di Fisica e nel 1929 mi sono laureato in Fisica Teorica sotto la direzione di S.E. Enrico Fermi svolgendo la tesi: “La teoria quantistica dei nuclei radioattivi”, ottenendo i pieni voti e la lode. Negli anni successivi ho frequentato liberamente l’Istituto di Fisica a Roma seguendo il movimento scientifico e attendendo a ricerche teoriche di varia indole. Ininterrottamente mi sono giovato della guida sapiente e animatrice di S.E. il professor Enrico Fermi.»

    A completamento di codeste informazioni si può dire che Ettore Majorana abbia lasciato pochi articoli scientifici, esattamente dieci, pubblicati in riviste specializzate.
    Sono state poi pubblicate le sue lezioni all’Università di Napoli ed inoltre sono stati ritrovati vari manoscritti scientifici inediti che attualmente sono depositati presso la Domus Galileana di Pisa.

    In questi ultimi scritti si nota come Ettore sia estremamente diligente e preciso nel suo lavoro. Tutte le sue scoperte sono convalidate da un’assidua serie di calcoli: anche per un genio come lui la fisica teorica non può essere un semplice gioco di intuizioni.

    Intanto cerchiamo il significato e i giudizi sulla sua attività scientifica, espressi da autorevoli colleghi come Fermi, Lazzarino, Persico, Polvani e Antonio Carrelli. Nella relazione che verrà portata a conoscenza dell’allora Ministro dell’Educazione Nazionale, Giuseppe Bottai, affinché risolva con la sua autorità i problemi venutisi a creare nel concorso per la cattedra di Fisica Teorica presso la Regia Università di Palermo nel 1937, leggiamo:

    «Il prof. Majorana si è laureato in Fisica a Roma nel 1929. Fin dall’inizio della sua carriera scientifica ha dimostrato una profondità di pensiero ed una genialità di concezioni da attirare su di lui l’attenzione degli studiosi di Fisica Teorica di tutto il mondo. Senza elencare i lavori, tutti notevolissimi per l’originalità dei metodi impiegati e per l’importanza dei risultati raggiunti, ci si limita qui alle seguenti segnalazioni: nelle teorie nucleari moderne il contributo portato da questo ricercatore con le forze dette “Forze di Majorana” è universalmente riconosciuto, tra i più fondamentali, come quello che permette di comprendere teoricamente le ragioni della stabilità dei nuclei. I lavori del Majorana servono oggi di base alle più importanti ricerche in questo campo.

    Nell’atomistica spetta al Majorana il merito di aver risolto, con semplici ed eleganti considerazioni di simmetria, alcune tra le più intricate questioni sulla struttura degli spettri. In un recente lavoro infine ha escogitato un brillante metodo che permette di trattare in modo simmetrico l’elettrone positivo e negativo, eliminando finalmente la necessità di ricorrere all’ipotesi estremamente artificiosa ed insoddisfacente di una carica elettrica infinitamente grande diffusa in tutto lo spazio, questione che era stata invano affrontata da molti altri studiosi.»

    Lo stesso Enrico Fermi, il “papa” infallibile dei fisici, l’unicum del XX° secolo (definizione di Bruno Pontecorvo), parlando con il prof. Cocconi, si esprime così su Ettore:

    «Perché vede, al mondo ci sono varie categorie di scienziati; gente di secondo e terzo rango, che fan del loro meglio ma non vanno molto lontano. C’è anche gente di primo rango, che arriva a scoperte di grande importanza, fondamentali per lo sviluppo della scienza (e qui si ha netta l’impressione che in quella categoria volesse mettere se stesso). Ma poi ci sono i geni, come Galileo e Newton. Ebbene, Ettore era uno di quelli. Majorana aveva quel che nessun altro al mondo ha; sfortunatamente gli mancava quel che invece è comune trovare negli altri uomini, il semplice buon senso.» (che con mie parole non è stato mai capito da esseri di più bassa evoluzione spirituale)

    I familiari e i suoi amici lo descrivono sempre come un ragazzo che crede moltissimo all’amicizia. Farebbe qualsiasi cosa per gli amici, tanto che ama frequentarli spesso. Cordiale ed amichevole con tutti, dimostra sempre la sua aristocrazia spirituale e materiale.
    Ma appena laureato, il suo modo di vivere diviene piuttosto chiuso tanto che lo porta ad allacciare solo con una certa difficoltà rapporti con persone conosciute da poco. I suoi giudizi su scienziati anche di primo piano sono quasi sempre oltremodo severi ed inoltre sono abbastanza severi i giudizi che esprime su se stesso e che manifesta chiaramente sul lavoro.

    Per questo suo atteggiamento viene definito il “Grande Inquisitore”. Vive nel periodo magico della fisica atomica. In tutta l’Europa, sin dall’inizio del secolo XX°, c’è un gran fermento per lo studio teorico e sperimentale dell’atomo.
    Nascono fiorenti scuole in Danimarca, Inghilterra e soprattutto in Germania. Anche l’Italia riesce ad esprimere notevoli capacità di ricerca teorica e pratica, anzi fondamentali in questa disciplina, per opera del grande scienziato Enrico Fermi.

    Verso la fine degli anni ’20, presso l’Università di Roma, si organizza la prima scuola di Fisica Teorica. Sono necessari giovani laureati di grande talento. Oltre a Fermi, arrivano Edoardo Amaldi, Franco Rasetti, Bruno Pontecorvo, Emilio Segrè ed il chimico D’Agostino. Ettore Majorana, come lui stesso chiarisce, dopo la laurea frequenta liberamente, e vale a dire senza un posto ufficiale e senza ricevere una lira di stipendio, l’Istituto di Fisica di Via Panisperna.

    In tale Istituto Fermi ed i suoi collaboratori iniziano una serie di ricerche teoriche e pratiche sull’atomo che porteranno negli anni successivi a risultati inimmaginabili.
    È proprio su questo punto che si verifica il contrasto tra Majorana e lo stesso Fermi e successivamente con il tedesco Werner Heisemberg.

    Lo scrittore Leonardo Sciascia, nel libro “La scomparsa di Majorana”, descrive magistralmente questo evento:

    «Ma il suo rapporto con Fermi c’è da credere sia rimasto sempre per come stabilito dal primo incontro: non solo da pari a pari (Segrè dirà che a Roma solo Majorana poteva discutere con Fermi), ma distaccato, critico, scontroso. Qualcosa c’era, in Fermi e il suo gruppo, che suscitava in Majorana un senso d’estraneità, se non addirittura di diffidenza, che a volte arrivava ad accendersi in antagonismo. E per parte sua, Fermi non poteva non sentire un certo disagio di fronte a Majorana. Le gare tra loro si basavano su complicatissimi calcoli: Fermi col regolo calcolatore, alla lavagna o su un foglio; Majorana a memoria, voltandogli le spalle. E quando Fermi diceva: “sono pronto”, Majorana dava il risultato esatto…
    E poi, tra il gruppo dei “Ragazzi di Via Panisperna” e lui c’era una differenza profonda: che Fermi e i “ragazzi” cercavano, mentre lui semplicemente trovava. Per quelli la scienza era un fatto di volontà, per lui di natura…»

    Anche Laura Fermi (moglie di Enrico Fermi) si esprime, nel libro “Atomi in famiglia”, su Ettore:

    «Majorana aveva però un carattere strano: era eccessivamente timido e chiuso in sé. La mattina, nell’andare in tram all’Istituto, si metteva a pensare con la fronte accigliata. Gli veniva in mente un’idea nuova o la soluzione di un problema difficile o la spiegazione di certi risultati sperimentali che erano sembrati incomprensibili: si frugava le tasche, ne estraeva una matita e un pacchetto di sigarette su cui scarabocchiava formule complicate. Sceso dal tram se ne andava tutto assorto, col capo chino e un gran ciuffo di capelli neri e scarruffati spioventi sugli occhi. Arrivato all’Istituto cercava di Fermi o di Rasetti e, pacchetto di sigarette alla mano, spiegava la sua idea. Ma appena gli altri approvavano, se ne entusiasmavano, lo esortavano a pubblicare, Majorana si rinchiudeva, farfugliava che era roba da bambini e che non valeva la pena discorrerne: e appena fumata l’ultima sigaretta (e non ci voleva molto), buttava il pacchetto, i calcoli e le teorie, nel cestino.»

    È un aneddoto molto significativo, efficace per capire il disinteresse personale, anche di fronte alla notevole possibilità di arrivare alla conquista del Premio Nobel, che ci fa riflettere molto sulla sua lungimiranza scientifica che rasenta la profezia. Lo stesso Amaldi lo conferma:

    «Alcuni dei problemi da lui trattati, i metodi seguiti nella loro trattazione, più in generale, la scelta dei mezzi matematici per affrontarli mostrano una naturale tendenza a precorrere i tempi che in qualche caso ha quasi del profetico.»

    Dopo la laurea frequenta la biblioteca dell’Istituto dove trascorre regolarmente circa un paio d’ore sia nella tarda mattinata, sia sul tardo pomeriggio. Trascorre di solito queste ore a studiare i lavori pubblicati da grandi scienziati quali P.M. Dirac, W. Heisemberg, W. Pauli, H. Weyl, E.P. Wigner. Controlla così tutti gli sviluppi di una scienza che, di lì a pochi anni, causerà danni gravissimi alla vita del pianeta Terra ed in particolare all’uomo.
    Ettore, in effetti, poco prima di scomparire lascerà scritto nel suo taccuino: “La maledizione nucleare incombe su di noi e un giorno dovremmo renderle conto del nostro futuro”.
    Questo giorno è già arrivato e lo stiamo purtroppo vivendo inesorabilmente!

    Nel 1934 Fermi “scopre” la fissione nucleare ma non se ne rende conto totalmente. Bisognerà aspettare il 1939 quando Otto Hann, Lise Meitner e Fritz Strassmann, dopo minuziose e sicure ricerche, diffondono la notizia della possibilità di realizzare un nuovo tipo di reazione nucleare a catena con l’uso del processo di fissione (scissione dei nuclei di atomi pesanti tipo Uranio 235) per liberare l’energia dall’atomo.
    La derivazione di tutto ciò è la possibilità di creare una bomba atomica oppure utilizzare la fissione controllata per usi pacifici. Entrambi gli obiettivi in seguito saranno naturalmente raggiunti.

    Negli anni trenta, inoltre, accadono due fatti importanti: la presa del potere politico in Germania da parte di Hitler e l’applicazione delle leggi antisemite. Tutto ciò sconvolge il sistema scientifico europeo, tanto è vero che i più grandi scienziati d’origine ebrea devono emigrare soprattutto negli Stati Uniti. Lo stesso Fermi decide di assecondare tale scelta per vari motivi, tra cui quello della moglie che è appunto d’origine ebraica.

    Proprio negli Stati Uniti d’America si organizzerà la più grande scommessa politico-scientifica di tutti i tempi, che culminerà con la costruzione della prima bomba atomica.
    La storia ci ricorda, alla fine della seconda guerra mondiale, che tali bombe furono sganciate sulle due città giapponesi Hiroshima e Nagasaki (6-9 Agosto 1945).

    LA STRATEGIA
    Il comportamento di Ettore Majorana come scienziato, nel periodo che va dal 1933 al 1937, ha dato e dà ancora oggi adito ad una serie d’interrogativi e di supposizioni che spesso rasentano il ridicolo.

    L’atteggiamento schivo e la volontà a non pubblicare le sue teorie o le sue intuizioni, penso che facciano parte di una personalità dalle caratteristiche sicuramente non terrestri. Inoltre egli resta sempre ai confini delle conoscenze di una scienza emergente e dagli sviluppi inquietanti: in particolare nel rispetto di tutti.

    Il fatto di voler contrastare una comune logica scientifica, i cui frutti li stiamo valutando appieno oggi, vuol dire che il suo è uno spirito libero, ubbidiente alle Leggi Universali o meglio Cristiche.

    Egli conosce il significato reale delle parole della Bibbia: “Nessuno separi ciò che Dio ha unito”. Su questo rimane perfettamente coerente. Seguita a nascondere, nei limiti consentiti, quella genialità da lui stesso definita immatura rispetto all’atteggiamento di scienziati tradizionali.
    Sicuramente nel viaggio di studio, effettuato in Germania e Danimarca (su interessamento dello stesso Fermi) dal Gennaio ad Ottobre del 1933, Ettore ha la definitiva consapevolezza della situazione della fisica atomica.
    Incontra tanti illustri scienziati ed in particolare Werner Heisemberg, uno dei più autorevoli ricercatori della Germania nazista. È proprio lui a confermargli, in una delle tante discussioni, che la fisica di quel tempo si lascia molto influenzare dal potere politico e militare.

    La sua opposizione è netta, ma ancora una volta non lascia trapelare ufficialmente i suoi sentimenti e le sue considerazioni sulla fisica, come testimoniano le lettere che da Lipsia scrive ai suoi familiari ed a qualche suo collega italiano. Nel rientro in Italia manifesta una fastidiosa gastrite, una delle cause cui si attribuisce il suo atteggiamento misantropico.

    Sono convinto che questo suo malessere abbia avuto origine dalla lotta interiore tra i suoi alti ideali, tutti dediti a migliorare la vita in ogni suo aspetto e ad avere una scienza libera da ogni tipo di sopruso, ed una scienza comune che stava dimostrando sempre più i segni di cedimento e che prenderà una via senza ritorno. Una “scienza” che creerà, inesorabilmente apprendisti stregoni.

    Ettore frequenta sempre più raramente l’Istituto di Fisica a Roma, fino a non andare più. Non vuole essere complice di una sperimentazione secondo lui sbagliata. Si rinchiude in casa, da cui esce molto raramente. Si sa però con certezza che i suoi studi sono continuati con un ritmo molto intenso ed impegnativo dal punto di vista intellettuale.

    Fatto curioso è che non ha il tempo e la volontà persino di tagliarsi i capelli. Riceve occasionalmente alcuni suoi colleghi d’Istituto, come Amaldi, che tentano di riportarlo sulla “via normale”. Tutto questo per circa quattro anni. Rifiuta, in tale periodo, addirittura offerte molto vantaggiose da parte di Università e Fondazioni americane ed anche proposte sovietiche. Di questo periodo non rimangono che due pubblicazioni ufficiali: probabilmente lavori compiuti già nel 1932. Tutto quell’enorme lavoro, compiuto in circa quattro anni, dove è finito?

    Credo che proprio in quest’arco di tempo Ettore Majorana abbia studiato e teorizzato la Fusione Nucleare a Freddo: uno studio fantascientifico per quei tempi ed anche per quelli d’oggi. (con mie parole perchè è stato occultato per potere economico di pochi su tanti)

    Ettore sicuramente ha conosciuto il modo di realizzare la fusione di atomi leggeri (idrogeno e suoi isotopi), la stessa reazione che avviene sul Sole. Prova ne è la costruzione, da parte di Fermi e dei suoi collaboratori, di un generatore artificiale di neutroni. Questa ricerca è stata compiuta a Roma e pubblicata nel 1934 a firma di Amaldi, Fermi e Rasetti.

    In sostanza si descrive un impianto per la produzione di neutroni, per mezzo di ioni di deuterio accelerati a 200 KV che colpiscono un composto ricco di deuterio.
    Enrico Fermi così, mentre fa funzionare il suo generatore di neutroni, non fa altro che realizzare una fusione “ultrafredda”… con ghiaccio pesante. Per realizzare un simile apparato è necessario, infatti, impiegare ghiaccio composto di D2O (acqua pesante), mantenuto a bassissima temperatura con il raffreddamento ad aria liquida, visto il notevole calore sviluppato nella reazione di fusione.

    Nel frattempo Majorana attua la seconda mossa nella sua strategia di difesa, nella attesa che gli studiosi di fisica, e non solo, capiscano bene il loro operare.
    Ad esempio rammenta spesso alla sorella Maria e agli altri pochi colleghi che gli si avvicinano (tranne Fermi): “I fisici sono su una strada sbagliata”. (ed oggi ne sappiamo qualcosa)

    Credo che questo sia un altro aspetto d’alto valore morale e spirituale della sua personalità: la non imposizione delle sue idee. Del resto un simile messaggio ha contraddistinto la sua vita di scienziato che egli ha lanciato al momento giusto e con le persone giuste.

    Credo altresì che l’incontro più importante, dopo quello di Fermi, sia stato proprio quello con W. Heisemberg, molto probabilmente uomo della sua portata. Heisemberg dimostrerà, nel periodo della sua prigionia (Agosto 1945) nella casa di campagna di Farm Hall (vicino a Cambridge, in Gran Bretagna), ai suoi colleghi della Lega dell’Uranio che la bomba atomica era alla portata degli scienziati tedeschi. Essi però si sono tacitamente rifiutati di costruirla, ritardando le ricerche atomiche ma soprattutto perché muniti della convinzione: “Non si fa un’invenzione se non la si vuol fare!”

    LA SCOMPARSA
    La terza fase della vita di Majorana, la più enigmatica e forse sconvolgente per molti, si svolge nel breve tempo che va dal Novembre 1937 sino al 27 Marzo 1938.
    I testimoni e i medici di famiglia asseriscono che Ettore Majorana viva, dal 1937 in poi, in uno stato di esaurimento nervoso che rasenta la follia.

    Ettore dimostra invece di poter rientrare tranquillamente, se vuole, nella “vita normale” quando, su insistenza dei suoi colleghi ed in particolare di Amaldi e Fermi, decide di partecipare al concorso per la cattedra di Fisica teorica presso la Regia Università di Palermo.

