Curiosità d’amore

“A Vronskij bastò un solo sguardo, lanciato col garbo dell’uomo di mondo, per capire che si trattatava d’una signora dell’alta società. Si scusò e fece per salire nella vettura ferroviaria, ma provò il desiderio di osservare ancora una volta la sconosciuta, non solo perché era bella e tutta la sua persona spirava grazia ed eleganza, ma perché nel suo viso c’era qualcosa di tenero e carezzevole che egli aveva notato quando era passata dinanzi a lui”.

Lev Tolstoj

About these ads

2 Risposte

  1. Io sono folle, folle,
    folle di amore x te.
    Io gemo di tenerezza
    xchè sono folle, folle,
    xchè ti ho perduto.
    Stamane il mattino era sì caldo
    che a me detteva questa confusione,
    ma io ero malata di tormento
    ero malata di tua perdizione.

    A. Merini Poesie x giovani innamorati -Salani editore

    saluti a tutti , unsaluto grande al Professore.
    patrizia

  2. …Ah, io non ne so niente e non ho visto niente e non ho sentito niente; ballavo sui piedi di Hillmann mentre quei due…
    Discutavamo del tempo (2). :D

    Buona serata a tutti anche da parte mia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 400 follower