Inno a Iside

Carissimi amici, l’articolo di oggi è un magnifico ed illuminante “Inno a Iside”, sec. III o IV (?), ritrovato a Nag Hammadi:

Perché io sono la prima e l’ultima,
Io sono la venerata e la disprezzata,
Io sono la prostituta e la santa,
Io sono la sposa e la vergine,
Io sono la mamma e la figlia,
Io sono le braccia di mia madre,
Io sono la sterile, eppure sono numerosi i miei figli.
Io sono la donna sposata e la nubile,
Io sono colei che dà la luce e colei che non ha mai procreato,
Io sono la consolazione dei dolori del parto.
Io sono la sposa e lo sposo,
E fu il mio uomo che mi creò.
Io sono la madre di mio padre,
Io sono la sorella di mio marito,
Ed egli è il mio figliolo respinto.
Rispettatemi sempre,
Poiché io sono la scandalosa e la magnifica.

Attendo con ansia le vostre riflessioni e le vostre emozioni… A presto!

63 Risposte

  1. Caro Prof,come lasciare un commento? …Sono afasica per l’emozione dell’armonia dei contrari esistenti senza smentirsi mai.E’ un segno di coerenza…e mi sovvengono le parole della prima risposta che Lei diede al mio post di presentazione :”non i fatti,ma l’atteggiamento”.Come avere fiducia se improvvisamente una linea retta si fa contorta senza alcun segno o volontà di evoluzione e tutto vacilla?Preferisco la tensione tra gli opposti ,una loro sintesi magari,ma non l’eliminazione spietata di ciò che si è ugualmente stati.Lei cosa ne pensa?Nulla si distrugge affermando semplicemente altro da ciò che si è compiuto .E a smascherare le nuove finte identità non sono i fatti,ma l’atteggiamento.Buona giornata e grazie ,Mariangela .Ps grazie anche per “Ettore”…provvederò.

  2. Come è grande la cultura umana!
    E’ al di sopra di ogni schieramento.
    Quando l’ambiguità degli estremi incanta
    la battaglia alla colpa è vinta.
    Pietro

  3. Un “volto” di donna possibile,… a mio giudizio,Lulu (non il film di Pabst ,ma l’ispiratore dramma di Wedekind),che non a caso si traveste da Pierrot.Di nuovo cari saluti,Mariangela

  4. Questa meraviglia mi fà venire in mente il bellissimo libro di Ada Pavan Russo, la via di Iside, in cui il Femminile è allo stato puro, ” IO RACCOLGO LA MAGIA DA OGNI LUOGO E DA CHIUNQUE LA POSSEGGA, VELOCE COME UN LEVRIERO, RAPIDO COME LA LUCE… LA MAGIA CHE CREA LA FORMA, CHE VIENE DAL GREMBO DELLA MADRE, LA MAGIA CHE INVOCA DIO, CHE VIENE FUORI DAL SILENZIO, LA MAGIA CHE RISCALDA DIO, CHE VIENE DALLA MADRE. ORA QUESTA MAGIA MI VIENE DATA DA OGNI LUOGO”. Grazie Prof., mi permetta solo di considerare quanto questi scritti di e su Iside, mi riportino alla mente una figura straordinaria di questo nostro tempo, che incarna Iside nella sua totalità Aung San Suu Kyi. Le auguro ogni bene.

  5. Cara Mariangela,
    l’inno a Iside e’ onnicomprensivo e potente come il perdono. Tutto incluso nella Grande Madre.

    Baci Baci

  6. Caro Pietro,
    perfetto! La battaglia alla colpa e’ vinta, si’. Ma c’e’ di piu’: non ha piu’ bisogno di armi.

  7. Cara Mariangela,
    ah, “quella” lacrima di Pierrot. Quando tutti i bambini si travestivano da cowboy o Zorro, mia nonna, un anno, mi mette il costume di Pierrot. Mettendomi nel dolore. Ma… ma… con il tempo quella “maschera” e’ divenuta la “mia” maschera.