    Il “caso” vuole che la terna dei vincitori sia già stata seraficamente decisa. L’improvvisa partecipazione al concorso di Ettore, all’insaputa di tutti, mette in crisi la commissione d’esame, presieduta dallo stesso Fermi.
    I commissari sono convinti che egli non avrebbe mai partecipato.

    Veramente un brutto scherzo per tutti loro ed in particolare per S.E. Fermi, il quale risolve la questione scrivendo la seguente lettera al Ministro dell’Educazione Nazionale, Giuseppe Bottai:

    «Roma 25 Ottobre 1937
    Eccellenza, la Commissione giudicatrice del concorso a cattedra di Fisica Teorica della R. Università di Palermo, oggi costituitasi, iniziando i suoi lavori è stata unanime nel rilevare, dopo esauriente scambio di idee, che tra i concorrenti il prof. Majorana Ettore ha una posizione scientifica nazionale ed internazionale di tale risonanza che la Commissione esita ad applicare a lui la procedura normale dei concorsi universitari. Si permette pertanto di prospettare alla E.V. l’opportunità di nominare Majorana, per alta e meritata fama, professore di Fisica Teorica in una delle Università del Regno, indipendentemente dal concorso chiesto dalla R. Università di Palermo. Si onora allegare una relazione sull’attività scientifica del Majorana.
    Con Osservanza. Enrico Fermi, Orazio Lazzarino, Enrico Persico, Giovanni Polvani, Antonio Carrelli.»

    In conclusione, nell’autunno del 1937, Ettore Majorana viene nominato professore di Fisica Teorica presso l’Università di Napoli in base ad un articolo della legge universitaria dell’epoca che fa riferimento a meriti speciali e che è stata concepita qualche anno prima allo scopo di rendere possibile la nomina senza concorso di Guglielmo Marconi alla Cattedra di Onde Elettromagnetiche dell’Università di Roma.

    Verso la fine del 1937 Ettore riceve, presso la sua abitazione romana, la nomina ufficiale del Ministro dell’Educazione e dopo l’Epifania si reca a Napoli. Da qui risponde alla precedente lettera:

    «Ricevo comunicazione diretta da S.E. il Ministro per la mia nomina a Ordinario di Fisica Teorica presso la Regia Università di Napoli, in applicazione dell’art. 8 del R.D.L. 20 Giugno 1935-XIII, n° 1071. Nel porgere rispettosamente a S.E. il Ministro l’espressione del mio grato animo per l’alta distinzione concessami, tengo ad affermare che darò ogni mia energia alla scuola e alla scienza italiane, oggi in così fortunata ascesa verso la riconquista dell’antico e glorioso primato.
    Con Osservanza.
    Ettore Majorana.»

    La sua indole di idealista puro lo conduce a riprendere una nuova battaglia, fondamentale per l’umanità del XX° secolo al fine di realizzare un mondo migliore. Ben presto però si dovrà ricredere. Personalmente ritengo Ettore Majorana un genio destinato ad avere un compito speciale. Si manifesta perciò in me tanto disagio nel sentire giudizi espressi da persone che si ritengono capaci di capire un personaggio che ha tutta una sua visione non comune della vita, naturalmente ad un livello assai superiore, come le sue alte qualità intellettive possono ben dimostrare.

    Ma ritorniamo alla storia conosciuta degli ultimi suoi mesi vissuti in questo pianeta.
    Ettore inizia a svolgere a Napoli le sue lezioni dal 12 Gennaio 1938, ripartite in tre giorni della settimana.
    Prende residenza prima all’Hotel Terminus e poi all’Hotel Bologna. La sua vita sembra svolgersi regolarmente nella nuova veste di professore, anche se egli si accorge ben presto che pochi studenti sono in grado di seguirlo e tra essi figura il giovane Sciuti. Ha tuttavia l’abitudine, dopo ogni lezione, di intrattenersi lungamente col prof. Carrelli, direttore di Facoltà. Sicuramente parlano di fisica in generale e per questo Carrelli intuisce che egli stesse lavorando su qualcosa di molto impegnativo, di cui non desidera parlare nel modo più assoluto.

    Il 25 marzo 1938, dopo aver percepito lo stipendio degli oltre tre mesi d’insegnamento e preso il passaporto, s’imbarca sul traghetto “Il Postale” della Compagnia Tirrenia e da quel momento si perdono le sue tracce. La nave salpa alle 22,30 diretta a Palermo.
    In quel venerdì Ettore Majorana imposta per il prof. Carrelli, suo unico confidente, una lettera con ciò scritto:

    «Caro Carrelli, ho preso una decisione che era oramai inevitabile. Non vi è in essa un solo granello di egoismo, ma mi rendo conto delle noie che la mia improvvisa scomparsa potrà procurare a te e agli studenti. Anche per questo ti prego di perdonarmi, ma sopra tutto per avere deluso tutta la tua fiducia, la sincera amicizia e la simpatia che mi hai dimostrato in questi mesi. Ti prego anche di ricordarmi a coloro che ho imparato a conoscere e ad apprezzare nel tuo Istituto, particolarmente a Sciuti, dei quali tutti conserverò un caro ricordo almeno fino alle undici di questa sera, e possibilmente anche dopo.
    E. Majorana.»

    Purtroppo in quel viaggio non avviene nulla di quanto desiderato. Giunge a Palermo il giorno seguente e in questa città prende immediatamente alloggio presso l’Hotel Sole e spedisce un telegramma urgente al prof. Carrelli con il quale vuole annullare la precedente lettera spedita da Napoli. Nell’Hotel di Corso Vittorio Emanuele, su carta intestata dello stesso, scrive inoltre, sempre al prof. Carrelli, una seconda lettera che in sostanza è l’ultimo suo documento rimastoci:

    «Palermo 26 Marzo 1938-XVI – Caro Carrelli, spero che ti siano arrivati insieme il telegramma e la lettera. Il mare mi ha rifiutato e tornerò domani all’Albergo Bologna, viaggiando forse con questo stesso foglio. Ho però intenzione di rinunciare all’insegnamento. Non mi prendere per una ragazza ibseniana perché il caso è differente.
    Sono a tua disposizione per ulteriori dettagli.
    Aff.mo Ettore.»

    Una cosa è certa: negli oltre tre mesi trascorsi a Napoli, Ettore mostra un comportamento e un equilibrio assolutamente normali anche se riesce a tenere ben nascosto il suo meditato progetto. Riesce abilmente a smorzare il trauma alla sua famiglia, lasciando un’altra lettera nella sua stanza d’albergo a Napoli, in cui scrive:

    «Napoli 25 Marzo 1938-XVI
    Ho un solo desiderio: che non vi vestiate di nero. Se volete inchinarvi all’uso, portate pure, ma per non più di tre giorni, qualche segno di lutto. Dopo sì ricordatemi, se potete, nei vostri cuori e perdonatemi.
    Aff.mo Ettore.»

    Nella serata di Domenica 27 Marzo riprende lo stesso traghetto per Napoli dove dovrebbe arrivare alle 5,45 del mattino di Lunedì 28. Da quella nave Ettore non è mai sceso! Il Prof. Carrelli, subito allarmato, fa iniziare tutta una serie di ricerche, coadiuvato dai familiari di Ettore e anche dallo stesso Fermi. Vengono attivate le più alte cariche di polizia. Addirittura si supplica lo stesso Benito Mussolini e Papa Pio XII.

    Le ricerche, in particolare nei conventi del sud dell’Italia, danno esito negativo e lo stesso corpo non verrà mai ritrovato. Per tutto ciò, dopo cinque anni dalla sua scomparsa, viene ritenuto deceduto, al contrario della mamma che non crederà mai nella morte dell’amato figlio e soprattutto non crederà mai al suicidio.

    Reputo che sia assai difficile e azzardato stabilire, dal contenuto delle tre ultime lettere, il proposito di suicidio. Anzi credo che per le autorità politiche, scientifiche e religiose sia la conclusione più logica e più favorevole che permette a tutti di non perdere la propria faccia.
    Con le mie ricerche sul caso posso affermare, senza ombra di dubbio, che il prof. Majorana sia stato prelevato, col suo benestare, da un mezzo extraterrestre e portato in un luogo sicuro che non può essere altro se non l’El Dorado.

    Il fatto che Ettore specifichi che la sua decisione di scomparire non sia dettata da un solo granello d’egoismo, vuol significare che il gesto del suicidio non appartiene al suo progetto. Suicidio è sinonimo di vigliaccheria e quindi fa parte di una logica egoista. In secondo luogo specifica che vuole conservare i suoi sentimenti di amicizia almeno sino alle undici della sera del 25 Marzo e possibilmente anche dopo.

    Sa per certo, perché contattato da un rappresentante della civiltà extraterrestre, che per quell’ora ci sarà la dipartita dalla superficie del pianeta giacché accettata coscientemente.

    Bisogna ricordare che per avere un incontro con gli extraterrestri intanto bisogna avere delle qualità spirituali e psicofisiche di notevole valore ed inoltre ci sono alcune condizioni da rispettare quali, ad esempio, quelle di stare solo al momento del contatto e di avere un perfetto equilibrio in tutte le componenti psico-fisiche e spirituali.
    Credo perciò che il primo incontro sia saltato in quanto Ettore non abbia rispettato alcune di queste condizioni.
    L’incontro doveva avvenire molto probabilmente nelle vicinanze dell’isola di Capri.

    Non essendosi verificato nulla di quanto stabilito, il suo disagio diviene notevole, tanto da correre ai ripari. Confida a mezzo lettera i suoi sentimenti e le sue future intenzioni. Il fatto di dichiarare che il mare lo abbia rifiutato anche questo è esatto, in base alla ricostruzione sinora fatta.
    L’evento si verificherà esattamente nel viaggio di ritorno.
    Alle cinque del mattino del 28 Marzo, un disco volante luminoso, con l’ausilio di un raggio antigravitazionale, “risucchia” all’interno del mezzo il nostro grande scienziato e lo porta in salvo.

    Vorrei sottolineare che il fatto è successo proprio in prossimità dell’isola di Capri. A testimonianza di tutto ciò ci sono alcune prove:

    Il prof. Strazzeri testimonia quanto è nelle sue possibilità al fratello Salvatore (molto attivo nelle indagini), per mezzo di una lettera. Tra l’altro afferma:

    «Carissimo Signor Majorana, è una mia assoluta convinzione che, se la persona che ha viaggiato con me era suo fratello, egli non si è soppresso, almeno fino all’arrivo a Napoli. Poiché, quando mi sono levato dal letto, eravamo davanti al porto di Napoli e molti passeggeri erano sulla tolda del piroscafo, essendo già giorno chiarissimo…»

    Non è che sia una testimonianza precisa però il contenuto è molto interessante. Risulta comunque dai registri della Tirrenia che il prof. Strazzeri, docente di Geometria all’Università di Palermo, abbia effettivamente viaggiato nella stessa cabina di Ettore.

    La dipartita del professor Majorana viene letteralmente osservata da un giovane mozzo della nave che si trova in coperta per svolgere lavori di pulizia ed assiste involontariamente a questo evento dalle apparenze fantascientifiche.

    Ha raccontato di aver visto questa persona che da sola si stava dirigendo verso il parapetto metallico della nave, quando un globo luminoso improvvisamente si è avvicinato alla nave e mentre sostava sulla verticale, un raggio luminoso di forma conica lo ha avviluppato nel suo interno, da cui è salito verso l’alto come risucchiato.

    È una testimonianza incredibile ed è doveroso far conoscere che il ragazzo sia stato sottoposto a forti pressioni, per convincerlo a non rivelare l’accaduto.

    In questa storia compare un indizio sconcertante. La Società Tirrenia, alla richiesta del fratello di Ettore di poter visionare il biglietto d’imbarco, rifiuta di mostrarlo pur ammettendo che l’importante passeggero sia salito a bordo. Che tipo di segreto si è voluto nascondere?
    Benito Mussolini, nella pratica di ritrovamento, scrive a lettere cubitali: “Voglio che si trovi”.

    Nonostante gli sforzi profusi, non si arriva a nessuna conclusione ufficiale e nel 1938 è impossibile che Mussolini non sappia qualcosa, vista la scrupolosità e la capillarità della polizia politica dell’epoca.
    La famiglia Majorana decide di mandare una supplica al Papa. La stessa sorella Maria consegna a Papa Pacelli (Pio XII°) una pergamena in cui solamente si chiede al Vaticano se Ettore risulti ancora in vita.

    La famiglia non riceverà mai una risposta. Perché? Forse il Vaticano è vincolato a qualche segreto? Ci sono le testimonianze dei contattisti con le civiltà extraterrestri che conoscono il caso molto bene e sono gli unici che hanno il coraggio di parlare e dichiarare la verità.

    Ettore Majorana è stato incontrato, in carne ed ossa, nel Novembre del 1956 in una cava abbandonata vicino a Caserta, dove è giunto per mezzo di un disco volante. Un giovane universitario del luogo ha la possibilità di dialogare con lui. Scopo dell’incontro: far arrivare un messaggio a due noti architetti casertani. Ettore, nell’occasione, è accompagnato da due scienziati originari della ex Unione Sovietica, anche loro scomparsi misteriosamente dal loro paese.

    Se per tutto ciò non ci sono prove eclatanti, restano sempre le testimonianze di persone oneste e degne di fede che confermano l’incredibile episodio. Rimane il fatto che la lotta intrapresa da Ettore Majorana per evitare l’olocausto atomico viene volontariamente ignorata da molti suoi colleghi fisici e i primi risultati si sono visti dopo circa sette anni dalla sua dipartita da questo pianeta.

    Ancora oggi la minaccia nucleare accompagna la popolazione terrestre come una maledizione.

    «L’uomo del pianeta Terra ha raggiunto il punto in cui la sua scienza ha superato e avvilito il suo spirito e mortificato la sua saggezza. Ora l’uomo è veramente capace di sterminare se stesso e tutta la vita sulla superficie del pianeta. E non soltanto questo: egli è ugualmente capace di intervenire in modo nefasto nell’Universo. Può nuocere, cioè, alla galassia alla quale appartiene. Questo non deve accadere, perché perturberebbe la vita anche su altri pianeti e tutto ciò la Legge Universale lo proibisce.»

    «La saggezza ha sempre avuto un moto di avvicinamento all’uomo, che non potrà mai cessare e i collaboratori di questo disegno di redenzione sono i Messaggeri di Dio. Il Messaggero di Dio è un essere che porta l’idea di esortazione e di consiglio celeste. Quest’idea, discesa fra gli uomini, viene analizzata e purtroppo acquisita con egoismo, come se l’uomo creasse da se stesso, rigettando l’idea sfruttata e sopprimendo il portatore. In tal modo l’uomo rimastica le vecchie cose, cerca di riportarle alla propria logica e fa nascere gli ideali di corruzione, i falsi profeti: l’anticristo.»

  241. Carissimi Radiosi Gabrielliani,
    nel post precedente del su 26 luglio, 2010 a 14:26 ho accennato a quella ricerca sulle cause prime che manifestano tanto male nel mondo, perché ritengo nel mio cuore giusto rievocare la memoria di tanti cari fratelli che sono morti inconsapevolmente per la mancanza di un cuore di altri esseri detentori del potere.

    questa ricerca scaturisce sempre sullo studio della TERRA CAVA

    13 – IL PROBLEMA DEL NUCLEARE

    È doveroso concludere questo lavoro rendendo consapevoli i lettori dell’attività umana sviluppatasi con la ricerca sull’atomo e sul nucleo atomico, iniziata verso la fine del secolo XIX°.

    Ebbene tutto ciò rappresenta uno dei problemi più preoccupanti, se non uno dei più gravi, che gli extraterrestri devono affrontare nel nostro pianeta.

    La scienza nucleare è divenuta operativa con la seconda guerra mondiale. Hiroshima e Nagasaki, le due città giapponesi rase al suolo da due bombe atomiche il 7 e il 9 Agosto 1945, sono gli emblemi di una distruzione di massa che non ha ancora esaurito i suoi effetti sulla popolazione.
    Non è retorica né terrorismo parlare di tutto ciò, perché l’umanità ha la possibilità di distruggere se stessa e addirittura far scomparire il proprio pianeta, con conseguenze disastrose anche per la nostra galassia.

    È proprio questo il significato della presenza di un numero considerevole di civiltà extraterrestri sulla Terra e la parte interna risulta un grande punto di appoggio per assolvere l’attività di controllo e spesso di prevenzione.

    Vediamo, innanzi tutto, i dati più importanti sull’attività atomica nel nostro pianeta. Dal 1945 al 1998 sono stati effettuati ben 2054 test nucleari, ufficialmente dichiarati:

    – STATI UNITI: 1030 test di cui 215 in atmosfera e 815 sotterranei.
    Poligoni: Alomagordo, Carlsbad, Farmington (New Mexico); Nevada Bombing Range, Fallon, Nellis Air Force Range (Nevada); Hattiesburg (Mississipi); Gran Valley, Rifle (Colorado); Amchitka (Alaska); Oceano Pacifico: Johnston Atollo; Eniwetok Atollo, Bikini Atollo, Isola Christmas.
    Ci sono stati anche 3 test nucleari nell’Oceano Atlantico del Sud e 4 nell’Oceano Pacifico. Il primo di questi test è avvenuto il 16 Luglio 1945 ad Alomagordo e l’ultimo è stato effettuato il 23 Settembre 1993 nel Nevada.

