…a Bari insieme a “IL MISTERO DI DANTE”

“O voi ch’avete l’intelletti sani.
Mirate la dottrina che s’asconde.
Sotto il velame delli versi strani!”
(Inferno IX, 61-63)

L’ALTROFILM

Presenta

In collaborazione con EDIZIONI GIUSEPPE LATERZA

GIOVEDì 6 MARZO ore 20:30
presso
CINEMA ARMENISE
(Via Pasubio 178 -Bari-)

INCONTRO e DIBATTITO CON IL REGISTA LOUIS NERO
e GABRIELE LA PORTA

A seguire proiezione del film

IL MISTERO DI DANTE

“Un segreto si cela dietro al più grande poeta italiano”

con

F Murray Abraham Taylor Hackford
Franco Zeffirelli

Il “Mistero di Dante”, l’ultimo film di Louis Nero, per rivelare i segreti che si celano dietro ad una tra le più importanti figure della nostra storia.
A partire dal 6 marzo 2014, il film sarà in programmazione per una settimana.

Per maggiori informazioni – Cinema Armenise: 080.5428281 – dalle 17:00 alle 23:30

A raccontare il “Sommo Poeta”: i Premi Oscar F Murray Abraham e Taylor Hackford, il Maestro Franco Zeffirelli e ancora Valerio Massimo Manfredi, Gabriele La Porta, Roberto Giacobbo, S.E. Mons. Agostino Marchetto, Rabbino Capo Riccardo Di Segni, Shaykh’ Abd Al Wahid Pallavicini, Silvano Agosti, Christopher Vogler, Massimo Introvigne, Gran Maestro Luigi Pruneti, Sommo Sacerdote Emilio Attinà, Giancarlo Guerreri, Marcello Vicchio, Carlo Saccone, Aurora Di Stefano, Mamadou Dioume, Imam Yahia Pallavicini e gli attori Diana Dell’Erba, Diego Casale, Elena Presti.
“Un viaggio dalla circonferenza verso il centro. Dall’esteriore all’interiore. Un misterioso linguaggio, antico come il mondo. Viaggiatori trasformati in pionieri esploratori di nuovi mondi. Una reminiscenza del meraviglioso mondo dantesco: da un’analisi esteriore alla scoperta della verità celata “sotto ‘l velame de li versi strani“. Un’indagine poliziesca negli innumerevoli cunicoli d’interpretazione dell’opera del più grande genio italiano del 1300: Dante Alighieri. Un viaggio, alla fine del quale, forse, lo spettatore avrà a disposizione gli strumenti per farsi una propria opinione su cosa stia dietro a questo misterioso autore. Guide virgiliane di questo pellegrinaggio saranno eminenti studiosi che cercheranno di accendere qualche luce nell’intricato groviglio di interpretazioni simboliche che si sono succedute nel tempo. L’obbiettivo di tutti, anche se in apparenza divergente, sarà quello di suggerire nuovi percorsi che porteranno a nuove strade più illuminate. Un dubbio nasce spontaneo: esiste ancora, anche sotto diverso nome, quel gruppo iniziatico del 1300 che andava sotto il nome de “I Fedeli D’Amore”? Siamo stati contattati da alcuni di loro. Ecco il racconto di questa ricerca”.

Louis Nero

TRAILER

“IL MISTERO DI DANTE” a Trastevere

Carissimi,
a partire da Venerdi 21 Febbraio per una settimana esce a Roma “Il Mistero di Dante” al cinema FilmStudio a Trastevere.
Una nuova opportunità per il pubblico romano di poter godere del fascino che emana della pellicola del regista Luois Nero.
Non perdete questa occasione!

www.altrofilm.it

L’ARTE DI ESSERE

Amici carissimi,
martedì 11 febbraio, alle ore 19:00, prenderò parte alla presentazione della rivista “L’ARTE DI ESSERE” e della sua collana editoriale; l’evento avverrà presso la libreria Harmonia Mundi a Roma. Vi aspetto con gioia!

L'Arte di Essere

Buona Epifania a tutti!

La Befana
Discesi dal lettino
son là presso il camino,
grandi occhi estasiati,
i bimbi affaccendati

a metter la scarpetta
che invita la Vecchietta
a portar chicche e doni
per tutti i bimbi buoni.

Ognun, chiudendo gli occhi,
sogna dolci e balocchi;
e Dori, il più piccino,
accosta il suo visino

alla grande vetrata,
per veder la sfilata
dei Magi, su nel cielo,
nella notte di gelo.

Quelli passano intanto
nel lor gemmato manto,
e li guida una stella
nel cielo, la più bella.

Che visione incantata
nella notte stellata!
E la vedono i bimbi,
come vedono i nimbi

degli angeli festanti
ne’ lor candidi ammanti.
Bambini! Gioia e vita
son la vision sentita

nel loro piccolo cuore
ignaro del dolore.

Guido Gozzano

Felice e sereno 2014 a tutti!

feste_capodanno_04

La ritualità del Capodanno su Rai 1

Carissimi amici,
domani mattina alle 8:30 circa, all’interno del TG1, parlerò della ritualità del Capodanno dal punto di vista della mitologia preromana.
Vi aspetto!

Grazie e buone feste a tutti!

Carissimi,

grazie a tutti per gli auguri. Un immenso abbraccio da parte mia e dalla redazione.

Gabriele

Dalla redazione

Ci scusiamo per l’interruzione di questi giorni.

Un caro saluto a tutti.