    Baci

  8. Caro Prof,miravo proprio a quella lacrima sul viso di Pierrot tutto bianco,così pulito,nitido senza peccato,un angelo privo di macchia se non quella …lacrima …a rovinare o impreziosire?alcuni anni fa anche io mi vestii ,in estate, tutta di bianco,completando la figura con scarpe nere e capelli che la natura ha voluto dello stesso colore.all’epoca della loro estrema lunghezza una fascia nera li conteneva .Mi si disse che sembravo Pierrot.
    Risposi che mi auguravo di non somigliare in toto …proprio per quella lacrima.
    Non l’avessi mai detto!!!Errori di gioventù!!!
    Poi…poi ho tagliato i capelli alla Lulu,alla Valentina ,per intenderci e ho aderito dentro di me proprio al personaggio che le citavo nel post precedente.
    Quella lacrima è connaturata in me come in tutti.Ora so e vi credo : a volte è trasparente ,in altre circostanze colorata e visibile.
    Che ne dice di vestirci a Carnevale da Pierrot?Non sarebbe magnifico? Una coppia di Pierrot:Lei ed io . Un maschietto e una femminuccia .Ora che rifletto si potrebbe azzardare anche in questa estate:decida giorno, luogo ed ora del rendez-vous in maschera.Dico sul serio,mi raccomando!Baci,Mariangela

  9. Cara Enza,
    la tua citazione e’ Bene per tutti noi.

    A presto!

  10. Cara Mariangela,
    che bello avere queste idee!
    Dai, proviamoci!

  11. Caro Prof, basta provarci! Se(grazie a Sua nonna)la maschera di Pierrot è diventata in itinere la Sua e se io “riesco” ancora ad entrare nel mio bianco costume di qualche anno fa,( anzi sono anche un po’ dimagrita!)celebrare il nostro carnevale estivo non sarà difficile. Sarà equivalente alla vita quotidiana.
    Non lo scrivo,per me, con gioia.C’è la lacrima sul mio viso che scende copiosa per poi rinnovarsi.
    Tuttavia Le assicuro che la nostra coppia di Pierrot sarà stupenda e trionferemo.Ogni tanto reciprocamente asciugheremo lacrime di scena e di vita.Poi se vorremo cambieremo maschera: Lei magari Don Diego- Zorro con i suoi occhi celesti e io…e io…Narcisa,Valentina…eheh!!! sorpresa!
    Organizzi Lei: sarà tutto ben fatto! Decida anche la mia maschera.Grazie,Mariangela

  12. Cara Mariangela,
    Ipazia!

  13. Ipazia? Che onore!!!

  14. Carissimo professor La Porta,

    mi scusi, ma vorrei approfittare di questo articolo per dirle che è stato un onore per me questa sera poterla vedere ed ascoltare al borgo medievale di Nettuno. Ho passato 2 ore completamente rapita dalle sue parole… dalle sue storie, dai suoi racconti.
    La ringrazio poi per la bellissima dedica che ha fatto a me e a mia madre inerente la Grande Madre Iside… davvero speciale! Grazie!

    Questo articolo su l’ “Inno a Iside” mi ha colpito in modo particolare perchè la prima volta che ho letto queste parole è stato non molto tempo fa, quando ho cominciato a leggere un libro di Umberto Eco…Il Pendolo di Faucault, un libro molto affascinante che purtroppo ho interrotto più o meno all’inizio ma che ho intenzione di finirlo non appena riuscirò a terminare gli ultimi esami prima della tesi.

    Se non erro il testo è gnostico, quest’ Inno quindi non dovrebbe riferirsi a Sophia?
    Perchè queste parole vengono dedicate alla Dea egiziana? Qual’ è il collegamento tra Sophia e Iside?

    La ringrazio infinitamente.