    – URSS: 715 test di cui 207 in atmosfera e 508 sotterranei.
    Poligoni: Semipalatinsk, Azgir, Astrakan (Kazakhstan), Ucraina, Uzbekistan, Turkmenistan, Isola di Novaya Zemlia.
    Molti test sotterranei sono stati effettuati un po’ ovunque nel territorio russo. Il primo test nucleare è avvenuto il 29 Aprile 1949 (Joe 1) mentre l’ultimo è avvenuto il 25 Ottobre 1990 in Novaya Zemlia.

    – FRANCIA: 210 test di cui 50 in atmosfera e 160 sotterranei.
    Poligoni: Hoggar Massif, Reggane (Algeria), Atollo Mururoa e Fangataufa nell’Oceano Pacifico del Sud. Il primo test nucleare è avvenuto il 13 Febbraio 1960 e l’ultimo il 27 Gennaio 1996.

    – GRAN BRETAGNA: 45 test di cui 21 in atmosfera e 24 sotterranei.
    Poligoni: Isola di Montebello, Emu Field, Maralinga Test Ranger (Australia); Isola Christmas, Isola Malden nell’Oceano Pacifico. Il primo test è stato effettuato il 3 Ottobre 1952 mentre l’ultimo è avvenuto il 26 Novembre 1991 nel National Test Side del Nevada (USA).

    – CINA: 43 test di cui 23 in atmosfera e 20 sotterranei.
    Poligono: Lop Nor situato nella provincia dello Xinjiang.
    Il primo test è stato effettuato il 16 Ottobre 1964 mentre l’ultimo è avvenuto il 16 Agosto 1996.

    – INDIA: 6 test.
    Poligono: Pokaran nella regione del Rajasthan.
    Il primo test è avvenuto il 16 Maggio 1974 mentre l’ultimo il 13 Maggio 1998.

    – PAKISTAN: 5 test.
    Poligono: Chagai Hills nella regione di Dalbandin
    Tutti i test sono stati effettuati il 28 Maggio 1998.
    Molti altri paesi, pur non avendo mai confermato ufficialmente la detenzione d’armi atomiche, devono essere aggiunti alla lista che, secondo la Fedaration of American Scientist, è composta di ben 28 Stati.

    La situazione attuale dimostra che gli anni post guerra fredda non hanno per niente attenuato i rischi connessi alla proliferazione nucleare.

    La fine della seconda guerra mondiale in effetti generò, nella politica delle due grandi potenze terrestri, tale proliferazione.

    Dato che le vicende belliche di questa guerra portarono alla vicinanza militare USA e URSS, soprattutto in Europa, la spartizione del vecchio continente costituì l’atto iniziale della guerra fredda.

    Dietro il fatto militare c’era però un aspetto ideologico opposto che le spingeva a diventare le nazioni trainanti di un sistema mondiale interamente nuovo. L’URSS voleva continuare nella realizzazione di un sistema comunista mentre gli USA volevano l’affermazione della democrazia di stampo occidentale.

    Ne nacque una diffidenza, spesso tinta di toni forti e drammatici, soprattutto nel periodo in cui l’America deteneva il monopolio nucleare.

    Il discorso del Presidente USA Truman, (un emerito cretino vestito di potere) emerdell’11 Marzo 1947, segnò l’inizio ufficiale della guerra fredda. Truman attaccò duramente l’URSS volendo dimostrare all’opinione pubblica mondiale la negatività dell’impero sovietico e l’impegno americano a combatterlo per difendere tutti i popoli liberi dal terrore e dall’aggressione.

    In questa lotta ideologica ebbe grande peso il numero delle testate atomiche possedute da entrambe le parti. L’URSS arrivò a costruire almeno 45.000 ordigni termonucleari e gli USA un numero molto vicino.

    Attualmente, con la fine della guerra fredda e con i vari trattati di non proliferazione, ognuna di queste due nazioni cercherà di dismettere molte delle 10.000 bombe termonucleari perfettamente operative. Resterà sempre e in ogni modo un numero impressionante!

    Ci hanno fatto credere poi che le centrali nucleari dovessero servire solo per generare corrente elettrica. Nel mondo ne sono state costruite 430, di cui 208 solo in Europa. Ebbene l’energia elettrica prodotta con il nucleare raggiunge solo il 18% della produzione mondiale. Che cosa si voleva nascondere?

    E poi, per arrivare a questi risultati che prezzo abbiamo pagato e dobbiamo ancora pagare? La verità non è stata mai detta chiaramente. Ad esempio una grande propaganda iniziata già dall’inizio degli anni ’50 portò alla creazione di un mito secondo il quale sarebbe stato impossibile scoprire gli effetti delle “deboli” dosi delle radiazioni liberate in particolare nei processi nucleari esplosivi.

    Per essere più precisi correva l’anno 1951 quando fu aperto ufficialmente il sito per i test nucleari in Nevada (USA). L’anno 1954 poi ha rappresentato un altro momento storico.

    In quell’anno avvenne la prima esplosione termonucleare, riuscita dal punto di vista militare, comunemente conosciuta come bomba all’idrogeno.

    La bomba H ha permesso di raggiungere una potenza esplosiva illimitata se consideriamo quella prodotta dalla bomba atomica, limitata appunto da una serie di problemi tecnici.

    Raggiunto il primo successo, le potenze atomiche dell’epoca decisero di mettere questo tipo di bomba al centro della loro strategia politica e militare.
    Gli scienziati perciò si prodigarono abbastanza per conoscere, ad esempio, quante persone sarebbero state uccise rapidamente e quanti soldati non sarebbero stati in grado di combattere. Si stima che il numero delle morti scaturite da tutte le sperimentazioni nucleari, dovute alle radiazioni, siano state almeno 32 milioni (TRENTADUE MILIONI DI FRATELLI) di persone e questo è un dato molto ottimista.

    sentite, sentite ancora…..

    Sono state tutte vittime dei test nucleari atmosferici, dell’incuria delle scorie radioattive e dei materiali contaminati, dei diversi incidenti di cui lo scoppio del reattore nucleare di Chernobyl rappresenta il disastro più spaventoso e conosciuto dalla popolazione terrestre.
    Non bisogna dimenticare poi che gli scienziati americani si abbandonarono pure ad esperimenti segreti su cavie umane. Quando il presidente USA Bill Clinton rese di pubblico dominio una parte degli archivi del Pentagono, si apprese che a 800 donne in stato interessante fu somministrato ferro, con il pretesto dell’anemia da gravidanza, ma era ferro radioattivo per vedere come avrebbero reagito i feti.

    Si ebbero 200 aborti spontanei, 64 nati prematuri e morti subito dopo, 84 malformazioni gravi.

    Tra i nati normali, la proporzione di handicappati mentali, di semideficienti è stata del 15%. Venti bambini morirono di tumore prima di raggiungere i 10 anni.

    Altro esempio: 62 studenti di scuola media a Waltham, nel Massachusetts furono nutriti a metà degli anni ’50, nel pieno dell’angoscia nucleare, con alimenti radioattivi per un anno intero, per studiare gli effetti su organismi giovani e sani.

    Quaranta anni dopo quei 62 poveretti hanno avuto un’incidenza di morti premature largamente superiore ai loro compagni di scuola nutriti normalmente.

    Altro esempio: 131 carcerati maschi nelle prigioni federali degli Stati di Washington e dell’Oregon furono prescelti per uno speciale check-up medico. Segretamente, con il pretesto delle radiografie, i loro testicoli furono irradiati con dosi altissime di raggi gamma, per studiare gli effetti della bomba sugli spermatozoi e la fertilità maschile.

    Due anni dopo toccò a 80 detenute di età compresa fra i 18 e i 25 anni, che subirono iniezioni di isotopi radioattivi nei genitali e nelle ovaie. Nessuna di loro è riuscita ad avere figli. Ignari marinai furono mandati a bordo della portaerei USS Saratoga poche ore dopo l’esplosione sperimentale di Bikini (Oceano Pacifico), per raccogliere pezzi e frammenti di quella nave, ancorata a poca distanza dalla bomba. La metà di loro sono morti prima di arrivare a 55 anni.
    Per tutti gli anni ’50 e ’60 furono utilizzati come cavie umane ignari eschimesi dell’Alaska. Fu iniettato loro del plutonio nelle vene, furono fatti assistere ad alcuni esperimenti nucleari e, sulla loro pelle, si eseguirono ogni genere di esperimenti. Nessuno di loro vide la fine della guerra in Vietnam nel 1975.

    Di quello che è successo nell’ex URSS si sa pochissimo ma nel 2000 i risultati ufficiali sono questi: nel territorio russo il numero di morti è esattamente il doppio di quello dei nascituri. Questo fatto ha allarmato anche il presidente Putin il quale pubblicamente ha ammesso che se si continua di questo passo nel 2030 di russi ce ne saranno circa 35 milioni. (capite dove arriva la cattiveria umana di poche detentori del potere?)

    Nel Kazachstan la situazione è drammatica giacché in quella sconfinata regione sono stati effettuati un numero enorme di esplosioni nucleari sia in atmosfera sia sotterranei e perciò quasi nessuno può ritenersi immune da malattie derivate dalle radiazioni atomiche.

    Ufficialmente i 500 esperimenti nucleari effettuati nel poligono di Semipalatinsk hanno prodotto almeno mezzo milione di malati e molti di loro, al tempo di Stalin, sono stati vere e proprie cavie umane.

    Nel villaggio di Sarjal (1500 abitanti) ci sono moltissimi “mostri”.

    Ad Ayaguz, un villaggio a circa 300 Km dalla Cina, sono stati compiuti esperimenti per vedere come si sarebbe comportata la gente dopo l’olocausto atomico. Ebbene lì i bambini da 5 a 16 anni sono tutti diventati pazzi.

    Nell’ospedale di Semipalatinsk tutte le persone colpite in forma grave dalle radiazioni aspettavano solo di morire: non avevano nessuna speranza di uscire vivi. Questo è il commento di uno dei medici o, per meglio dire, dei curatori di un potenziale cimitero nucleare.

    C’è un altro fatto importante: gli “esperti” hanno costantemente minimizzato le conseguenze genetiche e le conseguenze per le generazioni future.

    E pensare che gli extraterrestri ci hanno continuamente avvertito dei vari pericoli, delle scelte errate da noi compiute.
    Per fare un esempio, nel Giugno del 1972 ci fecero sapere:

    «State lentamente, ma inesorabilmente, precipitando in una morsa soffocatrice senza speranza di riprendere un sospiro di sollievo. Il progresso della vostra assurda scienza produttiva, in tutti i campi, è irresponsabile, caotico, deleterio e distruttivo. Il vostro ipertrofico desiderio di produrre vi acceca sino al punto di non vedere il carico enormemente negativo che gravita sulla vostra sopravvivenza e sull’armonico processo dei reali valori strutturali della natura, in relazione alla vita e al suo saggio e positivo progresso evolutivo. Il modo incosciente di produrre i mezzi necessari ai vostri normali bisogni è inconcepibilmente insensato, perché edificate senza possedere il necessario discernimento di “causa-effetto”.

    Sapete benissimo gli effetti deleteri che producono certe vostre macchine, ma le costruite senza minimamente preoccuparvi di ciò che questi effetti determinano sul piano dell’economia creativa. Non vi sforzate minimamente ad impegnarvi per modificare il movimento negativo in movimento positivo. Pronunciate solo discorsi, progetti e nell’impegno ponete solo il dito mignolo o addirittura nemmeno quello, perché l’equilibrio dell’oro e della moneta o dell’orgoglio tecnologico deve prevalere, anche se ciò costa la vita dell’umanità, di tutta la vostra storia, del vostro pianeta. Insensati! Stupidi orgogliosi! Incoscienti!

    Vi lamentate di noi che non vi diamo i mezzi necessari a superare la situazione in cui vi trovate. Ma cosa fate voi per farci almeno intravedere che dell’eventuale dono della nostra superiore scienza non ne farete oggetto di maggiore distruzione? Quanti sono i giusti sulla Terra? A chi dovremmo affidare le perle della nostra scienza cosmogonica? Avete nelle vostre mani una potente energia che avreste potuto sfruttare positivamente e con effetti evolutivi sorprendenti, invece avete fatto un arsenale di distruzione e di morte! Non solo non siete giusti, ma non siete neanche buoni! Ecco perché ci limitiamo, per il momento, a preparare i buoni per essere un giorno giusti ed ereditare quanto è nella nostra volumetrica coscienza cosmica. La nostra superiore scienza scaturisce da formule matematiche esatte e con direzioni di sviluppo assolutamente positive. La direzione negativa per la nostra scienza e per la nostra coscienza non deve mai esistere, anche se sappiamo che questa è sviluppabile. Sul vostro pianeta uno dei tanti vostri scienziati buoni e coscienti di nome Ettore Majorana lottò sino alla completa rinuncia del proprio orgoglio di scienziato per impedire ad un suo amico e collega di nome Enrico Fermi di sviluppare una direzione errata e disastrosa della fisica nucleare.

    (per il Caro Giuseppe)

    Egli oggi è con noi così come sono con noi altri numerosi scienziati misteriosamente scomparsi, per aver accettato la nostra offerta di essere istruiti sui piani della scienza cosmica per essere, un giorno non lontano, i dirigenti saggi, giusti e coscienti di coloro che saranno gli antesignani del regno di Dio in terra. La sporca coscienza di molti non ha mai gradito l’incarnazione dell’Amore Universale, né ha mai tollerato i messaggi di giustizia e di pace. Questi Geni del supremo bene hanno dato e danno fastidio agli empi e ai fautori del male e dell’egoismo: quando non li hanno potuti far tacere, li hanno barbaramente uccisi. Non avete fatto così con Gesù Cristo?

    Noi oggi sappiamo che farete di peggio, perché siete diventati sempre più empi, sempre più vuoti di quei valori spirituali, morali e sociali che avreste dovuto riempire col divino messaggio del Vangelo. Siete miseramente caduti nella notte dei vostri giorni! Noi facciamo di tutto per far luce nel buio che è in voi e in ciò che edificate, ma la bestia che è in voi prevale e dice: no! no! “Non Cristo! Barabba!” Il male al bene, l’odio all’amore, la guerra alla pace, la morte alla vita!

    Ecco le vostre scelte! Ed ecco perché vi affermiamo che la vostra tragica situazione è in un vicolo cieco ed i valori negativi della vostra scienza sempre più esposti al gravissimo errore dell’irreversibilità.
    Adoniesis.»

    A parte l’evidente consistenza degli arsenali atomici, si stima che il volume complessivo di scorie radioattive, prodotte solo negli Stati Uniti da impianti militari e civili durante i circa 50 anni di guerra fredda, sia stato almeno di 6 milioni di metri cubi, con un tasso radioattivo altissimo.
    In Russia la situazione è sicuramente peggiore.
    Risalta la condizione del Lago Karackay (Regione di Celiabinsk – Urali centrali), a ridosso del quale è stato costruito il complesso militare di Mayak. Si calcola che vi siano stati riversati almeno 76 milioni di metri cubi di liquidi e melme radioattive.

    Mayak è tristemente noto come laboratorio di riprocessamento dei materiali radioattivi esauriti.
    La sete poi di plutonio dei dirigenti militari ha senz’altro contribuito a dare un grosso impulso all’industria nucleare “civile” perché questo elemento non esiste in natura, ma è prodotto artificialmente dall’uranio 238 ed estratto dagli elementi di combustibile esauriti con un procedimento sofisticato e costoso.

    Ecco perché il nucleare “civile” e militare si sono alimentati a vicenda, soprattutto nel passato.
    Oggi, nel clima dell’attuale “distensione”, il plutonio rappresenta un enorme problema che lasceremo come eredità alla nostra progenie e a quella del futuro, giacché il tempo di dimezzamento di questo elemento è di circa 24.000 anni.

    La Russia inoltre ha ereditato altri problemi. L’immenso arsenale atomico non è stato possibile mantenerlo in efficienza dato l’elevato costo per questa nazione, trovatasi in forte difficoltà economica con la caduta dell’impero sovietico e la formazione dell’attuale CSI.

    Ad esempio una buona parte dei sottomarini atomici sono stati abbandonati senza alcuna manutenzione nelle basi di Murmansk e nella Baia di Nerpitchia Gouba, nel Golfo di Kola.

    Con la formazione della CSI (Comunità degli Stati Indipendenti) nel Dicembre del 1991 il traffico di materiali nucleari si può affermare che sia dilagato per alcuni anni. Questo traffico ha riguardato tutti i materiali che hanno avuto a che fare con l’industria nucleare di “pace” e di guerra: Uranio 235, Uranio 238, Plutonio 239, Litio 6, Litio 7, Cobalto 60, Acqua Pesante, Mercurio Rosso, Osmio 187, Cesio 137.

    I depositi da cui provenivano, un tempo blindati e impenetrabili, sono stati proprio quelli del Minatom (Ministero per l’energia atomica di Mosca) e quelli delle armi nucleari dell’esercito.

    Il commercio clandestino di tanto materiale, nella disgregazione dell’impero sovietico e quindi della sua incommensurabile industria militare, è stato alimentato da tecnici, scienziati, militari andati in pensione, dalla mafia emergente.

    Tutta gente lasciata in balia delle loro frustrazioni, malpagata e priva di ogni freno morale o ideologico che ha visto, in questo abominevole commercio di morte, l’opportunità di mettere fine in modo definitivo ad una vita grama e costellata di delusioni.

    Molti scienziati di notevole caratura sono stati lasciati senza lavoro, altri sono stati accaparrati da nazioni orientate verso il nucleare, offrendo loro stipendi da favola. Non c’è voluto molto per immaginare l’attrazione fatale che si è venuta ad instaurare con l’offerta degli 850.000 dollari pagati per 1 Kg di Plutonio e uno stipendio che quando andava bene arrivava agli 80 dollari al mese.