IL MISTERO DI DANTE

Amici carissimi, condivido con voi una esperienza affascinante e densa di incanti. Sono stato coinvolto dal regista di Torino – una città non per Caso, ma per Fato –  Louis Nero alla realizzazione del film “IL MISTERO DI DANTE”, una discesa nelle oscurità luminescenti di cui sono trasfuse le divine “parole” di Dante: un abbandono gentile alla dimensione esoterica della Commedia. Il regista ha già annunciato – ancora, non a caso – l’uscita in tutte le sale italiane per il 14 Febbraio 2014, festa di San Valentino, data scelta dall’autore in omaggio al gruppo iniziatico fiorentino del quale il sommo poeta faceva parte: “I Fedeli D’Amore”.
Protagonista della pellicola è il premio oscar F. Murray Abraham, magnetico e ammaliante, nel ruolo, come un talismano.
Luois Nero ti conduce abilmente in questo viaggio sorprendente per mezzo delle mani sempre nuove di Virgilio, incarnato via via da personalità come S.E. Mons. Agostino Marchetto, come il Rabbino Capo Riccardo Di Segni, Shaykh’ Abd Al Wahid Pallavicini, Silvano Agosti, Valerio Massimo Manfredi, Christopher Vogler, Massimo Introvigne, Roberto Giacobbo, G.M. Luigi Pruneti, S.S. Emilio Attinà, Giancarlo Guerreri, Marcello Vicchio, Carlo Saccone, Aurora Di Stefano, Mamadou Dioumé, Imam Yahia Pallavicini e gli attori Diana Dell’Erba, Diego Casale, Elena Presti. Nel cast d’eccezione anche come i due premi oscar Taylor Hackford e Franco Zeffirelli.
Vi lascio il comunicato che mi è stato inviato dal regista:

Un viaggio dalla circonferenza verso il centro. Dall’esteriore all’interiore. Un misterioso linguaggio, antico come il mondo. Viaggiatori trasformati in pionieri esploratori di nuovi mondi. Una reminiscenza del meraviglioso mondo dantesco: da un’analisi esteriore alla scoperta della verità celata “sotto ‘l velame de li versi strani“. Un’indagine poliziesca negli innumerevoli cunicoli d’interpretazione dell’opera del più grande genio italiano del 1300: Dante Alighieri. Un viaggio, alla fine del quale, forse, lo spettatore avrà a disposizione gli strumenti per farsi una propria opinione su cosa stia dietro a questo misterioso autore. Guide virgiliane di questo pellegrinaggio saranno imminenti studiosi che cercheranno di accendere qualche luce nell’intricato groviglio di interpretazioni simboliche che si sono succedute nel tempo. L’obbiettivo di tutti, anche se in apparenza divergente, sarà quello di suggerire nuovi percorsi che porteranno a nuove strade più illuminate.
Un dubbio nasce spontaneo: esiste ancora, anche sotto diverso nome, quel gruppo iniziatico del 1300 che andava sotto il nome de “I Fedeli D’Amore”?
Siamo stati contattati da alcuni di loro. Ecco il racconto di questa ricerca.

Trailer in italiano

http://youtu.be/3LqR-H6_gQw

Trailer in lingua originale

http://youtu.be/Zs45HLyQRtc

Facebook Fan Page

https://www.facebook.com/ilmisterodidante

In mostra a Roma lo “sguardo” sul cinema di Natino Chirico

http://www.ilquorum.it/mostra-roma-lo-sguardo-sul-cinema-di-natino-chirico/

(Tratto dal quotidiano online Il Quorum)

Dall’8 al 15 novembre “Segno, Cinema e Colore”, 60 opere dedicate ai grandi della pellicola. Appuntamento da SET-Spazio Eventi Tirso

Evento ufficialmente inserito nelle Risonanze del Festival Internazionale del Film di Roma, patrocinato dal ministero dei Beni culturali, regione Lazio, provincia e comune di Roma, in collaborazione con l’Associazione Pediatrica Bambino Gesù.

Un omaggio ai grandi protagonisti del Cinema, da Charlie Chaplin a Marcello Mastroianni, da Federico Fellini ad Anna Magnani. Questo l’obiettivo di “Segno, Cinema e Colore”, la mostra dell’artista Natino Chirico che avrà luogo a Roma dall’8 al 15 novembre.

Un’esposizione strettamente collegata al Festival Internazionale del Film di Roma che si terrà proprio in quei giorni, tanto da essere inserita e consigliata nel palinsesto degli eventi collaterali della kermesse cinematografica. Ad ospitare l’evento sarà SET, Spazio Eventi Tirso, la location nel cuore di Roma, da mesi protagonista della vita culturale e artistica della Capitale.

Più di 60 opere tra dipinti, installazioni e sculture che ritraggono e raccontano il mondo di cellulosa ed i suoi protagonisti. La mostra, patrocinata dalla regione Lazio, ministero dei Beni culturali, provincia e comune di Roma, sarà anche l’occasione per fare del bene, visto l’impegno dell’artista a favore dell’Associazione Bambino Gesù Onlus, partner dell’iniziativa, che festeggia dieci anni della nascita e alla quale l’artista devolverà parte del suo ricavato.

Il Maestro ha avuto modo di realizzare con i bambini dell’Ospedale alcune opere che saranno battute all’asta per beneficenza in occasione di uno speciale charity gala. La settimana della mostra sarà un susseguirsi di eventi ed appuntamenti. Oltre al charity gala, ci saranno laboratori, collaborazioni con brand importanti, corsi di yoga ed interviste e anteprime con i protagonisti del cinema. Apertura il 7 novembre con un Vernissage che coinvolgerà personaggi del mondo politico, dello spettacolo, dello sport, dell’arte e della comunicazione.

Massimo Lanzaro

L’attentato di Clara Martinelli

556759_545250772191425_1139790180_nE’ con timidezza e con orgoglio che vi suggerisco il libro d’esordio di Clara Martinelli. Con timidezza e orgoglio perché è la moglie di mio figlio e la madre di mia nipote. E’ una persona di famiglia, non per “acquisizione” ma per l’amore che ci lega e “muove”, insieme. Il libro, soprattutto, l’ho trovato un lavoro molto interessante e mi auguro che sia solamente il primo di tanti altri…
Gabriele

L’ATTENTATO
E’ una mattina di luglio. In una metropoli, dieci persone si preparano per andare a lavorare o per iniziare una nuova giornata. Nove di loro abitano nello stesso palazzo: Ester, Roger e Paul al terzo piano; Hugh, Rose e Jack al secondo; Robert, Scarlett e Jesse al primo. In uno stabile di fronte vive Kate, che ha la mania di osservare le vite degli altri. Ognuno custodisce dentro di sé un segreto o una questione lasciata in sospeso. Tutti saranno coinvolti in un attentato sotto la metropolitana

QUESTO IL LINK…

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=1017723

 

Tutti i giorni con “Si sente dal mattino”… vi aspetto!