    Guendalina

  15. Cara Mariangela,
    vero. Ovvio che non sei a pari livelli, ma tendi a…tendi verso… Questo importa.
    Un abbraccio

  16. Cara Guendalina,
    Iside ha in se’ SOPHIA. SOPHIA e’ una delle componenti di Iside.

  17. Ah Prof,tendere…Conatus,Streben ..amato tedesco.Tuttavia, a volte diventa un serio problema : tendere verso e poco ascoltare di me,o meglio ascoltare/sentire senza tirar fuori le emozioni.Così vado VERSUS me medesima.! Notte Prof.Mariangela (nach IPAZIA)Possibilmente cambierei il finale !

  18. Professore quindi possiamo dire che SOPHIA è la componente principale di tutte le divinità?
    Grazie.

    Guendalina

  19. Cara Mariangela,
    certo che va mutata. Hai letto Pratt?

  20. Cara Guendalina,
    credo di si’. Ma non l’unica.

  21. Caro Prof, purtroppo di Pratt ho solo visto la mostra di qualche anno fa qui a Roma .Confesso di essermi documentata prima di risponderLe: si riferisce a Hipazia in “Favola di Venezia”?Inoltre non nutro una grande passione per i romanzi storici e dunque non ho letto la fonte letteraria omonima senza “h”di Kingsley.
    Però… però… però… COINCIDENZA !!!!!!!!!!!!!
    Il personaggio di Louise Brookszowyc, ispirato a Valentina ( omaggio a Crepax)…mi rammenta “me medesima “da settembre 2008 fino a gennaio 2009.Il tempo passa , la frangetta resta i capelli si allungano…
    Ritorno al corsaro luterano…Pa’.
    Baci + abbracci +baci+ abbracci +baci … danzanti come una Menade .Mariangela

  22. Cara Mariangela,
    ma come sei simpaticamente trasgressiva (e lunare)!

  23. Buongiorno Prof, accetti un dolcetto per il mio onomastico (di cui nessuno si ricorda-detto fra noi!) Bene bene,ma come è simpatico e veggente Lei!
    Ieri sera mi hanno chiamata “pelle di luna”-come dire …il sole mi ferisce e COINCIDENZA: astrologicamente “casta diva” mi fa da madre.Inoltre la luna era meravigliosa: candida,autentica,sincera ,mutevole e coerente.Dal complimento ricevuto stanotte ho inventato un personaggio…perché no da fumetto,magari una SUPER SUPER SUPER EROINA di nome “MOONSKIN”.
    Ritiene Lei che io sia abbastanza lunare ( e trasgressiva ahahahahah!!!)??? Se uno di questi giorni desiderasse vedermi,potrebbe romanticamente levar lo sguardo alla notte: sarò la mia mamma e Le sorriderò…
    Buona giornata,Mariangela
    PS.Posto qui un modesto consiglio per tutti: andate a vedere, finché resta nelle sale,il film “Vincere”.

  24. Cara Mariangela,
    non lo andro’ a vedere perche’ detesto i Machisti come i dittatori. Tutti i dittatori, anche quelli mascherati sono Machi. (E poi, al dunque, li vorrei proprio vedere…anzi, no. Vomiterei) Io sono dalla parte del Femminile e ne sono lo scudiero.

  25. Caro Prof…eppure in fondo,anzi è davvero una storia d’amore, di un’ossessione d’amore in cui il Femminile è in esilio e grida inascoltato.
    Per la protagonista Ida Dalser era l’Amore.
    Ha visto invece “Un altro pianeta” e “Palermo Shooting”?
    Buona notte Prof scudiero.Anche io mi sento più sicura.
    Mariangela

  26. Cara Mariangela,
    mi spiace, non ho visto nessuna delle due pellicole. Ma data la tua sensibilità, ti consiglio, qualora non l’abbia già fatto, la visione profonda di IRINA PALM.
    Baci baci

