Cosa ci resta

Edgar Morin recentemente ha affermato che “all’umanità non resta che amarsi“.

Altrimenti, purtroppo, andremo incontro a “disdetta psichica”.

Che ne pensate voi, amci del Cuore?

Annunci

21 Risposte

  1. Senz’altro Morin ha ragione, tuttavia è difficile amare e, comunque, sono convinta che noi nasciamo con una predisposizione ad amare, volevo dire solo alcuni di noi. Non tutti, non tutti…
    A mio avviso per amare ci vuole soprattutto coraggio e credo che l’amore non possa prescindere dalla generosità.
    Professore, mi dispiace disilluderLa, ma qui non ama quasi nessuno: tutti hanno aspettative…sicuramente l’amore non è fine a sé stesso (Saffo, Dante), come Lei ha scritto ad Angela, ma quasi nessuno sa amare e spesso ad amare si rischia di essere fraintesi. Questo è il colmo ma avviene anche questo.

    Amare è anche responsabilità….o soprattutto?

    Mi sa che passiamo la stessa crisi Lei ed io.
    Io l’altro giorno mi sono detta: “Non credo più nelle relazioni umane”.
    Nel senso che ogni volta che cerco di dare spessore ad una relazione mi scontro con il mio mistero e con quello dell’altro…e allora, Professore, Amore è una parola grossa o no?

    Chi vuole essere amato veramente? Perché a me sembra che l’amore faccia paura…per tutte le ragioni che ho elencato sopra e chissà per quante altre ancora, che tuttavia non possiamo pretendere di comprendere…magari hanno a che vedere con “la specie”?

    E’ più opportuno dire che La amo o che Le voglio un mondo di bene? Stringiti forte a me Gabriele, io ci sono ed ho le spalle larghe.
    Tè verde e biscottini?
    Su, via…che, poi, più tardi, si cena in-sieme!

  2. Non in maniera così chiara, ma è una conlcusione a cui sto giungendo anche io, anche se ho l’impressione che il termine amore non sia così in voga, ultimamente. Sono un po’troppo pessimista?
    Non so cosa si possa intendere come “disdetta psichica”.

  3. un aspetto della Fede forse è proprio quello di sentirsi amati a prescindere dagli eventi dolorosi della vita…ci vorrebbe un nuovo sguardo con cui amare ciò che è vecchio….il tuo gabriele è uno sguardo di amico sempre pronto a soccorrere chi ti è vicino…ciò è meraviglioso…

    arriverà spero un girotondo per l’amore , dove non ci siano vanità, giudizi, ma solo sguardi sorridenti di amanti persi nel sogno di una nuova comune sensibilità per la magia del donarsi la vita…..

  4. Cosa ci resta?
    Resta il tempo di un tempo, la solitudine dei volti noti, le notti al davanzale del cielo, il respiro sontuoso, la lamina, il sospetto del domani, la sera dei grilli, le mani sulle mani, le cascate sulla Luna. Aspetta, l’uomo, aspetta qualcosa senza senso, quindi un dio, e il suo significante.

    Sono d’accordo, Gabriele carissimo, non resta che amarsi. A volte. Per pudore.

  5. Non ci resta che… amare. Sono un’amica del Cuore che condivide pienamente. Notti fa ho dormito con Il Folle, l’Arcano Maggiore, sul cuore, il suo messaggio è arrivato in sogno. Ero con amici e parenti e lasciavo andare tutto ciò che mi era appartenuto fino a quel momento. Mi dicevano: ma se fai così resterai sola e la tua vita sarà molto triste. Mi domandavo perchè non capissero ciò che provavo e così ho risposto semplicemente: la mia vita è bellissima. Poco dopo una persona ha iniziato a stare molto male, percepivo che stava morendo, chiedevo aiuto ai vicini, ma l’unica cosa che potevo fare era starle accanto, accarezzarla, accompagnarla in quel passaggio. Percepiva l’amore accanto a lei e mi diceva ora sto meglio, ma lentamente si trasformava nella carta della Morte e se n’è andata dolcemente. Ero profondamente commossa e piena d’amore. Di cosa altro hai bisogno? mi sono domandata, tieni solo l’Amore, non serve tenere altro. Un dolcissimo risveglio.
    Grazie caro Gabriele perchè alimenta l’Amore in ogni Sua parola.
    Renata