Carissimi, vi aspetto tutti i giorni, dalle 8.00 alle 9.00 su Radio Manà Manà, (89.100 o direttamente dal pc cliccando qui http://www.radiomanamana.it/player.htm )
Un’ora di pura informazione insieme all’amico Roberto Arduini e Andrea di Ciancio….
Ovviamente, saremo ben felici di affrontare delle tematiche da voi suggerite

Un abbraccio a tutti
Gabriele

Etica in Atto (Conferenza)

Carissimi, se potete, vi aspetto…
Gabriele

Si terrà a Roma martedì 3 settembre alle ore 11 presso la Sala della Crociera BiASA MiBAC, in
via del Collegio Romano 27, la conferenza stampa di presentazione dei vincitori e della
cerimonia/ evento (6 e 7 settembre ore 21 a Pescara, Palazzo Monumentale Aurum) della V edizione
del Premio internazionale Etica in Atto per la nuova drammaturgia ad argomento etico:
concorso per autori teatrali, dedicato al free lance Antonio Russo, che promuove la lingua e i dialetti
italiani nel mondo.
Interverranno:
Irene Pivetti, Presidente dell’ Associazione di Promozione Sociale Learn To Be Free e del Festival delle
Identità, Media Partner del Premio Etica in Atto;
Doriana Vovola, Presidente fondatore del Premio Etica in Atto;
Emanuela Giordano, Presidente di Giuria del Premio Etica in Atto 2013 e Direttore Casa dei Teatri e
della Drammaturgia Contemporanea;
Gabriele La Porta, Membro della Giuria del Premio Etica in Atto 2013;
i premiati del Premio Etica in Atto 2013.
Il Premio, unico in Europa, nasce dalla volontà del presidente fondatore Doriana Vovola, drammaturga e
cultural manager da sempre impegnata nei diritti umani, animali, ambientali ed è promosso
dall’associazione culturale-sociale “Le Acque dell’Etica”.Con l’interesse di regalare al teatro
contemporaneo temi di valore etico, il premio è una realtà culturale apartitica che chiama autori italiani
e stranieri a riflettere sulle criticità della modernità e contemporaneità e si conferma come
catalizzatore e promotore della lingua italiana “di ritorno” grazie alla partecipazione anche di autori
italiani emigrati all’ estero e di cultori stranieri della lingua del Bel Paese.
Il premio, con l’ egida di Beatrice Russo madre del free lance e con madrina Dacia Maraini unisce nel
proprio progetto personalità di spicco del mondo teatrale, accademico e giornalistico in favore dei
drammaturghi di nuova generazione: infatti, con patrocini istituzionali e ministeriali e in partnership
(ufficializzate ad oggi)con la Fondazione Antonio Russo, Fondazione Learn To Be Free, Coop
Adriatica e con il Premio Agenda Rossa, si promuovono drammaturgie dal mondo in lingua italiana su
argomenti quali diritti umani, ambiente, informazione, impegno civile, tutela dell’ infanzia,
libertà di pensiero e parola, legalità, diritti animali, guerra, coscienza sociale, minoranze,
disabilità, violenza di genere, disagio giovanile.
Spiega Doriana Vovola:”Attraverso la drammaturgia contemporanea in lingua italiana anche di
connazionali residenti in Europa e America, arrivano e arriveranno infatti allo spettatore storie di criticità
della civiltà umana e il futuro condiviso sarà il risultato di riflessioni e sensibilizzazione”.

Etica in Atto

Carissimi Amici,
Carissime Amiche,
sono lieta di comunicarVi, che Venerdì 6 settembre, e Sabato 7 settembre, presso l’Aurum di Pescara, dalle ore 21.00, si terrà la premiazione dei vincitori della quinta edizione del concorso per autori teatrali “Etica in Atto” dedicato alla nuova drammaturgia ad argomento etico in lingua e dialetti italiani. Madrina del premio, dedicato alla memoria di Antonio Russo, fin dalla prima edizione Dacia Maraini.

Il Premio, a cadenza biennale, nasce dalla volontà del presidente fondatore Doriana Vovola, drammaturga e cultural manager da sempre impegnata nei diritti umani, animali, ambientali ed è promosso dall’associazione culturale-sociale “Le Acque dell’Etica” con il patrocinio ed il sostegno, dell’ Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara con l’interesse di regalare al teatro contemporaneo temi di importante e sentito valore etico.

Il Premio Etica in Atto è una realtà culturale apartitica che chiama autori italiani e stranieri a riflettere sulle criticità della modernità e contemporaneità e si conferma come catalizzatore e promotore della lingua italiana “di ritorno” grazie alla partecipazione di autori italiani emigrati all’ estero e di cultori stranieri della lingua del Bel Paese.

Al vincitore andranno scultura d’ autore ideata per il premio dall’ artista italo-canadese Antonella Sigismondi, un assegno di 1000 euro e pubblicazione bilingue in cartaceo e ebook del testo nella collana Etica in Atto (Edizioni Progetto Cultura).

Per gli altri testi selezionati targa di merito, possibilità di essere pubblicati nella suddetta collana editoriale e di essere inseriti nel circuito di iniziative interne al Progetto Etica in Atto e ai suoi partner culturali.

Siete invitati a partecipare !!