    Per molti agenti dell’ex KGB accettare la clandestinità di tale commercio è stato un gioco ancora più semplice. Con i numerosi e sicuri canali che avevano in tutte le nazioni hanno potuto effettuare con molta facilità un simile commercio.

    Infine la mafia emergente e gruppi malavitosi si sono inseriti con molta, moltissima facilità.
    Se consideriamo il nucleare “civile”, si deve sapere che all’interno di un reattore il combustibile deve essere rimosso alla fine della sua funzione prima di essere completamente esaurito. Queste scorie nucleari possono subire un riprocessamento che consiste nel recupero dell’uranio e del plutonio, mandando tutto il resto nei depositi.

    Un altro sistema è quello di inviare tutto il combustibile nei depositi, dopo un eventuale condizionamento che ne diminuisce la pericolosità ma che non ne permette il riutilizzo.

    Si stima che entro il 2010 nel mondo ci saranno come minimo 300.000 tonnellate di rifiuti nucleari civili da smaltire, senza contare quelli di provenienza militare.
    È stata però trovata una terza via: perché non utilizzare il combustibile nucleare esaurito per creare micidiali armi perforanti? Detto, fatto!

    Nel 1991, durante gli scontri nella guerra del Golfo, le forze della coalizione hanno riversato sull’Iraq oltre 95.000 tonnellate di bombe tra cui 940.000 proiettili all’uranio impoverito.

    Secondo fonti ufficiali americane ogni proiettile da 25 mm contiene 148 grammi di uranio impoverito.

    Con semplici calcoli deduciamo che sono stati sparsi in quel territorio almeno 290 tonnellate di questo uranio.
    Lo stesso discorso lo possiamo ripetere con la guerra del Kosovo (ex Jugoslavia) anche se con cifre leggermente diverse.

    Ebbene lo stesso rapporto della difesa americana ci ha informato in maniera soft, dopo richieste pressanti dei cittadini, che questi ordigni bellici di qualità possono essere fonti di innumerevoli problemi postumi e anche gravissimi per la popolazione. Il rapporto fra l’altro dice:

    «L’ossidazione in superficie dei frammenti dei penetranti all’uranio impoverito è un processo significativo poiché le forme ossidate dell’uranio sono più solubili a contatto con l’acqua e quindi potenzialmente più disponibili per l’assunzione umana ed animale.»

    È chiaro che i danni ci sono e ci saranno poiché sono di natura irreversibili per la salute umana.

    Si è saputo inoltre che oltre 200.000 reduci della guerra del golfo sono attualmente contaminati con patologie per la maggior parte incurabili. Molti di questi militari hanno procreato figli nati con gravi malformazioni.

    Nell’Iraq del sud, per fare un altro esempio, si è registrato un aumento, che arriva fino al 350% annuo, dei casi di leucemia e di cancro tra la popolazione di alcuni villaggi.
    Su tutto il territorio iracheno poi migliaia di bambini sono stati colpiti da gravi forme di infezioni e deficienze immunitarie quale diretta conseguenza della contaminazione delle acque e dell’ambiente.

    Gli studi del professor Siegwart Gunter, presidente della Croce Gialla Internazionale, hanno confermato che le malformazioni dei bimbi iracheni ed americani si somigliano!

    Come se tutto ciò non ci bastasse, il Dipartimento dell’Energia Americano ha annunciato da alcuni anni che nel Poligono Nucleare del Nevada sono stati realizzati una serie di esplosioni nucleari “subcritiche”.

    Come si dice in questo pianeta: “Fatta la legge, trovato l’inganno”. Nonostante i vari trattati di non proliferazione nucleare, si insiste sulla ripresa di esperimenti, sostenendo la tesi che questi non si possono considerare veri e propri test nucleari sotterranei.

    La spiegazione ufficiale che è stata data per tali test è quella che si è cercato di verificare il processo di invecchiamento delle armi nucleari americane, per non pregiudicarne l’affidabilità e la sicurezza.
    Sembra incredibile, ma è così. La cosa più grave è che questo modo di fare costituirà un esempio e un messaggio negativo per altri paesi che vedono nel nucleare il fine più ambito.

    Senza soffermarci nei meandri della furbizia umana, vorrei sottolineare che il nostro pianeta è arrivato addirittura sull’orlo di una guerra nucleare molte volte e se questo non è accaduto si deve esclusivamente all’intervento diretto delle civiltà extraterrestri che vigilano in continuazione sull’operare della nostra civiltà, dimostrando sistematicamente che non siamo minacciati e che non interferiscono a favore dell’una o dell’altra potenza poiché non sono partigiani né dell’occidente né dell’oriente.

    Il 25 Giugno 1950 truppe nord coreane superarono il 38° parallelo ed invasero la Corea del Sud. Il 27 Giugno il Consiglio di Sicurezza dell’ONU approvò una risoluzione che intimava alla Corea del Nord di ritirare le sue forze dietro il fatidico 38° parallelo. Nello stesso giorno il Presidente USA Truman ordinò l’intervento immediato per difendere la Corea del Sud.

    Gli extraterrestri già avevano iniziato un massiccio intervento sul nostro pianeta, in particolare nei centri atomici e nelle basi militari americane e successivamente sulla Corea, tanto che il Generale Mac Arthur si trovò impossibilitato ad usare i bombardieri atomici. Il console Alberto Perego ha così testimoniato l’accaduto:

    «Durante le prime fasi della guerra i dischi furono visti, sui campi di battaglia, osservare le operazioni terrestri; spesso immobili nel cielo e sempre assolutamente silenziosi. Aviatori americani che volavano con i loro caccia alla velocità di mille chilometri orari se li videro spesso sfrecciare accanto a velocità tripla. Tutti compresero che questi apparecchi non erano russi e naturalmente non erano neppure americani! Non vi era scelta: non potevano essere che extraterrestri! Mac Arthur fu il primo a rendersene conto e a comprendere che i suoi bombardieri non avrebbero potuto trasportare bombe atomiche senza essere intercettati dai dischi. Senza poter usare l’arma atomica la guerra in Corea sarebbe divenuta insostenibile per le forze delle Nazioni Unite. Parallelamente all’attività operativa in Corea, si apprese che i dischi continuavano a sorvolare gli stabilimenti atomici e depositi atomici negli Stati Uniti. Dopo pochi mesi la controffensiva nord coreana sostenuta da truppe cinesi, del Novembre 1950, fece precipitare la situazione. Una ritirata gravissima condusse le forze delle Nazioni Unite a concentrarsi nella difesa della testa di ponte di Fusan, ultima base all’estrema punta meridionale della penisola coreana (Dicembre 1950). Allora Mac Arthur parlò chiaro. Propose la pace motivandola con la presenza dei dischi volanti. Al Pentagono, ove Mac Arthur era detestato, lo si ritenne pazzo, rimbecillito, finito. Dall’altra parte Truman temeva che Mac Arthur, negoziando la pace, acquistasse popolarità negli Stati Uniti; temeva che si presentasse alle elezioni presidenziali del 1952 e dicesse quanto sapeva. Per questo Truman destituì Mac Arthur nell’Aprile 1951 per obbligarlo a discolparsi e costringerlo a tacere. Mac Arthur tornò negli Stati Uniti con propositi di contrattacco; ma fu circuito dagli ambienti politici e finanziari dominanti che l’obbligarono a tacere. Troppo vecchio per la Presidenza, fu preferita la candidatura di Eisenhower. Mac Arthur dirà chiaramente tutto nel 1953.»

    Nel Marzo del 1954 avvenne un’altra gravissima crisi in Indocina. Le truppe vietnamite comandate dal Generale Giap attaccarono in Aprile la base militare francese, nel Vietnam del nord occidentale, di Dien Bien Fu.

    Per quest’assedio gli Stati Uniti giunsero di nuovo alla conclusione che avrebbero dovuto attaccare con armi nucleari al fine di salvare i francesi e gli specialisti americani. L’URSS rispose alla stessa maniera.

    A questo punto la Francia e l’Inghilterra non appoggiarono gli Stati Uniti. Trovatisi soli nella decisione, oramai inevitabile, si verificò un avvenimento impressionante in una base aerea della California meridionale.

    In quest’area militare scesero ben cinque astronavi extraterrestri, i cui piloti incontrarono l’allora Presidente degli USA Dwight Eisenhower. Ufficialmente informarono che la civiltà extraterrestre aveva iniziato un programma operativo rivolto all’intera umanità con il fine di renderla cosciente sulla loro realtà e presenza sul pianeta Terra.
    Il motivo principale dell’incontro però era quello di ammonire molto seriamente a non usare categoricamente le armi nucleari e cercare di risolvere definitivamente la crisi indocinese.

    La storia ci ricorda che il 26 Aprile 1954 venne aperta la Conferenza di Ginevra dove parteciparono gli Stati Uniti, Gran Bretagna, l’URSS, la Francia e la Cina Popolare. Il 7 Maggio ci fu la caduta definitiva di Dien Bien Fu dopo un assedio durato ben 55 giorni e il 20 Luglio a Ginevra si firmarono gli accordi in cui si stabilì che il Vietnam sarebbe stato diviso in due stati. Il 27 Luglio del ’54 cessarono definitivamente i combattimenti in Indocina.

    Ci furono altre occasioni per una probabile guerra atomica fino alla fine della caduta dell’impero sovietico e credo che il caso più drammatico sicuramente sia stato quello sviluppatosi nel 1962 con la crisi di Cuba.

    In tale occasione è da ricordare che fu proprio la civiltà extraterrestre a suggerire, tra le altre cose, al Presidente degli USA J.F. Kennedy e a quello sovietico Nikita Kruscev di installare il famoso “telefono rosso” per evitare che una probabile guerra atomica scoppiasse per un banale errore.
    Ogni volta gli extraterrestri hanno ribadito:

    «…Siamo pronti all’intervento nel caso che venissero messi in atto i disegni di alcune forze con armamenti nucleari. I nostri mezzi sono già in piena efficienza per attuare quanto un tempo, con lo stesso mezzo, abbiamo annunciato. Siano pienamente consapevoli coloro i quali, per loro disavventura, dovessero assumersi la gravosa ed ingiustificabile responsabilità di mettere in pratica i diabolici piani aggressivi con le armi atomiche. NON PERMETTEREMO UNA GUERRA NUCLEARE! STATE MOLTO ATTENTI! Non prendete decisioni avventate perché sarebbe la triste fine di tutta la vostra generazione e di tutta la vostra storia.»

    Le guerre sul nostro pianeta purtroppo sono continuate sino ai giorni attuali. Nel 2001, ad esempio, ci sono state ben 27 guerre, compresa quella scatenata dopo l’attentato dell’11 Settembre a New York.

    Se non si cambia modo di vivere con il ritorno cosciente all’accettazione delle Leggi Universali, come chiaramente ha dimostrato Gesù-Cristo, non abbiamo altra scelta e la civiltà extraterrestre sarà la nostra unica speranza di sopravvivenza.

    Per fare un altro esempio sul loro intervento, riporto il contenuto del messaggio che nel Luglio del 1984 la civiltà extraterrestre ha fatto pervenire ai responsabili delle due superpotenze che all’epoca gestivano il destino dell’umanità:

    «Al Presidente dell’Unione Sovietica: Konstantin Tchernenko
    Al Presidente degli Stati Uniti di America: Ronald Reagan

    Woodok, Comandante dell’Astronave Cristal-Bell;
    Maclero, Comandante dell’Astronave Olimpia;

    (capisco che ancora non credete a queste cose, ma spero che ci arriverete con il vostro cuore)

    La nostra missione sul vostro pianeta è pacifica ma non priva di preoccupazione per le tensioni in atto. È in un pericoloso gioco la vostra sopravvivenza, ma è anche tentato un equilibrio che siamo costretti a tutelare con ogni mezzo a nostra disposizione. Il nostro interessa mira, principalmente, ad evitare, per errore o per volontà delle forze belligeranti, un conflitto nucleare. Non siamo interessati alle vostre normali esperienze evolutive.

    Sappiamo che dovete crescere, realizzare e sperimentare. La nostra sorveglianza scaturisce dall’impellente necessità di salvaguardare alcuni fondamentali equilibri dinamici che governano il vostro sistema planetario di cui conosciamo la precaria instabilità. Un conflitto nucleare accelererebbe notevolmente tali disquilibri, con la funesta possibilità di trainare una forza anomala inarrestabile, con conseguenze imprevedibili sulle linee di forza che strutturizzano i valori gravitazionali dei pianeti del sistema solare a cui è legata la Terra.

    Conosciamo molto bene il vostro pianeta e conserviamo la completa cronistoria delle sue origini. Abbiamo anche perfetta conoscenza del processo iniziale dei primati della vostra specie. Non è nuovo questo nostro intervento nel tentativo di aiutarvi. Lo abbiamo fatto nel passato e vorremmo ancora farlo se ce lo consentite. Facciamo parte di una confederazione planetaria della galassia e possediamo una scienza ancora inconcepibile per la vostra scienza.

    Quello che più ci preme è di raccomandarvi:

    a) Non attaccate i nostri mezzi!
    b) Non tolleriamo l’ingiustificata violenza!
    c) Possiamo giustificare l’errore ma non la perseveranza nell’errore.

    Non ci costringete a dimostrarvi che possediamo mezzi assai convincenti per farvi desistere da ogni idea bellicosa nei nostri riguardi e nei riguardi di coloro che, sul vostro pianeta, ci rappresentano e sono scrupolosamente seguiti e tutelati. La Giustizia, la Pace, l’Amore e la Fratellanza sono la nostra reale religione. La nostra venerazione è rivolta, esclusivamente, allo “Spirito Onnicreante” (Spirito Santo come voi lo chiamate). La deità la possediamo già da tempo. A voi è stata offerta e l’avete, ancora una volta, rifiutata. Il nostro tempio è quello che vive nel cuore di tutti gli esseri viventi in tutte le galassie del Cosmo. Presto verrà il tempo di una nuova offerta per voi e ci auguriamo che sia la volta buona. Sta a voi accettare o rifiutare.

    Per la confederazione che rappresentiamo la vostra accettazione sarebbe un grande sollievo e per l’umanità di questo pianeta una immensa e benefica grazia. Affidiamo questo discorso al nostro più solerte ed apprezzato emissario con l’ordine di farlo giungere ai destinatari. Speriamo tanto in una vostra seria, responsabile riflessione. Pace sulla Terra.
    Woodok e Maclero.»

    Tanti sono stati gli ammonimenti dati a questa umanità e a tutti i responsabili. Vorrei perciò riproporre uno di questi messaggi, reso noto il 29 Novembre 1979 dall’extraterrestre Woodok:

    «La smoderata sete del potere assoluto provocherà, inevitabilmente, la fine della settima civiltà del pianeta Terra. Il potenziale distruttivo è tale da non lasciare una tenue luce di speranza. Oltre al deterrente atomico, esiste un disquilibrio psichico crescente capace di coinvolgere le masse in una frenetica corsa verso l’autodistruzione totale della vita. Lo sperpero delle risorse naturali ha messo già in fase critica l’equilibrio degli elementi che istruiscono le strutture dei necessari valori esistenziali e di quanto governa il divenire continuo ed armonico degli “zigos” (aria, acqua, fuoco, terra). La situazione è realmente gravida di funesti guai e i sintomi assai palesi. Abbiamo avuto il compito di avvertire e di ammonire. Lo abbiamo fatto e non cesseremo quest’opera sensibilizzatrice al fine di risvegliare i dormienti, per porli dinanzi a questa realtà che li sovrasta. Il nostro compito mira, principalmente, a salvare il salvabile, se dovesse prevalere l’ignoranza alla sapienza e l’arrogante orgoglio alla saggezza.»

    Sono trascorsi circa trent’anni da questa ennesima dichiarazione ed i fatti accaduti sul nostro pianeta ne confermano il contenuto pienamente.
    Che dobbiamo fare adesso? La nostra ultima speranza è compiere un miracolo: ristabilire l’ordine di tutte le cose, creare la fratellanza fra gli uomini prima possibile, organizzando la società umana all’insegna dei principi
    universali della giustizia, della pace, dell’amore.

    Credo pertanto che non solo dobbiamo preoccuparci del nostro illogico modo di vivere, ma dobbiamo essere riconoscenti e molto grati per gli interventi effettuati dagli extraterrestri, solo ed esclusivamente per Amore verso il Creatore nostro e loro, sperando che questa civiltà non spenga definitivamente ogni anelito di vita su uno dei più bei pianeti del sistema solare.

    Carissimo prof. Gabriele mi scusi per tanto spazio, ma penso che in questi tempi, sia necessario portare certe verità nella coscienza ti tanti care e cari fratelli di viaggio

  242. Carissima redazione, onde evitare mali intesi, si potrebbero mettere i videi del grande Renaro Carosone, sotto i messaggi di Maiorana del 26/7 ? Se non è possibile, preferirei non mandarli in rete. Grazie, Luigi, detto Zanna

  243. Cara redazione, quello che ho scritto io è solo da ridere. Se voi fate all’ inverso per aizzare gli animi. Fate pure ! Rispondere ad un messaggio. Con la canzone prenditi ‘na pasticca di Carosone” è solo uno scherzo.