  27. Iside…madre cosmica generata dalla luce creante Dio, lacrima d’oro che genero suo figlio, sposo ,fratello e padre.
    Da lei tutte le cose sono state generate e per questo nate.
    Dal tempo creato nello spazio finito nell’infinito ella prosegue la sua strada fra tutte le stelle ed i pianeti abitati; nella terra nata più volte per donare la libertà alle anime schiacciate e avvilite dal male.
    Molti nomi ma una sola anima.
    Io so che oggi ella è tornata, piccola donna incontrata nelle vie del mondo, ancora una volta ha fatto nascere il suo figlio primordiale ed altri figli, il suo grembo è continua fucina di vita che si dischiude nell’armonia dell’amore, in una folle ed incredibile semplicità che lascerebbe incredulo anche il cuore del filosofo più completo.
    Iside incarnata nell’Alba che da sempre la vita…ma chi la incontra e parla con lei non la riconosce, se il suo cuore non è puro!

    Alba Giordana.

    Gabriele come posso spedirti il mio libro?

  28. Cara Alba,
    mi piace questo tuo andare in Iside.
    L’indirizzo e’ via Teulada 66, 00195 Roma.

    A presto!

  29. Ti spedisco il mio libro allora….

    Intanto ti invio un altro pezzo della mia Iside Ritornata.

    Io ricordo che alta e bruna e agile e forte guardavo con il mio re il nascere di una grande costruzione solare su questo pianeta che esseri venuti da lontano avevano inseminato di vita; vita non facile né felice per la gente.
    Gli ultimi principi di Marte vollero come in un gioco scendere e creare qualcosa che li ricordasse, vennero da me alta sacerdotessa dell’universo ed io accettai il dono. Assieme creammo l’imponente piramide detta di Cheope.
    Se gli uomini sapessero cosa essa nasconde alle basi inacessibili, potrebbero usare ogni sistema per recuperare un tesoro che non gli appartiene.
    Cio che svetta verso il cielo svetta verso la terra, un rombo magico che richiama Amore e Luce è la mia magia celeste messa in opera sulla piccola ma meravigliosa terra.
    Fra le due parti sprigionante di oro purissimo stà il sigillo cosmico, onda che ancora lavora per il bene del pianeta.
    IO non sono una sconosciuta irrealtà scatturita dalla mente di umani poeti…io sono reale e viva, sempre io vado dove il femminino manca e dove l’amore universale viene ucciso!
    Iside

  30. Cara Alba Giordana,
    ma che splendore!

  31. Gentilissimo professore,

    la seguo da molto tempo e ho anche avuto l’onore di conoscerla al seminario Di Astrologia ( a Napoli nel 2006 ) Lei ha parlato dei miti archetipi , e tanto interesse le ho prestato .
    La seguo anche di notte nelle sue interessanti trasmissioni non me ne perdo una .
    Acquisterò subito il suo libro ” Dizionario Dell’ Inconscio e Della Magia “. Sono certa che sarà interessantissimo come tutti i suoi libri .
    Mi scuso per non essermi presentata : mi chiamo Paola in arte ” iside ” sono una numerologa studio Cabala da 26 anni e provesso questo nel Triveneto .
    Spero in una sua momentanea attenzione di questa mia email .

    La Ringrazio
    Un saluto cordiale Iside

  32. grazie a te, Iside, per essere entrata nel nostro temenos e per l’attenzione scrupolosa che riservi al mio lavoro.un saluto a te di benvenuto!

  33. La Ringrazio della Sua Cortese Frase Benvenuta, ora continuerò a seguire una grande immersione di lettura del suo Colto e sano Sapere . Seguendo sempre anche in tv. le sue grandi e sensibili attenzioni al mondo Spirituale e dell’ incoscio .
    Sapesse quanti stadi di altitudine ha visto il mio essere così …. in un viaggio incoscio : sono stata trasportata in un meraviglioso mondo colorato da gradi , prima azzurro, poi sempre più blu , per poi ritrovarmi in un suolo tondo mosaicato viola , quanta pace ,quanto benessere , quanto star bene poi per giorni e giorni …. Il magico mondo : del nostro saper vedere oltre .

    Buona giornata Professore .