INGRESSO LIBERO

Giovanna Porcaro
Assessore alla Cultura del Comune di Pescara

Nella giuria, ci sarò anche io
Vi aspetto
Gabriele

etica

Nel punto atomico dove scompare il tempo

Non esiste cultura, antica o moderna, arcaica o civilizzata, che non possieda i suoi miti. Molti miti si assomigliano, pur appartenendo a popoli vissuti in epoche diverse e in luoghi molto lontani. In alcuni miti dell’America si raccontano storie uguali a quelle di altri miti dell’Asia o dell’Africa o dell’Europa. Cambia il nome dei personaggi, cambia l’ambiente geografico, l’epoca, cambiano altri particolari ma l’intreccio di base e il significato sostanziale delle storie, restano gli stessi. Le fiabe, i miti, le narrazioni in generale consentono pertanto di studiare l’anatomia comparata della psiche collettiva, ovvero di “ipotizzare paragoni tra ieri ed oggi”. Alcune “costanti naturali” sono l’espressione più pura dei processi psichici dell’inconscio di massa e di base rappresentano gli archetipi in forma semplice e concisa, su cui di volta in volta si stratificano o con cui si intersecano elementi e contaminazioni culturali. Ad un livello più ampio alcune narrazioni sono ritenute una compensazione inconscia dei valori dominanti di una determinata società

(Massimo Lanzaro)

Carissimi, senza ulteriori e superflui commenti (tanto sapete già quanto sia ampia la mia stima), vi suggerisco l’ebook del dottor Massimo Lanzaro.
Assolutamente da leggere….

Gabriele

http://www.editoredimestesso.it/Massimo_Lanzaro/Home.html

Oggi al Salone del libro di Torino

Parlerò di A come Anima.
Appuntamento alle ore 16.30

Un abbraccio a tutti

Gabriele

Elezioni Roma. Gabriele La Porta: datemi fiducia

“L’immenso patrimonio storico e culturale della nostra città dovrà diventare fonte di ricchezza per i nostri cittadini”, è questo il principale obiettivo del giornalista Rai, Gabriele La Porta che, abbandonate le vesti del conduttore televisivo, si candida alla prossima tornata elettorale romana in veste di politico, al fianco del MUI, il Movimento Unione Italiano. “Penso che il bacino culturale presente nella città di Roma sia così straordinario che possa consentire ai cittadini di vivere di rendita. Mi spiego meglio: sembra che non ci sia mai stata nella Capitale, al di là delle dichiarazioni, una vera volontà di impresa. A Roma ci sono tutti gli stili architettonici e tutti gli stili pittorici che messi insieme sono più o meno pari alle vestigia di tutta la Francia e di tutta l’Inghilterra. E come è possibile, avendo tutto questo, che il Museo del Louvre a Parigi incassi più di tutti i musei italiani messi insieme? Evidentemente non sappiamo ‘vendere’ le nostre bellezze cultari. Non sappiamo trasformare, attraverso il turismo, queste potenzialità architettoniche e museali in posti di lavoro. Il turismo culturale dovrà portare ricchezza ai nostri concittadini. Roma dovrà tornare Caput Mundi.
Ma non solo. Umanamente sono profondamente indignato per uno Stato che non garantisca, attraverso il lavoro, un futuro ai nostri giovani. Non posso tollerare che milioni di nostri concittadini abbiano problemi economici. Ed è per questo che ho deciso di scendere in campo. Con la veemenza, la passionalità e l’onestà che mi ha sempre contraddistinto, mi batterò affinché la dignità di ognuno, diventi un cardine imprenscindibile da perseguire ad ogni costo.
Ho scelto il MUI perché abbiamo tutti questo spirito di giustizia ed etica civile.
Dateci fiducia”.

Gabriele La Porta

L’ARTISTA ALLO SPECCHIO

L’ARTISTA ALLO SPECCHIO
L’AUTORITRATTO COME ESPRESSIONE DELLE  PROPRIE MASCHERE

Si usa uno specchio di vetro per guardare il viso e si usano
le opere d’arte per guardare la propria anima.
I meccanismi psichici che si manifestano nelle
dinamiche dell’autoritratto, partendo dal contrastante
rapporto che abbiamo con la nostra immagine
e la percezione che gli altri hanno di noi, diventano,
quindi, la messa in scena di queste risultanti.
Elaborare un’immagine, un volto o una forma che
siano espressione della nostra identità non è però
un’impresa semplice e una tela può rappresentare
un apparentemente confine o gabbia nell’esprimere
la sconfinata percezione di se stessi che, proprio
di lineare, confinabile e ‘regolare nelle forme’, sembra
non avere nulla.
Il senso di identità, infatti, non può prescindere
anche dalla materializzazione della percezione interiore
che è ben più complessa dello schema corporeo,
suppur ne funga da inevitabile contenitore
o ‘specchio’. L’autoritratto, collegando i modelli
percettivi e analitici degli elementi interni ed esterni
è, per l’artista, un mezzo per interrogarsi, scandagliarsi
e celebrarsi. E’ l’espressione creativa della
necessità di dare sostanza e visibilità alla pluralità
delle proprie maschere ma anche un manifesto
psicologico con il quale dare un corpo e una rappresentazione
alle proprie ansie, insicurezze, lacerazioni,
debolezze, consapevolezze, ricchezze e speranze.
Speranze, spesso, di ancorarsi alla Storia, dando
a se stessi un senso di immortalità, rappresentando
quel doppio che sopravviverà e resterà eterno.
La storia è così costellata da autoritratti. Da ripetuti
e costanti tentativi di immortalità. Una suggestiva
raccolta di opere di piccolo o grande formato eseguite
con qualsiasi tecnica e materiale, digital, pittura,
fotografia, scultura e collage ma anche passando
dalla scrittura alla poesia. Dalla irriconoscibile
maschera primitiva di Basquiat ai dipinti in età classica
raccontati da Plutarco, fino alle ‘trasfigurazioni’
della Kahlo che, proprio su questa sua complessa
produzione, ebbe a sottolineare:
“dal momento che i miei soggetti sono
sempre stati le mie sensazioni, i miei stati
mentali e le reazioni profonde che la vita
è andata producendo in me, ho di frequente
oggettivato tutto questo in immagini
di me stessa, che erano la cosa più sincera
e reale che io potessi fare per esprimere ciò
che sentivo dentro e fuori di me”.
Un ‘dentro’ e un ‘fuori’, quindi, che richiedono
la forza di guardarsi compiutamente abbracciando
ogni aspetto di se stessi. Spesso anche in modo
ossessivo come in Van Gogh che nella sua immagine
esprimerà universalmente l’umano conflitto interiore
fra quel che si è, si vorrebbe essere e si appare agli
altri. In un gioco di rimandi, attese e aspettative, nel
quale le distanze o divergenze osservative, confluiscono
sempre nelle personali debolezze, fragilità
e fierezze. Perché, in fondo, vediamo quel che siamo.
(tratto dalla rivista Nove)

http://www.bookrepublic.it/book/9788867555680-nove/

Sentieri di notte di Giovanni Agnoloni

Carissimi, vi sottopongo questo libro, di prossima uscita, che merita la vostra attenzione.
Gabriele