    Se poi lo scherzo lo si vuole cambiare in qualche altra cosa…. . . Non mi sembra giiusto che avete messo i due videi sotto quello di Raffaele . Cancellando quelli di Maiorana. La libertà mi sembrava un pò l’ anima di questo blog. Mi dovete dire, voi saggi, se voglio i due videi di Carosone, cosa c’ è di offeso e di strano Zanna

  244. Caro Raffaele, i due vidi di Carosone, come hai capito non sono indirizzati a te, ma a Giuseppe. Per quanto riguarda discorso sulla nave ho notato che, Map ha scherzato, io pure con la cena, tu, ti sei sei associato, Giuseppe ha dato delle risposte serie.

    Allora volevo rispondere con la canzone “pigliatina ‘na pasticca sienti a me”. PER RIDERE ! Gli altri possono scherzare su di me. Non me le prendo !

    Un uomo che si risente percvhè è criticato, oppure non è simpatico al prossimo, oppure è al centro del pettegolezzo, ecc, è un uomo che distrugge se stesso e la sua anima.

    IL RISENTIMENTO NON E’ UNA FORZA, E’ UNA DEBOLEZZA ! CHE SI CELA SOTTO RISPETTO E DIGNITA’ ,

    INVECE E’ L’ OMBRA DI TUTTO CIO’.

    Come puoi vedere, ho scritto un messaggio alla redazione dicendo:i due videi sarebbero dovuti andare sotto gli scritti di Maiorana. Altrimenti, non metterli in rete.

    Invece l’ hanno messi sotto il tuo “LIBRO”. Avrei preferito che non fossero Mandati in rete. Proprio per evitare equivoci.

    Rafè, detto d’ amico, sempre se non ti offendi, questo è un bloog, non puoi ogni volta che apri bocca scrivere un libro. Annulli in un certo senso quello che vogliono dire gli altri.

    IO LA PENSO COSI’, MA NON E’ DETTO CHE ABBIA RAGIONE !

    Però, per telefono e penso di persona, sei meno caca caso. Al telefono ho notato, sei equilibrato. ASCOLTI, PENSI, RISPETTI. sai stare insieme agli altri.

    Questa è un’ arte, saper stare nel gruppo.Non bisogna sopraffare gli altri con il nostro pensiero.

    CARO PROFESSORE, ALLA GENTE, PIACE PIU’ PARLARE CHE ASCOLTARE. E’ COSI’.! E TU DEVI SAPERCI STARE, ALTRIMENTI NASCONO I CONTRASTI.

    IL SAGGIO TACE, MA NON TUTTI QUELLI CHE TACCIONO SONO SAGGI.

    IL CUOCO E’ SCESO, TU PRENDI IN MANO IL TIMONE, COSI’ ANDRO’ A CENA CON MAPPINUCCIA. DOVRO’ STARE ATTENTO !IL PIANISTA E’ SUO COMPLICE. PERO’ E’ BELLA GENTE STA ALLO SCHERZO E POI MAP E’ SERIA E DONNA DI ALTO RANGO. SONO BRAVI !

    BUONA NOTTE, LUIGI

  245. aaahaaahaaa….. ! caninu mucatu!!!

  246. tu non mi cucchi a mia,..puoi giocarti le tre carte quanto vuoi! basta vedere come ti sei presentato!, siii, il Professore è stata una splendida persona! allora tu hai cambiato idea, un idea di giudizio data senza conoscere le persone! chi ragiona e agisce come te, difficilmente cambia, tu dici, specie alla tua età!! poi non dici, ..non leggi ma poi mostri tutto il tuo sapere,…sfotti col sorrisetto…le persone,…per poi dimostrare quanto sei erudito!, allora molto finemente rivolgendoti a chicche sia…vittima del tuo “passatempo”, fai che chiedi scusa!!! dopo ritorni nuovamente nel giochino!!! Bellu meu, tu ammia non mi futti!!! non mi cucchjii,…detta alla “Riggitana”!!! Giggetto ma con chi credi di aver a che fare!!! ti avessi mai visto ironizzare su te stesso? Mai!! allora detta a calabrisi, cuntinua mi cughjunii cu l’autri, non cu mia!! non te lo concedo più!!! tu sei quello del primo post,..gigginu o Maragià!!! i soldi pè cammel tranquillo che me li pago da me!! gigino vola giggetto!!! da sempre….tu fai u francisi!!! comunque se hai un minimo di rispetto, ricordati che siamo ospiti, quindi continua con chi ti da retta senza creare, casini..in casa d’altri!!! non è il luogo, continua a discutere,liberamente…ma con rispetto, non con me !!! se sei la persona che dici, lascia perder.me continua la frequentazione del blog, ignorandomi come io ignoro te!!! rispettando la casa che ci ospita! non c’era bisogno che te lo dicessi!! se le pastigli sono quelle che prendi tu,…lasciamo perdere, se riducono come!! tu non m’incanti…Non mi hai mai incantato,…ecco il perchè,neanche quando cosi facilmente mi definivi puro, solo perchè credevi ti tenessi il giochino!! ora hai mollato, Non hai mancato di rispetto a me, anche se Raffaele si è dimostrato un’altro gigante,..nei tuoi confronti!! ora giggi continua a farti i tuoi giretti, che io mi faccio i miei!!! Siamo in casa d’altri!!! quindi chiudiamola qua!! Se hai educazione è rispetto nei confronti di chi ci ospita…chiudiamola qua!! Pè Càmmel non ti dari penseru!!! GiGGi….!!

  247. Tu sei quello che giudica le persone dal lavoro che hanno fatto! tutti gli altri succubi del divo televisivo, forviati dalla loro povertà…a tal punto che hanno trovato,realizzato se stessi nel poter partecipare a dialoghi con questa persona!!! Subito sei giunto,come uno che entra in una casa sparando sentenze!, senza chiedersi? ma che vuol dire perchè lavora anche in televisione, non può essere un Uomo che crede in quel che dice, che studia, che conosce,…cosi come abbiamo fatto la maggior parte di noi!?! non siamo qui perchè è il personaggio televisivo, ma, perchè sentiamo che il Prof, crede in quel che è, che dice!!! ognuno s’interessa al di fuori sia delle trasmissioni che erano del prof, sia del blog a determinati argomenti! si discute anche in blog diversi da questo!!! Vedi non hai avuto neanche la pazienza di dire, Bé aspettiamo un po?? Ancora più grave è che non sei un ragazzino, da cui certe allusioni si possono comprendere fatte con una certa fretta!!! Dopo, hai chiesto scusa, sii, certamente I Grandi Uomini sanno riconoscere l’errore, quindi chiedono scusa,…allora il DIRETTORE è diventato di colpo folgorazione il “Logos”!!! gli altri delle belle persone, tutto nel giro di due minuti!!! certo io ora non rientro nelle tue grazie, ma non ci vorrei entrare!!! Ripeto caro “signore”, tu sei quello,…mi spiace ma per me, non sei cambiato, anche se giochi…!!! SIII, mi dirai che io ritorno la,..etc.ecc,! si perchè tu non sei cambiato!!! il prof, è una grande persona, io molto di meno, ma tu,…sei quello!!! sai cosa c’è di diverso, che io sono entrato rispettoso di tutti e tutte,…dico la mia,…più o meno valida, ma rispetto tutti! Tu 60 anni sei entrato come una bomba….colpendo tutti e tutte!! non è questione di cuore, perchè io sento, che tu sei quello! posso capire o no?!,…non giudicare,…ma, se tu giochi,…ripeto non inganni nessuno!! allora ti dico, tu per l’ennesima volta Sei quello!!! Non si cambia in due minuti, quando a 60.anni…si entra in casa d’altri in un certo modo, come hai fatto tu,con discorsi da ribbelli 15 enni!!! hai ragione i libri servono a poco, ma anche le Marie se nominate cosi, tanto per!!! con questo, tu per me non sei entrato mai in questo blog, lo stesso fai tu con me!!! siamo in casa d’altri, quindi…almeno un po di decoro!!! altrimenti per rispetto del Prof,..rinuncio io ma basta che si lasci questo blog, per quello che è!!! giggi non siamo a 4 occhi io e te, dove potremmo dircene quanto vogliamo!!! a questo punto non ci terrei nemmeno,facciamoci le nostre vite, senti a me! lasciamo il Blog,in pace!!!

  248. caro Zanna, Carosone veramente ci sono affezionata so quasi tutte le sue canzoni.!!
    Pansè mia pansè tua in ricordo del nooostro amor!
    -E per Obama..
    Scava scava stu pertuso cà ù petrolio …c’è stà !! (purtroppo nisciuno se fà i fatt suje…)
    da “Caravan Petrol”..con piccola modifica
    -Invece la tua “Pigliate nà pastiglia” la dedico a tutti gli psicosomatisti come l’esimio R. M. che ci ha rotto tutto Riza e Business.Allopatici insorgete!!

    …………
    Raffaele mi viene la voglia di mettere il video di Finardi
    “Extraterrestre portami via” ….
    Però non so se poi lì hanno il caffè buono
    stamane all’ospedale alla 6,07 non fungeva la macchinetta distributrice del caffè…e così torno a credere nell’umanesimo di uno scorbutico barista.
    Suppongo che ci siano distributori di caffè automatici in astronave e sinceramente non mi và di combattere con macchine mentre ho un calo di caffeina..
    Siamo umani facciamoci del male guardandoci in faccia..
    ………..

  249. Un gurù in India : ” Ogni qualvolta che viene da me un peccatore, la cui vita era stata attraversata dal sesso, non mi parlava d’ altro che di Dio “. Mi dice; Sono stufo della vita che faccio VOGLIO DIO”.

    Ma ogni volta che viene da me un moralista-intellettuale NON MI PARLA ALTRO CHE DI LITI E DI SESSO !

  250. per rispetto del Blog, ti lascio perdere!! a differenza tua io lascio il blog, perchè continuare cosi, è stupido, non hai vinto, ma non posso continuare a ridurre grazie a te, questo blog a tutto questo!!! solo questa pag,..è combinata cosi!!! siamo in un blog. Gigi, tu sei l’uomo che parla di sesso e liti, e vero hai trascinato me, com’è che da quando non ti tengo il gioco non leggo più i tuoi scritti ironici, contro Raffaele, o contro altri,?, Gioca con me, divertiti nel Blog Gigino…!!! Divertiti per rispetto del prof, lo lascio… tu credi d’essere grande, te lo ripeto tu sai confondere bene le acque guarda caso hai iniziato con Raffaele, hai finito, con me!! azzicca a testa intro ho cessu e bonaNotti a serenata, canta una canzoncina delle mie parti!!! ammesso che non ti respinga! con questo chiudo, ma per un bel po, stai tranquillo che non faccio la parte come l’hai fatta tu qualche post addietro! lascio,…non aggiungo altro! a te a sceneggiata Napulitana? ma dove vai Luigi,…cip cip ciop ciop!!! heidi bel cartone, tu dove vivi, povero? incompreso, che solo va per mare mentre gli amici irridono stupidini, non comprendono! il santone, che da solo va per mare!!! Vai il Blog, è tutto Tuo!!!

  251. Il signor 007 è formalmente invitato ad uscire da questa gabbia, nella quale è rimasto senza la nostra volontà rinchiuso, per intervenire negli altri post…
    La prego di lasciare l’abito di Zanna-Gialla appeso a quel chiodo, sul quale si ostina ripetutamente a battere, per venire con noi a discutere gentilmente su Amore, Eros ed altri fortunati incidenti che si stanno verificando per le strade di questo incantevole blog.
    Certi della sua versatilità in materia di Emozioni, anticipatamente ringraziamo se vorrà farci il piacere di abbassare il tono del suo abbaiare e possibilmente la tattica di approccio fisico.

    Distinti saluti (a Zanna-Gialla e a Luigi!)
    Valeria Dell’Anna

  252. Caro Raffaele, vorrei dirti che non sempre riesco a leggere i tuoi interventi fino in fondo. Sono molto interessanti, lo penso davvero, ma potresti riassumerceli oppure spezzettarli? Vorrei davvero capire quello che mi stai comunicando e credo di avere i mezzi per capirti, ma aiutami!

    Con stima
    Valeria

  253. Giusè, ni pijamu nu cafè? Ni ssettamu sussu nu parete e cuardamu lu mare!!! 😀
    Ciao

  254. Carissimi amici e amiche del cuore, sul tema dei video trovo giusto riesumare alla memoria di tanti, quella luce interiore che tanto ci accomuna e tanto la rileghiamo nel mondo della fantasia, che altro non è che il mondo dell’anima dove tutto con grande amore diventa magia..
    Come ho sempre detto alla fine è importante riscoprire le cose belle, è soprattutto vere da ogni cosa, anche e soprattutto là dove c’è il male….. Basta risvegliare quel bimbo interiore e tutto allora diventa informata realtà come per magia…. Così come il V.M. Gesù aveva e dice ancora.

    Mary Poppins – basta un poco di zucchero e la pillola va giù

  255. io sarò anche un ragazzino,ma tu non sei di meno! tu non me la dai a bere con la tua parvenza di chi gioca scherza!! hai continuato, certo con molta più sottigliezze, a continuare quello che sei!!! io stupidamente, mi sono fatto prendere, dicendomi, dopo il tuo primo post, ma siii?!, ma tu hai continuato con tutti, con la tua aria altezzosa,irridendo, per poi esplodere in un mondo di “conoscenza”, !!! ora puoi dire quel che vuoi, il mazzo te lo lascio,..!!! però ora che il Blog è tuo, ed hai sconfitto me!! lascia che fluisca questa casa d’altri,….in modo tranquillo!!! vabbene scherzare, ma non sei su Facebook!!! speriamo che ora, dalla mia assenza in poi tornerai il Dotto che sei, illuminando le Vie..delle luci rosse!!!

  256. Carissima Map Pina,
    si siamo umani, ma anche noi nell’essenza non siamo di questo mondo.. Nel solo universo tridimensionale (per non parlare di altre sfere) di sono piani di coscienza inimmaginabili alla nostra consapevolezza, e nel confronto, con appena un solo gradino di quella infinita scala evolutiva; SIAMO ANCORA DEI PRIMITIVI con una tecnoliga animata a molle .

    Scusandomi con la tua preziosa bella persona io invece direi “Siamo umani , cerchiamo di riscoprire questa umanità dentro di noi, magari, PER CAPIRE, facendoci anche male guardandoci in faccia o raffrontandoci, ma è anche vero che dopo tante esistenze, prima o poi dobbiamo capire che siamo TUTTI FRATELLI., capire che ogni male che facciamo agli altri per quella divina legge di causa/effetto, per quella raccolta di ciò che si è seminato tutto nel bene e nel male ci ritorna prima o poi..

    Certo spesso è assai difficile capire ed applicare la legge dell’amore, ma almeno è importante, come dire PROVARCI, accorgersi di tutto ciò che passa dentro di noi, per cercare in qualche modo attraverso l’ATTENZIONE e l’AUTO ANALISI INTERIORE di apportare una vera e propria RIVOLUZIONARE per risvegliare LA COSCIENZA se no, finisce che quella benedetta fenice non potrà mai più rinascere dalle proprie ceneri, perché magari sono scadute le conduzioni che ci avrebbero permesso quel risveglio interiore. (è in questi casi bisogna spettare che il ciclo precedente raggiunga quello in cui noi siamo rimasti indietro)

    C’E’ SEMPRE UN MOMENTO PIU’ PROPIZIO PER OGNI COSA, MA IL TEMPO QUANTICO CIRCOLARE E RADIALE NON ASPETTA DI SICURO LA NOSTRA MENTE LINEARE, MA PER FORTUNA C’E’ SEMPRE IL CUORE CHE RISOLVE OGNI COSA, basta FARSI TRASPORTARE DALLE SUE BENEFICHE AMOREVOLI VIBRAZIONI…

  257. Carissima Valeria D.A. giuste sono le tute parole, ma ti prego di capire la mia natura perchè nel mio sentire ci sono cose indecifrabili e difficili da spieghare con la mia ignorante natura, se vuoi, per meglio mostrani al tuo cuore o al cuore di tanti, cos’ come ho sempre detto, potrei trasmetterti quello che già ho contemplato e scritto….

  258. Grazie Valeria, per l’invito, vi prego spero capiate il senso, di quel che chiedo gentilmente!! Io lascio, non voglio anche se ringrazio di cuore, non voglio che si prendano le parti di nessuno, per rispetto di questo blog, del professore che tutti noi stimiamo tantissimo! quindi se lascio,…per un po ho capito che è meglio cosi!! se continuiamo a fare questo gioco il Blog, perde la bellezza che ha! per questo vi chiedo lasciate, queste scemenze a me e a chi si Crede Grande! altrimenti entriamo in un gioco senza uscita, vi chiedo di non rispondermi, non rispondete,…ma se vi va seguite il mio consiglio, ripeto per rispetto del Prof. del blog!! Continuando a discutere, di quello che sono le tematiche, scherzando pure, sempre con rispetto…! Vi prego cara Valeria, fate anche se mi rendo conto,..non è facile finta che le beghe che avete letto, lasciatele a me e a quel signore!!! Non lasciamo, che il tutto continui, se intervenite, tutto continua a discapito del Blog!!! facciamo che vado in vacanza!!! So, che si avrà a che ridire anche su questa mia scelta, ma tanto come la fai fai, vi sarebbe sempre da ridire, non credere, nelle intenzioni altrui!!! dopo,…qualche sciroccata, spero che il blog, possa ritornare, quello per cui credo sia nato!!! Grazie Raffaele per la storia, su Ettore Majorana,..avevo letto qualcosina anche io, Grazie nuovamente Valeria, e a tutti voi!!! Chiudo riformulando la richiesta non vi fate coinvolgere, per il bene del Blog!! lasciate tutto a chi stupidamente fa parte, si è lasciato trascinare in questo battibecco!!! cosi il Blog ritroverà tranquillità!!! Mi sono difeso, attaccando pure! chiedendovi scusa, lasciate che tutto fluisca,…con me per primo che mi sono lasciato, trascinare! Andate avanti, è solo un consiglio sul binario sano del blog!!! ripeto, non prendete le difese di nessuno, per il bene del Blog!!! a presto….!!! forse tutto va come deve andare!?!

