“Voluttà della malinconia”

Carissimi amici, vi propongo le “lacrime” eterne dell’immenso Johann Wolfgang von Goethe (1749-1832). Presenterò questa lirica nella mia trasmissione “Inconscio e Magia – Psiche”, in onda domani 17 gennaio su Rai 2 verso le 6:15 circa.
Un abbraccio a tutti voi, buona giornata!

Voluttà della malinconia

Non asciugatevi, non asciugatevi,
lacrime del sempiterno amore!
Oh come a occhi che vanno asciugandosi
il mondo appare squallido, smorto!
Non asciugatevi, non asciugatevi,
lacrime dell’amore infelice!

2 Risposte

  1. Gentile professor La Porta: è interessante rilevare nel testo la considerazione positiva del dolore. Senza dolore il mondo appare ” smorto” . Ma smorto vuol dire privo di colore, d vita, di anima. Il dolore, che nella fattispecie è dolore d’amore, permette una visione del mondo primigenia, perchè il dolore consente il contatto con la nostra parte profonda. Dolore è conoscenza. ( pathei mathos ) Molto decadentismo ha insistito su questo nesso. Non fu forse scritta la Recherche da un malato che aveva rotto ogni rapporto con il mondo per meglio ascoltare sè stesso? Cordiali saluti

  2. Caro Valerio hai ragione,
    il dolore permette la crescita. Solo attraverso il dolore, e soprattutto quello d’amore (vedi Pene d’amore perdute), possiamo conoscere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...