Sentieri di notte di Giovanni Agnoloni (Galaad Edizioni), segna l’esordio narrativo dell’autore fiorentino, già autore di saggi su J.R.R. Tolkien e traduttore. Siamo di fronte a un romanzo fantascientifico dalle tinte gialle e filosofiche, denso e carico di significati profondi.

Che energia è racchiusa nel Chakra del Castello di Cracovia? E chi è Luther, l’androide che una notte del settembre 2025 si sveglia sulle sponde del Lago di Lucerna con accanto a sé il corpo del suo creatore? Un mistero si profila su un’Europa messa sotto scacco dalla Macros, multinazionale informatica che da Berlino ha preso il potere, privando il continente di internet e dell’energia, mentre a Cracovia un’enigmatica nube bianca avanza inglobando la città. La salvezza sta nel cuore di quella nebbia, attraversata da uno studioso irlandese di teologia in cerca del suo passato, e nel viaggio verso la Polonia di Luther e del programmatore cieco Christoph Krueger. Un romanzo viscerale, figlio della poetica del Connettivismo, avanguardia italiana le cui origini affondano nel Cyberpunk americano, ma anche nel Crepuscolarismo e nel Futurismo. Una storia frutto di una lunga e seria ricerca spirituale condotta dall’autore, che mira al ritorno alla Fonte, a una fusione con la radice dell’Essere. Un viaggio viscerale tra l’Ombra e la Luce, che passa per territori sondati dalla psicologia junghiana ed esplora la topografia di due grandi capitali della storia d’Europa, Berlino e Cracovia, fino ad affacciarsi sugli inquietanti ma suggestivi scenari dell’intelligenza artificiale e della post-umanità. Sentieri di notte è anche il primo romanzo della collana “Larix”, diretta da Davide Sapienza. Dopo Nel cuore della Groenlandia di Fridtjof Nansen (2012) e prima di un’antologia inedita di scritti di Barry Lopez curata da Davide Sapienza in uscita nel 2013, quest’opera contribuisce a tracciare la visione della Collana che è dedicata all’esplorazione in senso geografico, umano e letterario.

Sentieri di notte sarà presentato ufficialmente venerdì 26 ottobre dalle ore 18,00 a Roma presso il Centro Culturale Elsa Morante (in Piazzale Elsa Morante), in occasione della NeXT-Fest, il festival del movimento connettivista, con la partecipazione di Giovanni Agnoloni e dello scrittore Francesco Verso, Premio Urania 2008.
L’opera è fin da ora prenotabile sul sito dell’editore, www.galaadedizioni.com. Dal 26 ottobre in tutte le librerie italiane.

Giovanni Agnoloni
Sentieri di notte
Galaad Edizioni – Collana Larix

QUESTA SERA vi aspetto… “La Notte dei Musei” con “Giordano Bruno e la Magia”

Amici carissimi,

sabato 6 ottobre sarò al Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano, Aula X, via Enrico de Nicola 78 a Roma, per “La Notte dei Musei”, dove prenderò parte allo spettacolo-conferenza “GIORDANO BRUNO E LA MAGIA” (ore 21.00, 22.30 e 23.30) insieme ad Alessandro D’Agostini, la “Compagnia teatrale Poeti d’Azione”, Claudio Ferrero (violino), Greta Cipriani (pianoforte) e Francesca Stajano (attrice) ed Egidio Senatore.

Spero di incontrar-vi numerosi!

Vi riporto il comunicato dell’evento:

L’ormai abituale appuntamento con La Notte dei Musei in Comune, che consente di visitare gratuitamente ogni anno Musei, spazi espositivi e monumenti della Capitale, assistendo anche a spettacoli teatrali e musicali di ottimo livello, anche quest’anno riserva piacevoli ed inedite sorprese.
È il caso del programma previsto presso il “Museo Nazionale Romano alle Terme di Diocleziano” Aula X (Via Enrico de Nicola, 78 suggestivo palcoscenico e monumentale complesso archeologico, cornice unica dell’antichità, dove si svolgerà uno spettacolo-conferenza ideato dal poeta e attore, specializzato in dizione di testi poetici e letterari, Alessandro D’Agostini e a cura del Movimento “Poeti d’Azione” (www.poetidazione.it).
La manifestazione, intitolata “Giordano Bruno e la Magia”, vuole proporre al pubblico un percorso conoscitivo sul “mistero” che avvolge Giordano Bruno nei suoi rapporti con la magia, spaziando anche attorno ad altri affascinanti “misteri” in un “excursus magico da Eraclito a Jung passando per Marsilio Ficino, dai Fedeli d’Amore al sufismo e oltre…” a cura di uno studioso davvero appassionato della materia trattata, il Professor Gabriele La Porta, Direttore di RaiNotte e autore di diverse monografie su Giordano Bruno e sulla storia della magia.
Seguirà <<Otto secoli d’Amore in Musica e Poesia>>, Concerto-Reading per violino e pianoforte con letture poetiche scelte fra otto secoli di poesia italiana. “Da Petrarca e Dante e i Siciliani a Guido Gozzano; da Eugenio Montale ad Antonia Pozzi a Dario Bellezza, ai contemporanei Valerio Magrelli, Valentino Zeichen, Elio Pecora, fino alla lettura di testi dello stesso D’Agostini”. Il concerto-reading sarà eseguito dal violinista M° Claudio Ferrero, dalla pianista M° Greta Cipriani e da Alessandro D’Agostini che vi prenderà parte come “voce recitante” affiancato dalla voce femminile dell’attrice Francesca Stajano.
I brani di musica classica previsti in scaletta all’interno del concerto-reading sono brani melodici di grande effetto e godibili anche da un pubblico di non “iniziati” alla musica classica, come precisano gli organizzatori. Alcuni sono tratti dal repertorio “romantico”, altri sono “decadenti” (Chausson), altri legati di più al sentimento amoroso come “Furia e morte”.
Sono previste durante la Notte del 6 Ottobre tre repliche. La prima alle 21;00 preceduta e seguita dall’intervento del Dott. Gabriele La Porta, la seconda alle 22;30 e la terza alle 23;30.
Un appuntamento questo con la poesia, la cultura e l’arte di oggi e di ieri di sicuro interesse e da non perdere!
La manifestazione della Notte dei Musei, che si svolge con successo dal 2005 in tutta Europa e che nel 2011 ha visto a Roma la partecipazione di oltre 200.000 persone, giunge nella Capitale per il quarto anno consecutivo ed è promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Camera di Commercio di Roma, e da Il Gioco del Lotto. Main Sponsor Acea. Il progetto e il coordinamento organizzativo sono a cura di Zètema Progetto Cultura.
La Notte dei Musei coinvolge quest’anno oltre cento siti che comprendono i musei statali, i musei civici, le biblioteche comunali, i musei privati, le accademie e le istituzioni culturali straniere, l’Università Sapienza, gli istituti e le case di cultura, i palazzi storici di Roma.
Tutti i musei e gli spazi espositivi inseriti nella Notte dei Musei saranno aperti straordinariamente e gratuitamente dalle 20 di sera fino alle 2 di notte.