  259. Una canzone è sempre una canzone. Ma come si fa a inveirere davanti a persone che sono disperate e hanno acquisito l’ ombra del sapere. Queste persone vanno amate perchè il loro dolore è continuo.

    Però vogliono fare i saggi senza saggezza.

    La critica uccide chi si risente e non conosce il perdono. Tu hai a che fare con uno che ha vinto il dolore, la tortura interiore e la morte.

    Non voglio continuare. Io non ti ho mai offeso. Ci sono tutti i messaggi che sono la migliore risposta E DIFESA, MA. SAPPI, CHE IL SOTTOSCRITTO, NON E’ UN PESCATORE DI PESCE.

    CHI TI SCRIVE NELLA SUA VITA E’ STATO E SARA’ UN PRODUTTORE DI PESCE MUSICA !.

  260. i post di ognuno parlano, io posso sbagliare dalla foga, la punteggiatura, ma non ho mai mancato di rispetto a nessuno! mi sono preso in giro anche da solo,…ma ora sento che è necessario, cambiare aria!!! voglio chiedere, al signore, se ha da rispondere, che lo faccia, oppure tralasci dimostrando cosi Grandezza! ma, gentilmente, lasciamo questo blog,…nella sua Natura!!! accetterò la sua risposta, o la sua grandezza, nel non ritenermi valido neanche di una risposta! ripeto, l’accetterò, non rispondendole più, ma lasciamo in pace questo Blog!! Io, per primo!!!

  261. oK, mi va bene tutto, ma neanche tu credi, conosci la vita degli altri! tu dici di aver sconfitto il dolore non sta a me, stabilire s’è vero! vedi, tu conosci quanto è profondo il tuo mare, bene l’ho rispetto! ma tu che sai cu su i Cristiani? gli altri da te, fino a qualche giorno fa ero altro, ma sii, carissimo signore,…forse la mia disperazione mi porta il rispetto degli altri!!! almeno che non mi si attacca!!! ti ripeto, troppe definizioni ti ho visto emettere, su di me, su gli altri!! tu credi di conoscere…ti lascio nella tua convinzione,…almeno per quanto mi riguarda! basta lasciare in pace questo blog!!! felice che tu sia un costruttore di musica,…Vogliamo lasciare in pace questo Blog??? lo chiedo alla tua sapienza, non è ironica!! vedi non aggiungo altro, ognuno ci siamo fatti un idea dell’altro, ma ora ripeto ti lascio il blog, basta che lasciamo che riprenda il suo cammino!!!, con un rispetto del tutto razionale, rimaniamo fermi nelle nostre personali posizioni, uno nei confronti dell’altro ma lasciamo, in pace il blog!!! non voglio continuare, accetto la tua analisi!!! Basta ma finimu!!! le persone si conoscono di presenza, Forse???

  262. ci siamo spinti oltre per fare il riassunto delle puntate precedenti, quindi, andiamo avanti!!! Tu non sai niente della mia vita, come io non so niente della tua, quello che sappiamo è quello per come ci siamo presentati in questo blog!! Ma di quello che è stata la tua vita, non mi permetto, ma non azzardare neanche tu, come ci hanno fatto le nostre madri lo sanno solo Loro!!! crdo che tu sia una persona che si è fatto da solo! ma non tirare conclusioni da dove gli altri tirano un pacchetto di Cammell, o altro…!!! non mi permetteri mai, i video, scelti, luigi, ma veramente tu credi di parlare con un cretino!!! Caro Luigi, t’assicuro che le persone non siamo, solo quello che tu leggi i questo Blog!!! a Vita a canuscimu tutti!! Vedi ripeto, nella mia idea, al di fuori credo che tu sia un uomo che si è fatto da solo, te lo scrissi in un post, precedente!!! continuo a crederlo, per questo ti rispetto, ma sbagli quando con delle canzonette credi di leggere gli altri, credimi…la vita non ha e non regala niente neanche a me!!! questi sono pero discorsi troppo intimi personali, quindi meglio astenersi,…dall’entrarci!!!

  263. chi è saggio? dove? se leggo tutta la pag, non ne vedo? certamente per primo io non lo sono! cerco di capire, fra tormenti è gioie della vita!!! il fatto di impugnare la spada, Bé, l’impugno Socrate,…che era quel che era?io chi sono, in confronto! non ho affatto il dono alla Santità, cerco, ho sempre detto, in altri post, che sicuramente il mio cammino di ricerca non terminerà in questa di vita?? quindi dove è il mio fare il saggio!!! ma ripeto, non ne vedo, difronte a me! vedo persone colte, persone che hanno vissuto come tutti tra gioie e dolori, Ma Buddha…proprio non ne vedo!!! comunque, chiuso!!! lo capiamo che non se ne esce più!!! come fare? se ti chiedo scusa, la finiamo? ognuno continua per la sua strada!!!?? nel pur rispetto, anche quello che viene non dal cuore dall’amore dell’uno verso l’altro, ma dalla ragionevolezza!!! la saluto!!!

  264. Caro Giuseppe, devi sapere. non dimenticarlo mai, la persona che più ho voluto bene, in questo blog, sei stato tu.

    Questo si evince da tutti i messaggi che ti ho inviato. Poi a me piace scherzare !

    E non bisogna prendersela. Risentirsi per niente fa male alla salute e all’ anima, che tanto vorrebbe risorgere dalla sua sofferenza.

    Hai visto ? Non è successo nulla ! Pace fatta e senza scontri ! Se la incontri a Mappinuccia, portale un doplce saluto. L’ invito, a cena, è sempre valido, per lei, è senza scadenza

    Tu e Raffaele ci avete lasciati soli sulla nave. Faceva freddo, era l’ nultima neve di primavera.

    A te, e, a don Raffaele un saluto. A Map una carezza, Luigi.

  265. signor Luigi, vogliamo chiuderla? Luigi, io non me la sono mai presa, credimi…riguarda tutti i pst precedenti, dove tu scherzi con me sono arrivato a chiamarti Giggione!! quindi come fai!!! la cosa avuto dopo la risposta di Raffaele, al suo, sul fatto delle navicelle,..etc.ecc!!! Tu sei più grande di me, ti prego di una cosa, non siamo a tu per tu, dove forse ci saremmo potuti spiegare!!! ma io non me la sono mai preso mai, rileggi i post precedenti!! il fatto che io ti dica ma quale puro, o altro, non è prendersela?? ti ho chiesto io se posso chiamarti Luigione!!! comunque, veramente lo chiedo, chiudiamola,…per favore!! non ti chiedo questo da buoni sta, solo che… anche io sono stanco!!! Pero mi farebbe piacere che tu rileggessi tutti i post, prima di quel che è successo…ora, noterai che accolgo con gioia, i tuoi scritti, scherzandoci! Quindi finiamola con il fatto che io non ho accettato i tuoi post scherzosi!!! chiudiamola!! a me spiace,…che tu ci creda o meno!!!

  266. Giuseppe, fammi capire ! Siamo tornati pansa è mia e pansa e tua ? Oppure siamo in guerra ? Io sono Bush e tu Bin Laden ?

    Fai come vuoi ! Se tu vuoi combattere questa volta ti bombarderò. Non ti perdono ! Se invece alziamo la bandiera bianca, allora, ti accolgo come il fgliol prodigo.

    Tu hai due sette nelle mani. Io ho poker d’ assi. Stai attento. E’ inutilie che chiedi aiuto al Prof. Gabriele è arbitro ! Nò avvocato.

    Giuseppe, scherza che è meglio. Qualche altro giorno e poi andrò via, dal blog ! Le donne in questo blog sono più colte, intelligenti, scaltre, di classe, di molti uomini e tutte sanno il fatto loro

    Con te si divertono. Sto ridendo come un pazzo ! Peppì, le donne ti usano come un’ asciugamano Quando non serve la buttano.

    Quello scritto che hai visto sull” altra pagina era una risposta a un messaggio vecchio. Hai capito ? Poi è venuto il messaggio di pace. “Statti buonu” ! La tua decisione la condivido, anche se mi odii.Se vuoi la guerra domani ti manderò una canzone. Così ti viene a diarrea !

  267. Luigi, io non voglio, che nessuno vada via! Cazzo, vorrei che tu potessi vedermi ora!!! Puttana della miseria, sarò pure nell’ombra, ma non voglio il male di nessuno!! non voglio che tu vada via, assolutamente!!! Luigi, non mi va di parlare di me, altro che cammell di mammà!!! ma credimi,… Io vivo di quel che scrivo, certo…la vita è quella che è le ferite ci sono, Mi faccio Rispettare dove vivo!!! Ma in me non c’è cattiveria!! io do L’anima per un’amico, chi mi è amico di presenza sa di cosa sono capace,…per un amico!!! Luigi, non sono quel furbacchione, è vero amo la semplicità, il che non vuol dire essere ingenuo!!! Cavolo,…lasciamo perdere tutto!! a me fa piacere, tutto, ma rispettiamo chi è diverso da noi in ogni cosa, che va dalla sofferenza, alla Gioia, dal credo all’ateismo!!! Io non voglio…più queste beghe!!! non voglio che nessuno vada Via!!!

  268. leggi l’ultimo post, anzi il penultimo??? scusa sembriamo a tom è jerry!! ci rincorriamo per il blog!! la mia ultima parola è quella nel pen’ultimo post di questa pag!!! ossia prima di questo!!!

  269. No, niente guerra, anche se ti assicuro che sono più tosto, la Cina!!! eeeheeeeheee! Luigi, credimi, anzi lo sai i blog, creano incomprensioni!!! Io non ho chiesto aiuto, mi sembrava male che ci si bombardasse a casa sua! anche se il Prof. come tu stesso dice Ha un gran cuore, noi abbiamo sparato più che in vietnam!? eeeheeeheee….! Luigi, che tu mi creda o no, non voglio che lasci il Blog! Una cosa è se vai in vacanza,…allora si! ma non chiudere!! non è faccia lavata, rimani, CAVOLO, CREDICI!!! che le donne si divertono di me o con me, mi fa piacere,….che ridano pure a squarcia gola!!! lo dico sinceramente, senza fraintendimenti…!!! io andro via pure missione segreta, ma il portatile lo porterò con me!?? Luigi, come faccio a farti credere che non voglio sinceramente che tu vada via! ok ce le siamo date di santa ragione!! ma non voglio, non lo volevo neanche in quegli scritti!!! diciamo in piena guerra, volevo si finisse, ma non che tu andassi via!!!

  270. aaaahaaaaahaaa,…se hai questo potere sulla diarrea fallo, soffro di stitichezza, cavolo, ti sarei Grato!!!! sto a scherzà!!??

  271. Giiusè, guardati a Sordi. Ti fa bene !

  272. Non so a chi fare la domanda, a Zanna o a Luigi… Comunque, prima che ci solleviate, uno di voi due dovrebbe chiarire l’essenza di questa perla purgativa (caro, l’ho riconosciuta subito dalla lucentezza!):
    “…Le donne in questo blog sono più colte, intelligenti, scaltre, di classe, di molti uomini e tutte sanno il fatto loro
    Con te si divertono. Sto ridendo come un pazzo ! Peppì, le donne ti usano come un’ asciugamano Quando non serve la buttano. ”

    Pessimo, viscido terrorismo psicologico! Sai fare di meglio, lo so!

  273. Ok. Pace e niente discussioni e litigi. Il circuito del conflitto produce solo sconfitti.

    Quando uno litiga col prossimo non vince mai. Se vince, ha perso. Il segreto non è la lotta, ma la pace.

    Bisogna cercare la pace. Un abbraccio, Luigi.

  274. Weeeeeeeeeee, Carissimo Luigione e Carissimo Giuseppone, la vogliamo gustare una volta per tutte questa santa benefica conciliante granita Siciliana dal VIVO, o preferite che sia io a venire in Calabria?
    Io per conto, mio vi chiedo mille volte scuse se sono stato la causa inconsapevole….. ci riprovo con lo zucchero, ma se volete anche con il buon vino che alla fine se bevuto nelle giuste misure fa nascere una bella risata che è cosa più bella che l’anima possa provare…..

  275. L’orgoglio disse
    guarda non mi sbaglio
    non ho torto
    e non mi pento.
    La rabbia gli rispose
    tu sei un pazzo
    ma sstai attento che ti ammazzo.
    La tristezza stava
    in un angolo
    vestita del suo pianto.
    L’astuzia non diceva quasi niente
    ascoltava solamente.
    L’amore diede fiato alla sua voce
    e disse solamente..pace
    cercare solamente un pò di pace
    per chi non parla e per chi troppo dice
    cosi che ogni momento sia felice
    sapessi amore mio come mi piace
    quando mi dici ti amo in sottovoce
    perchè la vita sai va via veloce
    e viverla con te mi fa felice.
    La noia fece posto all’abbandono
    salutò se ne andò via
    E la paura stava li a tremare
    e disse non è colpa mia
    La gioia saltellando
    litigava contro la malinconia
    Poi venne l’odio
    e disse a tutti quanti
    ora andatevene via
    L’amore diede fiato alla sua voce
    e disse solamente..pace
    cercare solamente un pò di pace
    per chi non parla e per chi troppo dice
    cosi che ogni momento sia felice
    sapessi amore mio come mi piace
    quando mi dici ti amo in sottovoce
    perchè la vita sai va via veloce
    e viverla con te mi fa felice.
    Pace
    sapessi amore mio come mi piace
    quando mi dici ti amo sottovoce
    perchè la vita sai con te è felice.

    Pace di Arisa

  276. caro Raffaele, mi farebbe piacere avere una copia di questa ricerca, su Ettore Maiorana,!!! sempre qualora fosse possibile??, sai leggere su carta per me è altro, mi concentro maggiormente!!!, mi farebbe veramente piacere!! ho letto il libro ” la scomparsa di Maiorana”, di Sciascia!

  277. una volta segui un documentario, credimi quando ho sentito la descrizione ho avuto una stranissima sensazione,come tu sai lui era più un filosofo, un teorico della fisica! una sensazione strana come se percepissi la sua interiorità!!! non sto parlando del genio, ma è stata una stranissima sensazione che mi ha lasciato tra lo scombussolato e il sentire quello che lui aveva sentito in ambito profondo, Come se mi appartenesse!!! non vuole essere un paragone assolutamente, in ambito legato all’intelletto,al genio! Ma la cosa è stata strana! la stessa cosa, l’ha provata la mia compagna d’allora!!! Raf. fosse possibile te ne sarei grato altrimenti grazie per questo post!!

  278. tengo a precisare che le mie parole, sul post scritto da Map, erano come per dire rivolgendomi a lei sono cosi belle da meritare solo il silenzio!! Altro che prese a male! sono scritte chiare con tre faccine sorridenti sotto il suo scritto! si può rileggere !!! 😀

  279. Bellissima, Melusina!
    Grazie, un bacio.

  280. Carissimo Giuseppe, questo ed altro per il tuo prezioso indagatore cuore, non leggendo la tua ti rilascio la mia e-mail raffaele55@ymail.com

  281. Cara Valeria, grazie pei bei consigli che mi sussuri. Sei anche tu una donna del sud ? Brava ! .

    L’ evoluzione di un uomo è un processo interiore, Non è un paese che promuove la maturità di una persona , ma il rafforzamento del pensiero, svingolato dai dogmi, dalle ombre e dai drammi.

    Non voglio fare il “saputello” ! A me piace ridere, scherzare, amare ed essere leale..

    A casa ho un quadro di Paolo Uccello : un cavaliere combatte con una lancia contro il drago, una fanciulla rapita dal drago e legata ad una catena.

    L’ affascinante fanciulla è l’ anima. Il guerriero è l’ io.
    Il compito dell’ uomo è vincere il drago per liberare la fanciulla.

    QUESTO E’ TUTTO ! SE NON SI CAPISCE QUESTO E NON SI TRADUCE IN ESPERIENZA, IL RESTO SONO CHIACCHIERE.

    Ritornando al tuo scritto, non sono un “terrorista” ! La persona che più nutro affetto è Giuseppe.

    Il mio essre è amore. E mi piace lo scherzo, il romanticismo e l’ imprevedibilità Per molti sono fuori tempo. Eppure io vivrei di poesie, musica, e letture che mi edificano e mi aprono l’ anima verso l’ Eterno..

    MA NON PER ME, MA PER GLI ALTRI !

    Sarò breve ! Però ti voglio raccontare, come sono imprevedibile e burlone. Sarà per un’ altra volta. Suonano il campanello.

    La pace è l’ arma che vince la guerra, i malintesi, e tutto ciò che sembra soffocarci. Un bacio, 007, l’ originale.

