Le cose più belle non puoi comprarle, ci sono regalate.

Qual è quel fenomeno della natura al cui termine si trova una pentola di monete d’oro? Ce lo racconta Enza, un’amica del temenos, attraverso il suo post a Beatrice:

“Bellissima Beatrice…

ti racconto l’ultima mia emozione: dopo giorni di caldo afoso, ieri pomeriggio un fragoroso temporale ha rinfrescato l’aria. Aspettavo il bus per rientrare a casa e avevo di fronte una sterminata campagna, alle mie spalle i palazzoni della periferia. Già sentire l’odore della terra bagnata, mi ha fatto stare bene, ho respirato quella sensazione intensamente, (vivendo in città respiro solo smog).

Non pioveva più e un timidissimo raggio di luce tentava di intrufolarsi tra le nuvole. Ad un tratto ho visto uno spettacolo che mi ha fatto battere il cuore, come non faceva da tempo! un enorme, bellissimo, pazzesco ARCOBALENO!!! Era stupendo, con dei colori talmente intensi, che sembrava uscito da un quadro di Chagall ! Sono stata a guardarlo a bocca aperta, sai quelle cose che non ti aspetti!!!! Un ponte colorato verso il cielo! Che meraviglia ho detto ad alta voce! allora le persone che aspettavano insieme a me il bus, si son messe lì a guardare quella nota divina, ed ho sentito anche dai balconi dei palazzi vicini, “GUARDA, GUARDA”!!!!!! In un attimo eravamo tornati tutti ESSERI UMANI, che si stupivano nel vedere lo spettacolo della natura. Ero così leggera e felice che il bus è arrivato, l’ho guardato, gli ho detto ciao, e sono rimasta lì a parlare con l’arcobaleno.

Follia? dipende… E’ proprio vero, le “cose” più belle non puoi comprarle, ma ti sono regalate. MADRE NATURA.

Un abbraccio a tutti voi, randagi! “

Annunci