Buon FERRAGOSTO a tutti

Ferragosto,

tutto fermo, tutto tace,
per fortuna,

un po’ di pace;
e il traffico s’è acquattato,
e sulle spiagge se n’è andato;
[…..]

e voglia 

di inseguire 

l’estate, rimarrà;
con un aereo starci dietro,

e trovarla,

per il mondo
,

tra palmi, cocco, e un amaca intorno;
dove il sole è sempre uguale,
ma in quei posti, costa un capitale,
e 

ci si penserà a Natale,
o magari piuttosto 

si continuerà

a
sognare, in modo sempre uguale;
sino alla prossima

 estate, che dovrà 

arrivare.

(filastrocca scanzonata di Ferragosto trovata su internet da Melusina)

Henri Matisse, “Armonia in rosso”, 1908

Carissimi amici,
vi auguro un gustoso Ferragosto 2012! Questo è il quarto che “trascorriamo” insieme in questo nostro “angolo segreto”…
Ora, immaginiamo di imbandire la nostra “tavola” ideale: voi, cosa portereste? Il vino lo porto io!
Attendo le vostre “delizie”…

La notte dei deSIDERi

Gentili amici, oggi Melusina ci ricorda che abbiamo tutti una opportunità:

Sta sera è san Lorenzo,
tutti gli innamorati e non sono avvisati

Buona serata spero che tutti i vostri desideri si avverino!!!!!

io desidero, desidero…

curiosità:

desiderio: deriva da sidus/sideris ossia costellazione divenuta poi
singola stella…
Quindi guardate il cielo
e desiderate e sperate
c’ è una stella per ognuno di noi
nel mondo
Ad ognuno di noi
è data una possibilità,
questa notte
o le altre notti a seguire
quando osserverete le stelle
considerate
che avete un’infinita di possibilità
una per ogni stella…

-l’anima del desiderio è legata alla luce delle stelle

Seguendo i consigni di Melusina, vi dedico questi versi eterni, e vi lascio in attesa della discesa delle stelle:

Qual rugiada e qual pianto,
quai lacrime eran quelle
che sparger vidi dal notturno manto
e dal candido volto delle stelle?

Torquato Tasso, “Rime”

Agosto

Maestro Venceslao, “Agosto”, dal “Ciclo dei Mesi” (1400 circa), affresco nella Torre dell’Aquila, Castello del Buonconsiglio, Trento

Il nostro carissimo Gianluca, che ringrazio di cuore, ci augura buone vacanze con questi versi del grande Garcia Lorca:

…professore, voglio dedicare una poesia ai lettori del blog augurando a tutti buone vacanze:

AGOSTO”

Controluce e tramonti
di pesca e zucchero
e il sole dentro la sera
come il nocciolo nel frutto
la pannocchia serra intatta
la sua risata gialla e dura.
Agosto.
I bambini mangiano
pane nero e luna piena.

Federico Garcia Lorca

Saluti a tutti.
g.luca

Luciano Lutring: la vera storia del solista del mitra. Vi aspetto giovedì 24

Giovedi 24, alle 18.00, Gabriele La Porta e Giorgio Biavati, alla libreria Odradek (via dei Banchi vecchi 57) insieme all’autore presenteranno l’ultimo lavoro di Andrea Villani “Luciano Lutring: la vera storia del solista del mitra” (Mursia) da cui è adattato lo spettacolo teatrale “Lutring!” interpretato da Biavati. Sarà una presentazione leggera, ma senza esclusione di colpi, e si racconterà di abissi e rinascite, di bellezza, d’arte e di vite spericolate

Importante!

Gabrielelaporta.com non è il blog ufficiale del filosofo, scrittore e già direttore Rai professor Gabriele La Porta.

La direzione

Auguri!

Buona e serena Pasqua a tutti voi.
Un abbraccio.

Gabriele

COME STATE? Vi aspetto questa sera alle 21.00

Carissimi vi aspetto questa sera, dalle 21 alle 24.oo su CinquestelleTv. Vi invito anche ad intervenire per raccontare, senza alcuna censura, le vostre storie e per dirmi-ci… come state. Per vedere su quali emittenti verrà trasmesso il programma c’è il link qui a destra nella pagina del blog

Vi aspetto OGGI….

