Suggerimenti dal profondo

Animae Meae se vos volete, nos volemus. Ovvero state bene? Allora anche io. Per questo vi lascio le riflessioni di Rita. Sono una ballata sul mare salato (di lacrime). A voi, cari. A voi…

…e poi, niente, e poi sono ritornata alla terra a cui appartengo da sempre. Nutrirò la vita, vivrò per sempre nelle gesta dei miei figli, dei mie amici, dei miei. Ho lasciato ad ognuno un bacio, una carezza, un conforto; la scia è lunga e per ogni luce bianca rita ci sarà. …ambire all’eternità non è da me, mi accontento di sapere che il ciclo della mia vita abbia dato il massimo. La mia anima è della terra e con slancio spero di sorridere ad essa. …siamo immortali,disse Luca, rita nel volgersi indietro si accorge stupita, cosa ho raccontato di così bello, cosa ha visto un ragazzo di 11 anni nei miei occhi: …come dice Lei, professoressa, la vita non finisce mai, ritorniamo alla terra, nutriamo di linfa e ritorniamo all’albero, agli animali. Proprio stanotte leggevo chi si chiedeva come la foglia torna all’albero, Luca avrebbe saputo rispondere. La bio…logia mi ha…, in essa tante risposte, in essa tante domande, sono passati 30anni da allora, ma Luca è la mia chiave ancora. Negli studi della matematica avvertivo il freddo, nella genetica l’amore, si proprio l’amore, fisico e psichico. Ho trovato il mio approdo dissi, ma che magia è questa, ogni qualvolta si dipanava la matassa. Ho percorso strade casuali e volute nello stesso tempo, proprio come l’evoluzione. Ho superato le paure del corpo con la tenerezza e adesso mi appresto a valicare la montagna. Mi aspettano, non saprei, i miei, li vivo ancora dopo anni e anni, non sono mai sola. Andremo insieme, rideremo sulle carrozze per far divertire i nostri bambini, faremo tanto rumore per assordare il tempo, rovesceremo fiumi di acqua sui loro visi sorridenti. …vivrò per loro tutto il tempo necessario per vederli sorridere, nonna sentirò o qui o là, non importa , li sento. Parlo con gli angeli, chiedo all’Immenso di sorreggermi e Lui lo fà. Mi rivolgo ai Santi, mai al diavolo, ogni mattina mi alzo e innaffio il mio mezzo bicchiere. Per tutto il tempo che vivrò danzerò con l’aria…prego vuol ceder il passo per un momento… venga al mio posto… li sente… mi chiamano, hanno voglia di me. Non soffrirà, gioirà con me. …e poi, niente, e poi sono ritornata alla terra a cui appartengo da sempre. Nutrirò la vita, vivrò per sempre nelle gesta dei miei figli, dei mie amici, dei miei. Ho lasciato ad ognuno un bacio, una carezza, un conforto; la scia è lunga e per ogni luce bianca rita ci sarà. …ambire all’eternità non è da me, mi accontento di sapere che il ciclo della mia vita abbia dato il massimo. La mia anima è della terra e con slancio spero di sorridere ad essa. …siamo immortali,disse Luca, rita nel volgersi indietro si accorge stupita, cosa ho raccontato di così bello, cosa ha visto un ragazzo di 11 anni nei miei occhi: …come dice Lei, professoressa, la vita non finisce mai, ritorniamo alla terra, nutriamo di linfa e ritorniamo all’albero, agli animali. Proprio stanotte leggevo chi si chiedeva come la foglia torna all’albero, Luca avrebbe saputo rispondere. La bio…logia mi ha…, in essa tante risposte, in essa tante domande, sono passati 30anni da allora, ma Luca è la mia chiave ancora. Negli studi della matematica avvertivo il freddo, nella genetica l’amore, si proprio l’amore, fisico e psichico. Ho trovato il mio approdo dissi, ma che magia è questa, ogni qualvolta si dipanava la matassa. Ho percorso strade casuali e volute nello stesso tempo, proprio come l’evoluzione. Ho superato le paure del corpo con la tenerezza e adesso mi appresto a valicare la montagna. Mi aspettano, non saprei, i miei, li vivo ancora dopo anni e anni, non sono mai sola. Andremo insieme, rideremo sulle carrozze per far divertire i nostri bambini, faremo tanto rumore per assordare il tempo, rovesceremo fiumi di acqua sui loro visi sorridenti. …vivrò per loro tutto il tempo necessario per vederli sorridere, nonna sentirò o qui o là, non importa , li sento. Parlo con gli angeli, chiedo all’Immenso di sorreggermi e Lui lo fà. Mi rivolgo ai Santi, mai al diavolo, ogni mattina mi alzo e innaffio il mio mezzo bicchiere. Per tutto il tempo che vivrò danzerò con l’aria…prego vuol ceder il passo per un momento… venga al mio posto… li sente… mi chiamano, hanno voglia di me. Non soffrirà, gioirà con me.