Arlecchino

Amiche e amici nel lunare, vi lascio una lettera di Anticlimacus e quindi la mia riflessione. L’interrogativo finale è per tutti voi. Forza.

Dottor La Porta in uno scenario televisivo degenerato e di cosi basso profilo come quello attuale (problema che poi investe quasi la totalità dai mass media) è giusto riconoscere con obiettiva ammirazione lo splendido servizio pubblico che lei offre. (stringendo:grazie d’esistere!)
Vi scrivo perché credo che forse solo lei potrà cogliere questa mia idea con la giusta curiosità, il giusto spirito. (almeno spero)
L’idea è questa:
gli scacchi; analizzare questo gioco dal punto di vista dello spirito, dell’anima vedere quest’arte tattica strategica e matematica analizzata da professionisti del pensiero come lei, dare la dovuta attenzione a quest’arte secondo me sarebbe una cosa interessantissima.
Scusi il modo in cui le pongo questa idea, credo che questo “gioco” abbia molto da dare alle nostre anime, al nostro intelletto e mi chiedevo se le possa interessare avvicinarlo al grande pubblico o quanto meno proporre nello spazio di Rainotte ove lei se non sbaglio è direttore o membro della direzione.

cordiali saluti, anticlimacus

Caro Anticlimacus, la tua idea è buona, ma io non mi intendo di scacchi, conosco soltanto le regole. Ti porgo comunque ugualmente un interrogativo: il costume di Arlecchino è una scacchiera? E se sì, perché?

“…la luna piena”

Carissimi e carissime, ecco oggi l’incanto seducente e prezioso, l’ebbrezza “lunare” di Ibn Zaydùn (1003-1070), poeta e uomo politico della Spagna araba. Presenterò questa lirica nella mia trasmissione Inconscio e Magia – Psiche, in onda domenica 7 febbraio su Rai 2 verso le 6:15 circa.
Un abbraccio a tutti voi, buon finesettimana!

Ella è un ramoscello di mirto,
fiorisce con la luna piena,
i suoi sguardi tracimano magia
il broccato delle sue guance
parla degli splendori del vino
le sue parole nel momento
in cui vengono pronunciate sono
come perle disseminate
lungo il cammino
la sua saliva che assaporavo
sulle sue labbra, ebbrezza.