  282. Caro Raffaele, a rischio di fare passare tutto per buonismo!!! non è accaduto, nulla….non è colpa di nessuno! Ripeto, quanto fà!, il potersi guardare negli occhi, credimi, anzi, sicuro che lo sai!! spesso lo scrivere su queste macchine, non rende l’intenzione, la dove anche vi fosse incomprensione, di presenza si sarebbe risolto tutto, nell’attimo stesso!!! Quindi io chiedo, è cerco solo di scrivere sugli argomenti, posti,…con quello che è il mio bagagli-etto, con il mio personale viaggio!! Ritornando,…ripeto nulla è successo, ci siamo bombardati..di parole, che il vento porta via,…come fa con le nuvole, sarà il sole d’agosto ad avere la meglio!!! se avessimo potuto discuterne di presenza con Luigi, nulla di quel parlare, di quel mandare v’idei, con doppi sensi, sarebbe successo. ci saremmo subito capiti, di questo ne sono convintissimo!!! per l’appuntamento in sicilia, penso di non essere nei paraggi, andrò via per qualche settimana,… ho uno zio in alto Adige, al confine proprio con l’Austria! Amo la montagna non come il mare, ma parecchio, diciamo un buon 40%!!! dimenticavo, grazie per la e-mail.!!! 😉 🙂 😀

  283. Luigi, io amo il grande Albertone Nazionale!!! 🙂 …cosi come divinizzo Totò!!! dei più giovani il grande ormai Angelo, Troisi, il Diavoletto buono Benigni!!! 😀

  284. Giuseppe, le cose più belle me le hai scritte, quando c’è stata la guerra, fra noi. Dei post, mi ha inviato che mi hanno elevato in alto. Grazie !

    Quante risate ho fatto. Al punto di essere richiamato da mia figlia per l’ alto volume, nel mezzo della notte.

    Ho nostalgia di quei bombardamenti. Come erano favolosi e meravigliosi. Al punto chè, se uno fosse entrato nella tua testa avrebbe visto un altro universo.

    Ma come faccio ad odiarti ? Tu che hai dato comicità al Mondo, senza essere un comico. Hai dato luce e calore ad un blog che parla di Jung, Platone, Fisica, Letteratura, psicologia, filosofia ecc..

    Tu invece hai tradotto in pratica la sapienza, l’ hai umanizzata. Solo un genio-santo può dare un’ anima a ciò che è morto. Hai praticato un miracolo: la morte si è trasformata in vita. Nessuno meglio di te. Raffaele, non ha il tuo potente fascino e la forza del miracolo.

    La musica ti piace ? Allora ti mando quella che fa per te ! Un abbraccio fraterno, Luigi

  285. o chi si disonesto!!! o da noi si dice cosi,…in senso buono…per dire che una persona non è stupido anzi Totalmente il contrario!!! ti prometto, che dopo le ferie ci bombarderemo nuovamente,…. 😉 😀 🙂 !!! insomma ho rasentato la Pura follia…che logicamente conduce a nuovi mondi…eeeheeeeh…!! ma si come si dice, l’amore non è bello se non è litigharello!!! No, basta guerra,….

  286. grande Renzo Arbore!!! ho nostalgie delle sue trasmissioni fantastiche!!! 😉 ..!!!

  287. Senza Polemica, vi prego!? Ma voi, è un voi “generico” pensate veramente che qualcuno possa fare di me o contro di me del terrorismo? “Mi si dia del presuntuoso”, ma voi credete veramente, che ci si possa giocare,…facilmente,..con il mio essere,io rispondo per me!?! Tanto meno credo di poter avere tale forze, capacità su gli altri, ammesso che di capacità si tratti!!! Nessuno può giocare con me se non gioco anche io!!?? Valeria, un Bacio se melo concedi, amichevole!!! Bisogna giocare con la follia,…come con la via razionale,…come con quella sanità che tale definiamo!!! allora tutto va è viene,…nulla, di quel che è umano “nell’umanità” non conosco! altra presunzione per chi legge! è pur è cosi!!! Quindi,…La pace è pace!!! usciamo fuori dagli stereotipi, lasciamoli… che sotterrino loro stessi!!! 😉 🙂 😀 …

  288. ………………………………………..(1990)
    se il cielo sanguina…
    la pioggia lo laverà…
    se l’aria è irrespirabile
    il vento soffiando…
    spazzerà via ogni..
    inquinamento….
    se l’inquinamento
    Persiste, il vento
    spazzerà Via per sempre
    chi tale veleno produce
    è pur la natura produce
    ogni cosa, da cui si crea
    ogni veleno, tra cui l’Uomo!!!
    ma la natura, sostituisce un fiore
    con altri fiori, eppur noi non
    lo notiamo….
    Essendo Natura la magia,
    l’arbitro, l’equilibrio,
    l’imperfetto, perfetta…
    dolce… Paradiso-Mortale!!!

  289. Caro Zanna, nel frattempo che ti suonano alla porta e parti per andare a salvare qualche fanciulla in pericolo, mi unisco giubilante alla festosa compagnia dei tarallucci e vino…
    Mi parlavi dell’uccisione del drago da parte di S.Giorgio? Del sacrificio dell’Io, dell’abbandono di se stessi per “meritare” il DONO della Saggezza?
    Attendo con trepidazione il racconto del tuo essere amore per gli altri (sì, perchè da questa angolazione non si ancora visto, Zanna… Ma forse dovrei spostarmi: sai, so essere giocherellona quanto caustica anche io, quando sono gli altri che ci mettono l’anima ed io nemmeno la faccia! Non posso pretendere anche il perdono… No,no! Ti pare?)

    Ciao!

  290. 😀

  291. non l’ho visto tutto (sono 16 parti) mi pare sia interessante.Ve lo passo, credo sia in tema col post.

  292. Grazie, Valeria ! Le tue parole sono state brevi, profonde e di alto significato umano. Sei una donna colta ! Pure spiritosa. Che bello !

    Hai subito afferrato che il quadro, di cui parlavo, era di San Giorgio. Brava, veramente acuta ! Io mi ero dimenticato.

    Poi, ho notato, anche, in altri post, che mi inviti ad uacire dal personaggio di Zanna-Gialla. Grazie, per il tuo aiuto ! Come faccio ad uscire da questo blog ?

    Sai penetrare nell’ animo degli altri ! E’ una fortuna, la tua !

    Io non so leggere la psicologia, perchè non ho incontrato i libri e i padri e dell’ animo umano.

    In questo perimetro del sapere mi trovi disarmato e flaccido ! La tua ironia e sapienza, mi metteno agitazione, ansia e paura. (Quella paura che uccide i deboli. E momentaneamente dà forza ai reietti che vogliono apparire forti) .

    Nel tuo post dici : ”
    Mi parlavi dell’uccisione del drago da parte di S.Giorgio? Del sacrificio dell’Io, dell’abbandono di se stessi per “meritare” il DONO della Saggezza ”

    Dott.ssa, scusami ! Però, non è dal scrificio dell’ io che nasce il DONO della saggezza, E’ il contrario. Dal rafforzamento dell’ io scocca il dono perduto, ma alla fine ritrovato

    L’ io non va sacrificato. Il sè, che parla lo scrivente, non è l’ ego, ma l’ asse che è fuori dal bene e dal male.

    E’ l’ anima, l’ incoscio che va trasformato in coscienza. L’ anima deve trovare il suo luminoso tessuto sovrasensibile. Se l’ anima non trova la sua natura metafisica e simultaneamente non si redime nasce la “malattia” nell’ uomo.

    Valeria D.A., l’ io è il dono della saggezza ! Non si può sacrificare.

    Poi continuavi sul tuo post_

    “Attendo con trepidazione il racconto del tuo essere amore per gli altri (sì, perchè da questa angolazione non si ancora visto, Zanna… Ma forse dovrei spostarmi: sai, so essere …… ”

    Il mio amore per gli altri, non è spiegabile! E’ un’ azione, un’ esperienza, non una notizia. Lo capisce chi ha amore e bontà interiore. Se uno è furbo, maligno, avverso all’ amore, non sa vedere nell’ altro il soggetto fondato sull’ amore.

    Dott.ssa ! Come dire ? Se uno si mette una benda davanti agli occhi, non potrà vedere le cose. La vista non deve essere bendata.

    Tu puoi rimanere anhe dall’ angolazione che hai scelto. Preziossima Valeria ,vocaboli prestati dallo scienziato e amico Raffaele, la psiche di un uomo non si legge con gli strumenti della fisica.

    L’ animo umano va letto col pensiero svincolato dalla tenebre, dal risentimento e dall’ odio..

    Ti posso inviare delle note musicali ? La musica è il cuore della cultura. Non fraintendiamo….. !

    Buona sera !

  293. 12.

    Epitafio su Mida…..

    sono una vergine bronzea; sto sulla tomba di Mida:
    fino a che scorrerà l’acqua e fioriranno i grandi alberi,
    e brillerà il sole alzandosi, e anche la luna splendente,
    e fluiranno, poi, i fiumi, e il mare ondeggerà ,
    io qui restando sul suo molto compianto sepolcro,
    annuncerò ai passanti che sta sepolto qui Mida.
    …………………………………………………………………………………………
    Cosi disse Biante: è più difficile fare da mediatore tra amici
    in discordia tra loro che non tra nemici.
    Degli amici, infatti, quello sconfitto diventerà un nemico (del mediatore)…mentre,
    dei nemici, il vincitore diventerà suo amico. “Tratto dal testo di Bruno Snell.(I sette Sapienti)….. 😉

  294. Caro Giuseppe, tu mi spinci a scherzare ancora di più. I tuoi epitaffi mi aumentano la voglia di FARE IL BURLONE. Perchè ti comporti come un pupetto, smarrito nella jungla dei giudizi.

    Ancora non hai capito, che io ho scherzato su tutto. Sia con le parole che con i videi. Quello che è successo è da ridere. Le donne, esclusa qualcuna, l’ hanno capito.

    C’ è solo da ridere ! Tu invece vai a prendere epitaffi ! Questo che fai è RISVEGLI I CATONI ANIMATI .

    Hai riportato sul tuo post : “Cosi disse Biante: è più difficile fare da mediatore tra amici
    in discordia tra loro che non tra nemici.
    Degli amici, infatti, quello sconfitto diventerà un nemico (del mediatore)…mentre,
    dei nemici, il vincitore diventerà suo amico. “Tratto dal testo di Bruno Snell.(I sette Sapienti)…..”

    Queste cose che metti e scrivi, non mi possono toccare, non c’è stata nessuna lotta, nè vincitori, nè sconfitti. Solo divertimento.

    Giuseppe, i bambini si litigano. Io mi sono divertito . Quello che è successo è da ridere.

    SE QUALCUNO, TI DICE IL CONTRARIO TI PRENDE IN GIRO ! CREDIMI ! STA GIOCANDO CON LA TUA BUONA FEDE E LA TUA SENSIBILITA’.

    QUELLO CHE HO SCRITTO SULLE DONNE E’ UNO SCHERZO. IL FATTO DI PRENDERTI IN GIRO.

    L’ HO SCRITTO IN QUANTO A TE NON SAREBBE PIACIUTO. MA GIUSEPPE ! HAI 42 ANNI ! VATTENE A DIVERTIRE. TI VOGLIO BENE.

  295. Cominci a leggere Zanna:
    “…Se uno si mette una benda davanti agli occhi, non potrà vedere le cose. La vista non deve essere bendata. …)

    Poi continui a leggere Luigi:
    “…Preziossima Valeria ,vocaboli prestati dallo scienziato e amico Raffaele, la psiche di un uomo non si legge con gli strumenti della fisica.
    L’ animo umano va letto col pensiero svincolato dalla tenebre, dal risentimento e dall’ odio…”

    Ora vi dico come uscire da questo blog: cantandoci a squarcia-gola questa canzone…

  296. no luigi, il mio era un messaggio, io giosco dell’essere un pupetto!, ma l’epitafio era per dire che, al di la di tutto,ad altri che da, noi c’è la siamo visti ed tutto è finita li!!! cosa hai capito Luigi 🙂 😉 😀 !!! Luigi non fraintendere tu, il senso è altro, era per dire che tutto è finito, come nel bene doveva finire, senza intromissione!!! GIGGI, mi spiace hai frainteso credimi, 🙂 😉 :D!!! sui 42 anni credimi mi sono divertito, ma la burrasca della vita mi ha toccato fin troppo!! Giggi capito cosa intendevo, non era nulla che voleva innegiare alla vittoria o alla sconfitta, ma solo dire che tutto è terminato, come il cuore è l’intelligenza vuole da parte di due persone,..che hanno cuore!!! Giggi…. hai male interpretatato, nulla vi era anche in quel epitaffio se non quello che gia ti ho scritto!!! Dai GiGGi…eh!? Nulla di che, credimi Parola di PEPPINO!!!

  297. suldiscorso delle donne anche io ho rigiocato, senza fraintendimenti,l’ho precisato pure!!! Giggi, se io dovessi veramente prendermela, tranquillo che non aggiungo, nel chiudere,..ne le faccine, ne altro! Per questo tranquillo, GiGGi ora sono io che ti chiedo, di capire meglio, il mio continuare a giocare!!! a Valeria ho solo risposto come per dire, ma come doveva finire se non con la tranquillità! se ho precisato, è proprio per dire, tranquilli… non vi è bisogno, Qualora fosse il caso….saprei, so difendere!! ma non era un chiarimento!! Giggi…ou, eh! Valeria,… è una grande donna ragazza!!! io sono il pulcino da spennacchiare e vabbuòòòò,….OU! STO SCHERZANDOOOOO….. dai!! 😉 🙂 😀 !!! Giggi, credimi come, io credo!, il mare è più profondo di quello che appare!!! Capito…ciao Giggi 😉

  298. Non ho capito, se l’invito di Valeria…vale anche per me, oltre che per te?? Bé, io lo seguo…basta che mi renda conto!!! 🙂 😀 😉 !!! dato che dici, ora vi dico come uscire da questo blog!!! Capito, siamo due amanti…giggi!!! Grande Valeria, 😉 😀 🙂 !!!

  299. il fatto che i post sono publicati, con un tantino di ritardo!!! Giustamente dai troppi impegni che il prof. ha, d’altronde non può sempre essere qui, creano questo!! ma nulla di Male Gigi,…io mi diverto….cavolo!!! infatti Notte.Notte!!! 🙂 😉 😀

  300. Gigi, lascia stare i post!! dammi retta, ora sei tu ca ti lassi pigghiari, se ti dico Basta è basta! Gino…, se ti dico che scherzo scherzo!! Da Calabrisi a n’autru, GINU….puoi Crederci!!! Capito, Blog a Parte, cerca di capire cosa intendo!!! 😉

  301. In gamba Majò, tu resti quì con noi.
    Dicevo a quei due: Zanna…ed il suo alter-ego Luigi! Messi insieme fanno 60 anni. Ma vedrai che ritornano.
    🙂 😀 😉

  302. Giuseppe, sta sera, con l’ ultimo post, nel parlare di Vaeria, mi hai fatto girare le palle.

    Hai detto: ” Non ho capito, se l’invito di Valeria…vale anche per me, oltre che per te?? Bé, io lo seguo…basta che mi renda conto!!! !!! dato che dici, ora vi dico come uscire da questo blog!!! Capito, siamo due amanti…giggi!!! Grande Valeria, ”

    Ma sei un burattino ? Valeria non ha invitato nè a me, nè a te. Ha fatto un’ azione di allegria, di scherzo, un modo per essere gioiosa e rispondere in modo simpatico.

    Stai alla larga ! Non ti permettere quando sei con me parlare in questi termini verso una donna.

    Sarai un vero uomo nella tua esistenza, se la grazia di una donna la identifichi ad un fiore.

    LE DONNE SONO LA LUCE DEL MONDO.

    Sta sera mi hai fatto schifo. Mi hai fatto perdere la pazienza. Non ti voglio più PARLARE. Non puoi scherzare in modo così volgare ad un donna.

    DEVI CHIEDERE SCUSA A VALERIA. NON TI VOGLIO PIU’ VEDERE E SENTIRE.

    Ma pensi che Valeria è una tua parente ? E ti puoi permettere di fare il cretino ? LA SIGNORA VALERIA E’ UNA DONNA DI CLASSE, INTELLIGENTE, SOLARE E FIGLIA DI DIO

    Che eri pieno di problemi l’ avevo capito, ma spincerti così tanto, non me lo sarei aspettato. Ma quale invito a me ed a te. Caricatura di uomo !

    LE DONNE SCAPPANO DAVANTI UN UOMO COME TE. ALTRO CHE AMANTE. NON SOLO NON DEVI DIRE CERTE COSE, MA NEMMENO PENSARLE. VERGOGNATI !

    TALEBANO, VALERIA E’ STATA L’ UNICA IN MODO EDUCATO A DIFENDERTI. E’ STATA L’ UNICA CHE VEDENDO IL TUO CAOS VOLEVA METTERE LA PACE. SCOSTUMATO E VILLANO ! CHIEDI SCUSA A VALERIA.

  303. A cuccia, Zanna! 🙂
    Luigi, è tutto a posto. Se ho voluto intromettermi nelle vostre “chiacchere” è perchè tu e Giuseppe vi eravate chiusi quì dentro e la convivenza a due, lo so, dopo un poco rende nervosi 🙂 Aveva creato una certa relazione di “dipendenza”: Luigi il padre/capo-branco, Giuseppe il figlio/il piccolo del branco… Mi sbaglio? Cose che accadono!
    Ho ben interpretato il messaggio di Giuseppe e visto che neanche io ci sono andata “leggera” con te dovrò scusarmi. Spero che il dialogo continui, per il bene di tutti e nel rispetto del padrone di casa che ci ha permesso di dare libero sfogo alla nostra parte “migliore” … 😀 Ciao
    P.S. Se sento te e Giuseppe che bisticciate ancora vi “trito”!