Carissimi, domani, giovedì 1 marzo,

vi aspetto alla presentazione del mio libro

“Tu chiamale se vuoi coincidenze” (Lepre edizioni)

ore 19.00 presso la libreria Assaggi, Via degli Etruschi n. 4 Roma (zona San Lorenzo)

Brindisi per tutti

Vi aspetto al Caffè Letterario, giovedì 19 alle 19.00

Carissimi, giovedì 19 alle ore 19.00, presenterò il mio ultimo libro al Caffè Letterario.
Parteciperà anche il caporedattore del Tempo, Anna Fiorino.
Vi aspetto.
Caffè Letterario, via Ostinse, 95, Roma

Filastrocca della Befana. Auguri a tutti i bimbi!

La befana vien di notte
con le scarpe tutte rotte…
Vien dal cielo con la scopa
e sui tetti pian si posa,
e poi scende lesta lesta
dai camini con la cesta.

La befana é una vecchietta
un po’ brutta poveretta,
ma ai bambini poco importa
se la cesta é colma colma
tutta piena di regali, dolci, treni,
bamboline per riempire le calzine.

La befana con la cesta
cerca, cerca la calzetta
e soltanto ai bimbi buoni
lei ci mette tanti doni
ma a chi é stato un po’ birbone,
lei la colma con carbone.

La befana é già sul tetto
presto bimbi tutti a letto!
Lasciam sola la vecchietta
a riempire la calzetta,
che doman di buon mattino
scopriremo il regalino!

Autore sconosciuto

Finalmente complici. Radio Manà Manà dalle 22.00 alle 23.00

Questa sera torna “Finalmente Complici”, con mio figlio Michele

Parlerà della sindrome della bella addormentata. Partendo dalla fiaba e dal mito, la “bella addormentata” adombra la storia di una ragazza che deve contrapporsi ai genitori, uscire dalla condizione di dipendenza infantile ed assumere la propria identità di adulta, avviando relazioni soddisfacenti con l’altro sesso. La “bella addormentata” è una ragazza che, sul piano affettivo, non riesce a trovare se stessa, indipendentemente dalle sue realizzazioni nello studio o nel lavoro.

Poi, partendo da alcuni articoli apprasi oggi sul Corriere della Sera, spiegherà come la società occidentale rifiuti la vecchiecchiaia… dell’apertura degli esercizi commerciali anche di notte… intervisterà Tiberio Timperi e, infine, analizzerà cosa aspettarci dall’imminente governo Monti. Cosa cambierà per noi italiani?
Dalle 22.00 alle 23.00 – RADIO MANA’ MANA’, frequenza 89,100 per Roma, Frosinone, Latina e rispettive province; 89,00 per Velletri; 89,500 per Rieti; oppure in streaming su

www.radiomanamana.it.
Sono graditi gli sms al numero 334.92.29.505
Grazie a tutti

Maria Allo : “Riflessi di rugiada”

Uno strano bagliore cerca di squarciare la quotidianità, che ci avvolge con tutte le sue inaspettate composizioni, così le nubi che scorrono, le onde del mare che ritornano irrequiete, il candore di una illusione che ripete , l’intima partecipazione che racconta incertezze e riflessi, sono qui il gioco instancabile del ritmo e dei versi. La poesia sottilmente sveste l’orizzonte per sospendere il canto che si annida tra i pensieri che non riescono a cambiare i colori, se non con la voce ripetutamente urlante della poetessa. Un tragitto trasparente snoda i coni d’ombra, che gli attimi effimeri sottolineano per i silenzi tra l’infinito e le stelle. “Quando mi coglie il buio/ una soffocata luna/ dietro il cancello/ solleva misteriosi grovigli/ e sul sagrato d’abissi/ mi fiacca l’anima.” – Allora il sogno diventa emozione, in una attesa che non è più solitaria e si offre pagina dopo pagina per diventare parola. Una percezione tangibile nella candida espressione dell’ammiccamento.

Antonio Spagnuolo

 

C’è un silenzio

c’è un silenzio antico nelle cose
sui crinali dei colli
nei limoneti
in fondo alle valli
intrecciate d’ortiche
grovigli di rami disseminati
erbe aromatiche
finocchi selvatici
menta e rucola
c’è un silenzio antico nelle cose
aspetta da sempre
sorregge radici di ulivi
nidifica nel forno sconnesso
tendo l’orecchio
a inseguire voci
che invadono segni
consonanze di parole lievi
librate nelle crepe
dei muri sconnessi
tra ciottoli e spini
dietro ogni siepe
c’è un silenzio antico nelle cose
estenuato da parole di sempre
in ogni angolo
della vecchia casa
nella speranza che tende la mano
inseguo tenacemente l’azzurro
con occhi spalancati
ma respirare cieli è un’altra cosa
E c’è un silenzio dentro le parole
che rimbalza distrattamente
mai al tempo giusto
muto nel dolore
un silenzio non ancora sfiorato
da venti lievi
come le mie ciglia
c’è un silenzio che nessuna parola
può penetrare senza fiatare
con mille nodi i suoni
ne infittiscono gli echi
segnati da erba calpestata
e rami che annaspano
al fruscio dei pioppi ansimanti
ma poi senti l’acqua del torrente
borbottare prima piano
poi sempre più incessante
parole e parole
c’è silenzio nel nido
di quei passerotti implumi
c’è silenzio nel buio che trasmigra certezze
nel rumore incessante dei dubbi
nelle pagine bianche
nei luoghi di frontiera
in questo tempo che se ne va
c’è silenzio anche nel fuoco
che divampa e zampilla
empiti di poesia
arde seguendo tracce
di odori suoni e colori
ma quante parole non dette
nel silenzio di tante parole

S’aprono in ogni mia fibra-

S’ aprono in ogni fibra gesti aguzzi
abissi e cunicoli scaglie involucri
innervati d’umori schiusi
a cercare sussurri
d’una antica lingua che perfori
come in un campo di sterpaglie
invisibile
su spazi imprevisti e buche
ma silenzioso tenace
mi fai semina di mare
spersa avvinghiata
e tu nascosto tenace
parli di partenze di ritorni
prosciughi tutti i respiri
dietro davanti e oltre
mi attraversi
non trovi un alibi razionale
si aprono in ogni mia fibra
respiri nel corpo viola
che vuole fermenti di pietà
per noi in questo settembre
s’aprono in ogni mia fibra
scaglie di purezza tremiti cari
e non trovo parole

Maria Allo

FINALMENTE COMPLICI. Vi aspetto, in radio, questa sera dalle 22.00 alle 23.00

Una lieta notizia. Almeno per me. Da questa sera inizierò, per la prima volta, a lavorare con mio figlio Michele.