    Paola (Iside)

  34. Gentile prof.. la ringrazio della sua attenzione , non credevo prestasse attenzione .
    Tutti mi dicono che non potrei portare che il nome “Iside” , visto la mia devozione verso il prossimo , sopratutto per l’ aiuto morale che dò a loro quando è chiesto o mi viene rivolto ,perchè ogni persona deve vivere meglio con il suo io . Faccio il meglio che posso nel mio limite di responasbilità di chi mi dona fiducia.
    Iside nel suo mito è stata un grande esempio di amore, e l’amore è la guarigione di tutto .
    Oltre al suo ultimo libro me ne potrebbe suggerire un’altro ?
    Grazie cordialmente Paola (Iside)

  35. A te buono-bene sempre. (Anche tu del club dei Pazzi, Paola-Iside?)

  36. Eccomi a te Paola. “La Morte e gli addii” di Luisa Colli. Ed. Moretti e Vitali. E’ un testo che devi ordinare per posta.

  37. Professore gentilissimo e molto attento …. Grazie , ma il mondo dei cosidetti “Matti ” è il mondo più bello , sincero , e sensibile, cosa non più esistente nel mondo normale.

    Grazie per la sua indicazione del Libro .
    Ho già divorato il Suo e le dico semplicemente Lei è non poco Speciale , Tanto !

    Grazie paola

  38. Cara Paola, quale libreo “mio” hai fatto tuo?

  39. Professore le risondo molto volentieri di già ho letto diversi suoi , ma visto l’argomento ho divorato il suo ultimo ” Dizionario dell’ inconscio e della Magia”.
    lei tratta dei veri esempi filosofici e correnti dell’ ingnoto per me molto veri e pieni di significato.
    complimenti ancora .
    Paola

  40. Non è possibile attribuire con certezza quest’inno ad Iside. Com’è stato fatto notare da diversi studiosi, potrebbe riferirsi indistintamente alla Divina Sapienza, la Sophia dei movimenti gnostici. Nonostante la vicinanza della forma letteraria del testo alle aretalogie isiache, non è possibile rilevare con certezza l’origine giudaica, cristiana o pagana dei diversi elementi che compongono l’inno, che si avvale di altre porzioni di testo. La stessa raccolta da cui è tratto è un insieme eterogeneo di opere di diversa formazione.

  41. Cara Anya, questo non importa a me. E’ ISIDE. Punto. (che ispira gli autori)

  42. gentile Professore proprio in questi giorni sto preparando un libro d’artista per la giornata sulla violenza sulla donna,qualche tempo fa cercando di documentarmi sul tema(anche a livello mitologico) mi sono imbattuta in queso “inno”,ho accantonato il tutto,per poi dare un titolo al libro ODIO E RISCATTO, (odio è lo stupro ,il riscatto è Iside,riassumo il tutto in modo schematico) oggi ho cliccato Inno a Iside e ho visto il suo blog…..tutto qui….però mi fa piacere sapere che i concetti “immortali” siano condivisi da molti,ci si sente meno soli in questa palude del superficiale.

  43. Lo ripeto sempre, cara Emanuela, siamo molti di piu’ di quanto si pensi.
    Baci

  44. Caro professore, ha rivevuto il mio libro La Dea segreta regina del cielo e della terra? Se le è piaciuto possiamo farlo leggere anche agli interessati amici pazzi del blog?
    Alba Giordana autrice della Iside svelata, libro che stò scrivendo e che in lei ho trovato un sostegno.

    un altro piccolo brano per voi che l’amate:

    IL mondo prepotente ha suddiviso le virtù della Dea Madre, facendo di essa un bailame di dee, ma lei è tutto il tutto di ogni conoscenza, è la provenienza stassa della creazione che è , prima madre che padre.
    Ella dei 14 pezzi di Osiride suo amato ed eterno sposo ne ritrova uno alla volta e per ultimo il sacro fallo , poi Ella si congiunge ad esso per generare Horus, il figlio divino, capo dei guerrieri della Luce.

