a proposito del sorriso

ridere contro qualcuno è un’aggressione. ridere con qualcuno è creare gioia quindi, bene.

16 Risposte

  1. Le rispondo con un abstract (come lo chiamerebbe Lei) de “La penisola incantata”:

    “Le mie prese di posizione da ribelle mi valsero, in famiglia, la nomina della matta maleducata. Si sa, nelle famiglie ognuno si fa le sue ragioni.
    In verità, nei tarocchi, i quali da sempre mi affascinano con i loro mille e più simboli, l’arcano maggiore Il Matto raffigura proprio un poveraccio sorridente, che se ne va con un fagotto sulle spalle ed è un’immagine che rievoca sconsideratezza, impulsività, innocenza ed incuria. Forse, riflettendoci bene, un po’ folle lo ero, se non altro, ai loro occhi. Per i miei parenti, ero solo una giuggiolona dal sorriso poco impostato: la stupida della famiglia, come qualcuno che amavo troppo per non perdonarla, mi avrebbe detto un giorno per riuscire ad azzittirmi durante un diverbio…poi, s’era anche fatta una risatina.
    Lei che rideva di me. Lei che dava della stupida a me…”

    “…Il mio carattere, ad esempio, era troppo vivace. I miei comportamenti: troppo esuberanti.
    In effetti, a me piaceva fare il giullare di corte e c’è una parte di me che, a dispetto del tempo che passa, è rimasta un po’ buffoncella. Tuttavia, non posso negare che, da parte mia, un atteggiamento triste sarebbe stato più consono alle circostanze delle visite di circostanza ma che cosa ci potevo fare io se allora non capivo un accidenti di niente e, quindi, ero contenta lo stesso. Bei tempi, però. Amavo pure le pietre!…”

    E le prove non finiscono mai.

    A proposito di attese: prima di aprire il mio di blog apro il Suo.

    Marina

  2. Ciao Gabriele,
    sulla gioia e il bene legati al sorriso e all’amore e all’alchimia che essi producono nell’interiorità, mi viene in mente un frammento di una poesia-canzone di Modugno e Pasolini “Cosa sono le nuvole”:

    “…il derubato che sorride
    ruba qualcosa al ladro
    ma il derubato che piange
    ruba qualcosa a se stesso
    perciò io vi dico
    finché sorriderò
    tu non sarai perduta

    ma queste son parole
    e non ho mai sentito
    che un cuore, un cuore affranto
    si cura con l’udito
    l’unico e tutto il mio folle amore
    lo soffia il cielo
    lo soffia il cielo
    così”.

  3. carissima Marina, ieri ho registrato una trasmissione della serie “Psiche” e lì ho parlato del dialogo che hai avuto con tua figlia Chiara in relazione alla guerra; non ti dico l’effetto che ha avuto sugli osspiti, soprattutto Vincenzo Baccano, già monaco zen, guida alpina, e attualmente art concelor; è rimasto senza parole. Ti ffaccio notare che questo signore è la persona più significativa che io conosca in assoluto. questo solo per dirti quanto ti ho in considerazione, ma non sto parlando di stima. è un legame profondo che sa di fiori, vino e baluginii. ultrabaci

  4. cara Elisa, mi sento di citarti alcuni versi di Garcia Lorca: “Se il mio cuore avesse lastre di vetro/ andresti alla finestra/ e lo vedresti piangere lacrime di sangue”. baci

  5. allora, marina, mi sono informato: la trasmissione “Psiche” di cui ti ho scritto prima andrà in onda domani, domenica, su RAI2 alle ore 6,15. un caro saluto. g.

  6. Fino a pochi anni fa osservavo che certe persone ridevano degli altri o di me, pensavano che erano persone stupide, ma la cosa che non capivo mai era il perché certe persone ridevano o meglio sorridevano verso le disgrazie degli altri, o meglio quel sorriso compiaciuto verso le persone malate, quel sorriso per loro era soprattutto una considerazione che non era toccato a loro quella disgrazia.
    Col passare del tempo ho osservato che la gente che si incontra nei tanti luoghi della vita quotidiana, non ha imparato a sorridere.
    Io quando vedo o incontro qualcuno che mi fa un sorriso benevole è come se mi guarisce un pò l’anima.