Con lui e Chiara David, condurremo un programma dal titolo “Finalmente complici”.

La trasmissione è un talk, della durata di un’ora, che intende intercettare stati d’Anima, riflessioni, abbandoni, tormenti, sofferenze, stasi, gioie, amori e sorrisi delle persone che in quel momento, nell’etere, si mettono in ascolto.
Partendo da notizie di cronaca, costume, attualità, politica, oppure dalla lettura di una lirica, i temi che verranno affrontati riguarderanno, la famiglia, l’amore, la salute, la sanità (ecc), con l’obiettivo di coinvolgere attivamente i radioascoltatori nella discussione, rendendoli il fulcro ed il cuore del programma.

In una società iper-tecnologica come quella contemporanea, votata all’esteriorità e all’individualismo che negli anni ha generato sempre maggiori solitudini e inquietudini, la trasmissione intende recuperare quel rapporto di condivisione, fratellanza e unione che si può sviluppare solo attraverso il confronto, l’ascolto e l’accoglienza dell’altro, riscoprendo, appunto, la bellezza della parola e del dialogo profondo.

Una moderna Agorà, ove sarà possibile realizzare delle discussioni condivise da più persone in maniera che ognuno dei partecipanti possa offrire il proprio spunto di riflessione, interloquire con una persona in particolare, rivolgersi a tutti o, infine, esprimere “semplicemente”, il proprio stato d’animo o punto di vista. 
 

FINALMENTE COMPLICI, infatti, vuole dar voce al pubblico, vuole intessere un dialogo intimo e profondo con il radioascoltaore dandogli la possibilità intervenire, in diretta, senza alcuna censura e nessun filtro.
Perché, come dice un vecchio proverbio: “solo ascoltando si comprende la gente”.

CHIAMATEMI IN DIRETTA

0694539481-82 e scrivendo SMS al numero 334 9229505

Radio Manà Manà
Roma, Latina e Frosinone 89.100
Rieti 89.5
Velletri 89

oppure in streaming su: www.radiomanamana.it

“La Grande Madre” su ECORADIO

Carissime amiche e carissimi amici,

oggi andrà in onda la mia rubrica letteraria La Grande Madre su ECORADIO, ogni sabato alle ore 15:30 e in replica la domenica sempre alle ore 15:30. Un momento della giornata, questo vuole essere il programma, in cui fermasi a riflettere, insieme, attraverso i libri che più ci “aprono” alla nostra interiorità, e quindi al pensiero ecologico vissuto in profondità, ri-avvicinandoci all’intimità della natura, alla Grande Madre. Presenteremo saggi, romanzi, raccolte poetiche, testi di filosofia, ecc., con l’intervento anche di autori ed editori. Le frequenze sono per Roma 88.3 FM e per Napoli 92.1 FM. È possibile, inoltre, seguire la trasmissione su internet sul sito www.ecoradio.it cliccando, in alto, su “ascolta”. Vi aspetto. Un abbraccio!

“Tu chiamale se vuoi coincidenze”

Amicissimi!!!!

Il primo ottobre esce il mio ultimo libro “Tu chiamale se vuoi COINCIDENZE” per “La Lepre Edizioni”.

Sono decine di storie inspiegabili dal punto di vista razionale. Premonizioni, intuizioni folgoranti, interruzione dello spazio-tempo, sono i punti nodali di ciascuna di queste “coincidenze”.

Questo nome, appunto coincidenze, è stato creato da Jung e sta a significare la connessione tra due dimensioni: quella nostra, ordinaria, e quella di un “altro” universo, quello in cui il tempo sembra non scorrere e delle cause che si mischiano con gli effetti. Insomma, le coincidenze non vanno esaminate con la logica razionale, ma con un pensiero “altro”, aperto ad ogni fenomeno e ad ogni ipotesi. Senza steccati e pregiudizi. Con la mente rivolta al meraviglioso e al sublime.

Le storie proposte sono illustrate dai disegni di Donatella Scatena

Gabriele

Buon FERRAGOSTO!

Buon Ferragosto,
con pane, salame, prosciutto e, soprattutto, con un buon VINO (mi raccomando, leggete Thomas Moore)!

Sopra: Michelangelo Merisi da Caravaggio, “Bacco”, 1596-97 (part.)

Auguri!

Buongiorno e serena Pasqua da tutti noi.

Un abbraccio, Gabriele.

L’uomo ed il ’900: la riscoperta di Anima

Carissimi, oggi, 27 gennaio alle ore 18.00, vi aspetto al Palazzo della Rovere – Hotel Columbus, via della Conciliazione, 33 a Roma

Parlerò de “L’uomo ed il ’900: la riscoperta di Anima”

L’incontro è organizzato dall’Accademia Angelica Costantiniana

INVITO 27 1 11

Carissimi, vi segnalo questo blog

http://www.leimmaginidellinconscio.blogspot.com/

E’ di Eugenio Pelizzari un autore della Moretti&Vitali

MUSICA E FIABA, il 24 gennaio, a Genova

Carissimi vi riporto questo invito inoltratomi dalla “nostra” Elvezia Benini

MUSICA E FIABA
Un invito
Siamo riusciti a creare un ponte tra sole e luna, tra conscio e inconscio, tra ragione e sentimento……
Il 24 Gennaio a Genova al Teatro della Corte alle 17 ci sarà un evento speciale: “I giovani per vincere la paura” incontro
i Sonohra a Genova per l’Unicef

un abbraccio
Elvezia

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 336 follower