    Significa che per iside la Parola ” TI AMO” che qui usiamo a sproposito poichè lontani dalla vera essenza pura e dal potere che questa frase contiene, non significa” vorrei scop…”come usano dire gli uomini alle donne e specialmente fra i giovani odierni, ma nel suo tutto è l’amore presente e onnipotente che scatturisce dal cuore femminile per eccellenza, dove la parola ti amo, diviene la più alta espressione d’amore puro e sincero che non fa mancare nessun ingrediente immortale all’amato.

    Alba Giordana

  45. Cara Emanuela,
    confermo una mia idea: i buoni sono la stragrande maggioranza. Pero’ non riescono a coagularsi tra loro, per timidezza e paura.

    A presto!

  46. Cara Alba Giordana,
    mi dispiace, mai ricevuto. Puoi inviarlo a Direzione di RaiNotte, via Teulada 66, 00195 Roma.

    A presto!

  47. Buonasera professore, conoscevo già quest’inno ed è splendido. Approfitto di questo spazio per farle una domanda: molto spesso sogno una presenza femminile, una donna, quasi una Dea, a che archetipo o parte della psiche è associata la Grande Madre? Che cosa puo’ significare sognare spesso questa figura? Grazie Mille

  48. Caro Sognatore,
    la Grande Madre e’ uno degli Archetipi piu’ densi e dai plurimi significati. FONDAMENTALE. Se ti e’ venuta in sogno devi intraprendere la sua conoscenza: ovvero studiare ISIDE.

  49. Grazie del consiglio ^^

  50. se continuiamo con poesie- lo sono?- che la gente non riesce
    a capire, la poesia morrà e infatti è già la cenerentola della letteratura!

  51. ho cercato e cercato, ma non ho trovata alcuna fonte affidabile che parlasse del ritrovamento e della datazione di questo poema. Eppure il web ne è pieno… è realmente antico o è una leggenda metropolitana ?

  52. Caro Fabrio, sinceramente non lo so. Mi sono posto anche io la stessa domanda. Chiederò ad Ada Pavan Russo e ti farò sapere. Un abbraccio

  53. Che importanza quando sia stato scritto? E’ tanto bello e così profondamente illuminante da non avere necessità di datazione.
    Potrebbe raccontare la vicenda umana di oggi come quella di ventimila anni fa…

  54. Carissimo Prof,felicissimo della scoperta di questo bel blog, , con pudica discrezione vorrei sottoporle le mie riflessioni sul mito di Iside e Osiride raccolte in un libro edito dalla Bastogi nel mese di maggio scorso:”L’Eco di Iside”. Con cordiali ossequi, Salvatore Romeo

  55. Buongiorno Salvatore, sarà un piacere accoglierle… Le attenderemo con piacere. La ringrazio e un sorriso. Gabriele

  56. Caro Gabriele, è una sorpresa ritrovare Iside, che immortale va avanti,perchè il suo spirito riesce sempre dove altri perdono…Dammi un indirizzo sicuro dove mandarti Il mio libro: La dea segreta regina del cielo e della terra.Ciao chissa se la terza spedizione andrà in porto, pare che ci sia un fato contrario a che tu possa avere fra le mani la Dea Segreta!

  57. Buongiorno Michele, se mi dà la sua mail, le scrivo un indirizzo
    La ringrazio
    Michele

  58. Mi meraviglio di tante frasi così banali su Iside , ma sanno chi le pone tutte queste domande … Carissimo Professore quanto ha fatto impazzire gli Studiosi il Culto di Iside .
    Iside la Grande Madre non ha nessuno il dovere di dubitare dei grandi Studiosi …. Grazie Prof,alla frase Iside è Iside e basta ….
    la saluto
    buon pomeriggio
    Paola

  59. Gentile Professore dimenticavo interessante il libro Giordano Bruno , come tutti i suoi .
    Paola

  60. La ringrazio per questo suo intervento, Paola, e la saluto anch’io. Gabriele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...