  304. ma quale cose Luigi, quale…vedi che io scherzavo! se prli seriamente!!! Non è nel mio stie mai stato!!! ou ma che ti ha dato di volta il cervello!!! era una battuta del video, che sembrava rivolta a noi, a me e a te!!! ma che hai capito??? Comunque Luigi se parli veramente viri non mimi fai girari tu i palli!!! capito!!! nessuna volgarita nei confronti di Valeria!!! vedo che valeria a capito meno male, Ou o zanna gialla se giochi Bne, ma non cughiuniari, non cogliuniari seriamenti!!! io ti dico questo.stop!!! il mio caos, ancora insisti!!! comunque io stavo scherzando, con Valeria, non volevo che ci s’intromettesse nessuno altrimenti non l’avremmo mai chiusa, ma si sarebbe allargato sto discorso, ho voluto veramente che tu non andassi via!! ma ora Zimbaru, non nesciri fora ru pisciaturi!!! Quanto valgono le persone lo so da me, non sei tu a dovermi illuminare!! Ripeto, io non volevo che nessuno s’intromettesse fra noi per non allargare la discussione!!! Quanto sia valida Valeria lo so, io non ho niente di cui scusarmi con lei perchè mai mi sono permesso di fare battute, fuori dai discorsi che si affrontano nelle varie pag!!! Luigi l’hai cacata!!! ma che cavolo ti pigghjau!! mai mi sono permessa minimamente a mancare di rispetto ne velatamente, ne direttamente!!! Ma tu non sbagliari,…gigi!!! basta cosi!!!

  305. Vorrei ricordare a
    MAJIò e a
    ZANNA GIALLA
    IL POST DELLA CASA-BLOG(del 10 luglio):

    “Molti di voi mi hanno detto di percepire questo nostro luogo come una casa ed ammetto che, la cosa, mi rende profondamente gioioso.”

    Si parla di questo blog come se si fosse in un SALOTTO a parlare..
    Non penso che “litigate con piatti che vengono rotti o pandemoni” si addicano a un salotto…

    Chiedo al vostro buon senso di non trasformare un salotto da” chiacchiere” in un salotto “da guerra”

    C’ è chi ancora sta prendendo un tè delle cinque, chi ad esempio come me e Amalia che nella tranquillità del giardino(senza aria di buffera) stiamo provando dei tiri a palla, mentra il Prof. La Porta fa il portiere( è tutto scritto nel post: Mi scuso… del 9 luglio).

    Ringrazio anticipatamente il vostro buon senso sapendo che agirà per il meglio e l’ argomento in questione non dovrà neanche più essere toccato!!!!

    Merci!!!!!!!! 🙂

  306. se ti riferisci al fatto da calabrisi a calabrisi, cosa intendo,…che non si può spiegare tutto è se io ti ho detto che perme è chiusa è chiusa, OK, la mia parola è una!! questo era il senso, poi mi sono rivolto a valeria con epitaffio, per dirle che è meglio, non intromettersi,…sperando di chiuderla noi, senza allargarla!!! lo so quello che dice Valeria, lo ringraziata pure, ma non volevo si allargasse! GiGi, ma a volimu finiri!!! si o no!!! GiGi te lo ripeto, non ha nulla a che vedere con il Blog, come te l’ho detto prima vedi che le persone,…sono altro, non sono solo questo Blog!!! con tutto il rispetto di questo!! Se io ti ho detto che è chiuso è chiuso!!! che centra ora, Gigi io ho una famiglia numerosa, mai mi permetterei a mancare di rispetto, a nessuno del blog, quanto meno a una ragazza, donna, ho sorelle, non mi permetterei!!! Comunqui cu mia carmati u pisciaturi..Gigi!! Carmitillu propriu!!!

  307. Il fatto dell’amante Valeria ha messo un video, non capivo se era rivolto a noi, cioè a me e a te luigi!!!! L’hai visto, il video, sul pst ??? ora basta Gigi per come sugnu fattu ieu ti rezi puru troppi spiegazioni!!! non ti largari!!!…guarda il video, leggi il post, forse capirai la mia battuta!!! senno fa comu voi,! Comunque stavota chiurimu veramenti! ma veramenti!

  308. Io pieno di problemi, zicca di cani rugnusu!! se c’è uno che ha problemi seri sei tu, che ti camuffi da gentiluomo! ma che stai dicendo…tu si fora i testa, l’hai dato a vedere, dal primo momento, ma che dici pirocchia,…Io scherzavo su noi me e te!! Tante che Valeria ti ha risposto!!! dopo del mio post!! ora basta, non puoi infinocchiare nessuno!!! Ho cercato, di chiuderla noi due e tu ci ritorni, per fare cosa, Nuovamente, Valeria ha capito, perchè mi conosce…il mio post, infatti ha risposto dopo!!! Giuro sulla cosa che ho più cara che scherzavo! Ora basta Fetusu! ma cuccu ti credi di parlare, impara ad accettare l’età, nzivatu!! Luigi Zanna Lorda, parla a me di problemi,…!? Ha cosa ha ridotto questa pag, fatti un giro nelle altre..dimmi dove ne trovi un’altra! tu dici che Valeria ha preso le mie difese, io la ringrazio, ma chiediti, se non abbia capito che tipo sei e a che gioco stai giocando!!! Vuoi rovinare il Blog….del Personaggio? o cosa? cos’è che ti Brucia…nella tua vita che devi venire qui a Rompere,…L’armonia!!! Gigi, io avrò problemi, ma non li ho mai causati, scrivo in ogni pag, da tempo, mai causati, sempre con educazione!!! ho sbagliato, quando ti ho dato confidenza dopo il primo tuo scritto!!! comunque quest’è considerato, ognuno per la sua strada, ma Veramente! Se sei quello che dici, guardati il video, unito al post, cosi capirai che scherzavo..con te sul fatto degli amanti!? per sdrammatizzare!!! Se sei quello che dici,…allora, non aggiungo altro!!!

  309. Ricordati che se anche tu fossi dall’altro lato a farti 4 risate, come dici tu…su i miei scritti, le mie ribbattute…contro i tuoi, talmente forte da svegliare tua figlia! se giochi, allora dopo un po, dimostra che sei più grave di quel che pensavo!!!

  310. Carissimo Luigi, scusandomi mille volte con la tua saggia erudita persona, ti chiedo solo un po’ di zucchero in più perché col mio ignorante cuore penso che è la chiave che apre ogni porta dell’animo umano.

    Ti dico solo che quando ho saputo e verificato che a causare la morte del mio meraviglioso angelo, di mio figlio Orazio, era stata l’orgoglio, la vanità e la negligenza di certi dottori che si fanno chiamare professori a sbagliare ben tre volte e ne basta una sola per mandare un essere al creatore…. Credimi volevo risvegliare l’IRA DISTRUTTIVA da quella mia innata celata natura guerriera che in parte avevo sperimentato lavorando nella terra, ed anche provato malamente perché in contrasto con i mie giovanili sentimenti quando da ragazzo, contemporaneamente allo studio della musica e alla scuola ho fatto il MACELLAIO.

    Non ti dico quanti poveri inconsapevoli fratelli minori ho ammazzato con la mia forza e con le mie forti mani.. Con tutta quella vera rabbia, con tutta la mia innata forza sovrumana foggiata nella madre terra, forte di quella traumatica esperienza passata, forte di quella conoscenza pratica di certi arti marziali è difficile a capire la vera pazzia o a che cosa mi avrebbe portato, scodando anche di avere ancora una famiglia. Nei mie pensieri si costruiva quel piano logico/meditato/programmato (perché sono anche un programmatore) , capace di fare una carneficina, in poco tempo, scannando anche con un semplice dito nel punto giusto ogni cosa che mi sarebbe posta davanti, fino ad arriva velocemente nella stanza di quei professori oppure colpendo anche le loro famiglie…

    Ma il mio destino non era questo, anche se per questa indefinibile inesprimibile intollerabile buio dell’anima il mio sanguinante tormentato frantumato cuore era passato, tanto che fu proprio Orazio ad intervenire dai mondi soprasensibili per frenare la mia mano e per condurmi amorevolmente nel sentiero del sentire e del capire.

    Ci sono cose molto, ma molto più importanti per cui vale veramente la pena di confrontarsi, di battersi e anche morire, ma non sarò io a dirlo, ma l’inesorabile immutabile/mutabile tempo che presto ci verrà incontro a tutti.

    Carissimo Giuseppe, mi avevi chiesto qualcosa sulla terra cava, io ho anche una versione PDF che potrei inviarti insieme a tante altre cose.

    Per tanti cari amici e care amiche che volessero approfondire suggerisco questo libro http://www.macrolibrarsi.it/libri/__alla_scoperta_della_terra_cava.php

    In questo stesso post, per suscitare la curiosità di tanti cari amici e amiche, avevo apposta detto “vortici energetici (vril) della ninfa Cariddi proveniente dal MONDO SOTTERANEO, (gli Inferi di Poseidone)) da ELDORADO per essere più precisi”

    Per quella continua ricerca sulle origini di questa nostra umanità, riporto un interessante riferimento
    http://ww.tropeamagazine.it/goethe/index.html che anche se non dice molto, nella sintesi, intuitivamente fa riferimento alle origini che dal LULU portarono alla creazione di ADAMO KADMON…. La via degli inferi menzionata in ogni mitologia di tutti i popoli della terra, la via di tutti i grandi INIZIATI (la via del Cristo che nel continuo tempo ha avuto tanti nomi) è la via del TARTARO che conduce AI MONDI SUPERIORI di SHAMBALLA di ELDORADO, ma è riservata solo ai PURI DI CUORE…

    Carissimi Preziosi Amici e Amiche del Cuore, Carissimi Gabrielliani che da questa luce, da questo radioso faro possiamo attingere saggezza antica e percepire ed assaporare con la luce dell’anima che passa per il cuore la sua grande spontanea amorevole opera. In ogni continuo tempo quell’antica immortale saggezza antica ha sempre celatamente parlato al cuore duro e sordo degli uomini. Ma è anche vero che c’è sempre un momento per ogni cosa, come c’è un momento per sentire e capire l’infinito immortale cuore che celatamente vibra e aspetta quel risveglio interiore dell’essere superiore.

    “Là della terra nera e del Tartaro oscuro,
    del mare infecondo e del cielo stellato,
    di seguito, di tutti vi sono le scaturigini e i confini,
    luoghi penosi e oscuri che anche gli Dèi hanno in odio, voragine enorme; né tutto un anno abbastanza sarebbe per giungere al fondo per chi passasse le porte, ma quà e là lo porterebbe tempesta sopra tempesta crudele; tremendo anche per gli Déi immortali è tale prodigio. E di Notte scura la casa terribile s’innalza, da nuvole livide avvolta.
    Di fronte ad essa il figlio di Iapeto tiene il cielo ampio
    reggendo con la testa e con infaticabili braccia, saldo, là dove Notte e Giorno venendo vicinisi salutano passando alterni il gran limitare di bronzo, l’uno per scendere dentro, l’altro attraverso la porta esce, né mai entrambi ad un tempo la casa
    dentro trattiene, ma sempre l’uno fuori della casa
    la terra percorre e l’altro dentro la casa
    aspetta l’ora del suo viaggio fin che essa venga;
    l’uno tenendo per i terrestri la luce che molto vede,
    l’altra ha Sonno fra le sue mani, fratello di Morte,
    la Notte funesta, coperta di nube caliginosa.
    Là hanno dimora i figli di Notte scura,
    Sonno e Morte, terribili Dèi; né mai loro
    Sole splendente guarda con i raggi,
    sia che il cielo ascenda o il cielo discenda.
    Di essi l’uno la terra e l’ampio dorso del mare
    tranquillo percorre e dolce per gli uomini,
    dell’altra ferreo è il cuore e di bronzo l’animo,
    spietata nel petto; e tiene per sempre colui che lei prende degli uomini, nemica anche agli Dèi immortali.”

    (Esiodo, Teogonia)

  311. Scusandomi, erroneamente, con la tastiera mi sono mangiato un “W”, pertanto il giusto indirizzo è http://www.tropeamagazine.it/goethe/index.html

  312. Carissimo Giuseppe, sono felice in quanto la DOTT.SSA Valeria, ha interpretato il suo ruolo di prima donna, è uscita bene. Tutto ok.

    POETA GIUSEPPE MAIORANA,

    SCUSAMI, SCUSAMI, SCUSAMI, SONO STATO IO,
    LA FONTE DI ERRORE, MALE ESSRE E VARCO ALLE TUE EMOZIONI E ALLE TUE ANGOSCIE.

    TI CHIEDO ANCORA SCUSA PER TUTTO CIO’ CHE HO PROCURATO ALLA TUA SERENITA’.

    Complimenti, Giuseppone ! Sei stato più forte di me. Hai vinto ed io ho perso. BRAVO !

    Che bella giornata, oggi ! Adesso che ci sono, chiederò scusa anche alla dott.ssa Valeria. E chiederò scusa anche con chi non dovrei scusarmi.

    L ‘ EDUCAZIONE NON HA DEBITI E FATTURE DA PAGARE ! iL CONTO SI SALDA ! L’ EDUCAZIONE E’ LA FONTE DEL CORAGGIOSO.

    Penso i miei peccati, a questo punto, li ho saldati ?

    Peppino ! ieri mi ha chiamato, il nonno di Heidi, siccome andrai da quelle parti. ti manda a dire che i vecchi del villaggio ti aspettano, per mungere le vacche e goicare a tombola.

    Heidi e Pater sono andati in Austria, dalla loro amica malata, ti mandono tanti saluti.

    Caro Giuseppe, l’ esperienza dell’ uomo sulla terra è difficile e chè, l’ arma che vince, non è il lubridio, ma il perdono.

    Finisco: l’ uomo vero, coraggioso, eroe e dotato di forza metafisica, quando si trova davanti una donna, anche se non l’ ha offesa, E VIENE INVITATO AD ESSERE GENTILE DOVREBBE RISPONDERE PIU’ O MENO COSI’ :
    ” IO NON TI HO OFFESA, PERO’ TI CHIEDO SCUSA LO STESSO. IL TU VOLTO DI DONNA SERENA E VERA, SI LIBRA SULLA VOLTA DEL CIELO COME LA STELLA PIU’ ALTA E PIU’ POTENTE CHE IL LOGOS ABBIA VOLUTO NEL FIRMAMENTO.” Bond ! James Bond.

  313. Ieri mi sono rivolta a Luigi, oggi mi rivolgo a Zanna…

    Abbi cura di Luigi, testardo animale,
    conducilo dove nessun uomo mai osò portare la sua pelle… Verso se stesso.
    Nessuno è nato per fare male ad alcuno.

  314. Che dire a Tutti,…ogni cosa sarebbe superflua! Solo Grazie. è L’unica cosa che posso dire a Voi!!!!

  315. Le donne di James Bond sono intoccabili ! Chi le tocca verrà annientato dalla folgora.

  316. Invece di folgore, scrivi fulmine senno i reggitani non capiscono …. james bond

  317. Grazie Valeria, grazie a tutti!!!… fuori dal Blog… accetto ogni folgore, eh!

  318. ascolta Luigi, lo vuoi capire, che non c’è vittoria, che io scherzavo su di noi,..io e te come amanti, ma per scherzare!!! Luigi, poi finiscila con queste angoscie degli altri, o problemi!!! Guardiamo ognuno i nostri! Non perchè mi offende, che tu ci creda o no!, ma non vedo i miei problemi nevrosi, più di quanto non ne veda in giro, quindi,… ognuno badiamo alle nostre! Se una persona in buona fede parla di qualche suo accaduto, non significa nulla, ne tanto meno si inveisce contro tentando di ferirlo!! Non ci si riesce! Ripeto,…a me interessava solo che capissi che non mi interessa la vittori, ma stamu jocandu! Ripeto chiudo, il mio post era giocoso riguardava scherzosamente me e te!!! Non vi era null’altro, se rileggi l’ultima parte del post di Valeria, poi guardi il video, ciò scherzato sopra…come se questi amanti fossimo Noi!! stop!!! Finiamola con sta storia del più grande del più piccolo…Luigi, solo RISPETTO!?! se è possibile, altrimenti ognuno per la sua strada!!! vincere perdere, ma che scherziamo Veramente!!!

  319. so che non ho offeso, nessuno!! ne vi era intenzione, tu m’insegni di scherzare?! ma poi!!! se devo decantare una poesia a una Donna, lo farò….ma non per chiedere scusa, anche perchè Valeria ha dimostrato di aver capito il senso del mio Post!!! Luigi,per favore per rispetto di questo blog, dato che parli di rispetto, continuiamo il rimanerci, ognuno per conto suo!!! Non mi offendi con heidi,..io andrò a giocare con heidi!!!

  320. Non ho nulla da imparare da te!!! vi sono cuori veri che potranno aiutarmi,…lo stanno facendo, non scacciandomi dal blog! Si, perchè lo meriterei,..ma il loro Cuore, io parlo per me mi lascia per il fanciullo che sono, che deve crescere! Per il cuore di queste persone SI che mi riconosco piccolo! Per il mondo che dici tu,.. dove vivi anche tu ho Veleno da vendere, ma non t’immagini neanche in quanti modi!!! L’umiltà,… è quella di chi ci ospita, loro il CUORE, la pazienza!!! Per il resto…. da nessun altro ho da imparare, solo da questi…si, pure tanto!!! leggo solo parole..parole! i fati sono quelli ripeto di chi ci sopporta!!!

  321. Rispondo a Valeria ad un commento ( del 28 luglio)
    rimasto impigliato lassù sulle Ande a 4000 metri di quota:

    grazie.. bisou

  322. Mi permetto di segnalare questo nuovo e interessante blog: http://psicoevoluzione.wordpress.com/
    Spero di non aver disturbato. Grazie per l’ospitalità e buona continuazione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...