  7. In riferimento a ciò che ha scritto Marina, anch’io ho una sorella che quando era adolescente era un pò come un giullare, e poiché l’ho cresciuta io da quando lei aveva 9 anni, l’ho lasciata crescere in tutta la sua libertà, infatti il suo pregio che gli è rimasto è quello di sorridere e molte persone si affezionano a lei.

  8. Sono commossa. Grazie.
    Questi sono giorni durissimi per me, specialmente oggi…ma rientro a casa, mi rifugio in camera, accendo il computer e chi trovo? Trovo Lei, con parole uniche, di apprezzamento ed amorevoli.
    In questo preciso momento, io desidero e voglio per Lei ogni bene.
    Domani metto la sveglia alle 6,10…e, finalmente, La rivedo (prima, ogni tanto, La trovavo su RAI 2 la mattina presto) e mi dedico un momento di ascolto tutto mio, anzi, no: guarderò la sua trasmissione insieme a mia nonna Angiola, 1915…una Luce brilla dentro di lei.
    Già, perché da mercoledì scorso fino a domani, siamo tornate ad essere un quartetto: non a caso, il numero perfetto per Chiara è il 4.
    Arianna è un Angelo che mi è stato messo accanto.
    A proposito, quando sono fuori, la gente mi guarda: nonna con bastone, due ragazze autistiche…credo ci voglia una certa dose di anticonformismo per entrare in un ristorante così diversamente assortiti.
    Mi piacerebbe, se Le fa piacere, che leggesse sul mio blog un mio post di ieri sull’autismo, sulle dipendenze, sul significato di vite come la mia…
    Buonanotte… e grazie per i fiori.

    P.S. Non conosco Vincenzo Baccano ma mi fido di Lei ciecamente, quindi ,non posso che essere lusingata dal Suo capire…
    Ho ordinato “Dizionario dell’Inconscio e della Magia”, pare sia andato a ruba… Non riesco a trovare “Riflessioni sull’arte di vivere” di Campbell. In compenso, ho comperato “Potere” di Hillman.

  9. cara Marina, da un punto di vista tecnologico sono una sciappa terrificante, provo ma non non ci riesco ad entrare, mi mandi l’indirizzo preciso? e poi, vi immagino al ristorante, insieme, a me sembrate così carine. l’accettazione è uno dei cardini del pensiero femminile. cioccolatini

  10. http://www.lapenisolaincantata.blogspot.com

    Stamattina mi sono svegiata alle 6,10, dopo una notte d’attesa, ho acceso il televisore ma il pezzo su Chiara era già passato. Eravate a ‘”amore vero”.
    Va bene lo stesso.
    In compenso ho capito chi è Baccano. Che dire spiccava come un giglio in un campo di margherite: semplicità, sensibilità, capacità di parlare di sentimenti… E’ un peccato che la Sua trasmissione non possa andare in onda come, ad esempio, “Che tempo che fa” o “Per un pugno di libri”.
    Buona domenica.
    Marinariannachiarangiola

  11. cara MArina, Vincenzo è esattamente come sembra, una persona straordinaria. calcola che spesso per capire se una mia posizione sia giusta o errata chiedo consiglio a lui. credo che ciascuno di noi dovrebbe avere una o un referente in “sofia” a cui affidarsi in casi estremi.
    per quanto riguarda, sono felice di avere quelli che ho. credo sia meglio, quando si parla a tempo pieno di femminile, stare un po’ a riparo dell’erba. cioccolatini, baci e torta caprese

  12. Just stumbled on this while idling on the web.
    I’m …. amazed? …. no …. really happy to feel the waves of affection and esteem that roll from your words, Gabriele, and hope to see you soon.

    Bleu

  13. Dear Bleu, good!
    See you soon, too!

  14. Prof, leggendo la Sua risposta in inglese a Bleu, mi è venuto in mente un episodio della mia vita. Una volta mi sono svegliata da unastenesia parlando in inglese perfettamente, c’era mia zia con me che mi guardava con tanto di occhi sbarrati e l’anestesista di madre lingua inglese pure. Strano no? Come me! Un bacio.

  15. Mi scusi per prima ma delle volte scrivo di fretta volevo dire DA UN’ANESTESIA.

  16. Cara Marina,
    e’ da Te. E’ da Te.

    A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...