  6. Professore, anche Gesù lo aveva consigliato ma noi sordi non gli abbiamo dato ascolto. E’ difficile amare il prossimo quando ci accorgiamo che può essere egoista, traditore, falso, etc.
    Ma abbiamo guardato bene in noi stessi? Cosa abbiamo visto? Io ho dedotto che se faccio del bene a qualcuno, lo faccio per egoismo, per sentirmi la coscienza pulita e in pace con me stessa.
    Dobbiamo guardare in faccia la realtà, la razza umana è una razza meschina. Ma forse possiamo imparare a perdonare le nostre piccolezze prima e poi perdonare ed amare il prossimo. Forse questa è l’ era giusta per farlo. Mi auguro di si! A proposito anche se non ho il piacere di conoscerla “dal vivo”, lei, professore credo che sia una delle persone più amabili al mondo.

  7. Mi suona come un ultimatum.
    Io direi che per l’umanità è fondamentale amarsi.
    Altrimenti: c’è la vita per imparare.

    Pietro
    P/s come sempre grazie

  8. Ciao a tutti!
    Un bacio da Angela.
    Sono daccordo con Morin, ma è necessario che si capisca la grandezza dell’amore. Ci son persone che credono di amare ma alla fine finiscono per amare solo se stessi.
    BIsogna capire l’amore e la sua immensità.

  9. Volere il bene dell’altro, dell’altra è Amore. si, è una PASSIONE, e non solo, a cui siamo disabituati. Il non Amore è il segno del MAle che squassa gli umani. Destinati ad una Fine prossima ventura. E poi Bimbola, credimi, quelli di Cuore si riconoscono sempre (anche travestiti della vita che hanno scelto)

  10. Amore è stato bandito. Disdetta psichica è quando una forza interiore, che stava per emergere alla coscienza, è stata bloccata, respinta, rinnegata.Oppure non ci sono le circostanze per farla affiorare.

  11. Siamo arrivati alla questione, Moreno. Eros oppure…?

  12. Cara Renata, tu sei Bene.

  13. Sai, Melkisedek, anche io ho molti dubbi sugli umani ( e quindi su me stesso).

  14. Ho impressione che sia proprio un ultimatum. Ho timore che siamo alla penultima fermata, Pietro, prima dell’abisso.

  15. Spesso è solo narcisismo inflazionato. Per amare, Angela, occorre la vera forza del Bene.

  16. Grazie di cuore caro Gabriele, ma non posso fare a meno di pensare che Bene e Male sono inscindibili, o comunque non riesco a vedere una linea di demarcazione, quanto piuttosto una gradazione. Credo che la via del cuore sia la via che meglio ci può orientare, d’altra parte quando si incrocia con la via delle ferite, delle paure e dei desideri, allora, anche se solo temporaneamente, tutto può divenire più confuso… ma per fortuna l’Amore è sempre pronto a sostenerci. Dolce giornata, Renata

  17. Caro prof…sa una cosa?
    Non mi piace questa affermazione..all’umanità non resta che amarsi.
    Mi sembra quasi un out out, del tipo o ti mangi sta minestra o ti butto dalla finestra!
    Una frase che mi sa di scienza.
    L’amore deve essere una consapevolezza del cuore, un cammino che Vogliamo e non un qualcosa che ci viene quasi imposto.
    Il Signore ci ha detto amatevi l’uno con l’altro..ma è morto per farci capire certe cose..mica ha fatto morire quelli che non hanno Fede..anzi..per quel meraviglioso dono del libero arbitrio…siamo ridotti così.
    Abbiamo un tesoro tra le mani fin dalla notte dei tempi e lo sviliamo…che schifo la malvagità ed il buonismo.
    Solo il Bene sopravviverà al male.

  18. Renata, grazie e affettuosità tenere.

  19. Pensa, Calliope, io non l’ho letta così. Ma come una necessità. Per sopravvivere.

  20. concordo in pieno con gabriele 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...